sabato 1 agosto 2015

A19. La Trazzera delle polemiche infinite

crocetta-ruspa-caltavuturodi Giangiuseppe Gattuso - Il 12 Giugno scorso ho pubblicato su questo blog “Quei demagogici dei grillini. Ma chi si credono”. Riguardava la nota vicenda della Trazzera di Caltavuturo.
E oggi 1° Agosto 2015 ritorno a parlarne. Quella che sembrava una ipotesi di lavoro, una quasi provocazione demagogica lanciata nello stagno melmoso della nostra politica, si è infatti tramutata in realtà.

FranaIl piccolo comune delle Madonie in provincia di Palermo, il 28 marzo 2015 è rimasto pressoché isolato dal resto del mondo a causa di una frana che ha interrotto il collegamento con l’A19. L’Autostrada che il successivo 10 aprile ha subito il cedimento di un pilone a causa di un movimento franoso vecchio di dieci anni. Da quel momento l’arteria di collegamento stradale tra Palermo e Catania resta bloccato con gravi conseguenze economiche e notevoli disagi per chiunque. Una situazione che, ad oggi, non ha ancora visto nulla di concreto.

Trazzera grillina e Di MaioRilevavo in quell’articolo un qualcosa di eclatante e raro. In pochi giorni, dal 16 al 25 aprile, due imprenditori del luogo (Giacomo Li Destri e Domenico Guggino) con i propri mezzi, e con l’accordo dell’amministrazione comunale, riescono a rendere la vecchia regia trazzera “Prestanfuso” praticabile al traffico veicolare, ricollegando così Caltavuturo alla rete stradale. Un risultato assolutamente lodevole che accade quando i cittadini decidono di fare qualcosa per la comunità senza polemiche e perdite di tempo.

La-trazzera-dei-grillini-5b3e562fb8442ed8df386a5a8615296cDa qual momento, grazie alla collaborazione sinergica tra le istituzioni locali, i cittadini e il Movimento 5 Stelle che stanzia 300.000 € dei fondi accantonati dalle loro indennità, scatta una corsa incredibile, durata appena 37 giorni, per trasformare ancora la Trazzera da pista sterrata in una vera e propria “strada” di emergenza. Fondo in calcestruzzo su rete elettrosaldata, larga 5 metri, lunga un km, semaforo, segnaletica e altri accorgimenti per mitigare le forti pendenze e garantire, per quanto possibile, la sicurezza. Ovviamente stiamo parlando di un intervento straordinario nel mezzo di una situazione emergenziale e di estremo disagio. (Per maggiori informazioni tecniche e sulle procedure seguite per la realizzazione della trazzera potete cliccare qui).

Il risultato è evidente, i veicoli fino a 3,5 tonnellate possono attraversarla con un risparmio di tempo notevole per i cittadini di Caltavuturo ma anche un percorso alternativo più breve per chi non vuole utilizzare la deviazione per Polizzi Generosa, unica via possibile fino adesso per raggiungere Catania da Palermo e viceversa.

Via dell'onestàHo visto le foto e i video girati dall’interno di veicoli che hanno attraversato l’intero tratto della Trazzera, ribattezzata Via dell’Onestà. Ci sono, è vero, forti pendenze, molto ben segnalate, e limiti di velocità nei tratti più impervi di 20 km/h, pensate che sulla E90 (circonvallazione di Palermo) ci sono limiti anche di 30 km/h, ma non ho percepito pericoli incombenti e nemmeno situazioni così ardue da mettere in dubbio la percorribilità in sicurezza rispettando i limiti e la segnaletica imposta.
Dal 12 giugno e dall’annuncio dell’iniziativa non ho voluto scrivere sull’argomento ripromettendomi di farlo a opera realizzata. Anch’io come tanti nutrivo qualche perplessità.

Domenico GiannopoloMi sono limitato a leggere un’infinità di reazioni, commenti, dichiarazioni ufficiali di rappresentanti istituzionali, sui media e sui social network. Facebook in testa. Un profluvio incredibile di critiche negative sui limiti tecnici dell’opera, e di attacchi fortissimi ai grillini per il loro populismo demagogico, ma anche al sindaco Giannopolo che si sarebbe prestato, chissà perché, alla “vergognosa” operazione propagandistica. Poca cosa per i due imprenditori Li Destri e Guggino, e per i cittadini, forse perché era difficile trovare una qualche motivazione negativa. E meno male. Ho trovato questi attacchi da vomito. Si, non trovo altra espressione che possa rendere meglio il concetto.
Ipotesi le più strampalate, dietrologie, strumentalizzazioni. Pericoli incombenti e richieste di risarcimenti, regole infrante, richiamo alle leggi, alle procedure e via discorrendo, da fare scattare già i controlli da parte dei carabinieri. Vedi che attenzione. Tutto per tentare di giustificare quelle umane reazioni da “nervo scoperto” Quel sentimento spontaneo, e comprensibile, che fa fare dichiarazioni stupide e scomposte di fronte a qualcosa di sorprendente, imprevedibile e incontrollabile e riesumando armamentari di una dialettica politica sepolta. Una vergogna.

