lunedì 29 ottobre 2012

SICILIA 2012. I COMMENTI DEGLI ELETTORI

Oggi è una giornata storica per la Sicilia. Avremo un nuovo presidente e una nuova Ars. Aspettiamo i risultati definitivi. Non c’è dubbio, però, che il cambiamento è iniziato. Il vento continua a soffiare e la classe politica vecchia e abbarbicata al potere comincia a sentire la spinta che li spazzerà via.
Questo post è a disposizione di chi vorrà inviare notizie e commenti.

Buon cambiamento!

***

27 commenti:

  1. mici del blog sono veramente dispiaciuto ho sperato con voi e per tutti noi in un vero e profondo cambiamento ma... vecchie logiche...
    Un'amico anonimo a voi molto affezionato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. affezionato anonimo sei dispiciuto per musumeci?

      Elimina
  2. Voglio commentare in maniera positiva che il sondaggio degli elettori fatto tramite POLITICAPRIMA si delinea il più vicino alla realtà dei voti ufficiali che, con una lentezza esasperata, sono comunicati.
    Grazie a POLITICAPRIMA ed ai partecipanti al sondaggio per l'impegno .

    RispondiElimina
  3. COMPLIMENTI E BUONA FORTUNA AL NUOVO GOVERNATORE CROCETTA! Il nuovo presidente avrà circa 41 consiglieri, quindi privo di maggioranza autonoma. Pertanto ha 2 strade: ho fare alleanza con qualcuno o cercarsi i voti sui singoli provvedimenti diretamente in aula. Io penso che se crocetta vorrà dimostrare di essere diverso dai precedenti governatori, la sua storia personale in tal senso lascia ben sperare, non dovrà fare alleanze con nessuno. Se vuole rinnovare la politica, tagli subito i costi ed i privilegi dei burosauri regionali, poi dimostri una progettualità che riscatti i siciliani agli occhi del mondo, sbarrando la strada al malffare politico-mafioso. Cerchi i consensi del primo partito siciliano che sono gli astenuti, ma purtroppo assenti in parlamento...in alternativa il primo partito in carne ed ossa, presente a palazzo dei normanni 12 o 13 deputati del primo partito siciliano che è cinquestelle! Quest'ultimi gli daranno sicuramente forza nella direzione della buona politica, nella sobrietà, nella speranza e nella proiezione di una immagine pulita anche fuori dai confini dell'isola. Auguri presidente Crocetta e buon lavoro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Pino, potresti pure dire che PoliticaPrima aveva previsto tutto. Il sondaggio che abbiamo fatto è risultato il più realistico. E non mi pare poco!!!!

      Elimina
    2. Desidero scusarmi con il nostro direttore Gattuso; e dargli atto e merito con tutto il cuore, che il sondaggio da lui organizzato su politicaprima, e su cui io sono stato sempre scettico perchè non mi sembrava scientifico, per l'ennesima volta ha dimostrato di essere veritiero, perciò mi cospargo il capo di cenere per il mio scetticismo. Complimenti Gianni !!

      Elimina
    3. Per la seconda volta su due il nostro Blog ha indovinato con il suo sondaggio l'esito del voto. E' davvero un motivo valido di grande orgoglio e soddisfazione. C'è da chiedersi perchè riusciamo in questo obiettivo che ci diamo con ardita incoscienza. Per me il motivo sta nella correttezza e nella massima serietà che ciascuno di noi mette nei suoi pensieri. Non vogliamo convincere o deminizzare, evangelizzare o catechizzare nessuno, ma dialogare con tutti, con chiunque e comunque la pensi, per poi provare a tirare le fila per un possibile, se possibile, filo comune di intenti e sentimenti, di pensiero e di azione.
      Insomma penso che l'elezione di Crocetta a Presidente della Sicilia è motivo di orgoglio per chi di noi ci ha creduto e si è esposto (vedi certi anonimi). Però non è ancora finita. Adesso dobbiamo aspettare i nomi dei 90 nuovi deputati. Anche su questo abbiamo fatto qualche scommessa. Vediamo un pò come andrà a finire anche questa partita.

