giovedì 11 luglio 2019

LA SPERANZA DI UN MONDO UMANO

di Santussa Andriano - Non me ne frega nulla se il "verdone" si prende i meriti delle proposte del M5Stelle legiferate.
Io ho buttato sangue per le piazze, al sole cocente, all'acqua e al vento, non sono una giovincella e non sto benissimo in salute. Quindi a me interessa restare al governo e portare a termine le misure del programma. Se le persone gradiranno altri politici se li godranno! Ma potrò dire di aver fatto di tutto per far sì che le proposte di questo contratto vengano attuate.

E proprio a me, con un unico figlio che ha voluto lasciare questa Italia ridotta una fogna da politici LADRI, non potrebbe fregarmene di meno. Sono sempre stata di destra perché ho conosciuto in prima persona di cosa sono capaci i signorotti e le signorotte di sinistra. E mio figlio, di sinistra, che mi ha combattuta tutta l'adolescenza, è dovuto diventare adulto per dirmi che non si salvava nessuno.

Ho combattuto anche Grillo che lui cominciò a seguire e piano piano proprio mio figlio divenne il mio "guru" e la speranza di un mondo UMANO cominciò.

Sosterrò sempre il M5Stelle, ho conosciuto Di Maio MERAVIGLIOSO ragazzo (così come DiBa e altri come quelle gran donne catanesi da Suriano, Catalfo, Bertorotta, Praxia, Montaudo e via via tanti altri) so quanto valgono e anche se non sono infallibili, fin quando studiano, si fanno il mazzo per cercare di cambiare questo sistema creato da debosciati e NON RUBANO li sosterrò sempre. Ci metto il sentimento, si.

E sino a prova contraria, piaccia o no, stanno lavorando benissimo, a prescindere dai milioni di voti persi (da quella parte di italiani ammuccalapuni) che non si fa altro che sciorinare.

 Buona Politica a tutti.


Santussa Andriano
11 Luglio 2019

25 commenti:

  1. Grazie Santussa Andriana, la sua testimonianza con poche parole ha sottolineato come questa esperienza di governo vada valutata sulle cose fatte e non sulle ideologie.

    E le cose fatte rappresentano la vera opportunità perché le future generazioni possano scrollarsi il peso che l'immoralità della politica ha gettato sulle loro spalle in termini economici e sociali.

    Concordo con l'autrice che la cosa importante sia il contenuto del contratto e che la sua realizzazione potrà alimentare la scintilla di speranza che, con quanto finora fatto, ha acceso.

    C'è chi si lamenta che sia poco o che sia imperfetto ma a costoro rispondo che è assai meglio del niente che li ha preceduti per decenni.

    Per chiarire il mio punto di vista, se mi chiedono se preferisco il bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto, rispondo che preferisco il bicchiere; quello che abbiamo in questo momento è proprio il bicchiere che non abbiamo mai avuto.

    E' un'opportunità e sta a tutti noi coglierla

    RispondiElimina
  2. Brava Santussa!!! Ricevi il mio abbraccio solidale, forte, forte, forte!!! Ti abbraccio tutta, tranne la tua antica adesione alla destra. Quella proprio non posso abbracciarla. Quanto alla sinistra, vale la stessa cosa, in quanto, questa pseudo-sinistra, che fu sinistra vera, da un po' di tempo a questa parte, è una brutta destra.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Santussa Andriano11 luglio 2019 15:37

      Salvatore Mancuso grazie per la comprensione �� lo sai, in politica sono le esperienze che ti formano, non solo le ideologie. E come sai 5Stelle è nato proprio per la presa d’atto del malaffare e il conseguente disamore per chi era colluso, verso destra, sinistra, centro e centrini. Adesso è tutta un’altra storia

