giovedì 28 settembre 2017

La Sindaca più accusata e insultata della storia

Sindaca Raggi Virginiadi Giangiuseppe Gattuso - Credetemi, una cosa così ridicola e grave non me la ricordo.
Ora, una procura, quella di Roma, con tutte le nefandezze di cui si deve occupare quotidianamente, che sta a perdere tempo perché Virginia Raggi ha sostanzialmente trasferito un dirigente da un dipartimento ad un altro, ancorché più importante e quindi con un aumento di stipendio, è veramente qualcosa d’insensato.

Mi riferisco alla richiesta di rinvio a giudizio formulata dai PM per l’accusa di falso di oggi 28 settembre 2017. Un paradosso singolare di fronte agli enormi problemi di una città e di un’amministrazione smisurata, e all’impegno che lei e tutta la sua squadra stanno mettendo per tentare di fare fronte.

Raineri-RaggiStiamo parlando di una prerogativa esclusiva di tutti i sindaci. Ivi compreso quello di Roma, anche se capitale d’Italia e vittima conclamata di stupro di gruppo continuato per decenni. Un’attività, quella della sindaca, che altrove passa come ordinarissima amministrazione, di cui non se ne occupa e non se n’è mai occupato nessuno. Così come gli incarichi di segreteria particolare come nel caso di Salvatore Romeo, e come quelli di capo di gabinetto come nel caso della magistrata Carla Raineri, e tantomeno degli importi dei loro compensi. Sfido chiunque a dimostrare il contrario, e a ricordare i nomi di segretari particolari di ministri, sindaci di città importanti, e capi di gabinetto delle più alte cariche dello Stato. Sono sempre stati incarichi, com’è giusto che sia, di strettissima fiducia su cui mai nessuno ha messo becco. Tantomeno la magistratura e, ultimamente, l’ANAC di Cantone, come se gli mancasse di che occuparsi.

Raffaele MarraNientemeno Raggi è accusata di falso per aver dichiarato di avere deciso, lei, la nomina di tal Renato Marra. Cioè, per essere ancora più chiari: la si accusa di avere nominato un dirigente, atto perfettamente legittimo e nelle sue specifiche competenze, ma, udite udite, cose da pazzi, non avrebbe ammesso di averne parlato con il responsabile del dipartimento del personale del comune di Roma, il famoso Raffaele Marra fratello di Renato, il nominato. Come se interloquire con chi, per sua specifica funzione amministrativa, si occupa dei dipendenti tutti, fosse un reato e non, invece, una ovvia, ordinaria, necessaria prassi. Sarebbe forse passata in sordina se la “parlata” si fosse svolta con un qualche mammasantissima dei bei tempi andati. Ma, tant’è.

La sindaca, dopo l’avviso di garanzia del 24 gennaio 2017 scorso, venne interrogata il 2 febbraio per oltre otto ore. Un tempo che, di solito, viene dedicato a reati di associazione mafiosa, omicidi e altri reati gravissimi. Incredibile ma vero. E la scoperta clamorosa deriva dalle chat tra la sindaca e l'ex capo del personale secondo le quali la sindaca si sarebbe lamentata con Marra per aver scelto il fratello Renato senza consultarla.

Una cazzata solenne per la portata della questione che, ripeto si fonda sul fatto che la nomina di un dirigente resta nelle specifiche competenze di qualsiasi sindaco il quale, ovviamente, per la materiale redazione dei relativi provvedimenti amministrativi non può che consultarsi con gli uffici e i dirigenti che ne sono a capo. Una questione, quindi, su cui la magistratura dovrebbe velocemente mettere una pietra tombale, per dedicarsi, anima e corpo, ai numerosissimi e molto ma molto più gravi fatti criminosi che ammorbano la società. Così la penso e così l’ho scritto.

