mercoledì 14 febbraio 2018

23 milioni al microcredito: scusate se manca qualcosa...!

23 milionidi Lorenzo Romano - È incredibile come i TG a reti unificate e le testate dei giornali di ieri e, continuano oggi, hanno gridato allo scandalo dei rimborsi del M5S: una questione interna al Movimento.
Incominciamo a dire che non trattasi di rimborsi ma di libere donazioni dei parlamentari di Camera e Senato e degli eletti nelle regioni del M5S. Le somme vengono depositate in un fondo di garanzia, “Microcredito”, gestito dal Ministero dello Sviluppo Economico, finanziato dallo Stato, e anche dalle donazioni volontarie del M5S.

TrazzeraIn pratica ogni parlamentare del Movimento, per un accordo interno, rinuncia ad una parte dei suoi emolumenti mensili mantenendo per sé dai 6 agli 8 mila euro, comprensivi dei rimborsi spesa. In Sicilia, per esempio, gli eletti all’ARS, con i loro risparmi, oltre al finanziamento della nota Trazzera di Caltavuturo, hanno finanziato un fondo per il microcredito gestito da Banca Etica.

Va quindi riconosciuto che trattasi di un gesto importante per la finalità delle donazioni, ed è comunque una libera determinazione regolata da accordi interni al Movimento. Forse la troppa pubblicità e la pretesa di superiorità hanno scatenato, a mio parere, le ingiustificate critiche. A proposito, Bersani, ha affermato che in questi casi è consigliabile fare e basta. Rimane, lo ripeto, una questione interna al M5S. E mi sembrano stonate, anche le parole “mele marce” o “onestà” usate dal Movimento nei confronti di quei parlamentari che per motivi diversi hanno omesso i versamenti, anche se, in ogni modo, è un loro diritto gestirla secondo le regole interne.

rimborsopoli-m5s-milioneI parlamentari delle altre forze politiche non sono obbligati a donare, ma non hanno alcun diritto di giudicare. Purtroppo siamo in campagna elettorale, e posso affermare che questa è la più brutta da quando è nata la Repubblica, e tutti i pretesti sono buoni per non parlare dei programmi fumosi. Si cerca di catturare i voti sputtanandosi a vicenda senza tener conto del giudizio degli elettori che sono tutt’altro che rincoglioniti.

Di Maio IeneDa questa vicenda viene fuori una sola morale: i nostri parlamentari con i 16 mila euro mensili lordi sono super pagati, percepiscono il 60% in più rispetto alla media della Unione europea. Se poi facciamo il paragone con gli emolumenti di un Sindaco, che variano in base al numero degli abitanti, notiamo che la responsabilità del Primo Cittadino non è adeguatamente retribuita: il Sindaco di Milano percepisce 9 mila euro lorde al mese. E le responsabilità e l’impegno che comporta una tale carica sono sicuramente molto più difficili e onerose di un qualsiasi parlamentare.

Per concludere, dalla prossima legislatura gli emolumenti dei parlamentari dovrebbero essere livellati, in basso, alla media dei parlamentari dell’Unione europea. Dopo si potrà parlare di diminuzione della spesa pubblica. Va precisato che il nobile gesto del M5S non porta benefici diretti all'erario ma contribuisce ad aiutare le piccole imprese. I soldi delle indennità escono sempre dal bilancio dello Stato e diventano di proprietà del parlamentare che può fare tutte le donazioni che vuole.

Lorenzo RomanoLorenzo Romano
14 Febbraio 2018

47 commenti:

  1. Raffaella Schiavone14 febbraio 2018 22:29

    Sono avvilita...è surreale quello che sta succedendo...con Mentana che ci "dedica" il suo Bersaglio mobile...si mobile....fisso e unico direi e con in studio un Padellaro, mai benefico con i 5 stelle....Ecco questa si che è una vigliaccata,una cosa sporca, che chissà perchè non me l'aspettavo da Mentana...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fiammetta Bonanno14 febbraio 2018 22:51

      io passo momenti in cui sono avvilita come te ad altri di euforia perchè non proprio tutti gli italiani sono rincoglioniti. L'ho appena scritto sulla pagina di Mentana: E poi vi domandate perchè il M5S cresce nonostante il vostro fango?

      Elimina
    2. Stai tranquilla Raffaella ed evita di guardare le porcate della 7, vedrai che sarà un boomerang come sempre!
      Il fango che ci buttano addosso ritorna a loro!

