martedì 9 gennaio 2018

IL FALSO CAOS RIFIUTI DI ROMA. VERGOGNA

Raggi TG1 Tg5di Giangiuseppe Gattuso - Ho visto stasera il TG1 e il TG5 delle 20.00. Su Roma il delirio. Caos rifiuti infinito, la città disastrata, urge intervenire, pure l'Europa ci guarda e ci multerà.
Gianluca-Galletti-2Il Ministro Galletti in allarme. Le strade invase di rifiuti. I romani sono vicini all'insurrezione. Per Berlusconi, da Canale 5 ormai diventato propaganda Silvio a tutte le ore, l'unica preoccupazione sono i 5 Stelle che se malauguratamente dovessero vincere, porterebbero alla rovina il Paese come stanno distruggendo Roma con il caos rifiuti.
Una vicenda che ha superato ogni limite. Paradossale, che dimostra un accanimento incredibile, indecente, vergognoso nei confronti di Virginia Raggi.

Una donna, una madre, una persona normale, senza alcun potentato alle spalle, tranne se stessa, i Consiglieri Capitolini del M5S e i romani che l’hanno eletta sindaca di Roma. E la sua grandissima tenacia e buona volontà. Una guerra condotta con ogni mezzo contro una persona seria, perbene, moderata e mai oltre le righe. E lo ha dimostrato anche di fronte alle accuse più infamanti, alle speculazioni più indecenti. Sempre al lavoro, sempre in prima linea. Per tentare di risollevare le sorti della capitale d'Italia. Per ridare alla città lo splendore che merita. Per ripristinare la legalità, la trasparenza, per rimuovere incrostazioni, malaffare, abusi e clientele.

Virginia RaggiHa di fronte tutto il sistema partitocratico che ha stuprato la città per lunghi decenni, e che adesso, fuori dall'amministrazione e dalla gestione dei centri di potere, tenta in ogni modo di risollevare la testa buttando fango oltre ogni immaginazione. E resiste avendo contro tanti indegni personaggi abituati a sguazzare nella peggiore cloaca romana. E, platealmente e incredibilmente, avendo contro anche il sistema mediatico, quasi al completo. Una situazione, questa, che desta in me, ma dovrebbe suscitare lo stesso sentimento in chi ha un minimo di onestà intellettuale, preoccupazione e un certo sconforto.

E resto letteralmente impressionato dalla foga accusatoria, oltre che degli avversari politici, e per certi versi comprensibile, di quei numerosi cittadini che bramano nel sottolineare le presunte manchevolezze, incapacità e la poca percezione di risultati concreti. Sommersi dalla potenza mediatica denigratoria. Credetemi, non era mai accaduto prima. Almeno a mia memoria. E ne ho viste di battaglia, di scontri aspri, di cordate per abbattere un qualche avversario politico. Ma non ricordo servizi a reti nazionali unificate per ipotesi di reato che, in altre stagioni politiche, sarebbero confinate a misere notizie di cronaca breve. Pensate alla grottesca situazione per la quale la Sindaca di Roma è accusata di falso per una nomina di sua esclusiva competenza. Perché avrebbe negato, invece, l’interessamento del fratello della persona nominata che guarda caso era il responsabile delle risorse umane. Una cazzata pazzesca che solo in un clima avvelenato come questo può avere ospitalità.

Francesco Salvatore okBene. Tornando adesso alla questione rifiuti, voglio porre all'attenzione di chi ha la bontà e la pazienza di seguirci alcuni video girati oggi, 09 gennaio 2017 a Roma nel corso della mattinata. L’autore è Francesco Salvatore​, notoriamente persona perbene, che scrive da tempo su PoliticaPrima e che non ha alcun interesse recondito nel prestarsi a fare qualcosa di non vero. I video sono di una chiarezza disarmante, li trovate a margine dell'articolo. Pensate che mentre me li inviava, quasi in tempo reale, io gli scrivevo che non poteva essere, doveva esserci qualche errore. E lo esortavo a stare più attento, a controllare meglio, a non fermarsi all'apparenza. Il reportage, girato con il suo telefonino, è stato effettuato, da un autobus di linea, lungo il tragitto che ha compreso: Via Aurelia, Baldo degli Ubaldi, Via Emo, via Candia. Piazza risorgimento, Via Crescenzio, Piazza Cavour, Lungotevere Mellini e Castropretorio.

E stasera, poco dopo i TG, mi ha telefonato mentre faceva un giro a piedi in centro confermandomi ancora la bontà di ciò che aveva ripreso nella mattinata nelle zone più periferiche. Paradossi italiani!

Giangiuseppe Gattuso

09 Gennaio 2018









21 commenti:

  1. Gloria Trizzino9 gennaio 2018 22:57

    Se si moderassero le parole si potrebbero fare dei distinguo"

    RispondiElimina
  2. I video sono stati girati stamattina e l'amministrazione capitolina non era stata avvisata! E ringrazio Francesco Salvatore per questo suo spassionato impegno che gli fa onore.

