mercoledì 24 febbraio 2016

Unioni Civili. Eppure, da democratica, chiedo scusa

ora di essere civilidi Valentina Falcioni - Prima di tutto, da democratica, chiedo scusa..!!!

Non credo, nonostante le riflessioni fantasiose e dietrologiche si sprechino, che ci siano stati teatrini e messe in scena in merito al risultato a cui si è giunti per arrivare al voto di domani sulle Unioni civili.

pd_pseCerto è possibile che il Partito Democratico, avesse in mente un piano B… è auspicabile e plausibile.

Probabilmente qualcuno più "politico" ha pensato che per ottenere quel 70%... bisognasse chiedere cento, altrimenti finiva come per i Dico.

lorenzin-2Perché la destra comunque avrebbe puntato al ribasso.

E se così fosse… e se di fondo molti della comunità gay si dicono soddisfatti... allora penso anche che nuovamente la mossa è stata assai astuta: ci portiamo a casa tutto facendo credere che volevamo di più e abbiamo costretto pure la destra a difendere la legge sulla parità.

Eppure, da democratica, chiedo scusa.

unioni-civili-la-mobilitazione-dei-vip-e-della-gente-comuneHo sentito e visto commenti da brividi… di gente che non è a posto con la testa. Per far valere il suo rancore verso il PD, colpevole di governare e di essere partito che media al suo interno le idee democratiche di centro e di sinistra, cosa che è peccaminosa almeno quanto essere omosessuali. E perché ormai “è guerra totale” e quindi non si guarda più in faccia a nessuno.

Ho sentito e visto argomenti e gesti raccapriccianti, soprattutto ricordando la nostra storia, da dove veniamo, di quali terribili colpe ci siamo macchiati, anche allora le comunità omosessuali finirono nel "tritacarne" della disparità giustificata come cosa contro natura. "Siamo cittadini, siamo gggente" dicono... non sono persone fra persone, e quindi alla gente tutto si deve dare per legittimo... basta dire che si è cattolici per giustificare le più volgari riflessioni sul corpo delle donne. Si sente di tutto e si tocca con mano viltà, meschinità, cinismo e grettezza.

lgbtE anche un coraggio incredibile a cercare di discutere... la rivendicazione su come togliere definitivamente o dare dei diritti e dei doveri a chi li pretende ha qualcosa di inquietante, e qui davvero pare che tutti i principi della nostra storia di popolo oppresso che si è battuto per i diritti e per evitare che minoranze siano pure penalizzate da assenza di regole e rappresentanza giuridica cadono. Si sente aria di un secolo indimenticabile, in cui venivano perseguitate ed espropriate persone solo per la colpa di essere quel che erano, ma siccome è guerra totale tutto sembra legittimo senza nemmeno porsi il dubbio delle conseguenze.

Diario Valentina FacebookUn indemoniato con nome farlocco e senza nemmeno foto sul profilo di Facebook ha detto che sarebbe preferibile che vada a prendermi "dei cazzi in culo" (sic) visto che sono democratica... ha scritto questo. Ma è normale che in questo paese per togliere dei diritti o doveri, per fiaccare un avversario politico, per portarsi a casa un risultato si ascoltino senatori che insinuano di colleghi che vendono bambini... capi di partito che parlano di mano morta?

Stamattina son tornata a riflettere sulle parole di Gramsci che parlava del fatto che "i diritti vadano sempre ampliati altrimenti diventano privilegi" e forse di questo si tratta. Stamattina ragionare su quanto accade mi ha fatto piangere dal senso di umiliazione.

Grillo mano mortaPS: Posso dire che la frase della "mano morta" detta ieri da Grillo sulla questione delle Unioni Civili, da donna, l'ho trovata schifosa come se ci stesse lui a provare a mettermi le mani fra le cosce? Un uomo del genere è in questi particolari che fa notare quello che pensa realmente.

È una brutta cosa, se si fa insultando il corpo delle donne in un paese così disposto a prevaricarle tutt'oggi beffandole che hanno tutto e se lo gestiscono male perché "guardale che pena così affannate a fare le troie".

Valentina Falcioni e Amadou SowValentina Falcioni
Milano
24 Febbraio 2016

69 commenti:

  1. Raffaele Bonafede24 febbraio 2016 16:37

    L'articolo 29, l'articolo 7 e l'articolo 8 della Costituzione fanno dell'Italia un Paese confessionale individuando una religione di Stato, quella Cattolica, che ha degli indubbi privilegi di fronte alle altre confessioni. In Italia la Costituzione discrimina di fatto chi non è cattolico che dal 1945 deve lottare politicamente per ottenere una piena cittadinanza e diritti pari a quelli che si professano cattolici. A questo vizio di origine non è immune il M5S che a mio avviso non ha mai avuto l'intenzione di concedere alcun diritto alla comunità LGBT. Mi pare che l'inclinazione clericale e destrorsa di questo movimento e dei suoi principali esponenti sia abbastanza evidente.

    RispondiElimina
  2. Valentina, una cosa sono le tue convinzioni e la tua posizione personale, rispettabile e condivisibile, altra cosa è il PD, un partito che, come tale non c'è, è stato annunciato ma non è mai nato secndo i valori ed il programma dchiarato. E, se c'è, è una somma di gruppi e di componenti che si uniscono o si dividono in base alle loro convenienze momentanee.

    RispondiElimina
  3. Raffaella Schiavone24 febbraio 2016 16:45

    Bell'articolo,rovinato dal riferimento a Grillo ( e figurarsi....)la signora dovrebbe sapere che Beppe non è un raffinato dem,che,vestito in maniera impeccabile e con un parlare forbito,ti rifila le cose peggiori....Peccato che non ci sia un riferimento alla Lorenzin e al suo pretendere di piu'....Chiedo scusa se non ho saputo interpretare bene l'articolo,ma il rifilare OVUNQUE,Grillo e il M5S mi fa rabbia!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione...quando ho scritto il testo la ministra lorenzin ancora non ci aveva addolcito con le sue pretese bigotte..personalmente le trovo doppiamente offensive perche peraltro so che lei ha avuto i suoi gemelli da una imseminazione assistita...e alora come funziona: le cose contromatura agli altri no e a lei si?

      Elimina
  4. Michele Maniscalco24 febbraio 2016 16:59

    PIU' NE DAI PIU' NE VUOLE MI DICEVA IL MIO CONFESSORE QUANDO ERO RAGAZZINO.
    "Unioni civili, Lorenzin: "Stralcio stepchild non sufficiente"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero..sono nauseata...la bulimia della destra al governo mi e' parsa quantomeno di poco pochissimo stile

      Elimina
  5. Mi spiace per i commentatori, ma il PD C?é ed è pure forte e saldo, per quanto riguarda ''la mano morta'' di Grillo, l'autrice ha fatto benissimo a ricordarla.
    C'erano tre possibilità sulla legge sulle unioni civili, la prima era ''tutto'' mai, la seconda era ''niente'' subito, la terzza è quello che si sta per approvare.
    Certo mi sarebbe piaciuto che la legge prevedesse le adozioni, questo come minimo, ma con chi? Con quali numeri e quali maggioranza?
    I sigg. Casaleggio-GRILLO possono prendere per il culo i tifosi di questo blog e qualche equidistante, ma non il sottoscritto.
    Io con La Caseleggio end company non prenderei neppure un caffè, e se lo facesse il PD non sarebbe più il mio partito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusi Volpe, a ben guardare c'era anche una quarta possibilità: approvare tutta la legge e subito, se non fosse uscito quell'infernale strumento del canguro ritenuto inammissibile persino dal mite Presidente Grasso. La posizione ufficiale dei Grillini (non quella presunta e distorta abilmente dal PD) è sempre la stessa: 30 senatori a favore e solo 3 contrari (solo sull'adozione del figliastro). Perché non chiedete alla Lorenzin che continua a tirare la corda, pur essendo un autorevole esponente del Governo e di maggioranza? Pregherei tutti di tenere ben distinti i fatti dalle proprie, legittime opinioni.