      Elimina
    3. Mentana tiene famiglia... e un figlio candidato nel pd.

      Elimina
  2. Parlare e o dubitare dei deputati 5 stelle è come parlare male degli apostoli.Bisogna avere fede nel movimento e non farsi domande. Non tutto è leggibile o compresibile,certi disegni si accettano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Balle.

      Se ne parla e se ne discute quanto e più degli altri, perché la ragione si dimostra, non si impone.

      Elimina
  3. Giuseppe De Santis14 febbraio 2018 22:52

    Il m5s dovrebbe uscire più forte da questi attacchi indegni. La gente se ha buon senso dovrebbe capire che sono stati rimborsati soldi veri, mentre tutti gli altri i soldi se li pappano

    RispondiElimina
  4. Mi SONO CONVINTA CHE AVETE QUALCOSA CHE NON VA:

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono perdutamente convinto che il M5S può avere tante cose che non vanno solo se si è in malafede.
      Una persona onesta, e che pretende l'onestà, non vedo ragioni per cui dovrebbe preoccuparsi.

      Elimina
  5. Tintari Buscemi14 febbraio 2018 22:57

    Donare è un segno nobile e libero, chi non dona liberamente è dannatamente schiavo!

    RispondiElimina
  6. Sarebbe come dire : E' vero ho rubato 10 milioni di euro ma ne ho regalato 5 ai bisognosi. Sempre ladro resti anche se hai fatto beneficenza. Hai rubato e perciò sei un ladro. Sei ladro tu, tuo padre che ti ha fatto ladro e tuo nonno che ha fatto tuo padre e con loro tutta la tua famiglia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che vuol dire, non riesco a capire bene il senso del ragionamento.

      Elimina
    2. Francesco Agate15 febbraio 2018 08:32

      Nel caso in questione nn ha rubato proprio nessuno....ma che avete in testa le pigne?

      Elimina
    3. Rubato? Mi sa che il sig Salvo Fisicaro sia un pochino confuso, non ha capito che quelli sono soldi dei loro stipendi che gli spettano di diritto.

      Elimina
    4. Al signore forse sarebbe consigliabile un buona dose di Malox perché è evidente che soffre di acidità di stomaco!

      Elimina
    5. Antonio Mazzola15 febbraio 2018 13:20

      Ecco uno dei motivi perché il paese va a rotoli. L'ignoranza di tanti cittadini è mostruosa...

      Elimina
    6. Scusi ma chi avrebbe rubato cosa?
      Se si riferisce agli stipendi, si parla di soldi che gli spetterebbero in quanto parlamentari: tanto o poco che siano, per legge ne possono usufruire.
      La legge, aggiungo, che è moralmente sbagliata e andrebbe rivista per normalizzare i valori ai colleghi della zona Europa.

      Se ho ben inteso, per favore, non parliamo di furto: non ce n'è traccia.

      Elimina
  7. Ci tengo a precisare che l'autore dell'articolo, Lorenzo Romano che abita a Milano, non è affatto un grillino e il 4 marzo 2018 non voterà per il M5S.
    Lorenzo è soltanto una persona che ama la Politica, che ha a cuore il bene dell'Italia, e che ha un pizzico di onestà intellettuale.

    RispondiElimina
  8. Ho già scritto sul mio diario, in modo chiaro e diretto, la mia opinione su questa questione, che ripeto qui, con altre parole. Il canaio che è stato scatenato contro i Cinquestelle è paradossale e surreale, indegno e vergognso. I Cinquestelle hanno fatto una scelta di alto valore politico, etico e morale, devolvendo loro soldi per aiutare le piccole e medie imprese attraverso il microcredito.Per questo motivo vanno soltanto elogiati e presi come esempio da imitare. Chi li ha attaccati strumentalmente e volgarmente, pagherà il prezzo nelle urne il 4 marzo.

    RispondiElimina
  9. Ho ringraziato Mentana per aver accertato dei soldi versati per il microcredito ..

    RispondiElimina
  10. Siete semplici invasati o massoni o troppo furbi o troppo ingenui?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per scrivere queste amenità non c'è bisogno di farlo in anonimato. Dai....

      Elimina
    2. Scusate, ma che trasmissione avete visto? A leggere i vostri commenti sembra che per tre ore di seguito Mentana e i suoi ospiti non abbiano fatto altro che infangare i 5 STELLE. Io ho visto la trasmissione e l'ho trovato equilibrata. Mi dispiace, siete tutti punti dalla vespa. Non siete credibili.

