giovedì 16 febbraio 2012

De Magistris. Cittadinanza ai bambini figli di immigrati subito!

Avevamo espresso ampio apprezzamento a fine 2011 quando il Consiglio Comunale di Palermo, all'unanimità, ha approvato la mozione che obbligava il Sindaco e quindi l'amministrazione intera, con i suoi assessori e dirigenti, ad istituire il "Registro della Cittadinanza Morale" per i bambini nati da genitori extracomunitari.
Una scelta e un segnale fortissimo al Paese intero ed una ritrovata dignità politica che lasciava ben sperare per il futuro. La questione, posta dal Presidente della repubblica Giorgio Napolitano, a novembre scorso, scatenò moltissime reazioni favorevoli e qualche distinguo da parte delle forze più retrive del Parlamento. Della mozione approvata, però, non si è visto nulla, il Sindaco si è pure dimesso trascinando con se tutti gli assessori, e sulla stampa locale poco o nulla. Ma tant'è.
Invece, il Sindaco di Napoli Luigi De Magistris, nei giorni scorsi, ha affermato con chiarezza: ''Stiamo studiando una delibera che consenta, non in modo simbolico e politico, di dare la cittadinanza ai figli di immigrati nati nel territorio napoletano'', "anche in questo campo dai Comuni può venire una spinta al Governo nazionale affinché provveda in questa direzione".
Da questo blog, che ha seguito con tanta passione la questione, quindi, non può che arrivare un grande plauso all'iniziativa del Sindaco di Napoli che, addirittura, va oltre la mozione del Consiglio Comunale di Palermo. Lascia, invece, l'amaro in bocca la disattenzione dell'ormai ex sindaco e dei suoi assessori, i quali, all'approvazione della mozione per la Cittadinanza Morale, non hanno nemmeno fiatato, occupati in altre faccende.
Ma desta altrettanto stupore e rincrescimento la superficialità dei mezzi di comunicazione locali che hanno di fatto boicottato la notizia. Il Giornale di Sicilia, invece, che aveva trattato l'iniziativa consiliare con una breve, al pari di una piccola riparazione di marciapiede, ha dato ampio risalto alla notizia del sindaco De Magistris. Una mezza pagina con tanto di fotografia. Ma, probabilmente, per la loro perdurante inadeguatezza dimostrata negli anni, i rappresentanti del Comune di Palermo non meritavano tanto.
 

*** Amen. 

1 commento:

  1. Forse i nostri signori "consiglieri" hanno bisogno di avere radunati gli immigrati di Palermo a piazza della vergogna per contare quanti sono e cominciare a considerarli "Palermitani" mettendo in funzione il Registro della cittadinanza morale. Aspettiamo il nuovo sindaco e i nuovi consiglieri comunali,oppure l'inizziativa di qualche altro sindaco d'Italia.

    RispondiElimina