Cancelleri GiancarloIn Sicilia le strade sconquassate e pericolosissime nemmeno si contano. Intere Comunità sono abbandonate a se stesse con una viabilità d’accesso da terzo mondo. Ce ne fossero di imprenditori come i due folli di Caltavuturo, e amministratori come il Sindaco Giannopolo. E cittadini volenterosi come quelli del comitato civico, e politici come i fuori di testa dei grillini che hanno finanziato i lavori. E che ancora ci credono.
A distanza di quattro mesi, continuiamo ad aspettare la realizzazione della bretella per bypassare il viadotto “Himera” e riaprire l’A19. E, dopo 8 mesi, la sistemazione del nuovissimo viadotto “Scorciavacche” sulla Palermo Agrigento, chiuso dopo pochissimi giorni dall'apertura. Per molti va bene così. Ma c’è sempre speranza.

Giangiuseppe Gattuso
01 Agosto 2015

47 commenti:

  1. Caro direttore, hai fatto benissimo a ricordare questo tuo articolo dello scorso giugno.
    Ho letto anch'io le critiche all'intervento dei 5S.
    I critici, si arrampicano sugli specchi dicendo che tecnicamente la cosa è pericolosa.
    Sono dei pagliacci, che a corto di motivazioni, difronte ad una iniziativa seria, lodevole, e di buon esempio, si sono trovati spiazzati.
    Il M5S ha fatto un intervento "politico" che vale mille volte di più dei "casini" che a volte tirano su in Parlamento.
    Erano già candidati a prendere il mio voto, ora stanno rafforzando la mia intenzione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Raffaella Schiavone2 agosto 2015 13:55

      Lei fa bene a sostenerli col voto...parola di nonna 5 stelle!

      Elimina
  2. Hai ragione GianGiuseppe, polemiche da vomito per un fatto che evidenzia da una parte il fatto che se volontà c'è le cose si possono fare, ma soprattutto l'inettitudine della vecchia politica e dei vecchi partiti, che anziché cospargersi il capo di cenere, cercano pure di screditare l'operato del M5S e degli imprenditori ed amministratori coinvolti nell'opera meritoria

    RispondiElimina
  3. Michele Maniscalco1 agosto 2015 23:31

    Non sono un grillino però devo dire che il Sindaco e le autorità competenti non avrebbero permesso la costruzione di 1 km. di strada illegale e senza la dovuta sicurezza. Poi, come puo essere pericolosa una strada che si percorrerà a senso unico alternato alla velocità consentita di 20 km orari? L'assessore regionale che ha parlato di pericolosità ha mai viaggiato sulla Palermo - Sciacca nel tratto Portella della Paglia - Palermo? Quella si che è perisolosa. Dopo l'asfalto nuovo di zecca, a 90 Km orari sembra di essere " sulle montagne russe.

    RispondiElimina
  4. Angelo Malach Leone Rubino1 agosto 2015 23:36

    Davvero lodevole il lavoro fatto! Dico non è anche il diritto dei cittadini armarsi di pale e cacciate quei farabutti che hanno lasciato il paese isolato da marzo. Come è possibile non ribellarsi davanti alla così sfacciata assenza delle stato? Due settimana fa ho fatto la Palermo Catania per andare a Caltanissetta , 3 ore di viaggio passando da Polizzi. Mi sono beccato un'ulcera. Ma Crocetta quannu sinni va?

    RispondiElimina
  5. Chi ha il coraggio di criticare una simile iniziativa o é in assoluta malafede oppure ha bisogno di ripartire dall'asilo nido integrando i docenti con figure di sostegno. La disgrazia in tutto questo é che ci siamo assuefatti alle tragedie, come é possibile tollerare che o nostri figli , per come é successo, ppssano rischiare la loro vota per seguire lezioni in aule pericolanti? Bisogna fare lavorare il cervello, si giusto avere un quadro normativo ma quando lo stesso é palesemente imbecille va cestinato, per come vanno cacciato al contrario coloro i quali in caso di norme ineccepibbili giocando con le interpretazioni le rendono inefficaci o dannose, per dare un idea al di fuori deltema in parola: vi sembra normale che si lasci morire un uomo fuori dall'area di emergenza perché il personale é costretto nei locali e non può onterbenire neanche con una barella per trasportare all'interno il soggetto da trattare?.