    RispondiElimina
  3. Maurizio Ortolan9 gennaio 2018 23:00

    Io pure credo d'essere una persona perbene, non ho pregiudizi politici, video non ne ho girato, però vi assicuro che è pieno di immondizia, in giro. Passano ogni giorno a svuotare cassonetti semivuoti dell'indifferenziato, ma a terra è un disastro e quelli di plastica e carta sono sommersi...

    RispondiElimina
  4. Tanto per incominciare complimenti a Giangiuseppe per l'eroica resistenza fisica e mentale, ai limiti della resistenza umana, mostrata nel seguire ancora TG1 e TG5. Detto questo, era prevedibile che a campagna elettorale aperta si sarebbe rinvigorito lo scontro su Roma. Purtroppo dobbiamo rassegnarci a sentire vecchi e nuovi trombettieri del sistema, schiavi e sottomessi del potere tutti in coro a sbraitare contro i 5 stelle unico, vero, temibile avversario da abbattere, pena scomparsa per estinzione di un potere marcio, arrivato al capolinea. Andiamo avanti incuranti dei ruffiani e benpensanti, pronti a mettersi a 90 gradi in caso di vittoria del 5Stelle.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Francesco Salvatore10 gennaio 2018 11:38

      la rassegnazione....mai e poi mai

      Elimina
    2. Maurizio Alesi10 gennaio 2018 12:05

      Francesco Salvatore non si tratta di rassegnazione ma di una presa d’atto di ciò che sarà questa campagna elettorale. Non credo che qualcuno, tra noi, sia in grado di evitare che le Tv e i giornali di sistema lavorino per i loro padroni. Volevo solo dire che bisogna comunque andare avanti senza farci condizionare.

      Elimina
  5. Silvio Barbata9 gennaio 2018 23:33

    è una cosa schifosa...un misto di invidia del bene altrui, maschilismo, e protervia

    RispondiElimina
  6. Ma il problema è l'inciviltà di chi vive Roma, quelli che buttano la spazzatura per strada

    RispondiElimina
  7. Sai qual è la questione Giangiuseppe?
    Che se qualche centinaio di strade rifatte non fanno Roma completamente riasfaltata,anche alcune centinaia di cassonetti su 60.000 non dovrebbe fare Roma sporca e in emergenza
    Ma si danno solo le notizie che fanno comodo, strumentalizzando su tutto.
    Ormai solo gli idioti non hanno capito che è in atto una guerra mediatica nei confronti della Raggi e del movimento

    RispondiElimina
  8. In tempi in cui la la politica è diventata spazzatura, non c'è da meravigliarsi se la capitale d'Italia, luogo della politica per eccellenza, ne sia piena. O no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non finire mai di indignarsi, disse qualcuno ! Guai , quando sarà vissuto come normale l'indicibile.

      Elimina
  9. Dopo un lungo periodo di festività, in una città che adotta ancora il sistema dei cassonetti, è normale trovare dei rifiuti fuori da contenitori, si verifica a Roma come in tante altre città. Il tempo fisiologico dello smaltimento e la Capitale è tornata nella normalità, la situazione è stata, di persona, documentata da Francesco Salvatore. Con mia moglie in visita a Roma, durante il Giubileo, girando a piedi abbiamo trovato una città in ordine. Allora non si perdeva l’occasione per delegittimare un’amministrazione appena eletta con un ampio consenso. Virginia Raggi sapeva che dover sanare una realtà degradata da anni di cattiva amministrazione era un compito difficile, necessitava un lungo periodo che potrebbe necessitare di un secondo mandato. Per correttezza politica oltre al sostegno doveroso del Movimento, trattandosi della Capitale, fin dall’inizio avrebbe dovuto avere sostegno e comprensione particolari. Chi amministra fa degli errori, succede a tantissimi Sindaci in qualsiasi area del Paese. Non si capisce l’accanimento mediatico, quasi morboso, contro Virginia Raggi quando si tace o addirittura si nascondono realtà peggiori e, se parliamo di spazzatura alcune rasentano la criminalità. Non sono un elettore del M5S, ma questo non mi esime dal biasimare l’informazione visiva e stampata nonché un Ministro della Repubblica che falsificano la realtà pur di colpire un Sindaco e la forza politica di appartenenza, infatti con Virginia si vuole colpire il M5S. Siamo in campagna elettorale e la scorrettezza non fa onore alle forze politiche e discredita la Politica. I cittadini non, del tutto, sprovveduti potrebbero riservare delle sorprese. Siamo arrivati al momento di dire basta, il 4 marzo potrebbe essere l’occasione giusta!