      Elimina
    2. Sig. Alesi io la conosco e la rispetto, rispetto la sua intelligenza e la sua onestà, nel mio piccolo anche io ho fatto un pò politica, credo correttamente,non vedo il motivo di offendere le nostre intelligenze sprecando tempo a parlare dei 5s, credo che su altri temi io e lei ci si possa confrontare ed a volte anche convergere.

      Elimina
    3. Sig. Volpe mi limitavo semplicemente a dare un contributo acritico alla verità, così come esse si è presentata oggettivamente. Non voleva essere un endorsment ruffiano nei confronti dei grillini. Credo che da parte di tutti noi debba esserci una maggiore obiettività nell'analisi politica. Non è la fine del mondo se anche il partito in cui si crede, commette degli errori. Ammetterlo non è un atto di debolezza ma, al contrario, un valore aggiunto. Io avevo capito che per il PD è un problema serio votare quel ddl, perché votando i singoli emendamenti emergerebbero tutte le contraddizioni e le differenze abissali al loro interno e all'interno della maggioranza. Coprire una evidenza così palese, gettando la croce ai grillini mi sembra una astuzia, peraltro abbastanza scoperta. Se, ogni tanto, si desse ragione anche a chi normalmente si contesta si acquisirebbe maggiore credibilità nell'affermare le proprie posizioni. Questo ovviamente vale per ciascuno di noi, appassionati di politica. Ricambio la stima nei suoi confronti ed è proprio la sua esperienza politica che mi sollecita un confronto leale e rispettoso.

      Elimina
    4. Sergio..purtoppo si confondono due campi da gioco con diverse regole e diversi giochi..in uno vi sono i nostri desiderata, che sono proiezioni delle nostre convinzioni..dall' altra invece ci sono le nostre possibilita di migliorare noi stessi e il prossimo: in occidente abbiamo stabilito di farlo in un luogo dove ci si confonta pacificamente, senza armi o percosse.. Ma semplicemente contando i numeri di chi la pensa in un modo e chi nell' altro. Purtoppo si perde di vista che il velleitarismo esula da questo contesto..tocca essere realisti..ci piacerebbe tanto far emergere una nuova mentalita nei confronti delle minoranze nei gisti sessuali..proviamo a convincere, proviamo a chiedere che abbiano alcuni diritti...abbiamo constatato che la maggioranza dei nostri rappresentanti non e' convinta che questa minoranza meriti diritti di parita..ne consente solo alcuni ma ancora vuole tenere un distinguo...sarebbe un confronto anche interessante e invece , siccome affonda dentro le convinzioni piu intime, abbiamo oservato che ha fatto riemergere gli istinti piu viscerali, aggressivi e a mio giudizio perniciosi: parlare di unioni contronatira era cosa che si faceva durante la repubblica di weimar..sarebbe bastato questo per frenare il lessico..e invece non si sta facendo.. E questo a me turba parecchio

      Elimina
  6. La venuta di Renzi ha rovinato il PD, un partito che ha perso tutto della sinistra soprattutto le idee. Questo però non giustifica il fatto che certi elementi che a detta di tanti dovrebbero governare in un futuro prossimo venturo, l'Italia e ancor prima Roma, si permettano di insultare quando loro sono i primi a non accettare nessun commento, dubbio o critica . Anche secondo me questi dei 5 S stanno prendendo una brutta piega a destra. Non mi piacciono.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo non e tema dell' articolo..e se ci pensi bene non e' tema che e' di appannaggio della sinistra esclusivamente..

      Elimina
  7. Armando Pupella24 febbraio 2016 17:22

    Governi e Parlamenti seri uniformano la legislazione alle leggi naturali : Non ammazzare nessuno, non tangentare, mamma e papà. Clericale? No, ovvio, scientifico, elementare, naturale, laicale, Watson ! Mamma e papà nacquero milioni di anni prima del Cristianesimo. Sic stantibus rebus, che ci azzeccano I cattolici ed il Vaticano ! Ma di che si parla? Del tecnicismo della fecondazione artificiale ! Non ci piove le Bebè ed I Bebè meglio farli all'antica col metodo classico ANCORA D'ATTUALITA ' : IL METODO RUSPANTE

    RispondiElimina
  8. Giuseppe Nonno bit Fazzina24 febbraio 2016 17:23

    Qualunque limitazione della libertà imposta alle coppie Gay è un'imposizione prevalicante di persone che giudicano in base al sesso e le convinzioni religiose ... ho ribrezzo per chi si erge a giudice e stabilisce ciò che è bene e ciò che è male per un bambino ...

    RispondiElimina
  9. Armando Pupella24 febbraio 2016 17:39

    Gravidanza surrogata/uteri in affitto = disumana compravendita di Esseri Umani: le Bebè ed I Bebè. In occidente gli Esseri Umani, gli Schiavi, erano oggetto di compravendita 2.000 anni fa, pratica disumana abolita dalla Chiesa Cattolica con l'amore fraterno per il Prossimo - Perché non possiamo non dirci cristiani ( Benedetto Croce ) pur non essendo credenti e nonostante i peccati e gli errori commessi dai cristiani per motivi politici, ignoranza ecc. Compravendita di Bebè nel XXI secolo : invece di andare avanti nell'umanesimo torniamo indietro.

    RispondiElimina
  10. Raffaele Bonafede24 febbraio 2016 17:40

    Siamo tutti contrari all'utero in affitto, in Italia è proibito e non mi risulta che ci sia qualcuno, a parte Emma Bonino, che lo vuole rendere legale. Anche a me da fastidio la mercificazione del corpo della donna a scopo riproduttivo, non capisco però cosa c'entri con l'argomento di cui stiamo parlando e perché viene tirato in ballo adesso, considerato che è una pratica in uso principalmente tra le coppie eterosessuali.

    RispondiElimina
  11. Scusi Volpe, a ben guardare c'era anche una quarta possibilità: approvare tutta la legge e subito, se non fosse uscito quell'infernale strumento del canguro ritenuto inammissibile persino dal mite Presidente Grasso. La posizione ufficiale dei Grillini (non quella presunta e distorta abilmente dal PD) è sempre la stessa: 30 senatori a favore e solo 3 contrari (solo sull'adozione del figliastro). Perché non chiedete alla Lorenzin che continua a tirare la corda, pur essendo un autorevole esponente del Governo e di maggioranza? Pregherei tutti di tenere ben distinti i fatti dalle proprie, legittime opinioni.