    RispondiElimina
  6. Non ci sono parole per descrivere l'assoluta indifferenza dello Stato nei confronti di veri e propri drammi
    Bello il risultato raggiunto e la prontezza con cui è stato effettuato l’intervento; sarebbe altrettanto bello se si continuasse su questa strada ogni giorno, la Sicilia è una terra meravigliosa, merita rispetto!
    Chi lamenta sempre crisi ne è l’artefice, e chi non sà cambiare non ha palle. (secondo me)

    RispondiElimina
  7. L'articolo, anche se non sono grillino, mi è piaciuto per la serenità con cui è stato trattato l'argomento

    RispondiElimina
  8. Raffaella Schiavone2 agosto 2015 07:45

    C'è solo da ringraziare i due bravi imprenditori e la generosità dei 5 stelle ,ma ditemi avete mai sentito di politici che restituiscono anche un solo euro per realizzare che ne so ,diciamo una panchina? MAI...Finchè i politici prenderanno stipendi favolosi ,godranno di privilegi e faranno leggi che li tutelano,ci possiamo dimenticare di avere un Paese migliore....Non fanno politica per passione,ma per SOLDI e lo stanno dimostrando ampiamente....Quando il M5S governerà le porcherie di cui ci lamentiamo tutti i santi giorni non ci saranno piu',gli stipendi d'oro non ci saranno piu',e niente privilegi ...Si farà politica per passione e senso civico,con uno stipendio adeguato e non smisurato......Esattamente come i parlamentari 5 stelle STANNO GIA' FACENDO!!!!!!!!!!!!! Quindi forza e coraggio ,e,senza esitazioni e pregiudizi inutili,appoggiamoli e sosteniamoli....Faremo un favore e un bene a noi stessi!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  9. Raffaella Schiavone2 agosto 2015 08:23

    Alessandro Di Battista

    MA QUANTO GLI FA MALE UN BUON ESEMPIO?

    Ho letto alcune dichiarazioni di politici e giornalisti sulla strada inaugurata ieri in Sicilia e interamente finanziata dagli stipendi tagliati dei deputati siciliani del M5S. “E' in salita”. “Pura demagogia”. “La si può percorrere troppo piano”. “L'hanno fatto solo per i voti”. Sono fantastici! Ma quanto gli fa male il buon esempio?

    Soprattutto le reazioni scomposte di esponenti vari del PD (a proposito, Buzzi, boss di Mafia Capitale in un interrogatorio in carcere ha detto “i politici sono famelici, non avevo mai pagato così tanto il PD) e di illustrissimi esponenti di quell'intellighenzia “de sinistra” frustrata dai propri fallimenti intellettuali mi hanno messo di buon umore. Mi hanno confermato – ancora una volta – che il M5S è sulla “strada giusta”, in tutti i sensi.

    E iniziative come quella di ieri in Sicilia le replicheremo dovunque. Continueremo a tagliarci gli stipendi e a finanziare piccole e medie imprese, a costruire strade. Daremo una mano alla sanità pubblica abbandonata. Alle scuole senza gessi e cancellini.

    E più questi falliti colmi di livore parleranno di “gesti simbolici” più noi andremo avanti. E' davvero un orgoglio fare parte del M5S. A riveder le stelle!

    RispondiElimina
  10. Il Direttore ha detto tutto ciò che c'era da dire.
    Nessuno di noi credo pensi che l'opera realizzata sia la cosa più perfetta del mondo e neanche che essa abbia risolto i problemi generati dal malgoverno degli ultimi trenta anni in tutta Italia. Ma, ed è quello che conta, l'opera ha un significato profondo e incontestabile: dimostra la volontà del popolo di costruire assieme ai politici le opere di cui ha necessità e lo fa sacrificandosi in una corsa solidale, fianco a fianco, senza discorsi magniloquenti, minigonne svolazzanti, promesse che non verranno mai mantenute e ruberie di ogni genere alle spalle dei deboli, dei malati, dei poveri, dei senza patria, insomma dello sfruttamento del malessere e del disagio operato con cinica brutalità e anche con la sicumera di chi sa di godere dell'impunità prevista per legge costituzionale a tutela del pensiero e invece trasformata nella realtà - e ne è esempio eclatante l'assoluzione ad opera dei colleghi di un certo senatore Azzolini che usava "pisciare in bocca alle suore" - nella tutela del crimine comune.
    Beh! Credo sia arrivato il momento di dire basta!
    Se lo ricordino bene gli elettori onesti: il prossimo appuntamento elettorale, se questo governo e questo parlamento ci permetteranno ancora di effettuarlo con leggi democratiche che rispettino appieno quella "sovranità popolare, così chiaramente indicata nell'art.I° della Costituzione, se lo ricordino bene, dicevo, gli elettori onesti e diano, questa volta davvero "secondo coscienza", il loro voto a chi veramente lo merita e non ai quattro mafiosi raccomandati dal capobastone di turno.

    RispondiElimina
  11. Maria Emilia Baldizzi2 agosto 2015 08:44

    Al di là del tuo articolo Gian come sempre molto equilibrato e obiettivo contano i fatti che racconti. La vera demagogia la fa Renzi con le sue promesse mai realizzate che sta continuando a prendere per i fondelli gli italiani. A quando il voto????

