venerdì 25 dicembre 2020

PENSIERINI DI NATALE 2020

di Giangiuseppe Gattuso - E oggi Natale 2020 non posso non ricordare chi mi ha aiutato ad uscire dalla fase più difficile della mia vita. Quelle "persone" impegnate quotidianamente ad aiutare gli altri per professione. 
Che hanno lo stesso stipendio degli altri dipendenti pubblici ma imparagonabile è il loro impegno.

Il loro è un lavoro importante, pregno di responsabilità, delicato e faticoso allo stesso tempo. Rivolto alla salvaguardia della vita degli altri anche a rischio della loro. Meritano il nostro ringraziamento e il nostro rispetto. E questa inaspettata e grave pandemia ha reso ancora più evidente l'imprescindibile ruolo del sistema sanitario nazionale e di tutto il personale, medici e infermieri fino all'ultimo lavoratore dei servizi, che ogni giorno fa funzionare l'enorme complicata macchina che ci accompagna dalla nascita alla fine.

Pensavo, e pensavamo un po’ tutti, di essercene liberati quando con l’arrivo della bella stagione, grazie alla chiusura decisa dal Governo, i numeri drammatici che ogni giorno venivano diffusi hanno subito un sensibile calo. Al punto da spingere eminenti esponenti della scienza medica a fare improvvide disastrose dichiarazioni. Errori. Tanti errori. Sicuramente senza dolo. Ma forse per mancanza del necessario coraggio per respingere le ignobili pressioni di “politici” e gruppi di potere interessati più all’interesse elettorale e personale, che alla salute di tutti.

Adesso, però, si vede la luce in fondo al tunnel. E comincia a essere forte e chiara. È il frutto dell’enorme lavoro dei gruppi di ricerca di tutto il mondo che hanno condiviso e reso disponibili i loro risultati per arrivare a ciò che sembrava impossibile in così poco tempo. Il vaccino che già domenica 27 dicembre comincerà ad essere diffuso in tutta Europa. E che impegnerà i governi in uno sforzo organizzativo enorme come mai prima d’ora.

Ecco perché guardo con tristezza e distacco le miserie umane e le pochezze di certa politica miope e ridicola. Quella di politicanti impegnati quotidianamente a sparare dichiarazioni, a denigrare, a tentare di delegittimare il Governo del Paese che è e deve essere di ogni cittadino. Che sta affrontando una prova durissima contro un nemico subdolo e invisibile. E che per questo, per le decine di migliaia di morti, per le sofferenze di un numero incredibile di altri cittadini colpiti dalla pandemia e dalle difficoltà economiche va sostenuto a prescindere. Arriverà il tempo per altro, per giudicare e magari punire. Chi tira la corda per affossare è soltanto un nemico dell’Italia.

Intanto ripeto il mio ringraziamento e il mio augurio più bello ad ognuno di quelli che ho conosciuto e che mai potrò dimenticare.

Buon Natale a tutti. E speriamo bene.

Giangiuseppe Gattuso

25 Dicembre 2020

Ecco i nomi delle persone che mi hanno accompagnato in quell'avventura di marzo 2020 presso il reparto Covid della Pneumologia del Civico di Palermo: Prof. Di Gesù, dott.ssa Giaramitaro, dott. Angelo Arena, dott. Renato Fumagalli. E poi Gianluca, Tonia, Simona, Giacomo Lo Piparo e Giacomo Greco. E ancora Mimma, Elisa, l’altra Mimma, Giorgia, Benny D’Amico (l'indimenticabile del caffè!), Federica, Daniela, Salvo, Stefano, Vincenza, Lorena, Andrea, Fausto. E grazie anche a tutti gli altri che lavorano con il medesimo impegno.

3 commenti:

  1. Speriamo che non sia proprio necessario vivere la tua esperienza, di ammalarsi di covid 19 per comprendere l'importanza di un efficiente servizio sanitario pubblico, il contrario di quello che hanno fatto in Lombardia, il corrotto Formigoni e company. Si penso che ormai la luce in fondo al tunnel sia arrivata con il vaccino, infatti sembra che la quota vaccini per la Sicilia sia già atterrata all'aereo porto di Boccadifalco Palermo, per iniziare all'ospedale civico con un'infermiera, tra cui mia sorella in lista con i primi sanitari da vaccinare.

    RispondiElimina
  2. Giuseppe Floris26 dicembre 2020 20:10

    Concordo pienamente ..come sempre fino all'ultima parola neanche in tempi così oscuri e con migliaia di morti e personale ospedaliero che muore per salvare la vita agli sfortunati che hanno contratto il virus è impressionante la assoluta mancanza di scrupoli di certa gentaglia politica che rappresenta il NULLA associato al NIENTE!!

    RispondiElimina
  3. Caro Giangiuseppe,
    questa testimonianza è una conferma di onestà intellettuale che. gioco forza, non può vedere d'accordo con il coro di banderuole che sventolano nella direzione del vento mutevole degli interessi della politica funzionale a interessi di pochi. Grazie

    RispondiElimina