      Elimina
  4. complimenti anche per questo:

    http://www.siciliainformazioni.com/sicilia-informazioni/24961/sondaggio-di-una-settimana-fa-avevano-previsto-tutto

    RispondiElimina
  5. Sebastiano Pirrone29 ottobre 2012 23:45

    Complimenti al Direttore Giangiuseppe Gattuso per aver promosso questo sondaggio elettorale e complimenti ai lettori per aver indovinato il risultato. Considerato che nessun raggruppamento politico avrà la maggioranza , confido nelle capacità intellettuali e nella manifestata voglia di indipendenza partitica del Presidente Crocetta di emulare i compiti che si sono affidati a livello nazionale il Presidente Napolitano ed il Presidente del Consiglio Monti: coinvolgere nella responsabilità di governo i partiti che hanno riportato un maggior numero di preferenze. Tutto ciò nell’interesse di questo martoriato popolo siciliano che spera in un futuro migliore.

    RispondiElimina
  6. se si vuole dare una risposta agli elttori i veri vincitori devono governare con una alleanza non formale ma nei fatti

    RispondiElimina
  7. Io credo che Crocetta sia fuori da logiche...io credo che ci sarà un patatrac o ripetizioni di elezioni

    RispondiElimina
  8. Da oggi dovremmo respirare un’aria nuova, alcuni amici di Politicaprima hanno sostenuto il Presidente appena eletto, noi a questo cambiamento ci credevamo e ci crediamo, tanto che non ci siamo limitati a CROCETTA, abbiamo anche sostenuto FABRIZIO FERRANDELLI che con i suoi 7.906 voti è risultato eletto nella lista del PD. Ad entrambi gli auguri degli amici di PoliticaPrima.

    RispondiElimina
  9. Innanzitutto Auguri sinceri e buona fortuna a Fabrizio Ferrandelli. Intimamente speravamo che un ragazzo per bene come lui c'è la facesse assieme a Crocetta. Noi esprimiamo i migliori auspici che gente onesta e appasionata come lui lavorino per il bene della sicilia. Noi personalmnte non abbiamo nulla da chiedere, se non il bene collettivo, una speranza per i giovani, una nuova immagine per la sicilia. Spero che Fabrizio si possa ritagliare un ruolo importante nella nuova assemblea regionale. Lo vedrei bene con la sua intelligenza e la sua voglia di fare, se si spendesse nella ricerca di alleanze pulite per il governatore Crocetta. Stante i numeri emersi dalle urne elttorali c'è il rischio che il nuovo governatore possa essere stritolato dai rugurgiti della vecchia politica. Quindi sarebbe un sogno, ma anche un desiderio ad occhi aperti, se F. Ferrandelli riuscisse a fare da ambasciatore e da pontiere tra Crocetta e le forze nuove presenti, per fortuna, nel parlamento siciliano. Le forze nuove, pulite e responsabili, che hanno a cuore il bene comune e la democrazia partecipata, votate dagli elettori sono i ragazzi di cinque stelle. In sicilia ed a maggior ragione a palermo, oltre il 20 per cento, sono il primo partito, chiaramente dopo gli astensionisti. Ma il movimento cinque stelle, checchè ne possa pensare qualcuno, non sono l'antipolitica, ma al contrario la vera politica desiderata e sognata dai siciliani. Essi hanno dichiarato che sono disponibili e valutare ed a votare di volta in volta tutti i provvedimenti, i progetti e le idee buone, che il nuovo governatore ed i suoi amici vorranno mettere in campo e mandare avanti. Noi cittadini, anche quelli che si sono astenuti, penso che valuteremo gli atti dei nuovi eletti nei primi cento giorni(rituali) di governo. All'inizio dell'anno nuovo tireremo le conclusioni in vista delle elezioni nazionali, che saranno decisive, al fine di decidere se l'italia avrà la forza e la voglia di restare nel consesso europeo o disgraziatamente ricacciata assieme alla sicilia in un nuovo medioevo dove ognuno farà valere la propria forza bruta, al servizio dell'una o l'altra signoria, in una nuova guerra tra bande che si chiamino "guelfi o ghibellini". Perciò auguro buon lavoro, disinteressatamente, al presidente Crocetta ed all'onorevole Ferrandelli.