    RispondiElimina
  12. La politica becera e inconcludente pretende di criticare un evento che, sul piano culturale prima che politico, costituisce una rivoluzione (abituati come siamo all'inconcludenza generalizzata). In altre parole, si permette di giudicare alcune presunte imperfezioni del percorso, disquisisce sulla pendenza della strada, a fronte del nulla da essi prodotto da tre mesi a questa a parte. È notizia di oggi sulla stampa nazionale, che sarebbero partiti controlli da parte dei carabinieri che avrebbero sequestrato documenti, autorizzazioni sui lavori e altro. È evidente che è partito l'assalto alla diligenza per trovare il modo di far chiudere la bretella, cercando di dimostrare che i 5 Stelle fanno solo propaganda. Ma se questo accadrà sarà solo un clamoroso autogol della politica nazionale e regionale, che ha capito che la loro fine è vicina.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono pienamente e totalmente d'accordo col Prof.Alesi!

      Elimina
  13. Armando Pupella2 agosto 2015 09:38

    Complimenti per l'articolo che condivido totalmente. Intanto, alla faccia del bla bla politico, Caltavuturo non è più isolata. Se non ho capito male era isolata a causa della frana. Eppure siamo in una specialissima regione siciliana (non è sinonimo di Sicilia) con strade franate e piene di buche, che paga stipendi agli stenografi dell'assemblea regionale quasi uguali a quello del Presidente della Repubblica e del Re di Spagna. Per fare lo stenografo basta la licenza media inferiore, un corso di stenodattilografia, e conoscere bene la lingua italiana. Se gli stenografi percepiscono simili stipendioni figuriamoci quelli dei dirigenti regionali ! Pare che simili stipendi siano stati diminuiti di poco. Azzo che palazzo! Vivo in un'imperial regione e non lo sapevo! Azzo! Che palazzo!
    Il Movimento 5 Stelle sembra che voglia eliminare le regioni. Lo disse durante la campagna elettorale per le regionali di maggio 2015; ed ha ragione. Meglio non abolire le Province, riducendole di numero, miglior espressione di autonomia locale perché amministrano un territorio più piccolo di quello regionale. 110 Province sono troppe.
    Il regionalismo è un'insana bestemmia (F.sco Crispi) - Avremo le regioni e saranno la rovina degl'italiani (F.sco Saverio Nitti, seduta parlamentare 29-10-1947)
    Repetita iuvant: vivo in un'imperial specialissima regione e non lo sapevo. Azzo ! Che palazzo !

    RispondiElimina
  14. Cettina Alongi2 agosto 2015 09:41

    Inizieranno forse gli altri partiti a fare populismo facendo qualcosa di utile per la loro terra e a loro spese? Non ricordo ci siano leggi che lo impediscano. Staremo a vedere...

    RispondiElimina
  15. è l'idea di Paese in cui se i politici danno l'esempio, i cittadini li sostengono.

    RispondiElimina
  16. Piero Cirrito2 agosto 2015 10:09

    Giangiuseppe avrebbe dovuta fare qualcosa lo Stato ed invece si incazzano : la settima potenza economica mondiale contro dei ragazzi e trecentomila euro . Pietoso , no?

    RispondiElimina
  17. Salvatore Passalacqua2 agosto 2015 10:42

    Mi pare di capire che qua, il problema che si pone la "politica" siciliana, è se la strada appena realizzata è a norma oppure no. Personalmente mi chiedo se questa strada è la soluzione, spero temporanea, ad un problema di viabilità. Soluzione che doveva essere trovata dagli organi competenti, ma chi sono codeste entità? Per portare un esempio concreto, per raggiungere la mia azienda, che attualmente da lavoro a 6 unità, si deve percorrere una provinciale, dire che è pericolosa è un eufemismo, eppure l'unico consiglio che sono riusciti a darci i responsabili è stato quello di non procedere con gli esposti sennò sarebbero stati costretti a transennare e chiudere il traffico "per levarsi di responsabilità". Mi pare che non ci sia altro da aggiungere

    RispondiElimina
  18. ho ascoltato diverse critiche su questa strada..la troppa pendenza che impedisce alle moto di andare in salita, ma non in discesa (!!!)
    lo sciocco divieto di passaggio al Presidente Crocetta...diciamo che, nella vulgata ha avuto l'effetto dirompente del. LORO FANNO, TUTTI GLI ALTRI NO, ma a ben vedere è una cosa pericolosa, che, si bypassa il crollo precedente, ma resta senza le autorizzazioni alla idoneità. (così riportano i media)
    Che dire? Mi pare una cosa simile alla traversata dello Stretto da parte del loro Boss.una boutade a fini elettoralistici. Resta comunque il fatto che....hanno fatta una ""cosa""..ne avranno, temo, giovamento se e quando si voterà.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Raffaella Schiavone2 agosto 2015 14:02

      Perchè teme se i 5 stelle lo meritano?....

