mercoledì 5 febbraio 2014

LAURA BOLDRINI E GLI EVERSIVI DEL M5S

Laura Boldrinidi Giangiuseppe Gattuso - “Quello che è accaduto è una terribile onda di violenza, si sono scagliati contro i banchi del governo e della presidenza.

In commissione giustizia le deputate PD sono state insultate con delle considerazioni a sfondo sessuale (la questione “p...ni”), hanno bloccato i lavori della commissione. Nel nostro Paese qualche decennio fa il Parlamento era esautorato e anche i consigli comunali venivano bloccati, si intimidiva e si cercava di bloccare la democrazia. Credo che siano ‘atti eversivi’, c’è un’emergenza democratica che deve essere trattata con la massima serietà.

Sono talmente di garanzia che se avessi voluto fare la cosa comoda e molto apprezzata dal mio elettorato avrei fatto decadere quel decreto (IMU/Bankitalia). Non è nei poteri del Presidente della Camera spacchettare il decreto. Poteva farlo il governo o l’opposizione se era in grado di fare pressione sul governo, nessuna delle due cose è avvenuta. Io ero ad un bivio tra due rigidità. O far pagare l’IMU agli italiani, oppure far decadere quel decreto.

Fazio e BoldriniHo pensato di far rispettare la costituzione (art. 77: ...I decreti perdono efficacia sin dall'inizio, se non sono convertiti in legge entro sessanta giorni dalla loro pubblicazione. Le Camere possono tuttavia regolare con legge i rapporti giuridici sorti sulla base dei decreti non convertiti). La ‘tagliola’ (o ghigliottina) è una ‘prassi’ teorizzata dal presidente Violante. Fini aveva minacciato di applicarla ma non lo ha fatto. E ancora. “Chi segue il blog di Beppe Grillo, chi partecipa, non ha interesse a confrontarsi ma a offendere e umiliare sessualmente. Sono dei potenziali stupratori, si tratta di istigazione alla violenza sessista”.

Frasi della Presidente della Camera Laura Boldrini, pronunciato di fronte a milioni di telespettatori, domenica 02 febbraio, ospite di Fabio Fazio a “CHE TEMPO CHE FA”, su Rai tre. E poche ore prima, da Giletti, su RAI UNO.

FazioQuanto è avvenuto in questi giorni convulsi è fuor di dubbio una questione politica rilevante. Sono state pronunciate parole pesanti e compiuti atti riprovevoli. Si è assistito ad un passaggio delicato della nostra democrazia, messa a dura prova da contendenti ‘armati’. La questione, nel merito, è stata abbondantemente sviscerata. E da qualsiasi angolazione la si osservi, il risultato è sempre lo stesso. Il decreto IMU/Bankitalia è stato una forzatura, un’operazione preparata bene per far quadrare alcuni conti. Per drenare, a poco prezzo, con la modifica al ribasso della quota di possesso, denaro fresco nelle casse delle banche ‘azioniste’ e di altre società di capitali. Un intervento legislativo non in linea con quanto dettato dalla Costituzione, (sempre l’art. 77: Il Governo non può, senza delegazione delle Camere, emanare decreti che abbiano valore di legge ordinaria. Quando, in casi “straordinari di necessità e d'urgenza”, il Governo adotta, sotto la sua responsabilità, provvedimenti provvisori con forza di legge, …) e con una gestione d’aula sbagliata e inadeguata.

boldrini-fazioDalla Presidente Boldrini mi sarei aspettato altro. La terza carica dello Stato, deve garantire ogni singolo componente della Camera, e in particolare se di minoranza. Deve essere imparziale nella sostanza e, ancor di più, sforzarsi in ogni modo di mostrarlo. Ciò non è stato. Anzi. Ha fatto accuse gravissime nei confronti di una forza politica rappresentante il 25,55% dell’elettorato, 8.689.168 voti alla Camera, primo partito assoluto. L’unica vera opposizione parlamentare. Non si vedeva niente di simile da diversi anni. E per essere più precisi sul “significato delle parole” ritengo utile riportare l’approfondimento di Treccani.it sul termine EVERSIVO: “riferito a gruppi, figure, azioni o progetti miranti a sovvertire l’ordine istituzionale, collegato all’idea di oscure trame organizzate contro lo Stato anche da settori facenti parte delle istituzioni stesse, oltre che da gruppi politici estremisti”.