Giangiuseppe Gattuso
28 Settembre 2017

50 commenti:

  1. Sarà! Ma si ha la netta impressione che ormai in Italia non si possa fare affidamento neppure più su quel Terzo Potere che è il giudiziario e che dovrebbe assicurare il rispetto della legge "eguale per tutti" e non essere strumento del potere come tale. Bisogna augurarsi di trovarsi di fronte ad un giudice che abbia, anzitutto, rispetto di se stesso e, rispondendo onestamente alla propria coscienza, in particolare di fronte allo sfascio istituzionale che l'Italia sta vivendo, poi decidere nel rispetto delle altrui prerogative utilizzando nel profondo la sostanza della "legge eguale per tutti" Se dovesse essere il contrario allora è accertato che siamo davvero al cospetto del crollo di ogni speranza di rinascita del nostro Stato!

    RispondiElimina
  2. Sottoscrivo l'intero tuo articolo, Giamgiuseppe. Forse è il caso di comincare ad indagare certa magistratura.
    O no?

    RispondiElimina
  3. Mai, dico mai, si era creato tanto clamore (e tante indagini), per una nomina di strettissima competenza di tutti i sindaci che amministrano ogni comune italiano. Cadute le accuse più pesanti per la Raggi, adesso resta in piedi un'ipotesi di reato davvero infamante, roba da far impallidire un assassino o un accusato di associazione mafiosa. Pensate un po', la sindaca di Roma andrà a processo per aver dichiarato che aveva deciso lei da sola ogni dettaglio di tale nomina. Da sola o dopo aver sentito il parere di chiunque altro, in ogni caso toccava al sindaco deliberare la nomina (ritenuta assolutamente lecita dai magistrati, dopo il flagello mediatico subìto).

    RispondiElimina
  4. Capisco che i 5 stelle siano messi sotto esame e sotto test riguardo a qualsiasi movimento venga fatto. Lo capisco perchè in un Paese come l'Italia dove governa la corruzione e la mafia da 30 anni....è difficile credere che delle persone veramente oneste possano esistere e governare bene! Ma io credo che quelli del Movimento abbiano gia dimostrato in svariatissime occasioni la loro onestà!. Riguardo ai media ha ragione Grillo! sarebbe bello poterli vomitare tutti! Parlano delle presunte colpe della Raggi e omettono di dire che nel suo primo anno ha chiuso con +60 milioni! mentre il precedente Sindaco Marino dopo 1 anno chiese allo Stato 800 milioni! Insomma, al Comune di Roma non si ruba piu! e questo è un enorme e immenso vantagio! lo scopriremo a conti fatti piu avanti andremo. E voglio aggiungere che TUTTI i comuni governati dai 5 stelle, trovati dagli stessi con enormi debiti se non in dissesto, chiudono con un PIU! Se questi sono gli incapaci....allora VOGLIO GLI INCAPACI AL GOVERNO!!!

    RispondiElimina
  5. Raffaella Schiavone28 settembre 2017 17:44

    Non oso immaginare il can can mediatico...e la grancassa dei politici "esperti" che ne chiedono le dimissioni...Ricordiamo che rinviato a giudizio è anche il sindaco Sala...ma si sa ci sono figli e figliastri...Avvilita !

    RispondiElimina
  6. Giuseppe Miccolis28 settembre 2017 17:50

    Tutto giusto e condivisibile, però dico una cosa, perchè negare di avere interloquito con Marra? Forse perchè non voleva sollevare ulteriori polemiche, ma come dice lei era nelle sue prerogative e poteva ammetterlo senza problemi, invece si e' infilata in questo insignificate cul de sac

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa è una critica giusta che condivido, però ci rendiamo conto di che cosa stiamo parlando? Oggi 16 ex consiglieri regionali del Lazio PD, il sindaco di Fiumicino e due senatori PD sono stati rinviati a giudizio per peculato, abuso d'ufficio e truffa. Altro che fare una nomina, peraltro legittima.

      Elimina
    2. Sig Maurizio lei fa degli esempi talmente stupidi paragonabili ai bambini di scuola materna. Giuseppe Miccolis ti ha fatto una piccola contestazione e lei pur di controbattere chiama in causa il PD. Ma lei è davvero invasato di questo M5S da diventare un paranoico.