      Elimina
  19. Mariateresa Pertini2 agosto 2015 13:34

    La Sicilia è una terra meravigliosa ed io la adoro! Sono quindi felice quando cittadini di buona volontà con sindaci lungimiranti compiono il miracolo: realizzando per il territorio (già sufficientemente disastrato) opere di grande utilità!!! Il plauso, al di là di ogni colore politico, va a chi opera per il bene di tutti! Grazie, come sempre, per la chiarezza con cui scrivi e informi. "A ciascuno il suo" MERITO aggiungo umilmente!

    RispondiElimina
  20. Rosalba Ferrara2 agosto 2015 16:36

    L'inaugurazione della trazzera di Caltavuturo è una manna dal cielo, una liberazione per i tanti siciliani che regolarmente percorrevano l'autostrada Palermo Catania, data la chiusura del viadotto Himera. Sono sicura che il terzetto (Renzi, Alfano,Crocetta), metteranno molto impegno, per trovare una porcata che la faccia chiudere. L'umiliazione alla loro incapacità, menefreghismo e zero rispetto nei riguardi dei disagi provocati ai cittadini siciliani è eclatante, mette in risalto che ad oltre tre mesi dalla frana, Renzi e Crocetta, non hanno praticamente fatto nulla, se non denigrare, criticare e occultare i lavori. Ovviamente lo Schiaffo è duro da digerire, sono stati ridicolarizzati in un sol colpo, sia il Governo nazionale, che quello Regionale. A detta di Renzi è stato molto occupato per cose più importanti, Si, come salvare dalla galera un parlamentare di Alfano, che dichiarava con molta finezza intellettuale di poter , dato il suo ruolo, di pisciare in bocca ai disobbedienti. Simbolicamente lo hanno fatto i 5 Stelle, con due onesti imprenditori e centinaia di cittadini, che da oggi, percorrendo la trazzera dell'ONESTA', non potranno fare a meno di paragonare, l'incapacità collusa, con l'Onestà e serietà a 5 Stelle......

    RispondiElimina
  21. Renato Marchiafava2 agosto 2015 16:49

    Stamane il neorettore Unipa ha rilasciato una dichiarazione interessante, ritenendo come,una volta che quest'opera è andata a segno, occorre concentrarsi sulla possibilitá di aprire al traffico a doppio senso di marcia, la carreggiata CT-PA.
    Sul resto delle polemiche non entro, ero lì, ho visto i sorrisi della gente, non posso che ringraziare da cittadino tutti coloro che hanno realizzato l'opera.

    RispondiElimina
  22. LA TRAZZERA
    31 luglio!
    E' pronta la trazzera!
    Data rispettata
    per l'inaugurazione.
    Ci sono in tanti,
    i cinque stelle,
    il sindaco Giannopolo,
    e tutta la popolazione!
    Caltavuturo
    passerà alla storia
    per avere una strada senza transazioni:
    progettisti,
    ingegneri,
    appaltatori e mafia,
    tutti a casa!
    Strada dell'onestà
    l'hanno chiamata,
    coi soldi del salvadanaio
    l'hanno costruita;
    ora si va a Catania
    molto prima.
    Tutti possono attraversarla
    senza distinzione,
    solo a Crocetta
    e alla giunta
    l'han vietata
    e
    lor signori
    il giro lungo
    son costretti a fare!
    FF

    RispondiElimina
  23. Armando Pupella2 agosto 2015 16:52

    Per restare in tema e in zona, nel 1895, per scongiurare altre epidemie per grascia, i nostri nonni, senza i mezzi meccanici di oggi, senza dollari né rubli, pala e piccone, con le pezze nel culo, in meno di un anno costruirono i circa 75 km dell'acquedotto di Scillato. Notizia letta nell'ex giornale "Il Mediterraneo" di Palermo in occasione del centenario dell'arrivo dell'acqua di Scillato a Palermo; il giornale dedicò una pagina intera con elogio per i nostri nonni. Altro che Italietta! Italietta è questa di oggi! Incapace di risolvere urgentemente una questione come questa dell’A19!

    RispondiElimina
  24. Architetto Salvo Di Salvo2 agosto 2015 17:00

    La vera vergogna italiana è la MAFIA PARTITOCRATICA, il coprirsi a vicenda le malefatte e la spartizione delle quote di potere, chi ha da dire sui centimetri e sulle pendenze di quella strada, che ovviamente potrebbe averne, e tace sul sistema partitico, che ha "seminato" l'Italia di "opere” incompiute che hanno rimpinguato i forzieri dei partiti non è solo intellettualmente disonesto, ma è anche complice di questo sistema criminale!

    RispondiElimina
  25. Tutti i sapientoni denuncino l' Anas per inadempienza cronica...
    Da tempo evidenzio, non sono il solo, l'incuria verso la SS 288 che costituisce un grosso rischio per l'incolumità delle persone e delle cose. L'Anas, da perfetto "muro di gomma" respinge..Scandaloso!