Non è necessario e non è il caso approfondire gli altri termini utilizzati dalla Boldrini. Sui “potenziali stupratori” dei frequentatori del blog di laura boldriniGrillo è, invece, superfluo qualsiasi ulteriore commento.

Avrebbe fatto bene a dimettersi e non si capisce come potrà fare la presidente “super partes” di tutte le forze politiche.
Le reazioni dell’apparato mediatico del sistema dei partiti non si è fatta attendere. Attacco ad alzo zero. I cosiddetti “grillini”, che hanno le loro responsabilità, sono diventati squadristi, violenti, fascisti, e antidemocratici.

Insomma, ci sono stati comportamenti sbagliati, parole al vento e pure fuori luogo. Ma cose viste e sentite nel corso della nostra storia parlamentare che fanno a pugni con il perbenismo e l’indignazione generalizzata, e strumentale, di questi giorni.

Tra qualche mese, a maggio 2014, si vota per il Parlamento Europeo. I cittadini, gli elettori decideranno, e sarà, questo si, un giudizio importante per il futuro di questo nostro Paese.

Giangiuseppe Gattuso
005 febbraio 2014

16 commenti:

  1. Caro Direttore, la tua difesa a oltranza del Movimento 5 stelle comincia a stupirmi.
    Per carità, si tratta di cosa legittima, ci mancherebbe altro.
    Ho anche letto un tuo post in facebook, da cui mi permetto di citare qualche frase.
    "Sono tante e troppe le ingiustizie che i parlamentari del M5S devono subire quotidianamente dentro il palazzo e sui media per difendere i diritti di tutti noi e dal mio punto di vista hanno anche fin troppa pazienza, io non l'avrei avuta! E quello che più mi fa arrabbiare e che ci siano ancora persone che non si rendono conto della situazione, si fermano ai titoli dei giornali e TV, parlano senza conoscere. Questi ragazzi stanno dando la vita per noi e voi non lo capite!"

    Questa ultima frase, quasi surreale, mi lascia senza parole e in attesa di una spiegazione.
    Sulla mancanza di imparzialità della Boldrini, avrei qualcosa da dire.
    Come potete (tu e quelli che la pensano come te) dire questo quando vi siete sopportati per oltre 4 anni un presidente della camera come Fini di una faziosità unica, schierato apertamente contro il premier Berlusconi che lo aveva messo in quel posto di grande responsabilità, senza dire una parola, anzi godendo di questa situazione, perchè sfavorevole a Berlusconi e ora, appena la Boldrini ha salvato un decreto infame ma che comunque confermava l'abolizione della seconda rata dell'IMU, state innalzando lamentele come se si fosse consumato un olocausto dei cosiddetti grillini?
    Io penso che la Boldrini, una che non mi è mai piaciuta e che non riesco a sopportare in nessun modo, abbia usato la tagliola per una superiore ragione, quella dell'IMU, non per togliere la voce all'opposizione. In ogni caso, c'è sempre tempo per rimediare, la politica quando vuole riesce a risolvere anche la famosa quadratura del cerchio. Basta che la smettiate con queste lamentele, che dopo un giorno già sono diventate stucchevoli e pretestuose.
    Sul movimento 5 stelle c’è dell’altro, infatti ha votato contro il decreto sulle carceri, assieme alla Lega. Io personalmente non ho una posizione su questo decreto, perchè ci sono due esigenze opposte tra loro, che hanno entrambe il loro valore. Da un lato l'esigenza che vengano scontate le pene per dei reati che hanno procurato tante sofferenze alle persone e dall'altro lato c'è l'esigenza di cambiare e migliorare il trattamento disumano e privo degli spazi vitali per i carcerati, i quali, allo stato attuale hanno a disposizione uno spazio inferiore a quello cheper legge hanno i maiali di allevamento.
    A questo punto, i grillini hanno votato contro, senza entrare nel merito, ma così, a prescindere, magari per gloriarsi del titolo di unici oppositori del governo, e questo non va bene.
    Se i cosiddetti “grillini” nella loro opposizione al governo avessero tenuto atteggiamenti consoni
    Alle istituzioni di cui fanno parte, se non avessero usato linguaggi irrispettosi verso l’istituzione del Pesidente della Repubblica evitanto di dire BOIA a Napolitano, se non avessero preso le donne del PD per pompinare, se non avessero messo in circolo l’idea dello stupro alla Boldrini, non credo che qualcuno li avrebbe chiamato squadristi, violenti, fascisti, e antidemocratici.
    A me non va bene neppure l’atteggiamento di chi, simpatizzando per questo movimento, tende a sminuire questo modo violento di comportarsi prendendo a pretesto che nei tempi passati l’insulto è stato largamente praticato in politica.