      Elimina
  3. Perla Tranchida11 luglio 2019 15:38

    Approvato tutto ciò che dice Santuzza

    RispondiElimina
  4. La rivoluzione gentile è partita anche dai nostri cuori , proprio per questo ritengo non posda essere fermata se non di realizza il cambiamento . La passione pet la politica , come unico strumento di cambiamento , ha continuato a dominare gli animi anche dopo aver compreso che destra o sinistra erano misure limitate ed inadeguate per raggiungere l’obiettivo e , dopo tante attese e tanti inganni , anche per l’eta che porrismo il cambiamento lo vogliamo toccare con mano , adesso ! Credo che questi sentimenti siano molto diffusi tra gli elettori italiani , anche tra quelli che hanno votato Salvini alle europee , sbagliando , perché anche quelli per volontà di cambiare hanno delegayo un soggetto sbagliato . La speranza di un ravvedimento sta alla capacità del Movimento 5STELLE a ridiscendere nelle piazze per gridare ciò che è ststo fatto con l’azione di governo . Spero avvenga , perché son certo che i 5STELLE una strategia ce l’hanno , anche in questo ! Grazie Santussa Andrina per averci stimolato in questo sfogo liberatorio !

    RispondiElimina
  5. Avere speranza, è già un passo avanti. Tirare il carro dell'ottimismo, quando
    altri ti lanciano addosso il loro lerciume, non fa altro che ricaricare il pieno di sicurezze.
    Santussa Andriano, avere il dono del pensiero proprio, come dimostra ciò che ci circonda, non è cosa comune. Complimenti.

    RispondiElimina
  6. Assolutamente d'accordo con la sig.a Santussa sicuramente il movimento sta provando a cambiare qualcosa e ci sta riuscendo dopo decenni di malaffare che con l'apertura del vaso di Pandora stanno venendo alla luce la cloaca politica di questi passati anni ci parlava di destra sinistra centro centrodestra centrosinistra che illudeva gli elettori per poi rendersi conto che erano tutti perfettamente d'accordo per una sola cosa continuare a prendere per i fondelli gli elettori e a mangiare a morsi l'italia Ora speriamo che questo governo rimanga cosi fino alla fine della legislatura poi faremo una bella righa e vedremo il risultato finale La speranza di un ravvedimento sta alla capacità del Movimento 5STELLE a ridiscendere nelle piazze per gridare ciò che è stato fatto con l’azione di governo . Spero avvenga , perché son certo che i 5STELLE una strategia ce l’hanno , anche in questo !

    RispondiElimina
  7. Santussa Andriano grande donna sicula *****!

    RispondiElimina
  8. Cara Santussa, il tuo pensiero è il mio e mi fa rabbia l'ostilità di alcuni contro laLega che pur noi non abbiamo votato. Sapevamo che era quella l'unica occasione e che si tratta di un contratto Penso che chi è ostile con vari ripensamenti, sia convinto che possiamo, lasciando la lega, voltarci a sinistra. E qui casca l'asino... non voterei più i 5 stelle, non voterei più. Viva il M5s, abbasso i gufi che gufano contro questo governo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Santussa Andriano11 luglio 2019 17:43

      Carmen, sono certa convieni con me che il M5Stelle ha un solo significato, UMANITÀ che nulla a che fare con destra, sinistra e contorni dichiaratamente DISUMANI. Si sono schierati uno di quà, uno di là ed hanno fatto l'altalena da sempre a chi più poteva fregare il popolo.

      Elimina
  9. Giuseppe Floris11 luglio 2019 18:59

    Santussa, brava piu' che mai appena hai scritto UMANITA' e descritto come l'altalena per fregare il popolo italiano quello e' il principio che i piu' non capiscono che un partito o movimento voglia con la massima ONESTA' possibile fare un qualcosa solo ed esclusivamente per il popolo che li ha votati ..questo e' ..rivoluzionario per tutti gli altri partiti non ha quasi mai fatto parte del loro DNA ...

    RispondiElimina
  10. Simone Zagarolo11 luglio 2019 21:28

    una speranza naufragata nella disperazione!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Santussa Andriano11 luglio 2019 21:50

      Simone Zagarolo una speranza che va a vele spiegate!

