martedì 22 agosto 2017

LA GUERRA DI SICILIA. I GRILLINI CONTRO TUTTI!

The gladiatordi Vito Reina - Leggo, sempre più spesso, e in più spazi editoriali, esortazioni verso i partiti politici a trovare soluzioni unitarie per la battaglia elettorale del prossimo 5 novembre in Sicilia, altrimenti la si consegna a Giancarlo Cancelleri!
È un tormentone che fa eco in ogni parte, sia di chi è direttamente interessato perché vive di politica, sia di chi è talmente impregnato in quel sistema che, di linguaggi, non ne conosce altri! Quella è sindrome da disperazione, di chi ha l'acqua alla gola, le spalle al muro, o la pistola puntata sulla tempia mentre sta per partire il colpo.
Continua l'interpretazione che se il Movimento 5Stelle guadagna terreno è per demerito dei partiti di centro destra e centro sinistra e non per la qualità e novità della proposta politica dei 5 Stelle, che si articola in un linguaggio inedito, in una rinnovata relazione tra amministratore ed amministrato. Ovviamente, chi fa finta di non conoscere e vuole, vada ad informarsi.

micci-berluOra che i demeriti di centro destra e centro sinistra siano evidenti, questo è fuor di dubbio, dato che viaggiano entrambi su un filo comune: servire i mercati finanziari della globalizzazione. Non è un caso che la Merkel abbia esortato, incaricandolo, lo stesso Berlusconi, a fermare il populismo e quindi i grillini! E non sto adducendo altre cause, come il filo comune della corruzione, perché quella è pratica quotidiana consolidata, non è un obiettivo politico.

Armao e LombardoNon possono dare spazio a soggetti che propongono soluzioni politiche di territorio, perchè la Merkel glielo vieta, pertanto bocciano Nello Musumeci, persona stimabile, perché troppo autarchico, non controllabile, sta troppo a destra, tranne che non accetti un ruolo di secondo piano in una amministrazione Armao! Il professore, l’avvocato giusto al posto giusto, che ha già dato prova di se, nel 2009, a fianco di Raffaele Lombardo come assessore ai Beni culturali e, poi, del Bilancio! È di un languore unico, questo crocifiggersi sull'incapacità che favorisce il nemico! Ma semplificano, sottovalutano, ridicolizzano, disinformano, ignorano, sui progetti dei 5Stelle, sul nuovo patto con gli elettori, sulla nuova interpretazione di amministratore pubblico, sul concetto di essere, ogni cittadino, sindaco del proprio metro quadrato di spazio fisicamente occupato, che per loro i 5Stelle non esistono come soggetto politico, sono solo un gruppo di ingenui agli ordini di Grillo e Casaleggio, chi è costui?

M5S-tour-agosto-2017Non c'è proprio alcuna forma di comunicazione, né di intelligenza che coltivi la volontà di capire, di prendere atto di questa nuova volontà che si struttura in realtà del futuro, in nuova comunità, attiva, partecipe e, soprattutto solidale, che investe sull'essere umano e sui suoi bisogni, il lavoro, lo stato sociale, scuola, sanità, pensioni! Che inizia a pagare la crisi dalle proprie tasche, tagliando i propri stipendi ed abolendo i propri vitalizi! E non sono promesse, perché questo già lo fanno da anni! Del resto cosa si pretende? Se fossero intelligenti, non starebbero immersi nella merda a dichiarare che son gli altri che fanno puzza! Neanche la peggiore della DC, quella mafiosa per intenderci, fu mai così arrogante e stolta! "Arrendetevi! Siete circondati."

Vito ReinaVito Reina
22 Agosto 2017

12 commenti:

  1. Forte, chiaro, significativo il pezzo di Vito Reina che per la prima volta si propone come autore. Ne abbiamo più volte apprezzato le qualità come commentatore.
    Il suo è un ragionamento fatto dal di dentro. Di uno che non si è fermato alla superficie, come purtroppo danno in tanti. Vito ha provato come funziona il M5S, si è immerso nei loro meccanismi cogliendone molti aspetti positivi. Ne ha colto lo spirito, il senso di comunità e la vicinanza alla gente. Sarà una battaglia difficile e aspra. E i siciliani dovranno decidere se dare loro fiducia. Complimenti per l'articolo e benvenuto su PoliticaPrima

    RispondiElimina
  2. https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=10210195018775032&id=1326243094

    RispondiElimina
  3. Addirittura? E che è una guerra? A me sembra una competizione elettorale. #macistecontrotutti

    RispondiElimina
  4. Lillo Antinoro22 agosto 2017 17:37

    Trovo l'analisi di Reina corretta. Pensate allo spazio che i media danno oggi, dopo l'investitura della Merkel, a un personaggio come Berlusconi che ha definito Dell'Utri un italiano modello. Se una cazzata del genere, gravissima è mafiosa, l'avesse detto un Grillino staremmo qui a fare un processo televisivo giornaliero. Di questo fatto i media mafiosi e amici della Merkel, Berlusconi, Renzi, Dell'Utri, Mangano e Messina Denaro, no ne parlano. Purtroppo caro Noto questa è la dimostrazione che queste elezioni sono per la destra e la sinistra una guerra da combattere non in nome degli italiani ma delle banche dei poteri finanziari ed europei che ci stanno schiacciando economicamente, cercando alleati anche tra i mafiosi.