    RispondiElimina
  26. Maria D' Amico2 agosto 2015 17:33

    È così scontato che gli altri sono arrabbiati…, ma non perché alla meno peggio i grillini hanno fatto in modo di fare passare le macchine ma pensando quanto si dovevano fregare per farla loro la strada. Sempre la solita storia se non succede la rivoluzione non cambia nulla.

    RispondiElimina
  27. Marisa Bignardelli2 agosto 2015 18:10

    Il M5S comincia a diventare troppo scomodo per politicanti chiaccheroni e incocludenti!! Inoltre ha fatto qualcosa che va al di là del gesto in sè.Ha dimostrato a politici inetti che i problemi si affrontano e SI RISOLVONO,andando incontro ai bisogni della popolazione e addirittura senza speculazioni e pappatorie anzi restituendo il mal tolto !!!I 5S stanno creando una cultura civica pericolosissima e sanno che alle prossime elezioni la casta rischia tutto Spero che diventino una forte opposizione al governo ,capace d'incidere seriamente!!!Le loro pietose critiche erano nel conto !!!Non ci voleva molto a capire che avrebbero fatto di tutto per boicottare quest'opera ma per il resto sotto il vestito niente!!!! Sviluppate solo grosse ganasce pappatorie!Non vengano a parlarci di sviluppo dell’isola e di pericolo perché con le infrastrutture che abbiamo ogni strada è un pericolo !!!!


    RispondiElimina
  28. Articolo chiaro non ci sono scuse per nessuno Poi detto da me che non son un fan del M5S
    Coglierei l’occasione di questa riuscita per dar loro l’appalto della Napoli Reggio Calabria chissà che non risolvano anche questo di problema

    RispondiElimina
  29. Graziella Dalla Cia2 agosto 2015 20:10

    È la prova che c'è l'alternativa. Con le critiche si dimostra che si è attaccati ancora ad un sistema marcio, corrotto, mafioso .... è più che logico che non potranno fare tutto, ma è un ottimo inizio. Fino adesso cosa hanno fatto in Sicilia? Solo chiacchiere, loro i fatti ed è quello che vogliamo. In Sicilia e in tutto il paese.

    RispondiElimina
  30. Massimo Max Mario2 agosto 2015 20:11

    Furbissima operazione di marketing per il M5S! Speriamo che non la percorra Grillo, altrimenti ci può scappare anche qualche morto!

    RispondiElimina
  31. Giuseppe Rimicci2 agosto 2015 20:14

    Giangiuseppe avendo come sempre letto il tuo pensiero, mi sia permesso ricordarti che la critica e le perplessità non riguardavano la necessità del collegamento di Caltavuturo a Scillato, anche se riservato ai mezzi leggeri, causato dalle inadempienze della provincia commissariata per tre anni, né al riconoscimento degli interventi delle imprese locali e dei stellati, ma accettare che questi politicanti si siano arrogati il diritto di dire che avevano risolto l'interruzione della A19 risparmiando 60 minuti di percorso, permettimi l'ho ritenuto ed è una bufala. Se si vuole accorciare tempi e percorsi l'unica alternativa sarebbe Polizzi-Blufi-Irosa con un maggiore impiego di 30 minuti circa. Ma i miei interventi sono stati indirizzati a questi politici onesti che da due anni non si sono permessi di dare risposte, sebbene interessati a livello europeo, regionale e locale della vergogna del completamento della diga di Blufi che dopo avere distrutto un territorio, speso 270 milioni lascia milioni di utenze senza l'acqua necessaria per un vivere decente, compresa la loro Gela. Faresti bene ad occuparti anche tu di questa vergogna politica ed amministrativa.

    RispondiElimina
  32. Mario Cecchini2 agosto 2015 20:19

    Io penso che quando le Istituzioni lasciano un vuoto, di norma è riempito da qualcun'altro. E' andata di lusso che stavolta lo spazio vuoto (della strada interrotta), questa vergogna, non l'abbia riempito la mafia. Detto questo però, anch'io sono convinto che per il M5S, si sia trattato di uno Spot più che altro, propagandistico, che la volontà di mettere riparo ad una lentezza burocratica, che castigava i Cittadini. D'altronde a proposito di Propaganda Elettorale, in questi ultimi anni abbiamo assistito a cose veramente abominevoli. Almeno in questo caso, a pagare non sono stati gli Italiani....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si sicuramente uno SPOT superiore per significatività e senso Civico rispetto a colo che ci hanno amministrato a chiacchiere Bugie e imposizione di tasse e balzelli. Il fatto è che de condizionare chi ha un orientamento politico e guardare con gli occhi un " NUOVO ORIZZONTE" di partecipazione e di politica sana è MOLTO DIFFICILE quando, soprattutto si è interdipendenti -magari indirettamente - di qualche sistema che ha affondato e reso gli italiani ULTIMI sia a livello di partecipazione che di proposizione di scelte politiche alle gestione della cosa pubblica... Ognuno è libero di esprimere le opinioni che vuole... ma gli spot appartengono a chi si riempiva e si spocchiava gridando legalità... per i cittadini e vivendo nella A-LEGALITA' da politici ed Amministratori! Questa è la GRANDE VERGOGNA!