    RispondiElimina
  10. Parliamo di munnizza e scemenza politica stellata.
    Gli stellati hanno un serio problema l'ignoranza e la mancata conoscenza dei sistemi di smaltimento, loro non comprendono la differenza che c'è tra il termine impianto di trattamento di rifiuti e sistema integrato trattamento e smaltimento dei rifiuti ne esce fuori che gli stellati romani asseriscono che smaltire i rifiuti in Emilia Romagna non è conveniente perché in Abruzzo costa meno quindi l’assessora all’Ambiente di Roma Capitale Pinuccia Montanari e altri esponenti del MoVimento 5 Stelle – ad esempio il presidente della Commissione Ambiente Daniele Diaco – hanno sostenuto che portare i rifiuti di Roma in Emilia Romagna costa 180 euro a tonnellata, molto di più rispetto all’Abruzzo. In completa trance agonistica, l’assessora ha persino accusato “qualcuno” (il PD) di speculare “economicamente e politicamente” sulla vicenda. la Regione Abruzzo precisa che sì, è vero che gli impianti emiliani applicano una tariffa intorno ai 180 curo a tonnellata rispetto ai 130-140 curo dell’Abruzzo, come sottolineato dal M5S, ma va detto che in Emilia il servizio, come si dice, è completo, cioè la spazzatura è anche smaltita dagli inceneritori, mentre in Abruzzo sarebbe solo trattata e poi servirebbero altri 40-50 euro a tonnellata per spedirla nelle discariche di Molise, ancora Emilia o Toscana.

    CLASSICO ESEMPIO DI POLITICI ITALIANI MICA C E DIFFERENZA CON GLI ALTRI POLITICI DI QUESTA NAZIONE

    PER VOI ROMA NON HA UN PROBLEMA MUNNIZZA L'IMPERATRICE ILLUMINATA VIRGINIA AUGUSTA SECONDA È LA SUA CORTE HANNO RISOLTO TUTTO NON CE PIU IL PROBLEMA MUNNIZZA

    RispondiElimina
  11. Giacomo Mazzuoli10 gennaio 2018 12:36

    Guardate cosa scrive in merito oggi Repubblica che dal titolo fa capire chissà quali sfracelli in tema di caos rifiuti (L'Europa vigila):"Intanto Roma e il Lazio sono sotto sorveglianza della Commissione europea per l'emergenza rifiuti. Nessuna prova chiara di infrazione della legislazione comunitaria, per il momento, assicura il portavoce dell'esecutivo Ue, Enrico Brivio. Ma la Commissione, spiega Brivio, "continuerà a monitorare la situazione nel Lazio e l'applicazione
    del piano di gestione dei rifiuti", ben "consapevole delle difficoltà".

    "Alcune segnalazioni ricevute e le notizie riportate dai media - continua Brivio - indicano che il network regionale delle installazioni per lo smaltimento dei rifiuti non appare pienamente operativo". Ha quindi ricordato che "spetta alle autorità nazionali" assicurare che le reti per la gestione dei rifiuti funzionino in modo appropriato e trovare soluzioni." Capito quindi cosa dice l'Europa? Che le responsabilità sono della Regione e dello Stato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Francesco Lovecchio10 gennaio 2018 12:45

      Autorità nazionali vuol dire autorità competenti diverse dalla Ue, cioè Comuni e Regioni. Si riferisce ad autorità nazionali non governo centrale. Infatti, la UE non si mette a sindacare sull'attività dei singoli comuni. La materia è di competenza dei Comuni e delle Regioni.

      Elimina
    2. Giacomo Mazzuoli10 gennaio 2018 12:47

      Autorità nazionale non è riferita né ai comuni né alle Regioni, quelle sono autorità locali. E comunque dal titolo di Repubblica sembrava chissà cosa stesse a fare l'Europa! In realtà sembra abbia verificato che il network regionale delle installazioni per lo smaltimento dei rifiuti non appare pienamente operativo...

      Elimina
  12. marcello Panzica cittadino romano10 gennaio 2018 18:46

    Lei certamente non vive a Roma che è diventata una discarica a cielo aperto. Poi si informi bene sulla Raggi ed il suo amante Marra.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sig Panzica, se ha qualche argomento scriva pure. Se deve fare cortile eviti pure. Avviso n. 1

      Elimina
  13. Sig Panzica vada a scrivere altrove. Questo è un blog del movimento e il sig Gattuso fa onestamente il suo lavori.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gentile Sig. Anonimo, non so cosa faccia Lei e non mi riguarda. E come ho scritto al Sig. Panzica, ammesso che non lo conosca, scriva pure se ha argomenti nel merito di ciò che qui pubblichiamo, altrimenti eviti. Avviso n. 1

      Elimina
  14. un motivo ulteriore per non votare. Cuffaro candida il fratello. cancellieri la sorella. Cardinale la figlia. Genovese dopo avere fatto eleggere un figlio adesso prova con il nipoote. questi i pochi che conosco. Le persone serie non votano.

    RispondiElimina