    RispondiElimina
  10. è una soddisfazione, speriamo che la nostra fiducia trovi riscontro in una vera "rivoluzione della dignità"

    RispondiElimina
  11. Da quello che vedo e leggo vi siete praticamente schierati senza ma e senza sè !!!!! La forza di una democrazia è la capacità di essere super partes e mi dispiace dirlo voi non lo siete stati, se non in modo subdolo. Questo contesto adesso ha perso di credibilità perchè proprio da un confronto nasce la proposta e non da una posizione di convenienza. Auguri e buona continuazione. Un amico !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro "amico" anonimo, PoliticaPrima rimane esattamente quello che è sempre stata, un luogo dove parlare, dibattere, fare previsioni, coinvolgere il più possibile la gente per avvicinarla alla Politica. Noi, infatti, crediamo nel primato della politica e intendiamo attivare ogni iniziativa per riaffermare questo. La forza della democrazia, non è affatto la capacità di essere super partes, ma, anzi, proprio quello di avere il coraggio di scegliere liberamente e alla luce del sole. Quindi, caro amico, non c'è stato nulla di subdolo e nulla di conveniente. In questo caso, forse, qualcosa di strano c'è nella la tua posizione e nella scelta di non partecipare con argomenti seri e concreti. Noi siamo sempre aperti ad ogni critica e a ogni confronto. Auguri di buon lavoro e a presto.

      Elimina
  12. Il suggerimento di Vullo rivolto a Crocetta perchè cerchi alleanze nei deputati del movimento 5 stelle è da condividere, bisogna però convincere questi baldi giovani i quali hanno già fatto sapere che non si alleeranno con nessuno, in quanto alternativi a tutto il resto del mondo politico.
    Per contro già Miccichè si è detto pronto ad entrare in maggioranza.
    Vedremo come andrà a finire.
    Ho letto il commento di un anonimo il quale dichiara che questo contesto (il nostro blog) non è più credibile perchè ha dimostrato di non essere super partes essendosi schierato senza se e senza ma.
    La risposta di Giangiuseppe, direttore del nostro blog è condivisibile e sostanzialmente giusta.
    La critica dell'anonimo comunque ci dice che il nostro blog comincia ad essere considerato come un soggetto schierato, con tutto quel che ne segue. Il direttore ha ragione, in blog non è cambiato, c'è e ci sarà sempre libertà di pensiero e di parola.
    Tuttavia, lo stesso Vullo, in precedenti commenti ha detto che uno come Nino Pepe ci vuole, altrimenti c'è il pensiero unico.
    Questa cosa detta da uno di noi, anche in forma un pò scherzosa, ci deve far comprendere come noi stessi siamo convinti di ciò, e come il commento dell'anonimo, pur con le approssimazioni (infatti non penso sia vero che la forza della democrazia sia quella di essere super partes) e le insinuazioni (ci ha detto che siamo subdoli e agiamo per convenienza), parta dalla lettura dei vari articoli e commenti, la maggior parte dei quali improntati ad un'unica visione del mondo politico.
    Il fatto di dare ai lettori l'idea di una nostra caratterizzazione ben precisa è il prezzo che dobbiamo pagare, anche se, dice bene il direttore, il blog rimane quello che è sempre stato.
    Chiudo congratulandomi con tutti noi per l'esito delle elezioni siciliane in quanto sono risultati vincenti i nostri auspici riguardo Crocetta e Ferrandelli, e anche per il successo del nostro sondaggio.
    Ad majora!!!