      Elimina
  7. È chiaro che non si può stare colle mani in mano ed aspettare che tutto scorra naturalmente, perché, se così fosse, vincerebbe di certo il Movimento 5S e ciò potrebbe creare un cataclisma nel mondo politico ed una rigenerazione in ambito socio-economico. La Sindaca Raggi ha il privilegio, la sfortuna per molti, di essere pentastellata e, dunque, rappresentante dell'unico raggruppamento politico che possa dare fastidio a tutti gli altri partiti, che sono i rappresentanti di questo sistema marcio. Ribadisco che tutto questo era già stato pronosticato e che adesso bisogna aspettare la fine delle elezioni in Sicilia per avere un po' di serenità e di quelle Nazionali, poi, per avere la quadra e prendere atto di una diversa od invariata situazione politica.

    RispondiElimina
  8. Nessuno può dire che la raggi sia il peggior sindaco della storia. a palermo avete avuto Ciancimino Lima a bagheria ora cinque, si e no è la quarta peggior sindaco della storia.

    RispondiElimina
  9. Non ha mai speso una riga sulla sindaca di Torino ottima persona e brava amministratrice. Ecco perchè lei non è credibile per non dire altro.

    RispondiElimina
  10. marcello Panzica cittadino romano28 settembre 2017 19:12

    lei scrive a vanvera e non conosce il personaggio.

    RispondiElimina
  11. Marina Nicoletti28 settembre 2017 20:29

    Quando si dice: cercare il pelo nell'uovo

    RispondiElimina
  12. Vorrei che dedicassero tutte queste energie a Sala e, perché no?, a Renzi che non risponde mai alle accuse di Maiorana. Il gioco sporco è evidentissimo ed imbarazzante.

    RispondiElimina
  13. Non potevano ammettere di avere fatto una cazzata e di avere edificato un castello di sabbia, per cui hanno chiesto il rinvio a giudizio per qualcosa che squalifica professionalmente tutta la categoria dei magistrati. Se io fossi un magistrato preparato mi dissocerei da chi ha fatto una tale richiesta.

    RispondiElimina
  14. Questo insistere nel negare ogni capacità ed ogni buon intento a chi non fa parte della propria scuderia è un comportamento deplorevole che accomuna estremisti di sinistra e di destra, proprio

    RispondiElimina
  15. L'articolo e' ponderato e lo condivido ..ma siamo alle solite ..i DECENNI di RUBERIE DI TUTTE O QUASI LE AMMINISTRAZIONI DI ROMA SONO DIMENTICATE ..QUESTA POVERA DONNA HA COMMESSO IL REATO PIU' GRAVE E INFAMANTE non la cazzata della sentenza ....MA MOLTO MOLTO PIU' GRAVE .......??? QUALE DIRETE VOI ..MA E' CHIARO COME IL SOLE E LA LUNA ..ORA LO DICO ..HA RIFIUTATO LE OLIMPIADI A ROMA ..MA VI RENDETE CONTO

    "Il rammarico c'è e chi come me difende gli interessi del mondo olimpico non può non tenerne conto". Giovanni Malagò, a Lima per la sessione del Cio, non nasconde tutta la sua amarezza. Roma è una ferita che brucia ancora. "Oggi le presentazioni di Parigi e Los Angeles mancavano di competizione - ha aggiunto il presidente del Coni - ed entrambe devono dire grazie al ritiro di Roma e dell'Italia. Candidature future? Oggi non è serio parlarne, servono tre gambe, oggi è stato dimostrato: città, governo e Coni. Aspettiamo il nuovo governo per qualsiasi ragionamento". Con grande fair-play, Malagò ha fatto i complimenti ai due sindaci di Parigi e Los Angeles: "erano quasi dispiaciuti con me per quello che si è creato ma bisogna guardare avanti QUESTO E' L'ARTICOLO RECENTE DI rEPUBBLICA gli ha tolto l'osso di bocca ..