    RispondiElimina
  12. dISCUSSIONE MOLTO SPINOSA dalla quale si evince un unico inossidabile concetto ..la colpa di tutto questo sbandamento e' solo ed esclusivamente dei grillini ..esistono danno fastidio mettono i bastoni tra le ruote insomma scocciano ampiamente ..come tutte le VERE OPPOSIZIONI ..strano vero ? Erano abituati a non averne OPPOSIZIONI o meglio alcuni si sono divisi hanno creato ..finte ..opposizioni ..e' inutile fare altri ragionamenti tanto comunque vada un responsabile c'e' ..il MOVIMENTO CINQUE STELLE .....

    RispondiElimina
  13. Michele Maniscalco24 febbraio 2016 19:51

    Per l'ex segretario del Pd Pierluigi Bersani, interpellato da Repubblica.it la fiducia può essere evitata: "A me sembra che si potrebbe evitare di mettere la fiducia su un argomento di questo genere e prendere atto di quel che decide il Senato". Perché sulle unioni civili "si può avere tutto", ovvero una legge che contenga anche la stepchild adoption: "sono convinto che votando in aula c'e una buona probabilità di avere una legge nella sua compiutezza. E poi se ne mancherà un pezzo per un voto del Senato, otterremo lo stesso risultato che mettendo la fiducia...". Ben detto Onorevole Bersani. Allora perchè non dite a Renzi che la fiducia con le modifiche volute da Alfano tu e quel che resta della sinistra interna non la voterete?

    RispondiElimina
  14. Valentina Falcioni24 febbraio 2016 19:57

    Lo dicono..lo hai appena postato...ma è un rischio...allora c'è chi si difende dietro ai tecnicismi..e chi pensa che la legge così si porta al voto evitando altre modifiche pericolose per i diritti dei gay...la lega aspetta solo di poter emendato con voti segreti..è un passaggio piuttosto difficile perché si scontrano interessi antitetici. ..

    RispondiElimina
  15. Di sicuro Prodi nei suoi due governi, D'Alema, Amato, ed anche Letta e forse pure Berlusconi, questa legge l'avrebbero fatta molto meglio, peccato che non gli sia venuto in mente.
    Neppure a Fausto Bertinotti segratario di R.C. e presidente della camera è venuto in mente, neppure a Sandro Pertini venne in mente.... che peccato.

    RispondiElimina
  16. Cara Valentina Falconi, non è compito dei militanti o simpatizzanti del PD chiedere scusa ai cittadini convinti che il Ddl Cirinnà sarebbe stato approvato senza modifiche. Non si può tollerare che in alcuni senatori del PD prevalga il principio confessionale sulla laicità dello Stato. Se il partito si fosse presentato compatto nel dibattito parlamentare il capitolo, al Senato, sarebbe stato chiuso la scorsa settimana. Per realizzare la piena attuazione dei diritti civili non è accettabile la filosofia del chiedere 100 per ottenere 70. Realizzare il 70% non è garantito. Parte della maggioranza che avrebbe voluto affossare il Ddl, non soddisfatta, chiede altre modifiche. L'intervento del Governo è inopportuno, la questione doveva rimanere prerogativa parlamentare. Con l'accordo della maggioranza il testo modificato sarà approvato con il voto di fiducia. Ho l'impressione che tutto fosse pianificato. L'ipocrisia ci regalerà una legge con un riconoscimento annacquato dei diritti civili. Se la componente di sinistra del PD, adeguandosi al pensiero di Gramsci, si rifiuta di votare la fiducia, il Parlamento riconquisterebbe la sua centralità. Stando alle dichiarazioni delle forze politiche favorevoli, senza l'alibi del voto di fiducia, la legge dovrebbe passare con il testo originario.

    RispondiElimina
  17. Una riflessione accorata quella di Valentina sulle contrapposizioni, le reazioni scomposte che in tanti si affannano a scrivere per fare valere la propria opinione o la propria squadra. Anche a prescindere dalla bontà di ciò che viene proposto. In questo caso la questione è pressoché conclusa. Al ribasso e con una precisa vittoria della parte più retriva della compagine di governo. Non c’era altra possibilità secondo Matteo Renzi. Si poteva fare di più secondo altri e anche secondo me. Le posizioni dei grillini sono state chiare fin dall’inizio ufficializzando di volere votare il ddl Cirinnà completo, ivi compresa l’adozione del configlio. 30 voti su 33 senatori. Non si è voluto provare scegliendo la via più facile e redditizia della fiducia. Un modo per rinserrare le fila e andare avanti. Si dovrà ritornare sulla delicata questione delle adozioni, e si è anche eliminato il riferimento alla “fedeltà” di coppia per evitare qualsiasi analogia con il matrimonio. Un’altra piccola vittoria degli alfaniani. Per quel che mi riguarda hanno fatto benissimo, una cazzata in meno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per chiarire meglio la questione fedeltà.
      Averla tolta dalla legge la ritengo un fatto positivo perché qualsiasi norma non deve entrare nel merito dei sentimenti. E quindi per me è pure sbagliato che ci sia per il matrimonio tradizionale.
      Ma la questione è, invece, rilevante perché in questo modo viene tracciato un discrimine ancora più profondo tra le unioni civili e, appunto, i matrimoni. Insomma, no all'adozione del configlio, e, forse ancora peggio dal punto di vista etico, no alla fedeltà. Non è necessaria... Voi siete "diversi". Potete tradire...
      Spero di avere reso l'idea.

      Elimina
  18. Chiedere cento per ottenere settanta...ma ora bisogna essere convinti che questo settanta e' utile a coloro a cui si riferisce la legge..mi sento sconfitta, ovvio, ma comunque penso pure che , date le reazioni e le critiche scomposte..piu di cosi comunque non si poteva ottenere..si poteva fare di piu ma anche rischiare di perdere di piu..ho troppo rispetto per i gay per metterli anche in ostaggio di voti segreti, sgambetti, marce indietro...non credo sia giusto per loro...

    RispondiElimina
  19. La mano morta di Grillo. D'accordo, Grillo non è un raffinato della parola in papillon, ma non si può dire che non sia uno che dica quello che pensa, seppur con il suo stile casual sobrio e della sua frase sulla mano morta, ritengo non fosse difficile comprenderne il reale senso, anzichè bollarla strumentalmente in chiave "maninaco sessuale". Appare chiarissimo che nella sua metafora, la morta è quella del PD che colpevolizza i Cinque Stelle, perchè non ci stanno a farsela infilare tra le coscie. Coraggio, riflettendoci, non è difficile da capire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. d'accordissimo con ogni parola e punteggiatura di Caianiello!

