sabato 29 ottobre 2022

LETTERA APERTA A ENRICO LETTA SUL VERGOGNOSO SILENZIO DEI SENATORI DEL PD

Gentile onorevole Letta,
a tutte e tutti (come si dice oggi) Ella ha promesso solennemente qualche giorno fa “una opposizione dura e intransigente” al governo Meloni. Ma i suoi senatori non la pensano come lei, e dei suoi giuramenti a tutte e tutti se ne impipano allegramente.

Al Senato il discorso più limpido di opposizione dura e intransigente al governo Meloni è stato pronunciato da Roberto Scarpinato, magistrato che rappresenta una silloge vivente dell’impegno antimafia di oltre tre decenni, eletto come indipendente nelle liste del M5S. Un discorso che assume la Costituzione repubblicana nata dalla Resistenza come bussola dell’azione, un discorso che ha ricordato le frequentazioni mafiose di Berlusconi e del suo entourage, e quelle con pezzi di servizi “deviati” e trame nere di elementi del nuovo governo. Un discorso esemplare, che ogni democratico dovrebbe sottoscrivere fino alle virgole. Un discorso che è stato accolto dai senatori del Pd, partito di cui Ella è ancora il massimo dirigente, dal più assordante dei silenzi.

Nessun applauso. E su questo assordante silenzio, che suona dunque rifiuto per ogni frase di quel discorso, esemplare per chi intenda fare una opposizione dura e intransigente al governo delle destre-destre, nessun rilievo, nessuna critica, nessuna presa di distanza da parte sua. Dunque, un suo silenzio-assenso a quell’assordante silenzio.

Gentile onorevole Letta, Ella è ancora in tempo, benché in zona cesarini, per dire la sua sull’assordante e ignobile silenzio con cui i senatori del suo partito hanno inteso stigmatizzare e rifiutare l’opposizione dura e intransigente del senatore Roberto Scarpinato al governo Meloni. Ella è ancora in tempo per stigmatizzare quella indecente stigmatizzazione di assordante silenzio, senza di che la sua promessa di opposizione dura e intransigente si nebulizza in aria fritta.

Quel silenzio assordante dei suoi senatori costituisce un marchio di vergogna per tutto il suo partito. Un solo senatore del Pd ha applaudito il limpido discorso di dura e intransigente opposizione di Scarpinato al governo ex-neo-post-ecc.-fascista: il senatore Walter Verini. Che ha salvato il suo onore, non certo quello del suo partito. Walter Verini, anzi, per questo suo gesto, ovvio per ogni democratico, è stato redarguito e rimbrottato dagli altri senatori del Pd. Vergogna che si aggiunge a vergogna.

Gentile onorevole Letta, davvero intende continuare col suo silenzio-assenso al comportamento ignobile dei suoi senatori (tranne uno), aggiungendo così vergogna a vergogna a vergogna?

Paolo Flores d'Arcais
28 Ottobre 2022


20 commenti:

  1. Verini sarà stato l'unico ad aver applaudito Scarpinato ma io penso che gli sarà scappato. Forse pensava che anche gli altri avrebbero applaudito e si è associato. Verini, come tutti gli altri, non è mai stato un rivoluzionario dentro il PD.

    RispondiElimina
  2. Stefania Cerqua29 ottobre 2022 16:09

    Sempre più Vergognosa questa Finta Sinistra PD!!!

    RispondiElimina
  3. Antonio Sperandei29 ottobre 2022 16:11

    Che schifo speriamo che sparite non siete degni di dire che siete di sinistra voi siete piu mafiosi della destra

    RispondiElimina
  4. Corrado Tedeschi29 ottobre 2022 16:12

    Continua la lotta ai 5S. E poi sproloquiano su un coordinamento dell'opposizione. Quale?

    RispondiElimina
  5. Si dice Enrico e si pensa Gianni ma sempre Letta

    RispondiElimina
  6. Gaetano Di Vita29 ottobre 2022 17:23

    Letta e Serracchiani... tanto navigati in politica e tanto incapaci, hanno fatto precipitare quella che una volta era la sinistra nel nulla più profondo!

    RispondiElimina
  7. Letta sciolga un partito che è nato abortendo le proprie origini e il passato, il PD è la vergogna più scandalosa della sinistra, tenere a galla un partito di reietti, bugiardi e luridi.