    RispondiElimina
  16. Monotono insistere nel denigrare una persona ed una formazione politica con tutti mezzi e senza rispetto dell'onore altrui, buttando nella pattumiera i propri ideali, forse mai esistiti, rivela una tendenza molto pericolosa, una deriva antitetica ed amorale che potrebbe finire nel sangue.
    Va bene la critica, anche dura, ma non la denigrazione sistematica e, si si arriva persino a negare , nemmeno velatamente, la dignità naturale ad un bimbo di pochi giorni......per offendere il papà, allora si capisce da quale cucina tossica, fascistoide escano queste cariche di fango.
    Un sindaco deve consultare i vari responsabili, è suo compito, deve informarsi, è suo dovere e se è un sindaco che merita rispetto, come la sig. Raggi, deciderà senza farsi pilotare da influenzatori.

    RispondiElimina
  17. Giuseppe Granatelli28 settembre 2017 21:59

    Per la verità non mi sembra tanto ridicola e la Raggi verrà sicuramente condannata. Infatti la Raggi ha dichiarato il falso all'Autorità Anticorruzione per salvare l'amico Salvatore Marra dall'accusa di Abuso d'Ufficio. Il Giudice Cantone se ne rese conto ed inviò tutti gli atti alla Procura. Per lei mentire ad un giudice che sta conducendo un'inchiesta è una vicenda ridicola?

    RispondiElimina
  18. E' rinviata a giudizio per falso. Cosa fate, fate come i berluscones che inveivano contro i calzini dei giudici?

    RispondiElimina
  19. Sarà! Ma si ha la netta impressione che ormai in Italia non si possa fare affidamento neppure più su quel Terzo Potere che è il giudiziario e che dovrebbe assicurare il rispetto della legge "eguale per tutti" e non essere strumento del potere come tale. Bisogna augurarsi di trovarsi di fronte ad un giudice che abbia, anzitutto, rispetto di se stesso e, rispondendo onestamente alla propria coscienza, in particolare di fronte allo sfascio istituzionale che l'Italia sta vivendo, poi decidere nel rispetto delle altrui prerogative utilizzando nel profondo la sostanza della "legge eguale per tutti" Se dovesse essere il contrario allora è accertato che siamo davvero al cospetto del crollo di ogni speranza di rinascita del nostro Stato!

    RispondiElimina
  20. Mi sembra ovvio che ci sia un processo contro chiunque appartenga ai cinque stelle . C'è metà del popolo italiano a cui non frega nulla degli arrestati, dei processati, dei condannati dei partiti tradizionali della Consip, delle banche, dei paparini della Boschi e di Renzi..non gliene frega proprio nulla.Loro odiano. .sì. ..odiano il M5S e lo vogliono eliminare perché ne hanno paura.Mi viene proprio da ridere che si scandalizzano di tutte queste vergogne, corruttele, inciuci con la mafia, per poi rivotare queste persone e contrastare chi le combatte.

    RispondiElimina
  21. Chi sarà mai la sindaca più accusata e insultata della storia di questa repubblica delle banane?
    (Oltre alle banane mettiamoci pure i manghi e le nespole, tanto vale aggiornarsi.)
    Toh ! Guarda caso .....la Raggi !
    Chissà come mai .
    Eppure la corruzione e il magna magna non si vedevano più dai tempi di Roma antica.
    Cialtroni! Adesso hanno paura delle loro stesse ombre!
    E fanno bene ad averne!!!!

    RispondiElimina
  22. Maria Teresa Bollero28 settembre 2017 22:20

    Certo che stanno tirando fuori tutto il veleno che hanno in corpo, bisogna fare qualcosa per sostenere Virginia, facciamoci sentire e vedere!