    RispondiElimina
    Risposte
    1. La frase 'surreale' postata su facebook non è mia, l'avevo solo condivisa e faceva parte di un contesto diverso. L'articolo non è una difesa 'sic et simplliciter' del M5S, ma una costatazione sull'inadeguatezza della Presidente della Camera in quel ruolo. La giustificazione della superiore ragione dell'IMU, per avere applicato la tagliola, non regge perchè tutti sanno che il Governo avrebbe potuto rimediare immediatamente con un provvedimento ad hoc già l'indomani della decadenza. Al confronto, Gianfranco Fini ne esce un gigante. La questione Berlusconi in questo frangente non c'entra assolutamente nulla.

      Elimina
  2. Il mio amico direttore è un fiume in piena.
    Vive un continua orgasmo grillista, Nino Pepe dice di stupirsi, io invece comincio ad annoiarmi.
    Non più analisi politiche ma testimonianze d'amore e di fede assoluta ai vari sedicenti leaders.
    Mi spiace ma quando si va in overdose monotematica si arriva a quello che ho detto.
    Spero, anzi chiedo al direttore che almeno una volta su dieci parli e scriva d'altro.
    Vorrei dargli uno spunto, interroghiamoci se il concetto di società socialista o liberale esiste ancora.
    Facciamo se ne siamo capaci a ragionare in prospettiva


    medio lunga, insomma usciamo da questo gallinaio dove ci siamo cacciati,.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo con l'amico Volpe, quelle del direttore, quando parla di Grillo,non sono più analisi politiche ma testimonianze d'amore e di fede.
      La cosa è indice di una involuzione più che di un progresso.
      Il Direttore è troppo importante per il blog, è l'anima del blog, è quello che da solo ha scritto più articoli di tutti gli altri messi insieme, e si tratta sempre di articoli di spessore, mica bruscolini. Direttore, il blog è e deve continuare ad essere aperto a tutti e a tutte le idee, non deve diventare una succursale del blog di Grillo. Oltretutto, Grillo col suo blog ci guadagna alla grande, mentre il nostro blog è impermeabile al denaro. Adotto e faccio mio l'invito di Sergio Volpe, con una correzione; che almeno il direttore scriva su Grillo soltanto una volta su dieci e se proprio non può farne a meno.
      Detto in maniera bonaria, of course

      Elimina

  3. Facendo il volontariato di casa in casa, ai ragazzi con difficoltà scolastiche, mi capita di incontrare realtà diverse; dal modesto benessere alla fame, quella vera di chi va in parrocchia a prendersi un pacco di pasta per sopravvivere.
    Si parla di rilancio dell'economia da qualche parte? No!
    C'è qualche disegno di legge in proposito? Nessuno ne sa niente.
    Una volta abbiamo i grillini cattivi, una volta il cagnolino Dudù col mal di pancia, alleanze, ritorni a Canossa, i marò, i gay, le coppie di fatto......!
    Intanto la gente è disperata e il primo compito di un politico - soprattutto adesso, viste le condizioni in cui ci troviamo - dovrebbe essere rivolto innanzitutto ai temi dell'occupazione e del lavoro!
    Nel frattempo i luoghi di produzione diminuiscono in maniera impressionante: le industrie se la squagliano e l'agricoltura non regge la concorrenza....!
    Si parla mai di sostegni alla scuola, di servizi sanitari?
    Ora poi, con i grillini....! Che solfa!
    I politici tutti impegnati a spiegarci che cosa sia la buona educazione!
    Poi si scoprono le magagne "sessuali" di tanti soloni del buon comportamento, gli appartamenti che occupano senza sapere chi glieli abbia dati, i viaggi non dovuti rimborsati con i nostri soldi......!
    Tutto il giorno a sentire i rimbrotti della Boldrini e dei suoi "accoliti"!
    Una signora come Nilde Iotti avrebbe affrontato la cosa molto diversamente; sarebbe intervenuta con la debita fermezza ma anche con maggiore discrezione; sicuramente senza sottovalutare la cosa, e riportando, con coraggio e dignità, il parlamento al proprio ruolo di servizio al popolo: per la risoluzione dei tanti problemi degli Italiani, dei loro bisogni, quelli veri, quelli della vita.
    Qui, al contrario, tutti i giorni una nuova puntata del "grande fratello"!