    RispondiElimina
  13. L'UNICO VINCITORE IN SICILIA E' CINQUESTELLE! Pertanto ci aspettiamo un riconoscimento per il movimento anticasta. L'ideale sarebbe un'allenza sostanziale tra Crocetta e Cancelleri, con quest'ultimo presidente dell'assemblea. Carica importantissima per controllare i flussi di cassa della regione. Sembra che un matrimonio tra un gay ed una zitella sia impossibile. Ma per il bene, dei figli, della famiglia siciliana, si può e si deve convivere. Io non escluderei a priori neanche l'offerta di Miccichè se egli in cambio non chiedesse poltrone e dimostrasse di essersi convertito ed abbandonasse le cattive amicizie. Non ho capito l'osservazione dell'anonimo , la forza della democrazia è di essere super partes. La democrazia sono scelte per il bene della comunità e non solo di alcuni. Sono d'accordo con N. Pepe che le critiche anche spiacevoli e l'opposizione al pensiero dominante sono necessarie ed utili altrimenti il conformismo ci ucciderebbe. I primi passi di crocetta mi sembrano positivi egli ha detto che avrà una maggioranza bulgara. Mi sono convinto che egli ha ragione. Infatti se si comporta come fa Monti in parlamento, che ridicolizza i comportamenti di berlusconi... Parimenti se Crocetta sferza i partiti ed il parlamento di fronte all'opinione pubblica, che in questo momento non perdona nulla, egli di volta in volta avrà una maggioranza bulgara. Però deve mantenere il collegamento con l'opinione pubblica. "Glastnost e perestroika" come diceva Gorbaciov. Se ci sono resistenze, malaffare e ruberie, egli lo denunci all'opinione pubblica che oggi è il suo migliore alleato. Qualora i gattopardi dovessero persistere egli, sono sicuro troverà i voti in assemblea, altrimenti minacci le elezioni, ormai la spada di damocle sulla loro testa, perchè ormai non abbiamo più tolleranza per i corrotti , ed i ladri. Naturalmente siamo daccordo con Cancelleri di ridurre gli stipendi ed i privilegi, perchè la politica non deve essere più un mestiere ma una passione ed un servizio per la comunità. 2500 euro sono troppo pochi? Se ci sono cittadini che sono costretti a vivere con 600-700 euro di pensione, se ci sono giovani disoccupati costretti a bruciare i loro sogni, se ci sono partiti "morti come AN che hanno un patrimonio di 500 milioni di euro, rubati agli italiani, se quel delinquente di lusi con i suoi complici si prende gioco dei cittadini...i soldi pubblici diventano privati quando entrano nelle casse dei partiti!?! Una cosa orrenda!! Intervenga la magistratura! Ci vuole una norimberga per i disonesti, andare a sequestrare tutte le ricchezze fraudolente, altrimenti i movimenti 5 stelle diventeranno 10 o 15 stelle. Si tolga di mezzo ormai un personaggio inguardabile , ingiustificabile ed impresentabile come berlusconi, con l'armadio pieno di scheletri che sembra un cimitero. Angelino Alfano recuperi un pò di idgnità ed autonomia, ormai non ha più bisogno di mister B. Ritorni ad essere il piccolo e giovane democristiano che è e si metta sotto le ali di casini come vice. Forse avrà una seconda vita. CMQ viva C&C (Crocetta-Cancelleri), dimostrino gli attributi !!! Anche se sembra pardossale chiedere ciò ad un "gay ed una zitella"!! Ma se un comico sta facendo la rivoluzione ormai tutto è possibile!!!

    RispondiElimina
  14. Quando riusciremo a parlare di politica senza che per forza dobbiamo additare i nostri politici con aggettivi che sotto sotto li irridiamo?
    Il matrimonio tra gay e zitelle!!!!! Nessun matrimonio nessun inciucio non trasformiamo i nostri convincimenti politici a strumentalizzazioni di bassa lega parlando solo di sesso.
    Crocetta, per chi ha avuto il piacere di ascoltarlo, sia di presenza che per Tv, è stato molto chiaro, nessun compromesso nessun accordo sottobanco, porterà in parlamento leggi di interesse generale ed a favore di noi siciliani, e i parlamentari si dovranno esprimere con il voto, ed ognuno dovrà anche poi spiegarne le motivazioni. Diminuire i contributi e gli stipendi sarà il primo banco di prova, non per Crocetta, ma per tutto il parlamento. La riduzione significativa dei consulenti, l’eliminazione degli Enti inutili, queste saranno le prime cose che Crocetta intende fare. I parlamentari Grillini e non cosa faranno?
    Già Cancelleri, prende le distanze, non vuole assumere l’incarico di Presidente dell’ARS, sarebbe stata una bella prova di impegno e controllo della spesa dell’Assemblea, ma loro non vogliono assumere nessun incarico, vogliono solo additare e criticare, è più semplice così.
    Non occorre che ci si sposi, adesso guardiamo a questi uomini e donne che ci rappresentano a cosa saranno in grado di fare. Questa è la cosa che più ci interessa, e per questo, come chi scrive, si è impegnato.
    Sono fiducioso, che quest’uomo, avrà la forza e soprattutto la costanza, di dare una significativa svolta culturale a questa terra., con buona pace di chi vuole per forza che qualcuno si sposi!!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. All'amico Riggio volevo subito chiarire che io non intendevo irridere il presidente Crocetta. Anzi ho una profonda ammirazione per lui, per quello che ha fatto a gela e per quello che si propone di fare alla regione. Penso che sulla battuta gay e zitelle sarà il primo lui a riderne. Infatti lui è stato il primo sindaco d'italia a fare "auting" dicendo di essere gay. Cancelleri ha detto di "essere una zitella acida", percio su tutti i giornali e blog, in bocca ai comici alla Crozza o alla Grillo, sono facili queste battute. Sarebbe più grave se uno dicesse, ladro, mafioso o truffatore fiscale. Insomma in mezzo al marasma del momento una battuta può stemperare il clima di veleni. L'amico Riggio farebbe meglio a preoccuparsi invece di dove vengono i pericoli per la vita di Crocetta. CMQ ribadisco la mia stima per lui, perchè poteva starsene tranquillo in europa, invece è tornato a rischiare nella sua terra difficile. Poi il fatto che la sicilia ha eletto un gay deve essere un vanto per i suoi cittadini. Abbiamo dato una lezione di apertura mentale anche a quelli del nord, che pensano che noi siamo degli africani e che siamo ancora la terra "del merlo maschio". Evidentemente ci siamo emancipati ed il presidente Crocetta ha fatto bene a fare sapere a tutti che la differenza di genere e di gusti sessuali non inficia la sua capacità politica. Sperando di aver chiarito il mio pensiero, ribadisco buon lavoro al presidente Crocetta ed a tutti gli eletti di buona volontà.