    RispondiElimina
  23. Anche certi magistrati dovrebbero iniziare a tremare. È finito il tempo della corruzione e del magna tu che io magno di più

    RispondiElimina
  24. Cinzia Totala Ferri28 settembre 2017 23:01

    Hanno una paura fottuta e stanno usando tutte le cartucce che gli sono rimaste, è così in tutti i comuni amministrati da noi 5 stelle, ma siamo più tenaci è più grintosi ogni giorno che passa perché noi sindaci ci crediamo che questo nostro paese può cambiare.

    RispondiElimina
  25. Parlare della Raggi fa perdere di vista tutte le porcate fanno loro !!!! Ma non siamo mica degli sprovveduti.

    RispondiElimina
  26. ATTENZIONE GATTUSO AD ABBASSARE l'ASTICELLA.
    Hanno già iniziato.

    " Se questo doveva essere il vento del cambiamento siamo di fronte ad una vertiginosa involuzione. E per favore basta con le solite frasi dette a memoria “sì, ma il Pd ecc. ecc.”. La credibilità e la coerenza presuppongono buoni esempi. Ora il Movimento 5Stelle non ha più nulla di diverso dagli altri partiti tanto odiati: volevano essere messi alla prova, ed eccoli accontentati. Il prossimo passo sarà quello di attaccare i magistrati cattivi e le sentenze comuniste."

    http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/09/28/virginia-raggi-rinviata-a-giudizio-che-fine-ha-fatto-la-sbandierata-onesta/3883331/

    RispondiElimina
  27. Ci risiamo!
    Ogni giorno un attacco nuovo ai pentastellati; poi verso la Raggi non ne parliamo!
    La verità è che la vittoria di Virginia non è ancora andata giù a molti, e, in primis, al PD!
    Quel Giachetti non l'ha proprio digerita!
    La Raggi rappresenta un bersaglio facile per colpire i grillini: tra immondizia, scaffe e trasporti...!
    Ora il rinvio a giudizio per aver mentito sulle influenze riguardo la nomina di Marra...mon dieu!
    Consultarsi con i dirigenti è dunque un reato?
    Bene ha fatto Di Maio a dire che comunque vada la Raggi resterà lì!
    Nessuno dei soloni che parli del debito lasciato da un'eredità di politici un po' corrotti e un po' incoscienti, che hanno speso e spanso senza controllo, e dato appalti a destra e a manca in cambio di voti! Se ne guardano bene dall'aprire questo capitolo nero delle amministrazioni precedenti!
    L'onestà costa cara e non basta la bacchetta magica, che pure c'è...viste le difficoltà che la sindaca incontra e visto che qualche miracolo sta avvenendo, tra cui il risanamento del bilancio: l'onestà, in una Roma così mal ridotta, si costruisce man mano che ci si scontra con le illegalità in campo per affrontarle e abbatterle; un'eredità dificitaria e complicata!
    Le scaffe, i ritardi degli autobus, l'immondizia, il debito pubblico sono forse nati tutti dal giugno 2016?
    Beh, mi pare difficile, visto che il tempo per tutto questo non ci sarebbe proprio stato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Signora Fabbri, lei scriva poesie e non parli di politica, non è alla sua portata. Quanti insulti e false accuse hanno subito altri personaggi, la Raggi anche se "virginia" è crescita in un ambiente molto salubre di malaffare. Previti non gli ricorda nulla?

      Elimina
    2. Gentile Signor Anonimo, la invito a non dispensare consigli esprimendo giudizi gratuiti nei confronti di chi scrive, al contrario di lei, firmandosi.
      Se proprio non riesce a fare a meno di trincerarsi dietro l'anonimato, si limiti a esprimere pensieri nel merito di ciò che viene pubblicato. Altrimenti mi vedrò costretto a eliminare i suoi commenti.
      Buona PoliticaPrima

      Elimina
  28. Tutto va bene per mettere i bastoni fra le ruote a chi ha deciso di spazzare via la feccia da questa città martoriata.....a nessuno interessa il bene della cittadinanza. Mitragliate a caso!!!!