      Elimina
    2. Mario Cecchini2 agosto 2015 20:21

      Nessuno mette in dubbio la liceità del gesto. Ripeto che : Quando le Istituzioni lasciano un vuoto, altri lo occupano. A me sta bene che a riempirlo siano stati quelli del M5S...

      Elimina
    3. Carissimo Mario, allora avresti dovuto esprinerTi in altro Modo... e sappi che la Sicilia è stata sempre additata come soggiogata dalla mafia ( fatto vero ) ed è stata il bersaglio, o meglio il falso scopo per impiantare sistemi trasversali in tutta Italia ed anche in europa... ogni cosa che non va c'è sempre la mafia che c'entra.... si indubbiamente, questi maledetti hanno condizionato... ma adesso guardiamo in faccia la realtà: Chi sono i veri mafiosi.? Non usano armi... ma hanno il potere, e tante altre cose che da persona intelligente quale sei dovresti capire.... ci hanno reso ULTIMI sia in sicilia che nel meridione... te la scordi la legge anticorruzione che sarebbe dovuta esser fatta gia dal 2008 secondo alcuni canoni e che invece è stata fatta quest'anno all'acqua di rose? Basta questo per dirti che il Parlamento degli NOMINATI ( meno male non tutti per la verità ) ha saputo fare una solo cosa: SPOLPARE le fase più deboli DEL POPOLO ITALIANO e lasciando che i RICCHI si impinguassero di più.... e questa non è MAFIA BIANCA?

      Elimina
  33. Gloria Trizzino2 agosto 2015 21:26

    L'articolo sul l'operato della trazzera mi sconvolge. Orma non c'è limite agli attacchi senza senso. Possibile che anche le attività di miglioramento della vivibilità di un territorio diano la stura a critiche? Perché? Perché hanno fatto presto e bene?? Perché forse non sono state seguite alla lettera le fasi di un appalto pubblico? Può darsi, ma allora bisogna modificare le norme sull'affidamento degli appalti. Siamo nel 2015 e cerchiamo ancora la candela ....vergine? Ridicolo, solo ridicolo è nauseante.

    RispondiElimina
  34. Antonella Albertini3 agosto 2015 17:01

    Mi fa piacere che i 5stelle concretizzino qualcosa di buono, perché fino ad ora poco si è visto. Se avessero fatto un accordo con Bersani per un governo programmatico, probabilmente le nostre vicende avrebbero preso un altro corso. Invece di impegnarsi e mettersi alla prova hanno scelto la strada più facile dell'opposizione teorica e sterile. Di sicuro è più difficile e complicato prendersi delle responsabilità, per questo dico che i grillini hanno sprecato un'occasione d'oro. Aspettiamo che diventino grandi e consapevoli e gioiamo della vicenda di cui ha parlato l’autore.

    RispondiElimina
  35. Antonella Albertini3 agosto 2015 17:28

    Ho pure letto con piacere i numerosi interventi al tuo articolo, Giangiuseppe, molti dei quali scritti da siciliani giustamente arrabbiati per la pessima qualità della viabilità della vostra regione. Il degrado delle strade é aumentato in tutta l'Italia ma in Sicilia si ttoccano dei livelli veramente inquietanti. Da qui capisco il vostro malessere, la vostra irosita', sopratutto verso un governo centrale che non si é mai veramente occupato di cambiare le sorti del Meridione. Mi dispiace molto, perché la Sicilia é una miniera d'oro a cielo aperto e merita di essere aiutata ad esprimere le sue tantissime potenzialità

    RispondiElimina
  36. Che stranissima coincidenza. Giunge notizia che proprio oggi, proprio dopo l'inaugurazione della strada finanziata dai 5Stelle e il consenso popolare che gli è stato tributato, è stata aggiudicata, in via provvisoria la gara per l'abbattimento dei piloni e che la nuova strada alternativa sarà affidata ai catanesi della Gecob srl. Finalmente dopo tre mesi di assoluta inattività della politica.
    Colpisce e fa pensare la consecutio temporum.