    RispondiElimina
  8. Molto probabilmente il prossimo segretario PD sarà Bonaccini....non cambierà nulla, anzi peggiorerà la situazione.
    CONTE si rassegni a procedere da SOLO sia all'apposizione che per le eventuali alleanze!

    RispondiElimina
  9. Be, se non fosse servita la riflessione, ora i fatti ci dicono la realtà. Il Pd è quel partito mafioso con elite che al discorso di Scarpinato invece di applaudire tace. Letta sta battendo Renzi per strategia fallimentare. MA IO CREDO CHE SIA RENZI CHE LETTA SONO PERSONE DI DX INSERITE A SX PER CREARE DISORDINI ED AFFOSSARE IL PARTITO. C'È DA CHIEDERSI GLI ALTRI DEL PD, COSA FANNO DORMONO?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli altri del PD sono come Letta Marcucci Del Rio Serracchiani e tanti Altri sono tutti Spermatozoidi del Grande Bamboccio di Rignano . Ci vuole un Potente DDT per fare partito Pulito buona Serata

      Elimina
    2. Scarpinato è stato applaudito da Giulia Bongiorno e Maurizio Gasparri, credo sia bastato

      Elimina
  10. Si vede... Era tutto. Concordato.. Tra di loro...... Obiettivo.. Colpire... Il M5S

    RispondiElimina
  11. Salvo Castellese29 ottobre 2022 19:25

    C'era una volta il PD, c'era una volta il sogno veramente democratico di questo Paese, c'era una volta un'idea di un grande partito unificante e progressista e riformista... c'era una volta.

    RispondiElimina
  12. “Una opposizione dura e intransigente” vuol dire tutto e niente. L’opposizione non si misura con l’intensità degli applausi nel primo giorno della legislatura. La si vede durante il corso di tutta la legislatura. Questa lettera aperta a Enrico Letta fa parte di una strategia di attacco contro il PD che, in questo momento, sta attraversando un momento delicato. È diventato il bersaglio dei partiti dell’opposizione. Nessuno escluso. Eppure questo PD è quel partito che ha contribuito alla nascita del secondo governo Conte. È lo stesso partito che ha votato il taglio dei parlamentari malgrado il malcontento della base del partito e di tanti elettori. Anche il PD, come tutte le forze politiche, ha fatto tanti errori. Tutto questo non giustifica l’aggressione e le parole di odio che leggo in questa lettera aperta e in tutti commenti. Tutti pronti, come iene, a dividersi i resti del PD. No Signori, questa non è politica! Se un partito muore, muore un pezzo di democrazia! Salvo Castellese scrive: “C’era una volta il PD”. Il PD c’è! È in crisi, ma ha le risorse necessarie per uscirne. Signor Paolo Flores d’Arcais: “Enrico Letta non ha nulla di cui vergognarsi. Gli consiglio di leggersi l’intervento fatto alla Camera dei Deputati. Un intervento di alto profilo politico”.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo stanchi di giudicare i politici per i loro interventi, scritti e pensati solo per prendere in giro gli elettori, e quello di Letta alla Camera non fa eccezione. Per me contano solo i comportamenti. Il Pd ha sbagliato tutto, ha rinunciato a fare la sinistra e si è convertito al draghismo più sfrenato. Che altro dobbiamo aggiungere. Hai voglia a scrivere interventi alla Camera.

      Elimina
  13. Secondo me i mancati applausi a Scarpinato potrebbero addebitarsi al fatto che provengono da un pentastellato, e fin quando il PD non "appacia" col M5S la situazione non migliorerà. D'altronde non appena il M5S dovesse allearsi col PD, ricomincerebbe l'emorragia di voti

    RispondiElimina
  14. Il commento è di Nino Pepe

    RispondiElimina
  15. Delia Mengacci30 ottobre 2022 08:35

    Purtroppo per loro ma gli errori si pagano cosa dovevano dire che i 5 stelle erano meglio di di Maio e calenda e Renzi troppo tardi

    RispondiElimina
  16. Sergio Aldo Bonanni30 ottobre 2022 11:57

    Vergognoso silenzio a questo coraggioso intervento che citava pure l'anziano mafioso che non avrebbe dovuto essere seduto lì ma in carcere. Letta ha voluto distruggere il PD e ci è riuscito.

    RispondiElimina
  17. Per restare dalla parte della destra non hanno battuto le mani a scarpinato, questa è la destra e sinistra la schifezza della schifezza... W 5 stelle conte

    RispondiElimina