    RispondiElimina
  5. Luciano Bianchi22 agosto 2017 17:45

    Paolo Noto ci raccontera' come hanno ridotto la sicilia i suoi kompari del pd ......dei ragazzi merdavigliosi! gli stessi che hanno indebitato roma per 14 miliardi di euro e che sono in bancarotta a nazareno...manco in casa loro sanno fare i conti!! ma Noto li vota perche e' furrrrrrbo ...cosa credete?? fa pure parte di resistenza antigrillina, un bel gruppetto di "letterati" fasciopdioti che magnano con il pd.

    RispondiElimina
  6. Giacomo Ferraro22 agosto 2017 17:46

    Stanno trasformando una competizione elettorale, dove si dovrebbe scegliere il meglio del meglio per amministrare finalmente in modo decente l'isola, in una guerra al M5S. Come non condividere questo articolo se solamente si ha a cuore il destino dei siciliani? Sta venendo a galla una pletora di gente che già da tempo dovrebbe essere nelle patrie galere o almeno stare in silenzio. Inutile fare nomi tanto, almeno tra quelli che hanno un briciolo di "puntu na facci", li conosciamo, eppure tutti questi, chi più chi meno, impresentabili si sono assunti il'obbligo di condurre questa crociata per con consegnare la Sicilia a Giancarlo Cancelleri. Le persone normali, accertati i demeriti e le manchevolezze della dx e della sx ormai shakerate in una stessa brodaglia, votano o, dovrebbero votare, il M5S solamente perchè quanto meno si ha a che fare con persone per bene. Le inutili speculazioni e le disinformazioni messe in atto nei confronto di questo movimento non fanno altro che mettere in evidenza la loro pochezza. Mi piace la chiusura dell'articolo "Arrendetevi! Siete circondati."

    RispondiElimina
  7. Alessandro Petrucci22 agosto 2017 17:49

    Non sono d'accordo. 5 Stelle guadagna terreno x il loro programma x il continuo dialogo con le persone stare con loro ti senti migliore. La azzeccano sempre. Merito e loro e del loro lavoro.

    RispondiElimina
  8. Pasquale Palumbo22 agosto 2017 18:54

    la paura fa sempre novanta e non vi meravigliate dopo tutto quello che hanno inventato per Virginia Raggi a Roma dove sta scoperchiando il pentolone del malaffare (mafia capitale docet) e i giornalai prezzolati e finanziati dai poveri italiani hanno scritto di tutto. Ergo figuriamoci se si vanno a mettere le mani in Sicilia patria riconosciuta ma forse ingiustamente del malaffare

    RispondiElimina
  9. ho letto il bell'articolo di Vito Reina e lo condivido , ormai dal 2009 e' guerra aperta e palese contro il Movimento Cinque Stelle ..i sondaggi sono a favore assoluto del movimento e fin qui e' tutto scontato ..ormai e' anche palese che gli altri partiti sono allo sbando ...tutto scontato ? Le potenti forze che hanno fatto ben quattro Governi senza neanche le elezioni sono alla fine ..la quinta non ci sara' ......? Sono incominciate le grandi manovre sulle coalizioni ..dovranno fare una legge elettorale sicuramente anti costituzionale per fa vincere le coalizioni ..ormai Virginia Raggi e' la rappresentazione palese e chiara che hanno fallito non certo i ..grillini (termine apposito da usarsi in tono canzonatorio ) ma gli altri partiti che con l'aiuto dei tg e dei giornali hanno fatto riaprire a Roma ...il Colosseo ..ma stavolta i leoni hanno divorato non la sindaco ma quelli che l'hanno messa li .l'estate sta finendo ci sara' un autunno caldissimo ed un inizio dell'anno ...rovente ..

    RispondiElimina
  10. Un'analisi esaustiva quella di Vito Reina. Oggi si vorrebbe una novità, una ventata di freschezza, un pizzico di spregiudicatezza rivoluzionaria. Questa palude puzzolente non si addice ad un popolo che ha dato i natali alla cultura ed al diritto. È forse troppo o inappropriato chiedere ad un Movimento giovane e gagliardo di provarci? Dobbiamo solo ringraziarli per essersi presi la responsabilità e l'onere di formare un'avanguardia in difesa dei grandi valori umani e sociali: la libertà e la giustizia sociale. Le mafie e la corruzione politica sono problemi che attanagliano da sempre la nostra Nazione e si celano mimetizzandosi nei gangli di molti settori amministrativi e governativi. Essi verranno fuori prima o poi. Noi che vogliamo fare? Li aiutiamo o continuiamo, chi in buona fede e chi no, a fungere da detrattori adducendo congetture, banalità o falsità. La generosità e l'abnegazione di queste persone vanno premiate: non neghiamogli il nostro aiuto.

    RispondiElimina
  11. Mi complimento con Vito Reina. Analisi lucida e precisa.
    La fiera ferita, ha un solo modo per reagire, cercando di azzannare il suo nemico nel tentativo di non soccombere.
    Le armi a sua disposizione, sempre le solite, la stampa e le Tv in particolare, tra Tg e talk show. Il metodo sistematico della denigrazione è poi la ciliegina sulla torta.
    È proprio vero, è una guerra senza quartiere che verrà combattuta agli angoli delle strade e casa per casa. In gioco c'è praticamente tutta una carriera di poltrone ed incarichi che se persi, molti si ritroverebbero improvvisamente a cercarsi un lavoro.

    RispondiElimina
  12. Ho letto di intrecci tra mafia e 5 stelle a bagheria grosso centro in provincia di palermo. Non scrivete mai niente a chiarimento'

    RispondiElimina