      Elimina
  20. Ho letto l'articolo in ogni sua parte, se in alcune cose posso concordare, una è che vengano approvati i diritti civili e le scuse della democratica Falcioni...in merito alle scuse mi domando perché chiederle.. forse perché comprende che qualcosa non quadra in questo partito così anomalo e un governo così avanti da prevedere un piano B.
    Quello che non quadra è che un partito che vuole essere di sinistra non può essere al suo interno così smembrato e distante, da dover raccattare voti altrove, da dover inchinarsi ai voleri di alleati e oltre..da dover accettare affermazioni inesatte e prive di senso dai rappresentanti del governo.
    Anche muovere accuse all'avversario più temuto lo trovo un tantino sconveniente e colpevole, in realtà la responsabilità è generale, chi per convinzione, chi per calcolo, chi per dimostrare di avere un certo potere o peso come dir si voglia e anche un pò degli italiani, abbiamo dimostrato di essere un paese arretrato socialmente e culturalmente e persino un pò troppo schiavi del pensiero religioso, se mi si passa il termine, le menzogne poi, sono il pane quotidiano di alcuni giornali e di molti politici...
    Il modo con cui si è voluti arrivare al traguardo è antidemocratico, ciò è palese e fuori discussione.
    Non sono per la guerra ad oltranza...sono per la verità..pura e semplice ecco tutto

    RispondiElimina
  21. Carissima Valentina, sono d'accordo con te quasi su tutto, perciò credo sia superfluo ritornare su questo argomento, ho ampiamente commentato nei due servizi precedenti su questo blog. Qui ognuno dice la sua con la convinzione di essere il detentore della verità e lo fa con la presunzione di saper discernere ciò che è giusto e ciò che non lo è. Mentre trattasi soltanto di una vergogna italiana che si sta portando avanti tra furberie, tranelli e agguati miserabili solo con lo scopo di buttare fumo negli occhi agli inconsapevoli ed inermi italiani. Tutto questo per un pugno di voti ed un ottuso personalismo, intanto continuano a restare nella stagnazione, pietose situazioni di coppie che ancora pazientemente, aspettano la risoluzione dei loro problemi. Una legge, la Cirinnà, che dovrebbe sanare quelle unioni, cosiddette civili, prima che la magistratura intervenga con leggi ormai di tipo feudale. Come ho avuto modo di dire e spiegare, purtroppo, questo è uno dei tanti casi politici, in cui la falsità e l'ipocrisia la fa da padrone, dando la possibilità ad inqualificabili personaggi di mettersi in evidenza considerando l’aula del Parlamento non un luogo di incontro e di dialogo, ma di scontro e di sopraffazione. Secondo il mio modestissimo parere, è evidente che si sta portando avanti uno squallido gioco delle parti, soltanto con la volontà di non far prevalere l’avversario, anche in presenza di leggi urgenti e necessarie. Mi auguro che venga fatta prevalere il senso della ragione, evitando le solite litanie, inutili parole che sono la vera anomalia italiana: LA CIALTRONERIA POLITICA. Sono convinto di non aver fatto una affermazione che non possa essere condivisa dalla gran parte del popolo italiano, d’altronde la grande disaffezione all’urna è una reale dimostrazione. Non c’è assolutamente la voglia di costruire e dialogare, primeggia, molto prepotentemente una feroce lotta in tutto e contro tutto o meglio specificata del “togliti tu che mi devo mettere io”. Possibile che nessuno si accorga che di questa vergognosa frammentazione politica, è oggetto di derisione da parte degli altri stati europei? Come pensiamo di pretendere rispetto dagli altri Stati, se non siamo in grado di approvare un legge per i nostri cittadini? Sarò scettico, ma la nostra situazione è davvero drammatica, manca totalmente la volontà di discutere, di non approvare, se una legge viene proposta dagli avversari, anche a costo di danneggiare gli incolpevoli cittadini. Continuo a non vedere all’orizzonte, una forza politica che abbia davvero le idee chiare per quel bene comune che può essere raggiunto solo attraverso il dialogo ed un serio confronto.

    RispondiElimina
  22. Cara Valentina, meglio una legge impoverita che nessuna legge.
    L'ho già detto e scritto e lo ribadisco con convinzione.

    Diversa però è l'analisi politica per capire dove stiamo andando nella lotta per i diritti.

    Ci fu un'epoca in cui in un Parlamento dominato dalla DC furono approvate leggi su divorzio e interruzione volontaria della gravidanza. La grande determinazione della piccola pattuglia radicale (nel caso del divorzio nemmeno presente in parlamento) seppe mobilitare il Paese e tutte le forze politiche, nessuna esclusa.
    Grandi confronti e dibattiti.

    Colpisce, invece, in questa occasione la miseria del dibattito politico.

    Questo è il dato politico: si sceglie il supercanguro e adesso la fiducia per evitare un confronto vero e onesto.

    Si poteva andare al voto in Parlamento, articolo per articolo, come si dovrebbe fare in Parlamento.
    Almeno si sarebbe giocata la partita, anche se probabilmente con i voti segreti non avremmo saputo chi ringraziare per ciò che passava e ciò che veniva bocciato.

    Invece, Renzi ha preferito far vincere a tavolino il fronte dei cattodem e degli alfaniani, ritirando la Stepchild... Però in realtà è una bella strategia da pokerista... Ma ha anche il sapore dell'uva acerba!

    Quindi, certamente è il PD che non vuole la Stepchild e non vuole andare alla conta in Parlamento.

    D’altra parte c’è perfetta assonanza tra le sciocchezze della Lorenzin che blatera della necessità di introdurre il reato di utero in affitto, che esiste dal 2004, e le minchiate della senatrice Venera Padua, secondo la quale approvare la Stepchild sarebbe come “avallare il possibile scardinamento del sistema familiare ed ammettere l’introduzione implicita di pratiche finora vietate dalla legge”.

    Non si ammette proprio nulla, perché resta invariata la norma che vieta le pratiche tanto aborrite… da essersi per 12 anni non accorti che la norma che le vieta è inefficace e inapplicata sotto ogni punto di vista, anche per volontà, dei tanti inaffidabili e non credibili cattodem e alfaniani.
    E quando parla di scardinamento del sistema familiare, mi sembra di sentire Giovanardi o Gasparri…
    Non si possono fare affermazioni simili e al contempo affermare che “l'estensione dei diritti patrimoniali, successori e assistenziali per le unioni omoaffettive è cosa giusta e dovuta”… e allora, in cosa consiste lo scardinamento della famiglia?

    In queste affermazioni non c'è alcun fondamento logico, culturale e giuridico.

    L'estensione alle coppie gay della possibilità di accedere all'adozione del figliastro, dal 1983 esistente per le coppie eterosessuali unite in matrimonio, non interveniva sull'impianto sanzionatorio relativo alla gravidanza surrogata (art 12 legge 40/2004) e non impediva di inasprire le pene per chi ricorre a queste pratiche, come proposto anche dalla senatrice Finocchiaro.

    È quindi falso affermare che la stepchlid adoption legittima e incentiva pratiche illegali.

    Il tema politico quindi è evitiamo di discutere. Così non emergono le contraddizioni interne al PD, il mai risolto conflitto tra posiziini democratiche e progressiste con posizioni clericali e conservatrici degne di Giovanardi, Gasparri e Meloni.

    Per non affrontare il nodo politico e culturale interno al PD, si rinuncia a un confronto vero con le sciocchezze che provengono da destra... perché le affermazioni di Meloni sono identiche a quelle di Fioroni.

    Dio ci liberi dagli oni.