      Elimina
    3. Siamo onesti.
      Incomincia ad abituarti.

      Elimina
  11. Ringrazio il signor Romano per l'analisi lucida e lineare che gli fa onore, tanto più se pensiamo che mi è stato detto non essere un elettore di m5s. Purtroppo non tutti hanno la necessaria intelligenza per capire le cose ragionando con la propria testa. E' vero, il "restitution day" ovvero il giorno in cui viene rendicontato il versamento dei soldi di volta in volta, ha dato vita al fondo per le piccole e medie imprese per aiutarle a rialzarsi. Quello che purtroppo la maggior parte della gente - e ahimè della stampa - non capisce o finge di non capire, è che anche se non li obbliga nessuno a versare i soldi, i cinquestelle sono da ammirare anche solo per il fatto di non intascarseli fino all'ultimo centesimo. Ma forse, mi si dirà, si preferisce il caro vecchio adagio di craxiana memoria: "E' vero, abbiamo rubato. Ma tanto, rubano tutti".

    RispondiElimina
  12. Sono d'accordo con l'autore Lorenzo Romno, tranne che nella conclusione che io enfatizzerei, senza nulla togliere: Non è solo un aiuto concreto alle piccole medie imprese ( c'è qualcuno che da posizioni di sinistra, se la ride dicendo che sarebbe come una goccia in un bicchiere , e siamo al punto di dover spiegare a questa gente che per l'appunto l'acqua del bicchiere è fatta di tante gocce, ma sorvoliamo) .
    L'enfasi cade, a mio avviso su un nuovo ethos che il M5S ha intrapreso da quando e nato è che proprio questa vicenda rende palese agli occhi di voglia solo vedere.
    Si ethos, o se qualcuno preferisce Religione laica, o se qualcuno preferisce ancora, come me, Religione tout-court. E Dio sa, quanto ne abbiamo bisogno. Poi in proposito, la prima cosa che ti insegnano (in qualunque latitudine ...) è che puoi peccare. Che vergogna che tanta gente finga di vergognarsi ! Anche il lettone di Putin trasale levitando. Solo vergogna, non altro. Mi auguro chel'esempio con'altissima percentuale di adesione, che ha avuto si diffonda e generi capacità di riflessione (in altri tempi si sarebbe detto esame di coscienza).

    RispondiElimina
  13. Nessun giornalista, nessuna trasmissione chiede conto a quel buffone di Renzi, che paragona Di Maio a Craxi, delle sue donazioni. Quelle che ha ricevuto da Salvatore Buzzi, sodale di Massimo Carminati. Si, proprio quello di Mafia Capitale che ha allungato 15mila euro al Pd e 5mila alla Leopolda, per finanziare le sue campagne elettorali. Non risulta che Buzzi finanziasse il microcredito, né che fosse un benefattore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Paragonare Di maio a Bettino Craxi è una delle più grandi stipidagini sentite nella vita.

      Elimina
    2. A ME SEMBRA PIù VICINO A KENNEDY: QUESO CE LO DIR° LA STORIA:

      Elimina
  14. Giuseppe Bavari15 febbraio 2018 08:49

    Come Volevasi Dimostrare...!!! Credo che questo sgradevole "incidente" di percorso, malgrado tutto, si sia rivelato utile per la causa del M5s e potrebbe rivelarsi una inattesa molla di spinta volta a recuperare molti elettori sfiduciati relegati oramai da troppo tempo tra gli astensionisti. ...come dire: non tutti i mali vengono per nuocere anche se, in verità, ogni male, in quanto tale, deve essere necessariamente debellato...!!!

    RispondiElimina
  15. Non cambierà mai niente in questo paese di corrotti che non riesce a distinguere l' onestà dalla disonestà.

    RispondiElimina
  16. Michele Principato Trosso15 febbraio 2018 09:11

    più urlano, più la gente si sveglia dal torpore...

    RispondiElimina
  17. Agostino Calderone15 febbraio 2018 09:33

    "Sindrome di Stoccolma"
    gli italiani si sono innamorati (non tutti per fortuna) dei loro aguzzini.
    Apprezzano chi i soldi pubblici se li prende per godersi la dolce vita, e criticano chi dona 23 milioni di euro dei propri soldi per dare sollievo ai cittadini.
    "Annamo proprio bene".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa me la segno come battuta del Giorno. Parlami dei rimborsi gonfiati e pagati con soldi pubblici. Poi potremo intavolare un confronto serio. Alla faccia del Honesti. e dei duri e Puri. Sino ad ora a capo del MO Vi Mento vi è un pluripregiudicato anche per reati di natura fiscale per Evasione/elusione.