    RispondiElimina
  29. Condivido in pieno!
    Ma questo accanimento senza precedenti fin dall'insediamento verso la sindaca raggi è stato fatto perché faceva parte del m5s!
    Ordini dall'alto!
    Screditare sempre e Cmq l'operato della giunta raggi!
    Vergognosi infami!

    RispondiElimina
  30. Vi ricordo che la Raggi è scesa all'88esimo posto nella graduatoria della popolarità e che il 35% dei romani che l'avevano votata oggi non la rivoterebbero più!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quel 35%, dopo poco più di 1anno, non rivoterebbero chiunque avessero già votato e sono gli ignoranti che non informandosi veramente pretendono il miracolo tipo: Lazzaro alzati e cammina. Virginia Raggi è la prima donna sindaco nella storia di Roma, è il primo sindaco che sta ripulendo Roma iniziando dall'interno dei "palazzi" per poter lavorare bene in tutta la città.. il cambiamento non si fa con un poco di rossetto e rimmel, prima di tutto sta nelle menti delle persone. Se volete miracoli cambiate nazione perché il M5S fa e farà solo cose concrete..

      Elimina
  31. Simonetta Belfiori29 settembre 2017 14:43

    Non mi stupirei se il prossimo avviso di garanzia lo formulino perché la sindaca ha steso i panni in orari non consentiti.. oramai basta il primo che passa e, se gli gira, fa una querela.. i giudici non aspettano altro

    RispondiElimina
  32. La grande amante dell' onestà non sapeva chi era Marra ne fa il suo braccio destro. il magistrato capo del suo gabinetto politico ha dichiarato che con la raggi non riusciva a parlare e che tutto era nelle mani di Marra.

    la lombardi un pezzo grosso del movimento 5 stelle fa un esposto in procura contro Marra lo stesso capo di gabinetto politico di raggi fa un esposto in procura per ciò che avviene nella giunta raggi. la procura gli arresta il Marra, esce fuori che lei è marra erano già d accordo prima della campagna elettorale su come gestire Roma.

    la raggi per timore Delle intercettazioni è il primo sindaco che discute sui tetti del Campidoglio finisce pure fotografata.

    sempre la raggi faceva le barricate e strillava chiedendo le dimissioni di Marino quando questi era sotto inchiesta.
    Con quale coerenza politica adesso si può difendere questa signora?
    Possibile mai che in questo stato la politica viene vissuta al pari del tifo calcistico?
    Come può cambiare mai questo paese se il suo popolo appena gli toccano l eletto anche se questo contraddice con il suo comportamento i principi su cui si è fondata la sua elezione difende a spada tratta l indifendibile.
    Possibile che si parli solo di reato e non si parli invece della gravità del comportamento politico della raggi.
    Secondo voi se era in Giappone come finiva? non solo in Giappone ma anche in Germania Svizzera Norvegia Svezia ecc ecc. siamo un popolo ridicolo questa è la verità

    RispondiElimina
  33. Francesco Lovecchio29 settembre 2017 14:48

    La nomina di Romeo era illegittima e non c'entra nulla con la libertà di nominare intuitu personae. Siccome non è possibile dimostrare "oltre il ragionevole dubbio" il dolo, ecco la giusta richiesta di archiviazione della procura. Rimane in piedi il reato più grave, quello di falso legato alla nomina di un altro personaggio della saga, Marra fratello

    RispondiElimina
  34. Virginia Raggi mi fa una gran pena. Ma chi glielo ha fatto fare di andarsi a impardare nello schifo della politica di oggi. Non è una novità solo del nostro Paese la via giudiziaria al comunismo. Inoltre per libertà di stampa e informazione corretta siamo al 77esimo posto al mondo, cose, non di una repubblica democratica, ma della bananas republic! Questa finta democrazia di finti democratici!