    RispondiElimina
  4. La repubblica delle banane. Si parla del bon ton parlamentare, ma non si parla del decreto in questione che praticamente toglierà alla collettività beh 4,2 miliardi di euro regalandoli a due banche, quando Bankitalia riacquisterà le quote azionarie eccedenti il 3%, come da decreto approvato. Quantomeno si trasformassero in nuovi crediti, ma c'è poco da crederci...Però l'importante è il comportamento dei grillini che volevano salvaguardarci. Ma lo sapete che le banche italiane sono nelle mani delle fondazioni bancarie, che a loro volta sono nelle mani dei partiti? Chi nomina i CDA delle fondazioni? Non è un finanziamento illecito indiretto? Questo Robin Hood del male, che ruba alla gente per donare ai ricchi e alla politica, non va fermato in qualche modo? E se dei parlamentari si alzano e fanno un po' di confusione per fermarlo è violenza? E' fascismo? Oppure significa fare gli interessi dei cittadini?

    RispondiElimina
  5. Scagliarsi contro i banchi del governo, prendere a morsi un assistente parlamentare, impedire fisicamente ad altri parlamentari di svolgere il proprio lavoro, fare il gesto di tirar giu' statue (in questo caso il busto del povero Giolitti) per me non è opposizione. e mi fermo ai parlamentari. Non prendo neppure in considerazione gli atti indegni di Messora e Grillo (che è perfettamente cosciente di ciò che scatena) o il deficiente che brucia il libro di chi compie lesa maestà semplicemente criticando e dissentendo. e sia chiaro: depreco analogamente lo schiaffo di Dambruoso (che a mio modesto avviso deve lasciare l'incarico per cui è inadatto); ho visto la Boldrini estremamente provata. probabilmente non avrei esternato uno stato d'animo così palesemente. ma il problema non è neanche la Presidenza della Camera. Che, per chi conosce i regolamenti parlamentari, sa bene può fare ben poco su un decreto omnibus. E dunque il problema sta a monte. io depreco la decretazione d'urgenza. Il Parlamento non va esautorato da quelle che sono le sue prerogative. Tuttavia questa opposizione, non mi piace.

    RispondiElimina
  6. Se devo dirla tutta sono veramente disgustata da questo accanimento mediatico che si sta consumando giornalmente ai danni del M5S. La cosa grave che la signora, se così si può dire, Boldrini ha usato un sistema dittatoriale per imporre la volontà degli usurai della maggioranza, pilotati dall'EU, E FARCI ACCETTARE UNA VERGOGNOSA LEGGE che ci toglie ancora più sovranità, nascondendosi dietro la balla dell'imu. Sono senz'altro con questi ragazzi onesti e corretti anche se li vogliono far passare per violenti e fascisti. Sono tutti coalizzati a distruggere il paese. Il nazismo non è mai morto. NON L'AVRANNO VINTA, W M5S...