      Elimina
    2. Simone Zagarolo11 luglio 2019 21:51

      contenti voi! Intanto nel governo del Popolo il 38% del governo va alla Lega che ha solo il 17% della maggioranza !!! Avanti cosi a gonfie vele!!!!! E nel governo dell'Onestà il secondo partito di riferimento prende mazzette 65 milioni dalla russia. E DI Maio che fa? Valuteremo dice!!!!!

      Elimina
  11. Molti di quelli che amano la Politica e hanno dedicato, con la militanza, grande parte della loro vita ad un ideale hanno vissuto una, due o più stagioni di speranza. I momenti di euforia si alternavano a quelli di sconforto, ma sempre pronti a riprendere la lotta cercando di correggere gli errori con la consapevolezza che le conquiste erano patrimonio di tutti. Una volta, quando si credeva alle ideologie e agli schieramenti politici di destra o di sinistra, il comune interesse era quello di tenere unito il Paese. Basta ricordare la stagione della conquista dei diritti, alcuni di grande rilievo sociale che migliorarono la qualità della vita, purtroppo non per tutti. Rimaneva, e rimane, da colmare le disparità sociali fra Nord e Sud. Ancora troppa gente è costretta a lasciare il Sud, non più per il Nord ma per il resto dell’Europa. Aldo Moro, attento alle rapide trasformazioni del Paese, era convinto che per rafforzare il sistema democratico bisognava allargare la base del consenso popolare sostenendo la linea politica di un governo di “unità nazionale” con l’apertura al PCI. Con la sua tragica fine, venne meno un uomo definito da Paolo VI: “un uomo buono, mite, saggio, innocente ed amico”. Più avanti, con la morte di Ernico Berlinguer, si spegne l’ambiziosa prospettiva di vedere, malgrado le diversità, un Paese unito. Oggi chi sostiene che le ideologie sono morte e non c’è più differenza fra destra e sinistra vuole avere libertà di agire senza vicoli. È un modo miope di concepire la politica che genera la pretesa di onnipotenza o la scelta di alleanze sbagliate con il rischio di vedere sgretolare i propri valori. Il M5S è caduto in entrambi i tranelli. Non si può negare l’evidenza di alcune conquiste, ma il piatto piange e non può essere colmato con la propaganda. Perdere, in un anno, sei elettori su dieci vuol dire che molti non hanno accettato la svendita di certi valori, quindi non possono essere definiti “ammuccalapuni” forse non erano più disposti ad ingoiare “bocconi amari”. Io non sono del M5S, non ho preconcetti ma ho constato che altri simpatizzanti del M5S come Maurizio Alesi, per rimanere nel blog di Politica Prima, invitano ad analizzare gli errori che hanno causato la perdita di tanti consensi. Comunque, gentile signora Santussa Adriano, ammiro la sua coerenza, colgo e condivido il messaggio per “La speranza di un mondo umano”, però resto fermo nella convinzione che, in Politica, esiste la destra e la sinistra e, non sono uguali. Pur sapendo che quella sinistra per la quale ho militato a lungo non tornerà più, resto convinto che si deve ripartire da quegli ideali. Su questo terreno Il M5S potrebbe recuperare i consensi perduti ed altri, anche la prospettiva di aprirsi ad intese con altre forze politiche. Enrico Berlinguer, che rimane il mio ideale politico, diceva: “Ci si salva e si va avanti se si agisce insieme e non solo uno per uno”. Gli ideali che si ispirano ai valori umani passano dall’unità, anche nella diversità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Santussa Andriano11 luglio 2019 21:54

      Lorenzo, veritiero ciò che lei scrive, ma è anche vero che quegli ideali sono morti uccisi dagli stessi che li avevano messi al mondo. Gli unici che stanno tentando di rimetterli in gita sono questo gruppo del Movimento che è pieno di diversità e si ispirano, proprio come dice lei ai valori umani. Gli errori sono naturali per chi non è ancora "adulto" e Man mano sono certa che la piena maturità si farà notare. Intanto accettiamo l'onestà e le leggi che per la prima volta sono esclusivamente per i cittadini ad oggi massacrati dalla mancanza di giustizia, ed equità sociale. In questo momento solo 5Stelle dà questa speranza, poi ognuno sceglie la sua via se la trova e sia davvero valorosa. Buona serata

