mercoledì 21 ottobre 2015

Triplica soglia con(tanti) complimenti da Berlusconi.

Renzi Cantone Padoan 3000 eurodi Maurizio Alesi - Nella legge di stabilità in arrivo in Parlamento, Matteo Renzi ha voluto l’innalzamento della soglia per l’uso del contante, da 1000 a 3000 euro.

Come è sua abitudine non centra le priorità per gli italiani e sbaglia la rotta. In questo caso, come un fungo fuori stagione, una questione che nessuno (dicasi nessuno) aveva avvertito. Ma quando mai, in questi ultimi anni si è parlato di soglia per i contanti? Glielo hanno forse chiesto i pensionati, gli impiegati statali, i comunali, gli esodati, i disoccupati?

Euro casetteEppure ha avvertito il bisogno urgente di gonfiare le tasche di qualcuno con rotoli di banconote, come se fosse la cosa più attesa. Ogni italiano normale si sarà chiesto: ma chi, uscendo da casa con già 1000 euro nel portafoglio, soffriva per non poterne avere 3000? Oggi il più ricco esce con non più di 100 euro e, al supermercato come dal benzinaio, paga col bancomat o la carta di credito. E allora a chi è venuto incontro l’imprevedibile fiorentino? Cerchiamo di ragionarci su per capire la ratio di questa genialata. Renzi ha risposto in una delle sue pittoresche conferenze stampa, che il provvedimento è un modo per aiutare i consumi e il turismo. Il turismo? Ma che c’azzecca, direbbe qualcuno, il turismo.

I turisti usano con regolarità la moneta elettronica e pagano tutto con la carta di credito, anche il caffè al bar. E quando arrivano in Italia sanno che non è prudente uscire con troppo denaro appresso, stanno attenti agli scippi e a chi tenta di defraudarli gonfiandogli il conto. E allora a chi serve movimentare tutti quei soldi di carta? Non ci vuole grande acume per capire che tante banconote servono solo a chi ha interesse a non lasciare traccia dei soldi che spende e, soprattutto, che spende in nero.

pagamenti-con-smartphoneChi possiede 3000 euro in tasca non può non possedere anche una carta elettronica. Perché mai mettersi a contare tanti bigliettoni quando per pagare qualunque cosa basta strisciare un Pos o addirittura usare lo smartphone? Ma quale persona normale spende mille euro a botta cash? Proviamo adesso a dare qualche notizia.

La soglia per i pagamenti in contante, fissato nel 2011 a mille euro aveva l’obiettivo dichiarato di contrastare il riciclaggio e l’evasione. Quel tetto fu alzato da Berlusconi (e da chi sennò), e successivamente Monti lo riportò a 1000 euro. Oggi Renzi ci riprova e lo porta a quota 3000 obiettando che in altri Paesi i limiti non esistono. Non dice però che il Portogallo ha da tempo un limite di 1000 euro come l’Italia mentre Parigi, che Renzi ha preso come termine di paragone, l’ha abbassato a quel livello dall’1 settembre di quest’anno.

Il confronto con altri Paesi in ogni caso è insensato poiché, per esempio, Paesi come gli Usa o la Germania hanno un sistema sanzionatorio molto più efficace di quello nostro (quasi inesistente), e poi l’evasione fiscale non è di massa come dalle nostre parti. L’economia sommersa in Italia ha un valore, secondo le stime dell’Istat, compreso tra 225 e 275 miliardi di euro uguale al 17% di PIL. L’aumento della soglia a 3000 euro non può che alimentare ulteriormente lo sviluppo di quei valori.

RENZI-ALFANOAngelino Alfano si è subito dichiarato contento di intestarsi questo risultato, ottenuto da Renzi che lo ha accontentato senza battere ciglio. Ma quelli che oggi plaudono all’aumento dell’uso del contante, la pensavano in maniera del tutto opposta nel novembre del 2014. Il deputato di Scelta Civica Gianfranco Librandi (che oggi esulta per l’aumento della soglia), è lo stesso che votò l’abbassamento a 1000 euro esprimendosi così: “La scelta di limitare la circolazione del contante e di procedere a un progressivo abbassamento della soglia è motivata dall’esigenza di fare emergere le economie sommerse in considerazione del vasto utilizzo di tale modalità di pagamento in Italia e alla necessità di aumentare la tracciabilità delle movimentazioni finanziarie per contrastare il riciclaggio dei capitali di provenienza illecita, l’evasione e l’elusione fiscale”.

PadoanOggi, tutti in piedi pronti ad obbedire e a smentire se stessi, compreso il Ministro dell’Economia Padoan che la pensava allo stesso modo di Librandi e che oggi è allineato e si inchina al suo capo. A condannare questa improvvida decisione scende in campo persino l’Agenzia delle Entrate oltre che tutta l’opposizione, compresa quella interna dello stesso PD.