    RispondiElimina
  7. bruno la menza7 febbraio 2014 13:01

    Gli ultimi anni sono stati caratterizzati da una totale assenza di freni inibitori nel cercare di sputtanare il proprio avversario politico.
    L'uso della parola viene catalogato come differenza fondamentale fra l'uomo e l'Animale. Ho usato la maiuscola per Animale perche' reputo i segnali che si trasmettono fra loro piu' significativi e sani.
    La mattina mi alzo molto presto e saluto il cane del dirimpettaio alzando e scodinzolando il braccio, lui si avvicina al cancello e scodinzola a sua volta. Percepisco rispetto reciproco w convivenza gradevole. Attiriamo la reciproca attenzione per dimostrare reciprocamente l'esistenza in vita.
    Se potesse parlarmi non mi direbbe le cazzate che ho sentito nelle aule del parlamento negli ultimi periodi. La politica non e' prima, c'e' ben altro; c'e la voglia di sopraffazione, la sicumera di chi si sente portatore di verita' assolute. Tanto assolute da non consentire dialogo, valutazione serena, rispetto per chi rappresenta idee diverse. La Presidente della Camera e' inadeguata perche' percepisce scarso rispetto verso le istituzioni?
    Non ha gradito l'umorismo di chi chiedeva cosa le avrebbe fatto in macchina?
    Per quanto dotato di spirito e di umorismo non riesco a cogliere la gradevolezza di tutte queste amenita' grilliane.
    Vuole la maggioranza assoluta dei parlamentari per imporre il verbo casaleggiano?
    Non mi convince questa impostazione. Mi ricorda troppo le asserzioni dittatoriali di chi poteva ma non voleva trasformarte il parlamento in un bivacco. Da li' all'eliminazione fisica degli avversari il passo fu breve. Lo sfottimento verso Gramsci (gobbo e sardo) e i portatori di idee diverse e' gradito alla massa che non vule bene ai potenti. Chi e' portatore di idee profonde in genere ha una sobrita' che in questo momento non percepisco.

    RispondiElimina
  8. Elisabetta Liparoto7 febbraio 2014 15:39

    Credo che quello che sia avvenuto in aula abbia veramente dell'incredibile, a prescindere del principio del movimento 5 stelle a mio parere hanno sbagliato i modi per due motivi: 1° Non hanno avuto rispetto né delle istituzioni né del luogo dove si trovavano. Comunque io al Posto della Presidente avrei sospeso la seduta richiamando all'ordine tutti, poi dopo un ora avrei proposto di votare dando a tutti la possibilità di esprimere la propria opinione. Ma quello che ha fatto non è in legale lei ha fatto prevalere il suo ruolo. Io sono Presidente del consiglio in un piccolo paese Borgetto, ma sicuramente avrei interrotto i lavori almeno di un ora. Poi per quanto riguarda l'Onorevole Lupo come donna le do tutta la mia solidarietà, ma citango ad evidenziare che,l'onorevole ha ricevuto sia scuse private che pubbliche la presidente è stata offesa ad oltranza ma nessuno di loro ha chiesto scusa. Voglio scrivere una provocazione: che ci fareste con Beppe Grillo in macchina? Io non accetterei nemmeno un passaggio visto i suoi trascorsi, al posto suo mi sarei risparmiato una battutaccia del genere.

    RispondiElimina
  9. Il mondo va al contrario... eversori, stupratori, antidemocratici e chi più ne ha più ne metta. Cara signora BOLDRINI, per me e per tanti altri è lei la vera antidemocratica e fascista... ANTIDEMOCRATICA perché applicando la cosiddetta "tagliola" ha eliminato il diritto dell'opposizione di motivare il perché del suo voto contrario... FASCISTA perché intollerante al rispetto delle altrui idee, perché non rappresenta tutte le parti, perché imbavaglia il libero circolare delle idee e del dissenso. L'OPPOSIZIONE è parte essenziale della democrazia e vanno rispettati i suoi diritti. E poi, mi viene proprio da ridere a vedere e sentire la levata di scudi in difesa della dignità delle donne... quelle di sinistra ovviamente…
    Quante volte le donne del centro destra sono state chiamate zoccole e puttane... mai nessuno ho sentito difendere quella campana e io come donna non mi sento per niente offesa nella dignità da parole che vanno al vento dette sia da una parte che dall'altra in un momento di intolleranza generale... quanto schifo abbiamo sentito... quante parolacce ed epiteti schifosamente offensivi nei confronti di uomini e donne... ma, ti ripeto non sento che la mia dignità di donna viene colpita da queste che voi chiamate offese e per me non sono altro che aria... Meno male che esistono i grillini per mettere allo scoperto tutte le magagne di un governo inefficiente e corrotto che tutti abbiamo accusato... mi viene da pensare che molti di coloro che lo accusavano appartenevano alla schiera della casta dei privilegiati e di chi non voleva alcun cambiamento o che forse volevano solo il cambiamento o addirittura l'abolizione della parte politica avversaria... così come da fascisti...