    RispondiElimina
  23. antonella albertini24 febbraio 2016 22:32

    In questa vicenda ci sono alcune certezze: Renzi ha voluto affrontare il problema della legalizzazione delle coppie omosessuali, ha cercato una maggioranza per l'approvazione del ddl Cirinna', un disegno di legge per altro molto moderato e ragionevole. Purtroppo questa maggioranza é mancata a causa dell'ala cattolica e confessionale del PD e a causa delle peripezie dei 5stelle, che hanno dimostrato di non avere sensibilità verso i diritti civili, altrimenti avrebbero garantito i loro voti per approvare il disegno di legge Cirinna'. Diamo a Renzi il merito di aver affrontato questo spinoso problema, cosa mai fatta da nessuno dei suoi predecessori. A questo punto, per come si sono messe le cose, è giusto ricorrere alla fiducia, anche se bisogna rinunciare alla stepchild adoption. Meglio una legge depennata di un pezzetto che nessuna legge

    RispondiElimina
  24. Antonella, sono nella sostanza d'accordo con te, ma nel tuo ragionamento c'è uno scarto logico preoccupante.

    La verifica del voto non c'è stata e nemmeno la verifica della esistenza di una maggioranza in grado di approvare la legge.

    Anzi, a parole la maggioranza c'era perché le critiche del M5S erano rivolte alle procedure e non nel merito.
    Trasformare ciò in una contrarietà alla legge è una personale valutazione che non può essere trasformata in un dato oggettivo: "è mancata la maggioranza".

    No, non è mancata, il PD non ha voluto andare alla conta.

    Perché tutto ciò è preoccupante?

    Perché equivale ad attribuire al Parlamento il ruolo di ratifica di decisioni prese altrove.
    Questo significa cancellare il parlamento.

    Può essere una scelta, ma occorre averne consapevolezza.

    Potremmo fare che i cittadini votano i partiti e ogni segretario rappresenta il pacchetto di voti raccolti.

    Potremmo così avere un parlamento composto dai soli segretari e sarà approvato ciò che raccoglie i voti favorevoli di chi nella somma rappresenta più del 50% dei voti elettorali.
    Questa cosa mi ricorda l'assemblea degli azionisti.
    È questo che vogliamo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. antonella albertini24 febbraio 2016 23:15

      Avresti preferito vedere discussi gli ottocento emendamenti? É questa la democrazia?

      Elimina
  25. Penso anch'io che, non il PD, Renzi si debba scusare con tutti i cittadini che non hanno fatto che aspettare...aspettare l'approvazione integrale della Cirinna'. A questo punto è giusto ed opportuno che i Democristi escano dal partito ed i cattolici socialisti ci chiariscano i loro intendimenti sulle questioni morali. Un partito di tal fatta, con tante contraddizioni interne, scoppierà e la Sinistra interna ed esterna deve subito cercare una soluzione e, purtroppo, un leader nuovo e carismatico.Per quanto riguarda il merito della legge, come ho già detto precedentemente, tutte le supposizioni fatte dai commentatori sulle giustificazioni addotte dai partiti sono plausibili. Aspettiamo... delusi... aspettiamo... anche perché Marat e Robespierre mi hanno fatto sapere che sono impegnati per questo mese. Un piacevole articolo Valentina.

    RispondiElimina
  26. Armando Pupella25 febbraio 2016 08:56

    Le e gli omosex, GIUSTAMENTE, in Italia non sono discriminati infatti abbiamo avuto un Deputato trans e un Presidente di regione omosex dichiarato; tutt'ora abbiamo un altro Presidente di regione omosex dichiarato. In altri Paesi, invece, sono purtroppo discriminati e perseguitati con dure condanne penali. In Unione Sovietica e nella Cuba di Fidel Castro erano PURTROPPO discriminati.
    Gli omosex occidentali avrebbero un gran merito se protestassero pacificamente e SERIAMENTE (non con carnevalate alla gay pride) davanti le ambasciate di quei Paesi che condannano a morte gli omosex.

    RispondiElimina
  27. Il partito democratico produce una legge che si chiama Cirinnà.
    Dopodiche alcuni esponenti del partito democratico della maggioranza
    partecipano al Family Day contro la legge Cirinnà del partito democratico.
    Gli unici due partiti che non partecipano sono:
    Movimento 5 Stelle e Sel.
    Infatti sono gli unici partiti che hanno SEMPRE DETTO:
    "noi, con libertà di coscienza o senza libertà di coscienza, voteremo la legge Cirinnà TUTTA! (avranno 1 caso, 2 casi, 3 casi di coscienza ma non fanno statistica)
    La legge arriva in Parlamento e, naturalmente, ci sono gli emendamenti
    perchè ci sono quelli che la vogliono cambiare come in tutti i parlamenti democratici.
    E, che cosa fa il partito che ha proposto questa legge? comincia ad esaminare questi emendamenti per avere una maggioranza e bocciarli?
    NO!
    si presenta con un super-canguro
    (che poi è una truffa incostituzionale e contraria ai regolamenti parlamentari!) per NON cominciare a discutere gli emendamenti.
    Naturalmente i 5 Stelle come fanno ad accettare il canguro!!?? se lo accettano sta volta praticamente si radono al suolo per sempre! e quindi dicono:
    votiamo la legge emendamento per emendamento! ci vorrà qualche giorno in piu? ma avremo la legge!!!
    E INVECE LA LEGGE NON CE L'ABBIAMO.
    E' una vittoria del nuovo centro destra questa? Secondo me è una vittoria di pirro! perchè è una sconfitta di tutti i cittadini
    in quanto i diritti che sono contenuti in questa legge, negati, è una sconfitta per tutti.
    MA soprattutto è una catastrofe per il partito democratico che avrebbe dovuto presentarsi con una sua maggioranza e garantirla...
    invece, dato che non la garantisce, non vuole votare emendamento per emendamento! e si presenta con uno strumento incostituzionale! COME FAI AD APPROVARE UNA LEGGE "PER I DIRITTI" CON UNO STRUMENTO CHE TOGLIE I DIRITTI COSTITUZIONALI ALLE OPPOSIZIONI E QUINDI ALLA DEMOCRAZIA????

    RispondiElimina
  28. In questo Paese il problema principale è che: 1) La Costituzione la riforma Verdini 2) La legge elettorale con Berlusconi 3) Il job act lo fa chi non ha mai lavorato un giorno in vita sua 4) Ai pensionati mette mano chi prende le pensioni d'oro e le unioni civili le fanno con Alfano! .........aspettiamo la riforma della giustizia con Toto Riina e poi le abbiamo completate tutte! Perchè di questo stiamo parlando! l'accordo con Alfano non porterà altro che a una legge sulle unioni gay che non piace neanche ai gay!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Condivido la maggior parte del commento di Stefania Sardisco! Inoltre mi rallegro per la candidata 5 stelle a Roma. Forse per la prima volta la capitale avrà una sindachessa con le mani pulite!