E anche il presidente dell’Autorità nazionale anticorruzione Raffaele Cantone ha definito la nuova soglia una “scelta sbagliatissima”, secondo il quale: “l’incremento dell’uso di carte di pagamento ha un impatto positivo sia sulla riduzione del sommerso, e di conseguenza sulle entrate fiscali, sia sui costi di gestione del contante”. “Così non si fa lotta all’evasione ma c’è bisogno di stabilità normativa. L’essere arrivati a 500 e risalire a 3mila dà l’impressione che purché si spenda, va bene.Il contante più libero è un regalo alla mafia”, parola di Raffaele Cantone.

Franco RobertiMa Renzi tira dritto anche di fronte al procuratore nazionale antimafia Franco Roberti che sostiene che è un segnale pessimo per la legalità, una scelta sbagliata che favorisce l’evasione fiscale, la circolazione del nero e danneggia la lotta al riciclaggio di denaro frutto di reato. Danneggia gli onesti e chi è impegnato a contrastare e reprimere gli illeciti.

In altre parole, questo provvedimento è un grande favore alla criminalità poiché aiuta a spendere meglio i proventi di un crimine, che quasi sempre sono in contanti e si riciclano i capitali illeciti. Non dimentichiamo inoltre che anche l’estorsione avviene attraverso il denaro cartaceo. Lo stesso vale per l’usura, e per la corruzione. A sollazzarsi per la splendida trovata è il suo maestro Berlusconi che non perde occasione per dire sorridente e soddisfatto: “Matteuccio mi copia”.

Maurizio Alesi
21 Ottobre 2015

19 commenti:

  1. Michele Maniscalco21 ottobre 2015 20:41

    Quando ho letto il titolo del link annunciato da Giangiuseppe ho pensato: questo articolo sarà facile da commentare perché da diversi giorni mi son fatta la mia opinione del perché di quello aumento del contante. Leggo l'articolo e mi trovo spiazzato. Tutto e di più di quello che avevo da dire l'ho trovato già scritto da bravissimo Alesi.

    Posso solo confermare che nel mio piccolo non porto mai più di 50 Euro in tasca e le spese superiori a 20 Euro le pago col BANCOMAT.

    RispondiElimina
  2. Una genialata che anche un bambino smonterebbe senza troppa fatica, l'ultima uscita di Renzi, che assomiglia sempre di più al suo padrino, che si compiace assai di questa somiglianza.
    Vorrei che mi si spiegasse, e il nostro Alesi lo ha evidenziato bene nel suo eccellente articolo...qui prodest...ecco la vera domanda.
    Le uniche persone che ne beneficeranno sono gli evasori, i ladri, i mafiosi, che hanno bisogno di riciclare gli sporchi ricavi delle loro azioni criminali.
    E dunque, mi chiedo, con tutti i problemi che ha il paese, gli italiani onesti, che pagano le tasse che giovamento hanno da questo innalzamento di soglia del contante? Nessuna, servirà solo a chi delinque, orbene, la criminalità ringrazia, gli evasori tirano un bel sospiro di sollievo...e domani il sole sorgerà ancora, su un paese che diventa ogni giorno meno limpido...

    RispondiElimina
  3. Liliana Olivieri21 ottobre 2015 20:56

    È una autentica boiata che conferma sempre più la natura delinquenziale dei componenti del governo. Con solo mille euro pagare tangenti e lavorare in nero per favorire le aziende che pagano.per essere tutelate alla difficoltà della trasparenza è difficile. Ha fatto un grande favore ai truffatori e agli strozzini che certamente torneranno.in auge dopo tante restrizioni. Su Alfano non mi pronunzio, è così squallido che non merita neppure critiche.

    RispondiElimina
  4. Gloria Trizzino21 ottobre 2015 21:25

    La notizia dell' elevamento a 3000 € della liquidità disponibile per i pagamenti in contante sarà certamente una soffiata di vento per i pensionati al minimo. Non è il mio caso, ma aldilà delle battute, mi chiedo come si possa parlare di ripresa economica con queste azioni, suggerite dal Cavaliere emerito e dalla Confindustria, considerato che non sono i lavoratori autonomi a poter disporre di Tanto per pagare quanto "richiesto" rischiando qualche scippo. Comunque ormai siamo abituati a tutto.

    RispondiElimina
  5. Non mi intendo di economia, ho il rifiuto! Non so quanti nel governo si intendono di economia visto che questo Paese è diventato povero anche in funzione di un'austerità di stato, o meglio, un'austerità imposta dall'UE. Non credo che 1000 o 3000 euro in contanti favoriscano qualcuno, gli affari si fanno alla "Saguto" alla "Mastropasqua". Aziende con 50 dipendenti non hanno spessissimo utili, Mastropasqua, oltre 20 incarichi e oltre un milione e duecentomia euro all'anno, di Mastropasqua è piena l'Italia, di Mastropasqua e signora! Ogni giorno si scoperchia un novello vaso di Pandora con milioni di euro che pigliano il volo. Degli economisti abbiamo piene le tasche, Visco, Prodi, Tremonti, Monti, ecc.. mille o tremila euro fanno solo ridere se la lotta all'evasione è il finanziere in agguato all'uscita della panetteria che controlla lo scontrino al pensionato che ha acquistato una rosetta perchè di più non può!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente...giova solo ai delinquenti e agli evasori....bel modo di fare lotta all'evasione fiscale, quella vera, beninteso...!!