      Elimina
  12. Francesco Giammarva11 luglio 2019 21:28

    ma da dove vengono questi narratori!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Antonio De Luca11 luglio 2019 21:31

      Francesco, devo riconoscerti una indubbia coerenza. Anni fa sparavi cazzate per difendere il Berlusca. Oggi spari cazzate per attaccare il M5S.
      Sapere che sono sul fronte opposto al tuo mi dà garanzia di scelta di qualità.

      Elimina
    2. Santussa Andriano11 luglio 2019 21:52

      Francesco Giammarva, io e altri da Marte! Lei dev'essere sulla terra per restare così sconvolto da chi inneggia all'umanità.

      Elimina
  13. Per fortuna, l'aspirazione all'umanità non è monopolio dei 5S.

    RispondiElimina
  14. Leggendo l'articolo ed i commenti, sento di fare le mie congratulazioni al sig Gattuso per il lavoro da lui svolto per arrivare a questi risultati.

    RispondiElimina
  15. Alba Ponticello12 luglio 2019 11:44

    Condivido il pensiero di Santuzza Adriano.

    RispondiElimina
  16. Molto simpatica in questa tua esternazione, Santussa. Mi sei piaciuta e anch'io talvolta mi lascio andare come te. Queste tue e mie e nostre non sono solo speranze e sensazioni, sono improntate sulla ragionevolezza. Soltanto gli "ammuca lapuni" non ci arrivano, non considerando l'inettitudine e l'ipocrisia di una pseudo-sinistra piddina.

    RispondiElimina
  17. Pompeo Benincasa13 luglio 2019 17:00

    Ogni tanto capita di leggere le amenità di questa signora, che non risponde mai alle domande concrete, a lei piace parlare in astratto. Le chiesi in un post di indicare una, almeno una, battaglia intrapresa a Catania ( la sua città ) dal M5S negli ultimi 10 anni. Risposta zero babà. Il candidato sindaco sul quale la Santussa chiedeva il voto, oggi milita nel gruppo misto, dopo appena un anno. Pare non abbia gradito la battaglia della sua capogruppo, sul costo dei cessi di Palazzo degli Elefanti e si è lasciato scappare qualche parola di troppo. Quindi, propaganda pura, solo slogans, e ogni tanto, qualche dibattito, qualche convegno, gentilmente ospitati nei luoghi della famiglia Virlinzi. Di che parlano ? Del nulla, d'altra parte quando i padroni della città sventravano a costo zero una delle piazze più amate dei catanesi per farci a costo zero, parcheggi e centro commerciale, dove stava il M5S ? Dove è sempre stato, a Catania, da nessuna parte. Ma poi si viene qui e si pontifica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Santussa Andriano13 luglio 2019 17:38

      Pompeo Benincasa, con tutto il rispetto, lei, catanese doc, ha una gran faccia tosta a invocare il Movimento che per la prima volta quest’anno ha dei consiglieri al Comune ed hanno scoperchiato in un anno un giro di milioni all’anno per la manutenzione di 9 CESSI pubblici. Dicevo, invoca i 5Stelle in dieci anni di attivismo mentre la sua gentaglia catanese in politica se la divorava! Dov’era lei quando a 4anni ciascuno destra e sinistra la riducevano una fogna a cielo aperto! Guardi Benincasa stia nei suoi salotti radical chic, li può dire la sua. Fuori taccia perché il suo pensiero è veramente marcio. Il candidato sindaco é venuto fuori unu spettu che invocava u “coppu giustu “ per la nostra consigliera Adorno, al telefono con il vice sindaco! Taccia e si vergogni.

      Elimina