      Elimina
  29. Una domanda al direttore ed alla signora Sardisco, se posso.
    Mi sembra ovvio che la vicenda unioni civili è un tema che appassione tantissimo.
    A parte il fatto che non ho mai sentito una parola del direttore al riguardo, chiedo e vorrei una risposta, come mai nel programma elettorale del m5s che ha trattato di tutto, non c'è una parola che riguardi l'argomento?
    Dato che sono certo che entrambi lo abbiano letto con cura ed attenzione, mi chiedo quale sia stata allora la lo posizione.
    Gradirei una risposta semplice che non mi rimandi a leggere altro, anche perchè non ne sono capace.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vediamo se riesco a farmi capire dal mio perenne amico Sergio Volpe.
      - Il 7 febbraio 2016 sul blog scrivevo: Per chiarire subito. Io sono perfettamente d'accordo con le norme previste nel cosiddetto ddl Cirinná che regolamenta le Unioni Civili. Ma lo sono ancor di più riguardo le condizioni previste per le adozioni dei figli del partner. Senza alcuna differenza di genere. Ritengo sia il minimo indispensabile per fare uscire l'Italia da un fin troppo lungo periodo oscurantista.
      - Il 21 febbraio ho continuato così: Lo scorso 7 febbraio ho esposto la mia posizione sulla regolamentazione dei rapporti diversi dal cosiddetto matrimonio tradizionale. In quell'articolo ho criticato fortemente la tardiva libertà di coscienza “concessa” ai parlamentari del M5S. Ho apprezzato tantissimo l’iniziativa del PD e ho pienamente condiviso il Ddl Cirinná sulle Unioni Civili comprensivo della parte riguardante l’adozione del figlio del partner. Ipocritamente Stepchild Adoption. Lo ripeto, mi sembra il minimo indispensabile perché una società possa definirsi libera e civile.
      E questo per la mia posizione sulle Unioni Civili. Non so se può bastare.

      Per quanto riguarda il programma dei 5 Stelle, che non ho mai letto accuratamente, non ho idea se comprendesse l’argomento. L’unica cosa che so è che hanno ufficializzato in tutte le salse la loro condivisione del ddl Cirinnà completo di tutto, senza le castrazioni che sono state apportate per fare contenti gli alleati, per esempio quella dell’obbligo della fedeltà di cui ho scritto nel mio precedente commento, tanto è vero che non hanno mai presentato alcun emendamento. La posizione ufficiale del gruppo dei senatori ribadita più volte è questa: su 33 componenti soltanto tre non condividono l’adozione del configlio. Altro non so. Fammi sapere se c’è ancora qualcosa di non abbastanza chiaro.
      La signora Sardisco, se vorrà, risponderà direttamente.

      Elimina
    2. No non può bastare amico mio lungamente caudato, non è quello che ti ho chiesto.
      Come tu avrai ben capito, ti ho chiesto del programma elettorale del m5s, come tu hai ben capito .
      Vado più nel particolare per tendere una mano verso la tua coda, le unioni civili erano ne programma del PD, mancavano totalmente nel programma di Casaleggio.
      Visto che sono certo tu abbia letto entrambi, ti ho chiesto quanto tu ti sia indignato allora.

      Elimina
    3. Il programma elettorale del M5S prevede:
      1) trasparenza e partecipazione 2) spending trasparecy 3) bilancio trasparente 4) bilancio partecipativo 5) finanziamento alle associazioni: trasparenze di scopo, spese e attività 6) casa delle associazione e data base 7) 5x1000 destinato alle attività sociali 8) semplificazione ed efficienza della macchina comunale 9) partecipazione dei cittadini nelle Commissioni e nei consigli comunali 10) ordine del giorno dei consigli comunali 11) giornalino di Corsico come mezzo di informazione del cittadino 12) internet wi-fi gratuito 13) tavoli di lavoro tematici 14) consultazione popolare comunale 15) potenziamento degli "Istituti di partecipazione popolari 16) sicurezza e legalità 17) lotta alle slot 18) miglioramento del servizio di sorveglianza 19) scelta degli assessori 20) incarichi pubblici e società partecipate 21) appalti pubblici 22) politiche sociali 23) casa 24) recupero eccedenze alimentari 25) partecipazione dei giovani all'amministrazione della città. Ognuna di queste voci è una sorta di capitolo dove sono incluse una serie di cose ma dovrebbe andare a leggere sig Volpe. No, probabilmente (ma non ho approfondito) non c'è un programma sulle unioni civili. Ma chi altro ha i programmi del M5S? questi programmi intendo? Non mi pare che in questo Paese che crolla da ogni parte, la priorità siano le unioni civili! Poi, si sa, ognuno ha le sue! Ma se non è soddisfatto vada pure a vedere sul blog, è aperto a tutti coloro che vogliono, poi, parlare con cognizione di causa.

      Elimina
    4. Ho un'altra lista se le interessa, per la precisione ne ho altre 23 liste esattamente come quella sopra scritta. Adesso che guardo c'è anche il registro delle unioni civili! ops guarda un pò....... che dice: "Sarà adottato un registro delle unioni civili, con l'obbiettivo di tutelare e sostenere tali unioni, per superare situazioni di discriminazione e favorirne l'integrazione nel contesto sociale, culturale ed economico del territorio". Sig Volpe! ma a questi maledetti grillini non sfugge proprio nulla!

      Elimina
    5. Si prenda qualche minuto e si legga l'intera lista. Potrebbe trovarla interessante, Saluti.
      http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/corsico/Programma_elettorale_amministrative_2015_v14.pdf

      Elimina
    6. Gentilissima signora, è perfettamente inutile che lei si arrampichi sugli specchi, Casaleggio non ha mai parlato ne scritto nulla ne nel programma e neppure altrove, mi porti il passo scritto o verbale dove si parla di adozioni per coppie omosessuali o di reversibilità pensionistica o altro.
      Lei e brava e tenace, sono certo che farà carriera, ma la prego di non rispondermi più con geroglifici, se preferisce non mi risponda proprio.
      Sopravviverò.

      Elimina
    7. E se le Unioni Civili mancavano nel programma dei grillini che importanza ha? Non credo di essermi indignato allora e nemmeno di avere fatto festa perchè erano in quello del PD. Anzi, per la verità, sono passati circa tre anni, non credo di essermene occupato. Penso, invece, sia importante il fatto che in questa occasione i grillini avrebbero votato la legge Cirinnà completa in tutte le sue parti. Al contrario di chi, pur avendola nel programma, ha portato avanti la norma senza alcune parti non secondarie per una questione interna e di alleanze di governo. Sono scelte, pure comprensibili.

      Elimina
    8. Se la metteranno al primo punto del prossimo loro programma di governo io li voterò.
      Lo dicano però adesso, dicano che vogliono le adozioni per come è possibile per tutte le altre coppie.
      Facciano la campagna elettorale su questo punto.
      Però devo essere sincero, questo argomento mi ha stancato.
      Non ne abbiamo mai parlato in 35 anni io e te, pensi che dobbiamo farlo adesso per recuperare?

      Elimina
    9. Il fatto che le unioni civili non fossero nel programma dei 5stelle non vuol dire affatto che erano contrari. Semplicemente, quando si scrive un programma, non si può elencare tutto ciò che verrà fatto nei 5 anni di legislatura. Il programma è la somma delle priorità ritenute più rappresentative della identità politica di ciascun partito o movimento.

      Elimina
    10. Amico Maurizio, io come lei saremmo andati anche ben oltre il testo originario della prima stesura della legge Cirinnà.
      Il fatto è che per un verso o per l'altro questo non è stato possibile, non c'era una maggioranza parlamentare e quasi certamente neppure popolare.
      Dobbiamo solamente chiederci se oggi è meglio di ieri, poi si sarebbe potuto fare meglio e di più, per esempio si poteva evitare il discorso sulla ''Fedeltà'', veramente ridicolo.
      Da lei mi aspetto, nel rispetto dei suoi orientamenti, ragionamenti e posizioni legati alla realtà.
      Da lei mi attendo posizioni costruttive e propositive, l'essere contro a prescindere su tutto e tutti alla fine logora e stanca, anzi annoia e rende tutto radicalizzato e stupido.
      Stare nel coro è magari comodo, ma lei ha ricevuto dalla natura un dono che le permette di poter esercitare se è il caso il ruolo di solista.
      Non lo sprechi.