      Elimina
    2. Io direi che è arrivato il tempo di smetterla con i discorsi sugli omosessuali, maschi o femmine che siano.
      Vogliamo capirlo o no che le diversità sessuali fanno parte del patrimonio genetico dell'umanità e anche degli animali?
      La natura delle cose è questa, è stato sempre così e la storia ce lo dimostra.
      A me quello che dà fastidio è che adesso gli omosessuali, forse per una sorta di rivalsa, vogliono non la parità di trattamento, ma quasi una glorificazione e un'esaltazione del loro stato, al punto che, se due persone eterosessuali vengono beccate a fare sesso all'aperto è giusto che sia loro imputato il reato di atti osceni in luogo pubblico mentre de si tratta di due omosessuali non si può, altrimenti loro accusano la società di essere omofoba e intollerante.
      A me va bene la parità di trattamento, per il resto ognuno è libero di vivere la propria sessualità e la propria vita come meglio crede.
      Chiudo dicendo che adoro la musica di Tchaikowsky, perchè mi diverte, mi commuove, mi emoziona e non mi importa proprio nulla del fatto che questo grandissimo musicista sia stato un omosessuale.

      Elimina
  15. Concordo com le posizioni a largo raggio di Mazzara, Vullo, Gattuso, Nevone, Pepe e Riggio. Ognuno ha le proprie sfumature ed io le mie. Ma è proprio questo il bello, di gente vera che non vuole solo apparire, ma essere.FGM

    RispondiElimina
  16. La politica dovrebbe essere come questo BLOG. Esporre le proprie opinioni liberamente, prendere posizioni, onestamente e senza vincoli o legami da curare e che richiamano nel momento del bisogno, come mi auguro sia la nuova ARS con un presidente sicuramente lontano dagli stereotipi passati e una giunta composta da almeno 15/16 EROI moderni vestiti con 5 stelle e tanta onestà. Sin da subito dimostrabile con la riduzione degli stipendi, che spero prenda piede all'interno dell'ARS e non solo. Spero soprattutto che vicari come il piccolo Lombardo & co., e gente che comunque ha ottenuto fin troppo con Partiti che dovrebbero scomparire (PDL e amici), non intralcino un cammino mai così possibile.
    Un ottimista.

    RispondiElimina
  17. Mi faccia capire l'anonimo Davide perchè il PDL dovrebbe scomparire, mi faccia capire la logica di questo auspicio.
    Dobbiamo instaurare in Italia il pensiero unico?, dobbiamo cominciare ad eliminare i partiti che non ci piacciono?
    Come li eliminiamo questi partiti?, facciamo una legge che metta fuori legge il PDL perchè non piace all'anonimo Davide?
    Io credo che la scomparsa del PDL come la scomparsa di qualsiasi altro partito, debbano essere decretate dal popolo semplicemente col togliere loro il consenso e i voti; non esistono altre forme democratiche, l'anonimo Davide se ne faccia una ragione.
    Riguardo l'onestà degli eroi vestiti con 5 stelle come pure di tutti quelli che stanno entrando per la prima volta nei palazzi del potere, non abbiamo nulla da eccepire, dico soltanto che il potere corrompe l'animo di chi lo esercita, e quindi mi sento di invitare questi neofiti del potere a stare in guardia nei confronti delle mille tentazioni che dovranno affrontare ma soprattutto nei confronti di loro stessi e del prezzo che dovranno pagare perchè la loro onestà rimanga intatta nel corso della loro vita politica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. esistono 600.000 elettori in Sicilia che in barba a Grillini & Co. hanno confermato la precisa volontà di rappresentare un Popolo che magari non sarà "della libertà" ma che ha avuto la "libertà" di sfanculare la classe politica che lo rappresenta senza dover per forza rinnegare le ideologie che lo fanno "popolo"... notte.