    RispondiElimina
  10. Siamo al cannibalismo politico, l' uomo che mangia l' altro uomo.Dopo quella rissa al parlamento ho avuto la sensazione di assistere ad una lotta di gladiatori, vergogna ! siamo ad un passo dalla intolleranza che ci spinge a comportamenti irrazionali .Occorre il pugno fermo del governo per frenare questa escalation di violenza !!!!!

    RispondiElimina
  11. calogero dolcimascolo7 febbraio 2014 21:04

    La Boldrini ha ribadito qualche anno fa che “ Mi sono candidata per indignazione”. Il suo discorso il giorno dell’elezione di Presidente della Camera ha una ovation quando disse che il suo impegno sarebbe stato per gli ultimi, gli esodati, agli imprenditori rimasti senza imprese rimaste, contro la violenza sulle donne etc.
    Gli applausi arrivarono da destra e sinistra.
    Devo ammettere che personalmente mi è sembrato che la nomina della Boldrini avesse qualche somiglianza con la partigiana Nilde Iotti.
    Gli scontri personali avuti dalla Boldrini sulla questione immigrati che sbarcavano a Lampedusa avuti con l’ex Ministro Maroni e l’on.le La Russa quando venne definita “ disumana e criminale“ appartenevano al passato.
    La sua investitura come terza carica dello Stato sembrava con buoni propositi anche nella considerazione del suo curriculum di tutto riguardo.
    Tuttavia l’on.le Boldrini sembra che abbia rinnegato tutto quello che ha detto inserendosi benissimo nella casta e non sembra super partes.
    Infine sembra che i sui fratelli immigrati possano girare per le città italiane con picconi o macete per uccidere persone, forse l’on.le la Russa non aveva tanti torti.

    RispondiElimina
  12. I recenti avvenimenti accaduti alla Camera dei Deputati hanno caratterizzato una terribile onda di violenza da parte di alcuni deputati grillini avverso i banchi del governo e della presidenza. La causa di questa sferrata protesta è stata l'approvazione del decreto (IMU BANKITALIA). I deputati grillini hanno superato ogni limite per esprimere il loro dissenso, usando azioni alquanto violenti nei confronti della maggioranza, promuovendo una vera carica di sopraffazione avverso i colleghi avversari. Tali azioni di protesta da interpretare come "atti eversivi" hanno determinato una emergenza democratica che poteva essere trattata diversamente dal presidente della Camera Laura Boldrini, anche se è stata colpita a massacro con pesanti e volgari affermazioni di carattere sessuale. Sono state pronunciate parole pesanti e compiuti atti riprorevoli. La presidente Boldrini, colpita con estrema violenza dagli insulti della minoranza, ha contestato verbalmente le affermazioni degli oppositori chiamandoli "eversivi" e potenziali stupratori. Il suo comportamento non ha determinato la repressione della protesta, anzi ha potenziato la reazione degli avversari. La Boldrini non ha saputo frenare a polso duro l'azione di protesta degli avversari per la sua gestione d'aula sbagliata e inadeguata. La terza carica dello Stato, deve garantire ogni singolo componente della camera...e in particolare se è di minoranza. Deve essere imparziale nella sostanza e si deve sforzare in ogni modo di dimostrarlo, assumendo in ogni istante il ruolo di "super partes" di tutte le forze politiche.

    RispondiElimina
  13. calogero dolcimascolo9 febbraio 2014 13:40

    E stata pubblicata la classifica dei manager di Stato più pagati e l'ebreo Mastrapasqua e tra i primi nonostante abbia fatto più danni nei confronti delle piccole e medie imprese con Equitalia. Stare dalla parte di queste vergognose etnie veniali significa essere contro quelli italiani onesti. Vi invito qualche volta a presenziare dinanzi il Tribunale di Palermo presso il Giudice dell'Esecuzione e vedrete quanto povera gente lotta contro gli avvocati incaricati di Equitalia. Per fortuna mi ci sono sempre trovato per altri questioni.

    RispondiElimina
  14. La cosa che dovrebbe fare la presidente Boldrini è semplicemente dimettersi. Farebbe un servizio al Paese.

    RispondiElimina