    RispondiElimina
  37. Michele Maniscalco3 agosto 2015 22:17

    Alcune informazioni per coloro i quali vogliono sapere di più sulla regolarità della realizzazione della bretella Prestanfuso. Il progetto dell'opera è stato predisposto a titolo gratuito da un gruppo di progettisti locali che hanno anche assicurato la direzione lavori. Sul progetto sono stati chiesti e ottenuti i pareri dell' Ufficio Regge Trazzere, dell'Ente Parco Madonie assorbente di quelli dell'Ispettorato Forestale e Soprintendenza di Palermo, del Genio Civile per la sistemazione degli argini del fiume, dell'ufficio tecnico comunale per la regolarità della progettazione e della conformita urbanistica. E' stato chiesto anche il parere del Provveditorato regionale opere pubbliche che a seguito sopralluogo aveva considerato fattibile l'opera con alcuni accorgimenti in fatto di sicurezza. Tali accorgimenti secondo le raccomandazioni verbali dello stesso Provveditorato Opere Pubbliche sono stati ampiamente recepiti. Non c'è un parere scritto in quanto il Provveditorato si è riservato di emetterlo in forza del Decreto Ministeriali del 2001, a seguito del trasferimento nella proprietà del Comune della trazzera e della sua conseguente classificazione come strada comunale. L'importo complessivo dell'opera a seguito di variante, per consentire la sistemazione di ulteriori 250 metri a fronte dei 750 iniziali, è stato di 360.000 euro e riguarda la sistemazione di oltre 1 km di trazzera. Il progetto è stato approvato in linea amministrativa dal Comune con delibera di GM. A sua volta il progetto è stato trasferito all' "Associazione comitato cittadino oltrepassiamo la frana " regolarmente costituita senza scopo di lucro, perchè lo realizzasse sulla base di donazioni finanziarie private che fino ad ora ammontano a circa 322.000 euro. Non un euro è entrato e uscito dalle casse del Comune. A fronte di un protocollo iniziale di intenti tra il Comune, l'Associazione 5S e il Comitato Cittadino è disceso un rapporto convenzionale tra il Comitato Cittadino e il Comune e tra lo stesso Comitato cittadino e l'Associazione 5S. Il Comitato Cittadino ha affidato la realizzazione dei lavori previo congruo ribasso alle uniche due imprese locali in possesso di Durc e di iscrizione alla SOA nominando al contempo la direzione lavori. Il Comune ha esercitato senza alcun onere l'alta sorveglianza sui lavori. Ultimati i lavori è stato redatto il certificato di regolare esecuzione e consegnate le opere al Comune che le gestirà sulla base di ordinanza sindacale già emanata di regolazione del transito per i fini agricoli e, perdurando le ragioni dell'emergenza deliberata dal Consiglio dei Ministri lo scorso 18 aprile, per i collegamenti viari compatibili con le caratteristiche dell'opera . Cosa che è stata fatta nel pomeriggio di ieri. La titolarità delle opere sul suolo trazzerale e l'ordinanza sindacale sono state trasmesse ai carabinieri, alla polizia di Stato oltre che ai vigili urbani per la sorveglianza e i controlli. Il Comune ha assunto solo gli oneri della prima sistemazione in sterrato relativi al trasporto del misto cava di proprietà del Comune alla trazzera per circa 20.000 euro. Il Comune ha inoltre sponsorizzato la serata musicale evento del 27 luglio con la cifra di 5.000 euro organizzata dal Comitato Cittadino con sbigliettamento di 5 euro a persona per la raccolta fondi per la trazzera.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Michele Maniscalco3 agosto 2015 22:19

      L'articolo di sopra è del Sindaco Domenico Giannopolo. Io ho fatto copia-incolla.

      Elimina
  38. Lucia Di Marco4 agosto 2015 10:14

    Molto interessante : una lezione che ci viene dai "grillini", ma, soprattutto, una disfatta dello Stato. Hai fatto bene a scrivere l'articolo.
    Certe "finezze" andrebbero notate, perché sono proprio loro a fare la differenza.

    RispondiElimina
  39. Dove sono quelli che dicevano che questa strada non sarebbe mai stata costruita?
    E che dite riguardo al fatto che, INVECE, è stata costruita in 37 giorni?

    RispondiElimina
  40. Come ho già scritto in risposta a vari post su Facebook, non riesco proprio a capire come può certa gente lamentarsi di un intervento fatto a favore della popolazione senza utilizzare 1 € di denaro pubblico, ma non mi riferisco solo ai politici ma anche a molti miei conoscenti che ritengono l'opera inutile ma soprattutto PERICOLOSA!! Ed io sono sempre li a ricordare le centinaia di strada che abbiamo molto più pericolose (e non solo stradine, un esempio ne è la tangenziale di Catania, superata l'uscita per San gregorio e andando verso il centro c'è una alta pendenza e dura molto più del chilometro della trazzera, senza contare la mancanza di illuminazione, ecc); tutti a dare contro la trazzera finanziata dai 5s, dimenticandosi dello stato pietoso delle strade di tutta l'isola.

    Dal mio canto poteva essere stata finanziata anche dal PD o da FI e ne sarei stato felice comunque perchè è una cosa fatta per il bene della nostra terra; purtroppo però questa parte della politica non mi da mai motivo per potermi complimentare con loro...

    RispondiElimina