      Elimina
    11. Vorrei aggiungere ancora una cosa.... La legge Cirinnà era partita riconoscendo anche i diritti a dei bambini che già esistono affinchè anche loro potessero avere dei genitori (parlo dell'adozione del figlio del coniuge) Questa norma è stata sacrificata sull'altare di una minuscola minoranza di fanatici che c'è dentro il pd e dentro i suoi alleati alfanini, che poi è la maggioranza di uno Stato estero che si chiama Vaticano, sull'altare di questa esigua minoranza e delle interferenze del Vaticano è stata sacrificata questa norma che abbiamo orrendamente sentito chiamare "Stepchild adoption" che è stata spacciata come l'apertura all'utero in affitto! il che non è affatto vero perchè è vietato!. Tutto questo a discapito di una maggioranza che, in senato, era prontissima a votare tutta la legge Cirinnà compresa la Stepchild adoption. Il governo ha voluto impedire alla maggioranza di votare TUTTA la legge e ha costretto la maggioranza del senato a NON votare la legge sulla quale c'era la maggioranza! E' una cosa pazzesca!!! Hanno usato il super canguro che anche il presidente Grasso ha ritenuto INAMMISSIBILE e che quindi non si poteva nemmeno porlo all'ordine del giorno. A quel punto a cosa sono ricorsi? a un voto di fiducia AL GOVERNO su una legge che NON è del Governo! ma è di iniziativa parlamentare, dopo che lo stesso partito di Renzi aveva lasciato libertà di coscienza ai suoi! Oggi, non solo non gli ha lasciato libertà di coscienza, ma ha imposto di votare una legge snaturata, che non era quella originaria, e ha impedito a Sel e 5 Stelle di votare una legge alla quale erano favorevoli! quindi stiamo parlando di una PICCOLA minoranza che impedisce alla maggioranza di esprimere il meglio! dopodichè si dice "ci accontentiamo"!!! Guarda che se oggi avessero lasciato votare la legge articolo per articolo, in 3 giorni l'avremmo avuta approvata esattamente com'era uscita originariamente. Sig Volpe, se lei facesse le pulci al Governo come cerca di farle al M5S....probabilmente avremo tutti un giovamento. Ma lei, per partito preso, è contro il Movimento quindi nemmeno la madonna quand'era giovane sarebbe riuscita a fargli aprire la mente in questo senso. Detto questo e appurato che il mio sforzo è una perdita di tempo...la saluto. Non riaprirò ancora l'argomento con lei. Saluti

      Elimina
    12. Caro Sergio, per favore, sono disposto ad accettare tutte le critiche che mi piovono addosso. Tutte, tranne quella di essere considerato dentro il coro. Per mia natura mi trovo sempre dalla parte della minoranza, quasi per istinto. Anche in questo caso, considerare chi non ha simpatia per Renzi dentro il coro mi sembra un ragionamento a senso invertito. Comunque c'è sempre spazio per un confronto civile e democratico

      Elimina
    13. Amico Maurizio, io come lei saremmo andati anche ben oltre il testo originario della prima stesura della legge Cirinnà.
      Il fatto è che per un verso o per l'altro questo non è stato possibile, non c'era una maggioranza parlamentare e quasi certamente neppure popolare.
      Dobbiamo solamente chiederci se oggi è meglio di ieri, poi si sarebbe potuto fare meglio e di più, per esempio si poteva evitare il discorso sulla ''Fedeltà'', veramente ridicolo.
      Da lei mi aspetto, nel rispetto dei suoi orientamenti, ragionamenti e posizioni legati alla realtà.
      Da lei mi attendo posizioni costruttive e propositive, l'essere contro a prescindere su tutto e tutti alla fine logora e stanca, anzi annoia e rende tutto radicalizzato e stupido.
      Stare nel coro è magari comodo, ma lei ha ricevuto dalla natura un dono che le permette di poter esercitare se è il caso il ruolo di solista.
      Non lo sprechi.

      Elimina
  30. Michele Maniscalco25 febbraio 2016 14:59

    MA QUANTA DELICATEZZA NE CONFERMARE UNA SCONFITTA CLAMOROSA DELLA SINISTRA INTERNA AL PD.

    Battaglia appena cominciata? vi sieti arresi senza combattere.
    "La minoranza Pd voterà la fiducia, ma senza entusiamo: "Destra e sinistra esistono e sono cose diverse. Si è visto nella discussione sulle Unioni civili - scrive Roberto Speranza su Facebook - Il Pd ha sbagliato a scegliere la strada a ribasso con Alfano. Ora non bisogna fermarsi. La battaglia per l'uguaglianza dei diritti è appena cominciata".

    RispondiElimina
  31. Armando Pupella25 febbraio 2016 15:28

    E ORA DI ESSERE CIVILI ! Ce lo chiede l'Europa ! Noi italiani siamo stati maestri di civiltà! Dagli altri si recepisca il meglio, non le stranezze che vengono da nord ovest dell'Oceano Atlantico ( in alcuni Stati degli USA vige la pena di morte) e dal di là delle Alpi. L'Europa tra le tante eurostranezze ci dice di far mozzarelle e formaggi senza latte ma con la farina di latte ! ! !
    L'Europa ci dice anche di sistemare i conti pubblici e di diminuire notevolmente il terrificante debito pubblico, ma a questo punto si rompe il telefono perché non c'è volontà politica e sindacale di eliminare sprechi, spropositati privilegi, tante auree poltrone superflue e / o in eccesso nel Parlamento Nazionale e dall'Etna alle Alpi. Il debito pubblico si può diminuire e il patto di stabilità europeo si può rispettare per promuovere lo sviluppo economico-occupazionale-demografico-sociale-morale in modo decente, senza rompere le tasche agl'italiani. Tasche nell'accezione di portafoglio e logorio psicofisico.

    RispondiElimina
  32. Sarà per via della stanchezza ma non ho capito il senso di questo articolo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certamente lei è molto stanca.

      Elimina
    2. Codardo o codarda, è quello o quella fornito-a di coda?
      se è si, ho capito chi è l'anonimo.

      Elimina
  33. E vi dirò che io ho votato sì alle consultazioni per le unioni civili ma se mi avessero chiesto di votare sì alle adozioni avrei risposto con un bel No. No alle adozioni, frutto di fecondazione assistita o derivate da utero in affitto. Sì alle adozioni di bimbi abbandonati o comunque di piccoli che hanno perso entrambi i genitori per svariati motivi. Ovviamente i si potrebbero arricchirsi ma resterebbe un no secco, verso l'economia da utero. E da elettrice, sostenitrice e attivista del 5 stelle, rimprovero al movimento la non consultazione su un tema così importante che non andava lasciato alla libera coscienza.