      All'Anonimo in alto devo dar ragione... il Sondaggio di Politica Prima è reale perchè fino ad oggi reale era lo spaccato rappresentativo all'interno del blog senza dimostrare l'appartenenza.
      Ma il politicizzarlo a tutti i costi schierandolo da una parte devo dire che ne ha indebolito le struttura, le idee, il sogno.
      Vorrei continuare a "parteciapre" a politica prima senza per questo dover essere "strumentalizzato" come elettore di questo o quel parlamentare... il veder riproporre il logo di Politica Prima con un preciso schieramento Politico mi costringerà mio malgrado a dover dire addio a tutti gli amici... Vorrei rimanere uomo libero di decidere quando essere strumento politico... un abbraccio

      Elimina
    2. Che vuol dire "il politicizzarlo a tutti i costi schierandolo da una parte... ne ha indebolito la struttura, le idee, il sogno"?
      E si è liberi non schierandosi? E se ci si schiera si diventa strumento politico?
      No le cose non stanno affatto così. Fare delle scelte, cercare le differenze e, poi, apertamente e con dignità, sostenere le idee e le persone che si ritiene possano attuarle, è tutto l'opposto di sentirsi "strumentalizzato" da questo o quel parlamentare.
      La politica, almeno quella a cui siamo affezionati, è fatta di passione, di cuore, e di scelte, oltre che di razionalità. PoliticaPrima per questo non cambia la sua essenza e la sua missione che rimane esattamente, e sempre di più, quella per cui è nata.
      Un luogo libero, aperto, democratico dove ci si incontra e anche ci si scontra. Dove le idee trovano ospitalità. Tutte, nessuna esclusa. E il momento elettorale rappresenta solamente il punto d’arrivo e di partenza di un percorso che continua nella ricerca delle idee e dei metodi migliori per una Politica sempre più vicina alla gente.
      Ci saranno ancora momenti di questo tipo, e ci saranno divisioni e passioni, ci saranno nuovi entusiasmi e nuove delusioni, ed anche ripensamenti.
      PoliticaPrima, perciò, continua la sua opera, libera di scegliere e di cambiare, senza per questo arretrare di un millimetro sulle cose e sui principi che hanno dato vita a questo incredibile e bellissimo strumento di partecipazione vera.
      A presto, qui.

      Elimina
  18. Se ho ben capito Pulvino ha qualche difficoltà a rimanere in un "covo" di sinistrorsi perchè pensa che la sua collocazione politica diversa dalla maggioranza del blog possa identificarlo come elettore di qualche politico non nelle simpatie della stessa maggioranza, ragione per cui comincia a sentirsi un pò a disagio.
    Vorrei incoraggiare il bravo amico Pulvino a non avere di queste remore, anche perchè non è il solo a pensarla diversamente dagli altri.
    Io, per esempio, ho le mie idee e me le tengo ben strette, non sono mai stato politicamente col cuore a sinistra, poco mi importa di quello che gli altri possano pensare di me, nei miei interventi spesso ho criticato certi articoli e commenti che non mi sono piaciuti, sono intervenuto e continuerò ad intervenire nei dibattiti a modo mio e col mio libero pensiero, per cui non me ne andrò da questo blog, a meno che non mi buttino fuori, ma non succederà mai, oppure me ne andrò quando le tematiche politiche saranno sostituite nella mia vita da altre cose più importanti e interessanti.
    Caro Pulvino, ti invito a rimanere in questa accolta simpatica ancorchè sbilanciata a sinistra, perchè sono e siamo tutte persone per bene che, ognuno con le proprie idee, vogliamo che la Sicilia e l'Italia risorgano dal baratro in cui si trovano e comincino ad essere governate da persone per bene e oneste, invece che dai lazzaroni che finora hanno fatto scempio delle istituzioni.
    Ricordati che un addio per motivi politici è una sconfitta, mai una vittoria.

    RispondiElimina