      Elimina
    2. Secondo questo ragionamento potremmo innalzare la soglia anche a 12.000 euro. Se poi ci dice anche qual'è, secondo lei, la lotta all'evasione da fare le saremo anche grati.

      Elimina
    3. Bella domanda...se avessi la risposta certa sarei in parlamento o almeno proverei a dirla...certamente non è questo il modo, non è colpendo gli onesti che si risolve il problema, come non si è risolto col tentativo di far rientrare i capitali nascosti all'estero, in questo modo si favorisce l'uso del nero e dunque l'evasione...di cosa si sta parlando?
      il suo articolo è molto preciso in questo senso, forse è lei più deputato di me a dare una buona risposta...grazie per la bella domanda.

      Elimina
    4. Mi scusi Gisa, ma la mia risposta era rivolta al sig.Scamarda e non a lei.

      Elimina
  6. Mi scusi Gisa, ma la mia risposta era rivolta al sig.Scamarda e non a lei.

    RispondiElimina
  7. bene...mi sembrava un di essere stata molto attenta a leggere il suo bell'articolo, e di aver ben compreso la sua posizione...grazie.
    ...

    RispondiElimina
  8. Credo che la soglia dei 3000 coinvolga alcune categorie di lavoratori :gli artigiani, i piccoli commercianti e i piccoli imprenditori.Essi potrebbero essere coinvolti qualora, presi i contanti, non rilasciassero scontrino o fattura.Ma io capisco questi lavoratori autonomi , che a migliaia chiudono e a milioni restano disoccupati ed indigenti.Gli autonomi non sono garantiti come gl'impiegati statali e pubblici ed io lo capisco perche' sono stato l'uno e l'altro. Gli autonomi sarebbero dispostissimi a comportarsi correttamente, ma le tasse dovrebbero essere giuste e non esose ed inique come adesso. Alesi e Mario non hanno torto. Sbaglia solo chi crea i presupposti perche' cio' avvenga.

    RispondiElimina
  9. I predenti commenti e l'articolo dicono già tutto e non credo che si possa aggiungere qualcosa.
    E' chiarissimo l'intento di favorire il "pagamento in nero" per cui si dimostra ancora una volta l'ambiguità di questo governo, la pseudo furbizia di Renzi che qualcuno si ostina a far passare per genialità ma che dimostra una volta di più come l'interessato sia solo la mano lunga di interessi ben precisi che sfruttano la sfrenata ambizione del soggetto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Franco, quando penso che l'ho votato mi viene una rabbia che non ti dico. Questo è un berlusconi moltiplicato per 10. Pensa che su facebook non ho nemmeno più la voglia di scrivere di politica per quanto sono incazzato. Va beh, pazienza ancora un pò. Spero che il M5S mantenga le premesse e vinca le prossime elezioni. U saluto.

      Elimina
  10. Il contenuto è Impeccabile come sempre. Io ho solo commesso l'errore di leggerlo alle 9 del mattino e capirete che lo stato d'animo mi si infervora. È evidente che si tratta di un regalo pensato appositamente per "aiutare" gli evasori e i criminali. Renzi o Berlusconi? Sono uguali. Non si copiano bensì portano avanti un progetto criminale ovvero soppiantare la legalità. Nessuno tra noi comuni mortali avvertiva la necessità di innalzare la soglia semmai alcuni avrebbero gradito un reddito di cittadinanza che oltre a restituire dignità contribuirebbe ad aumentare i consumi ma Renzi pensa agli affari suoi e noi " disadattati" continueremo a sperare attendendo pazientemente quella rivoluzione culturale che stenta a partire.

    RispondiElimina
  11. Tremila euro in tasca!?
    Mica sono scema!

    RispondiElimina
  12. Ma veramente voi pensate che con la soglia a 1.000 € gli evasori, i riciclatori e i delinquenti non avessero già trovato il modo di continuare alla grande i loro traffici? Pensate veramente che con la nuova soglia cambierà qualcosa?
    Ma per favore!
    E poi leggendo leggendo mi sono accorto dello strano caso di uno che da quattro anni (un'enormità in politica) non è più presidente del consiglio, non è più nemmeno senatore, il partito gli si è sfaldato tra le mani, ma continua ad essere presente nei vostri discorsi come una nemesi, come un bisogno esistenziale, come una necessità dialettica per meglio esprimere i propri pensieri, come archetipo del male.
    Invece, molto ipocritamente fate finta di non accorgervi che tante cose fatte da Renzi sono molto peggio e più gravi dei trascorsi governativi berlusconiani, ma il vostro spirito critico si è dissolto come si sono dissolti i girotondini e il popolo viola . Come fareste ad esprimere un pensiero politico se non ci fosse Berlusconi?
    Si, il Cavaliere morirà, ma voi gli avete dato l'immortalità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E Renzi invece gli ha dato la continuità.

      Elimina