mercoledì 4 luglio 2012

SPENDING REVIEW... IL BISTURI E LA FASE "REM"

Monti-chirurgodi Giuseppe Vullo - È una notte calda e insonne, forse ho digerito male per le cattive notizie che arrivano dal palazzo (3 miliardi e mezzo di tagli alla sanità) con questi fantasmi nel buio della notte... sto per appisolarmi,
sono in dormiveglia, ancora non ho raggiunto la fase "REM", ma mi sento bisbigliare all'orecchio, con voce sobria e suadente il prof. Monti mi sussurra (una moderna ninna-nanna), "spending review...spending review...spending reviewww... in quanti modi si può dire revisione della spesa, rigore, tagli spesa sociale, stangata... mi rilasso sempre più, mi addormento... finalmente la fase "REM"... quella dei sogni.
Mi sento leggero nel mondo onirico, mi libro nell'aria leggero in un sonno senza emozioni, passioni, senza spazio e senza tempo... un angelo con il viso del primo ministro che indossa un camice ed in mano  un bisturi. Ma stranamente non mi sento turbato... anzi mi sento protetto, rassicurato... ma prof. Monti lei è vestito da medico? Sono un medico... il medico di tutti gli italiani. Ma dott. Monti la posso chiamare collega... io... io... in vita facevo anch'io il medico. Si una volta quando eri vivo ed attivo ora sei pensionato e moribondo... stai calmo... rilassati, sei assopito, in stato crepuscolare... precomatoso, sul precipizio, ma io ti salverò, ti curerò, ti guarirò.
Ma professor che fa con il bisturi... mi sta tagliando la pancia? No... ti faccio un lifting. Ti accorcio la vita... Una SPENDING REVIEW. Come lo dice bene lei "stangata in inglese"..."Facilis est descensus averno"... Come parla bene le lingue lei... nel mentre con il bisturi il dottore mi affettava l'addome e mi torniva i fianchi... mi sentivo più leggero, ma che mano leggera... come taglia bene professore! Ma che mano leggera!!... è l'anestesia imbecille!! Ma noi italioti e sicilioti siamo innamorati di lei, abbiamo la sindrome di Stoccolma... va bene ma ora dormi, che devo lavorare! Mentre col suo camice bianco e candido come la neve, con il bisturi in mano, mi diceva: ma quanto sei cresciuto, ora devi decrescere! Quanto sei ingrassato... ti sei dato alla pazza gioia, hai speso  più di quello che ti potevi permettere, hai vissuto al di sopra delle tue possibilità... hai evaso le tasse eh! No lo giuro! Va bene  ma adesso ti faccio una "SPENDING REVIEW"! L'addome ti deve tornare piatto e la "vita ristretta"!
Tu e tutti gli italiani dovete dimagrire perché in questi anni avete speso troppo e mangiato troppo, lavorato poco, fatto troppi debiti e fatto aumentare lo spread. Se non faccio la spending review Angela Merkel non mi dà lo scudo. Ma che è una moneta? Lo scudo romano? O lo scudo di "talos"? Professore ma se è un problema di scudo in Italia ci sono un sacco di "scudati". E che cosa sono questi scudati? Ma lo scudo fiscale che Silvio aveva dato agli evasori. Ma non fare lo spiritoso... sennò te lo dico, nudo e crudo, senza inglesismi: rigore, stangata, ti faccio un mazzo cosi, la prendi nel cu... basta professor me lo dica in inglese... sennò vado in coma "preagonico" "ipoeconomico", "ipoeuronico" ma che cosa farfugli, non sarà mica l'effetto anestetico della spending review? Può essere... però "me dolce affogar in questo mar"...ma che dici affogar...mar...si dottore  "affogar in  un mare di "MERDA"...ma cos'è questa puzza? È che mi sono fatto addosso professor Monti.
P.-Vullo-medico  Giuseppe Vullo  04 luglio 2012

13 commenti:

  1. Bravo Pino. Il tuo spassoso incubo "fantozziano", però, mi ha fatto sorridere, ma non ridere. La differenza, l'hai capito, è enorme.
    Si ride (con la pancia) per un racconto che trasporta la realtà in una immagine assurda, che si sa non si avverrà mai perchè è esagerata (volutamente), funziona da scacciapensieri.
    Si sorride, invece, quando ciò che si racconta in allegorica e pittoresca visione non scaccia il "demone" della realtà, ma cerca di addolcirla per renderla più trangungiabile possibile, come le medicine amare che si prendevano tanto tempo fà da bambini.
    Il sorriso è l'altra medaglia di una "sardonica" rassegnazione.
    Pertanto, grazie per questo momento di sorriso, ma non abbandoniamo l'indignazione e la ricerca di costruire una alternativa di rinascita della vita sociale.
    Sono sicuro che anche tu la pensi così, e che già stai tornando a scrivere un nuovo più impegnato.