    RispondiElimina
  34. Io non so a cosa faccia riferimento la " mano morta" di sicuro so che se si richiama un fatto bisogna anche argomentarlo. E siccome sono abituata alle mezze accuse denigratorie, non chiederò di argomentare .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara AsiaLucia, devo confessarti che ti leggo molto volentieri... a differenza di chi è convinto/a di poter dare risposte calzanti ai tanti interrogativi che ci assalgono in una riforma talmente complicata che oltre alla coscienza, occorre una forte dose di raziocinio e una grande volontà di dialogo. Come te, sono abituato ad analizzare le cose, senza lasciarmi trasportare dal tifo politico e da un esasperato pressappochismo. Lo ripetuto in tutte in tutte le salse, queste sono riforme che richiedono pazienza politica "savoir faire, perchè riguarda la parte più profonda del genere umano. I partiti o movimenti, non è importante come definirli, cosa fanno? Si azzannano come bestie feroci. Credimi, cara AsiaLucia, non mi sono mai indignato come in questa occasione, mi fanno schifo dal primo all'ultima forza politica.... non riescono a ragionare ed a dialogare nemmeno in queste circostanze molto delicate. Possibile che non si rendono conto di cosa stanno parlando? Certo il PD sta governando e deve prendersi la fetta più grossa di incoerenza politica, e gli altri dove sono? Li esorterei solo a vergognarsi un po tutti quanti, quasi, quasi ci conviene importarli dall'estero gli uomini per farci amministrare. Noi qui, su questo blog cerchiamo di argomentare di darci un minimo di coerenza e di discussione, spero almeno che sia utile a questi "soggetti" che sanno usare il cervello soltanto per profferire parole senza senso.

      Elimina
    2. Vorrei aggiungere ancora una cosa.... La legge Cirinnà era partita riconoscendo anche i diritti a dei bambini che già esistono affinchè anche loro potessero avere dei genitori (parlo dell'adozione del figlio del coniuge) Questa norma è stata sacrificata sull'altare di una minuscola minoranza di fanatici che c'è dentro il pd e dentro i suoi alleati alfanini, che poi è la maggioranza di uno Stato estero che si chiama Vaticano, sull'altare di questa esigua minoranza e delle interferenze del Vaticano è stata sacrificata questa norma che abbiamo orrendamente sentito chiamare "Stepchild adoption" che è stata spacciata come l'apertura all'utero in affitto! il che non è affatto vero perchè è vietato!. Tutto questo a discapito di una maggioranza che, in senato, era prontissima a votare tutta la legge Cirinnà compresa la Stepchild adoption. Il governo ha voluto impedire alla maggioranza di votare TUTTA la legge e ha costretto la maggioranza del senato a NON votare la legge sulla quale c'era la maggioranza! E' una cosa pazzesca!!! Hanno usato il super canguro che anche il presidente Grasso ha ritenuto INAMMISSIBILE e che quindi non si poteva nemmeno porlo all'ordine del giorno. A quel punto a cosa sono ricorsi? a un voto di fiducia AL GOVERNO su una legge che NON è del Governo! ma è di iniziativa parlamentare, dopo che lo stesso partito di Renzi aveva lasciato libertà di coscienza ai suoi! Oggi, non solo non gli ha lasciato libertà di coscienza, ma ha imposto di votare una legge snaturata, che non era quella originaria, e ha impedito a Sel e 5 Stelle di votare una legge alla quale erano favorevoli! quindi stiamo parlando di una PICCOLA minoranza che impedisce alla maggioranza di esprimere il meglio! dopodichè si dice "ci accontentiamo"!!! Guarda che se oggi avessero lasciato votare la legge articolo per articolo, in 3 giorni l'avremmo avuta approvata esattamente com'era uscita originariamente.

      Elimina
  35. AsiaLucia, è assolutamente legittimo affermare "No alle adozioni, frutto di fecondazione assistita o derivate da utero in affitto" purché valga per tutti (etero e omo) e ci si adoperi per rendere applicabile e efficiente la norma che vieta qualcosa.

    Poi occorre chiarire No alla adozione o NO anche alla "produzione" di figli con utero in affitto e altro?

    Perché se si vuole contrastare la "produzione", la norma esiste da 12 anni e come ho ampiamente dimostrato in altre discussioni sul tema, non è sostanzialmente punibile chi ricorre all'estero all'utero in affitto a causa di come è concepita la pena; non è nemmeno perseguito chi in Italia pubblicizza e commercializza servizi atti a realizzare una gravidanza surrogata, sebbene la norma (art 12 legge 40/2004) condanni anche queste attività e queste potrebbero essere perseguite.

    Come minimo direi che non solo è un po' tardivo questo risveglio dopo 12 anni di impunito ricorso all'utero in affitto, ma non è credibile tirare fuori il tema in occasione di questo ddl che non interviene sull'impianto sanzionatorio e non modifica di una virgola la legge 40/2004.
    Pertanto, è indiscutibile che anche approvando la stepchild si poteva procedere con la repressione del fenomeno perché è un'altra legge che se ne occupa.

    RispondiElimina
  36. Michele Maniscalco25 febbraio 2016 21:09

    Neppure il Papa è arrivato a tanto.
    Unioni Civili, Calderoli: "Chi vota la legge va all'inferno. E Renzi concorre con Lucifero"

    RispondiElimina
  37. Gloria Trizzino25 febbraio 2016 21:48

    Ho letto più volte l'articolo della Falcioni e non so se condividerlo o meno. Intendetemi, non ho nulla contro le coppie omosessuali che sono sempre esistite e che vanno tutelate. Prima però di picchiare a destra e a manca chiedo alla signora di distinguere la fede dal bigottismo e soprattutto di informarsi sulla differenza tra fecondazione assistita e quella artificiale. Anche su questa non ho niente da dire se non che può generare un mercato per ricchi. In sostanza sempre di soldi si tratta. O no?

    RispondiElimina
  38. Rosalba Ferrara25 febbraio 2016 21:52

    Con il massimo rispetto per i commenti che riguardano l'articolo,leggendo le varie opinioni, condivise o meno, basati su come applicare la legge, articoli, maggioranza,canguri, voti di fiducia, e chi più ne ha più ne scriva. In tutte queste analisi, pareri opinioni, dove non voglio entrare, abbiamo, o si è escluso, il lato umanitario, la sensibilità di queste persone, che sotto certi aspetti, già il discuterne li classifica di serie B, come diversi. Decidere, come concedere qualcosa che spetta di diritto come normali cittadini. Si, come normali cittadini, da dove e come e chi ha deciso, quale sia la normalità?Chi può arrogarsi il diritto di giudicare chi è normale o no? Uomini come loro, con la differenza, di un potere bigotto, che predica una Chiesa, o un Parlamento, dove alberga, omosessualità, pedofilia, corruzione, abusi di ogni genere, ma che non ci sconvolge perchè viene dal Potere. Ribadisco un mio pensiero sacrosanto: chi ha il diritto di decidere cosa sia giusto o normale? Solo Dio, anche se cattolica, non praticante....

    RispondiElimina
  39. Se solo la memoria degli italiani fosse un pò meno corta, avrebbero le idee molto più chiare su chi vuole davvero questa legge e chi predica bene ed invece dietro le quinte razzola male. Il 22 febbraio 2010 a la 7 Renzi dichiarava: "Io non sono d’accordo sul matrimonio tra omosessuali , la penso come il rivoluzionario Obama. Sono contrario". Dal 2 Febbraio 2016, fa finta di sostenere non solo la legge Crinnà sulle unioni civili, ma anche le stepchild adoption. Un pò di memoria in più non guasterebbe certo, anziché discutere del nulla.

    RispondiElimina