    RispondiElimina
  35. Io non nutro grosse simpatie per i 5 stelle, ma devo dire che il PD si comporta sempre così: non potendo con il consenso dei cittadini, aggredisce con le accuse pesanti o leggere, l'avversario. Berlusconi è stato demolito e messo fuori, con l'intromissione nella sua vita privata, anzi è stata messa sotto osservazione la sua casa, le sue feste. Sono state usati come testimoni ,quelli che volevano vendicarsi. Ma lo fanno anche tra loro: eleggono un leader, e poi lo fanno fuori.

    RispondiElimina
  36. MARISA BIGNARDELLI29 settembre 2017 16:50

    Cronaca di un massacro annunciato!L’eletta a sindaco èun rospo troppo grosso da digerire politicamente .La paura di un affermazione del movimento e di dover lasciare le poltrone,poi,è terrore. Abbiamo detto più volte che i giornalisti devono scrivere a comando. Ci sono pure quelli veri e parlano e scrivono liberamente,magari rischiando il posto di lavoro. Ribadisco pensiamo con le nostre teste e con gran senso critico. Diamo tempo alla Raggi perché vent’anni di inciuci,imbrogli,malcostume, non si possono risolvere in poco tempo. Non diamo credito a chi denigra perché così deve fare. Certo ne vedremo delle belle. Alcune saranno degne di giornaletti scandalistici,altri saranno sottili e infanganti. Tutto fa brodo! Gli italiani hanno imparato,però,a diffidare e stranamente sostengono chi è denigrato. La Raggi potrebbe anche avvantaggiarsene. Voglio concludere che personalmente penso che votare, e magari in massa i 5S,servirebbe a salvare,rifondare,riconvertire la politica e il PD.Una lezione di umiltà che richiamerebbe tutti i politicanti a parlare di meno e agire di più e con trasparenza.La cattiva politica non solo ci ha portato ad un punto morto(ancora si discute di questa legge elettorale) ma ha danneggiato inesorabilmente e gravemente il territorio. Non è il momento di dire basta !Punto e a capo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Signora Bignardelli, lei e la signora Fabri, dove siete vissute tutto questo tempo? Quanti insulti hanno e avete rivolto ai tanti personaggi politici? E' permesso criticare chi a distanza di tempo non ha risolto ciò che aveva promesso? Ma la volete smettere con la storia di 20 anni di cattiva amministrazione? Basta a scrivere stupidaggini ad iniziare dal Giangiuseppe Gattuso. A Palermo ci conosciamo tutti, non è New York!!

      Elimina
    2. Gentile Signor Anonimo, come ho fatto con il commento alla signora Fabri, la invito a non dispensare consigli esprimendo giudizi gratuiti nei confronti di chi scrive, al contrario di lei, firmandosi.
      Se proprio non riesce a fare a meno di trincerarsi dietro l'anonimato, si limiti a esprimere pensieri nel merito di ciò che viene pubblicato, evitando lei di scrivere stupidaggini. Altrimenti mi vedrò costretto a eliminare i suoi scritti.
      Buona PoliticaPrima

      Elimina
  37. Lo so, Giuseppa Nogara, difendono la propria poltrona con ogni mezzo, anche con mezzi degni d'una destra estrema dittatoriale se si tocca loro poltrona , o credono che lo si faccia, diventano come colpiti dal virus della rabbia, offendono anche oltre il confine di stato!

    RispondiElimina
  38. Basando i su esperienza personale, in altri blog e gruppi, consiglio al mio amico Giangiuseppe di togliere la possibilità di rispondere in anonimato, meglio dare maggior peso a chi firma con nome proprio e non si nasconde
    ,

    RispondiElimina
  39. Non propongono niente solo banalità ma sono pieni di odio e di rancore.ha ragione sig a nonimo

    RispondiElimina
  40. sono certa che il sig gattuso tenga l'immagine della raggi sul comodino

    RispondiElimina
  41. Vittoria certa per il presidente del movimento in sicilia. un successo di grillo capace di fare vincere anche un candidato modesto.

    RispondiElimina
  42. Mi chiedo come si possa essere così banali, cari signori anonimi.

    RispondiElimina