    RispondiElimina
  2. GRAZIE PASQUALE TU E NINO PEPE SIETE I MIEI CRITICI MIGLIORI.

    RispondiElimina
  3. Mi associo alle considerazioni di Pasquale Nevone. È verissimo, non riusciamo a ridere sulla bellissima parodia scritta dal vulcanico Vullo. Già basta e avanza un sorriso. Mario Monti non fa altro che il suo mestiere cercando di adempiere al mandato ricevuto. E sono guai seri. E c'è poco da ridere. Cosa succederà veramente forse non lo sa nessuno. Ieri sera Bruno Vespa, nel corso della sua trasmissione estiva, ha radunato politici di governo e di opposizione, rappresentanti di lavoratori pubblici, membri del governo e le tre società di rilevazioni più importanti. E giù una cascata di dati, indici di gradimento, battibecchi ridicoli tra "Ignazio" (non so se si capisce con quale tono lo scrivo, ma basta pensare a Fiorello) e il rappresentante economico del Pd Stefano Fassina. Il primo ha avuto la faccia tosta di dire (con i suoi consueti delicati modi e la sua dolcissima voce) a Buttiglione e a Fassina che avrebbero dovuto chiedere, almeno, scusa a Berlusconi perché è stato costretto a lasciare Palazzo Chigi per via dello spread alto. Ripeto: il buon Ignazio pretendeva che davanti a milioni di spettatori i due chiedessero scusa a Silvio per le offese immotivate ricevute che hanno costretto quel governo a dare le dimissioni! Una farsa pazzesca. Continuando la pièce teatrale, le società di rilevazione hanno comunicato i dati degli ultimi sondaggi. Il Pd primo partito e a seguire Pdl e Movimento 5 Stelle. Gli altri più o meno sempre sugli stessi numeri . La scena comica è stata la soddisfazione di Ignazio per il dato Pdl (dal 18 al 20%) quasi a pari merito con il M5S. E cioè, viene considerato un buon risultato un dato, quello del Pdl, che è frutto di una rappresentanza istituzionale fortissima e una potenza mediatica incomparabilmente più grande di quella di M5S che, tra l’altro, ha pochissimi eletti e unico mezzo di comunicazione il passa parola e internet. Se questo è un dato di cui vantarsi ed essere soddisfatti vuol dire che siamo arrivati alla frutta!

    RispondiElimina
  4. Non solo il M5S ha pochissimi eletti ma il principale di questi, il sindaco di Parma, con le note difficoltà che sappiamo, sta facendo perdere consensi al movimento stesso.
    Riguardo il teatrino di porta a porta, tutti questi politici non sono altri che "personaggi" cioè figure teatrali, maschere come potrebbero essere pulcinella, arlecchino e simili, i quali nei talk show recitano la loro parte, magari imparata a memoria poco prima dello spettacolo.
    Poi, si sa, escono e vanno insieme al ristorante ad abbuffarsi d'amore e d'accordo, con i soldi del contribuente.
    L'osservazione sulla potenza mediatica è vera, infatti non appena accendiamo la televisione non facciamo altro che vedere e rivedere le solite facce, bersani, di pietro, casini, cicchitto, gasparri, bindi, "ignazio",vendola, ora c'è pure fassina,..se ne sto dimenticando qualcuno, chiedo venia.
    E Berlusconi?...Anche se non c'è, c'è sempre, perchè si continua inesorabilmente a parlare di lui. Oltretutto sono arrivati a sentenza alcuni processi a suo carico e quindi continua la sua scomoda presenza.
    P. S. : un caro saluto a Giuseppe Vullo, spesso oggetto delle critiche mie e di Pasquale Nevone. Giuseppe, noi ti vogliamo bene e le tue opinioni ci interessano tantissimo, per questo interveniamo.

    RispondiElimina
  5. Ormai siamo i 4 del gruppo "GNPV" acronimo di: Gruppo Nuovo Parlanti Volontari. Che ve ne pare? Avevo pensato i 4 moschettieri del blog o la banda dei quattro...ma mi sembrava poco originale. Invece con le nostre iniziali fondiamo questo nuovo sottogruppo: gruppo nuovo parlanti volontari o in alternativa ci potrebbe essere: "gruppo nonni padri volontari", o gruppo nuovo parola viva, o gruppo narrante parabola vivente. Ma a parte lo scherzo, come dice Pasquale ci vuole un sorriso, magari un sorriso amaro. Ormai siamo rimasti in pochi a reggere questo faticoso blog, sembriamo dei cinesi...ma ormai sarà la carenza di potassio ma ho una " sindrome neuroastenica-ipotensiva-cefalalgica-comiziale-paradossa-urticante-orchite-ingravescente". Perciò o il direttore Gattuso ci invita a prendere un tè freddo o una granita o noi ci rivolgiamo ai sindacati dei blogger e chiediamo le ferie estive! CMQ per consolarvi vi volevo raccontare la mia ultima esperienza condominiale. Ordine del giorno importantissimo: 2 bilanci da approvare, dimissioni amministratore etc. su 92 inquilini ci siamo presentati in 8! Niente numero legale. Abbiamo sprecato 100 euro di affitto sala. Anche nel condominio ci vorrebbe una bella spending review. Ora se non abbiamo interesse per il condominio di casa nostra come possiamo avere interesse per il condominio ITALIA? Vi voglio bene anch'io. abbracci.