      Elimina
    2. @Claudio Panda
      Gonfiati in che modo? Se ci sono fatture/scontrini falsi, non dubitare che la denuncia sarebbe stata fatta da tempo.
      E, per favore, non generalizziamo il comportamento di un paio di mele bacate (da estromettere, sia chiaro) ma di tutto il gruppo.
      Se ci sono prove (oggettive), perché non pubblicarle?
      A ogni modo, poco o tanto, tenere in tasca tanto (PD, FI, Lega, ecc.) è MOLTO differente che restituirne una parte (M5S).

      Da parte del M5s la resituzione c'è stata, altrove no.

      Elimina
  18. Un Sistema così complesso quando giunge a un punto così critico per la propria esistenza DEVE mettere in giro anticorpi e misure di difesa. Meno male che ha finito con lo stragismo. Almeno queste sono misure che uccidono solo i principi democratici.

    RispondiElimina
  19. Sai quanta gente, che non ha internet, non è ha conoscenza di queste donazioni? Una marea. E secondo me, sarà un boomerang, una zappata sui piedi per i vecchi partiti, che sapendo di aver fatto una cazzata, si affrettano a dichiarare "ma noi diamo parte dello stipendio al partito". Ma non è la stessa cosa, benedetti "onorevoli" da strapazzo, una cosa è donarli alle PMI per aiutare l'impresa in difficoltà ve un'alta arricchire il partito e il suo carrozzone.

    RispondiElimina
  20. Giuseppe Andolina15 febbraio 2018 13:22

    Non sottovaluterei ... nella confusione dei termini utilizzati, restituzione, donazione, rimborsi ecc. Il messaggio che stanno facendo passare alla massa é che questi soldi siano stati "rubati" ovvero, sottratti dai soldi pubblici. Il giochino di parole fatto ad arte, trascinerà qualche voto. Non pochi, secondo me.

    RispondiElimina
  21. Ma rubato cosa? quelli sono soldi dei loro stipendi che donano... Perché ne hanno donati meno hanno rubato? Non hanno tolto soldi dei cittadini e dello stato... Non hanno rispettato una regola interna del M5S punto!

    RispondiElimina
  22. Lavocedelgrillo15 febbraio 2018 14:24

    Una volta al governo bisogna sciogliere tutti i partiti e metterli fuori legge. Mettere nelle scuole l'educazione a 5 stelle. chiedere i giornali e dare forza al blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh finalmente un abbozzo di programma politico.... e mi faccia capire, queste sono le misure per i primi 100 giorni?

      Elimina
    2. NO è il programma delle prime 24h.

      Elimina
  23. Domenico Biondo15 febbraio 2018 17:11

    Le reazioni "scomposte" da parte di personaggi politici di primo piano, di governo e non, mi convincono ad essere "totalmente d'accordo" con l'on. Alessandro Di Battista: "per votare e dare fiducia a questa gentaglia, gli italiani devono essere "rincoglioniti" .

    RispondiElimina
  24. Perchè tanti massoni tra i 5 stelle ? Non sono due o tre ma decine. Forse lo stesso Grillo cosi come casaleggio senior erano massoni?

    RispondiElimina
  25. Ottimo articolo,Lorenzo: lineare ed esaustivo. Aspetteremo con ansia l'adeguamento degli emolumenti agli standard europeo. Non è un fattore da poco questo degli stipendi e dei privilegi dei nostri rappresentanti; infatti io lo giudico il più immorale dei peccati che hanno caratterizzato questo sistema. Il fatto è che ancora c'è chi resiste e ci sono cittadini che non se ne curano: ciò sottolinea il nostro alto grado di decadimento morale.

    RispondiElimina
  26. Io non credo che quelli del m5s siano tutti ladri e massoni. Come in ogni posto ci sono i buoni ed i meno buoni .Vale per gli insegnanti per i preti per i medici ed operai,vale per tutti.

    RispondiElimina
  27. Tutti contro tutti,una gara a chi insulta di più e a chi la spara più grossa. Si cercano e si inventano differenze e non si cercano punti di contatto. Abbiamo bisogno di unità nazionale e di fare prevalere il buon senso e l'interesse comune .

    RispondiElimina