sabato 22 febbraio 2020

CORONAVIRUS, NUOVI CASI IN ITALIA. DICO LA MIA.

di Michele Ginevra - Non c’è nessun governo, in un mondo così globalizzato, che possa essere in grado di evitare al 100% la diffusione di un virus con le caratteristiche di questo nuovo coronavirus. Si tratta semmai di contenerne la diffusione, non quello di evitarla, cosa del tutto impossibile da garantire.
Il nostro governo è quello che in Europa (ed anche fuori) ha messo in atto le misure più restrittive di tutti. Ma nulla avrebbe potuto impedire con certezza l'ingresso del virus nel nostro paese, così come in qualsiasi altro paese e diffondersi, semplicemente perchè non ci sono misure che, per quanto rigorose, possono garantire che questo avvenga. Si può solo cercare di contenerne la diffusione.

Ricordo che l'amico del contagiato di Codogno, il manager ritornato dalla Cina, si era sottoposto al test ed era risultato negativo. Era cioè probabilmente un portatore sano.
In un mondo globalizzato è impensabile impedire che le persone circolino e si spostino tra i vari stati; non ci sono solo gli aerei, ma mille altre forme di spostamento, impossibile dal poterle tutte controllare. Basta un solo portatore sano (quindi asintomatico e inconsapevole di essere infetto) per contagiare chi gli sta accanto e che tra l’altro potrebbe risultare persino negativo al test. Inoltre occorre pensare che l’infezione in Cina è insorta presumibilmente alla fine di dicembre ma irresponsabilmente le autorità cinesi hanno diffuso la notizia solo dopo circa un mese dall'insorgenza; un tempo enorme per un virus ad altissima diffusione come il COVID-19.

Così se si considera il periodo d’incubazione fino a 14 giorni, nonché l’evidenza di portatori sani o comunque con lievi sintomi, si comprende come questi potrebbero essere stati in giro per il mondo fin dagli inizi di gennaio, quando ancora le caratteristiche epidemiologiche di questa infezione non erano ben chiare. In tali circostanze nessun governo può essere in grado di impedire che il virus entri e si diffonda in qualsiasi paese. Pertanto non è insensato pensare che nelle prossime settimane potremmo vedere un incremento del numero di contagi in Europa e in Italia.

Detto questo, da microbiologo e da immunologo, mi sento di dire che non c’è motivo di fare allarmismi inutili né tanto meno di lasciarsi prendere dal panico, se non altro perché la malattia seppure abbia un’altissima contagiosità, ha fortunatamente una bassa mortalità. Basterà adottare tutte quelle misure igieniche personali e collettive per contenerne quanto più possibile la possibilità di contagio e quindi di diffusione, cosa che le nostre istituzioni stanno facendo correttamente. Come dice il Prof. Burioni, con il quale sono totalmente d’accordo, nuovi casi (che non potranno non esserci) “saranno identificati come effetto delle nuove misure di contenimento dell’epidemia nel nostro Paese.

Tracciare i contatti di chi è già positivo, infatti, avrà come inevitabile conseguenza il fatto di trovarne degli altri ma, allo stesso tempo, permetterà di proteggere un numero esponenzialmente più altro di nostri concittadini (di noi stessi!) dal rischio del contagio».
Quindi andrei cauto con le critiche sempre e comunque al governo e alle nostre istituzioni sanitarie, che a mio avviso anzi hanno fatto molto di più degli altri governi europei e del resto del mondo. Trovo pertanto vergognoso l’atteggiamento di Salvini (la Meloni mi pare abbia rilasciato dichiarazioni più responsabili) che strumentalizza per beceri scopi politico-elettorali un’emergenza sanitaria come questa dove invece tutti, a cominciare dalle forze politiche, dovrebbero contribuire e collaborare in un unico sforzo collettivo per superare l’emergenza… il coronavirus non è né di destra, né di sinistra, né tanto meno grillino.

Michele Ginevra
22 Febbraio 2020

12 commenti:

  1. Giacomo Maltese22 febbraio 2020 19:50

    il 29 marzo al referendum voto contro Salvini e Di Maio e voterò NO e li mando a casa entrambi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Michele Ginevra22 febbraio 2020 19:51

      scusi cosa c'entra con l'infezione da coronavirus?

      Elimina
    2. Marina A. Rossi22 febbraio 2020 19:51

      Michele Ginevra E' un altro tipo di virus. La sindrome da benaltrismo altrimenti detta 'E allora i maro'?'

      Elimina
    3. Giacomo Maltese ma almeno si contestualizzi...su forza che ce la può fare!

      Elimina
    4. Roberto Colucci22 febbraio 2020 19:53

      E le Foibe?

      Elimina
    5. Giacomo Maltese22 febbraio 2020 19:54

      non deve diminuire la partecipazione alle scelte decisionali, dalla salute alla scuola etc, deve fare partecipare tutti alla gestione della cosa pubblica, non pochi iscritto al club Russeau, altrimenti renderà il sistema asfittico favorendo gli iscritti e non i cittadini ed inoltre le preferenze nelle liste parlamentari le permetteranno di conoscere di persona gli eletti che potranno essere in dissenso dal capo politico, la capacità non è sinonimo di obbedienza pelosa, il dissenso fortifica la democrazia e cera uomini uguali non servi

      Elimina
  2. Se avessero chiuso le frontiere e non solo i voli diretti, a tutti quelli che rientravano dalla Cina o da altri paesi a rischio, sicuramente non avrebbe fatto male,metterli almeno per un periodo in "quarantena" e solo dopo essersi accertati con le analisi adeguate che non ci fosse rischio di infezioni, di sicuro avrebbe aiutato..ma noi ovviamente siamo troppo italioti sinistri, sia mai che qualcuno pensasse che sia troppo fascista essere prudenti!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alessandra Bondi22 febbraio 2020 19:56

      Marcello Fava ma se uno con la moglie incinta va a cena con un amico che arriva dalla Cina e neppure lo dice ai medici che lo visitano può essere imputato al governo chiunque governi? PS pare che l'amico sia rientrato prima dell'ambaradan

      Elimina
  3. Giorno 11 ho preso gli aerei Catania Roma , Roma Genova , Genova Roma e Roma Catania . Mi hanno controllato solo all'arrivo a Genova.

    RispondiElimina
  4. Si metta in auto isolamento, dia prova di senso civico invece di fare lo sciacallo alla Salvini.

    RispondiElimina
  5. bocca della verità23 febbraio 2020 19:56

    Dal nordi si stanno riversando al sud specialmente nelle isole. Anche gli studenti fuori sede tornano in massa senza controlli. Se fosse successo al contrario ci avrebbero bombardato con il napalm.

    RispondiElimina
  6. buongiorno, mi stavo chiedendo se in tv hanno mai chiarito sulle attuali vittime italiane del coronavirus. Mi spiego meglio, erano tutti e soli anziani o no? hanno mai specificato che il virus è stata la causa del decesso o solo concausa? grazie

    RispondiElimina