    RispondiElimina
  6. Un'altra versione dell'acronimo GNPV potrebbe essere: Generazione Nuovi Palermitani Ventriloqui. Ci farei un pensierino!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E perchè no? "gruppo nuovi palermitani veri". parliamone...

      Elimina
  7. Noi oggi apriamo il giornale ascoltiamo tv e, purtroppo questo Prof. Monti ce lo troviamo davanti in tutte le salse, oserei dire le più brutte ed amare salse che ci potessero capitare.
    Ma proviamo a pensare senza questo Professore, l’Italia cosa sarebbe e noi dove saremmo, poco importa a mio avviso se con Berlusca o Prodi o Bersani o Casini, o qualsiasi altro Politico che vi viene in mente.
    Nel 2002 lo spread che noi tutti, o quasi, non conoscevamo era sotto i 100 punti per anni ed anni è rimasto invariato o comunque con leggerissimi spostamenti, cosa hanno fatto i nostri politici che si riempivano la bocca delle mega riforme di rinnovare il sistema di renderlo più agile e funzionale e quindi appetibile ad investimenti esteri e non, cosa hanno fatto i politici, che ahi noi tra 10 mesi circa ci troveremo nella scheda elettorale a segnare con una croce l’uomo o il partito che prendendo l’eredità di Monti ci porterà fuori dalla recessione ed inizierà la crescita (°), pensate che questo accadrà.
    L’ingrato compito, con tutte le critiche giuste e doverose, affidato al Professore non è ne de più semplici ne dei più agevoli, considerato che ha un parlamento che lo tiene quasi sempre sotto scacco, l’evento e ripeto l’evento, avvenuto giorno 28/29 nell’ultima riunione della commissione Europea, dove il nostro Professore ha avuto il coraggio di batter pugno e dettare, seppur piccole, condizioni altrimenti l’Italia avrebbe abbandonato il tavolo, a mia memoria non ricordo una posizione così netta ed ascoltata.
    Allora bisogna dire viva il Professore, io penso che soluzioni alternative non avevamo, che questa sia la migliore, aspetterei i posteri, per l’ardua sentenza.

    (°) a proposito di crescita Prof. Vullo, il mio orto prosegue nella lenta ma continua crescita soddisfacente e perché no felice.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Luigi sono felice per il suo orto. Speriamo che la produzione sia copiosa cosi che da poterne fare dono agli amici di politicaprima ed apprezzarne la bonta in quanto "bene", perchè non c'è scambio di denaro invece che merce percè si paga. CMQ il suo orto sono sicuro non farà aumentare il pil ma nel contempo derminerà una "decrescita felice", seppur microscopica. Ma bisogna pur iniziare da qualche parte. Per parte mia ho venduto la mia macchina diesel inquinante ed ho comprato una bicicletta.

      Elimina
  8. 26 miliardi di tagli entro 2014. uffici giudiziari, ospedali, statali e sindacati in rivolta. A settembre sciopero generale. Dal momento che si vuole abolire il servizio sanitario pubblico prepariamoci a curarci con le erbe. Tutti i tagli sono considerati dal prof. Monti e da Napolitano firmati, meno che sui ladroni di stato. 950 ladroni in parlamento e 90 ladroni regione sicilia.

    RispondiElimina
  9. Lo spred questa mattina è tornato a 485 è veramente angoscioso, che la grande europa non riesca in fretta a risolvere questo porblema. Abbiamo fatto il mercato unico, abbiamo la moneta unica, abbiamo la religione cristiana, ci manca solo la nazione europea, la stessa Merkel ha detto che ormai è chiaro che ci vuole l'unione politica ed io aggiungo che per completare l'opera ci vorrebbe la lingua unica. Perchè non resuscitiamo il "LATINO" che non farebbe torto a nessuno?

    RispondiElimina
  10. Sorrisi amari per l'articolo del Dott. Vullo.
    Continuiamo a mettere foglie di fico fino a quando non ci rimarrà più niente da coprire.
    "spending review" è un modo colorito per dire che ci tagliano ulteriormente i viveri, e tutti gli "italioti" stanno qua a festeggiare. Presto o tardi ci accorgeremo, e lo faranno anche in Germania,che questa crisi è sistemica, è figlia dello strapotere finanziario e di una economia drogata ed in irrimediabile crisi di astinenza (perchè va scarseggiando la droga). Sorrisi amari per l'articolo del Dott. Vullo

    RispondiElimina