martedì 5 gennaio 2016

I grilli per la testa di Renzi e i sindaci 5 stelle al muro

Renzi e Di Maiodi Giovanni Caianiello - Il sistema parlamentare di questo paese, va avanti da circa settant’anni, tra corruzione, arresti, condanne, capi di imputazioni a carico dei poltronisti di sempre.
gheddafi0012
I cittadini però, stentano ancora a prendere coscienza che è marcio fino all'osso. Non si accorgono neppure del golpe realizzato sostituendo Berlusconi, con Mario Monti, l’emissario per eccellenza della finanza d’oltreoceano, la banca d’affari Goldman Sachs, che gli ha preparato il terreno facendo salire lo spread nel nostro paese. È poi arrivato, Enrico Letta, l’uomo delle lobby. Nella sua, “VeDrò”, facevano parte, tra gli altri, Alfano, De Girolamo, Lupi, Orlando, Idem, Lorenzin, Passera, Melandri, Renzi, il figlio di Giorgio Napolitano e altri. Una lobby trasversale.

MARIO MONTI Tutti personaggi legati ad aziende, banche e persino alla Sisal, e ben cinque di questi signori, sono stati chiamati nel suo governo. Alcuni ancora siedono nel governo Renzi, vedi Alfano, Lorenzin, Orlando, e Lupi che ha lasciato da poco.

Da circa due anni e mezzo, in parlamento, è arrivata una nuova forza politica, inizialmente sottovalutata. Il numero di voti che riceve in prima battuta, nel 2013, è sorprendente, addirittura primo partito, ma non riesce ad andare al governo perché vincono le coalizioni, il M5S non ne fa e quindi è costretto all'opposizione. Forse per la prima volta in questo paese ne esiste una vera senza accordi sottobanco. Studiano molto, imparano in fretta, fino a saperne di più di quelli che le magagne le costruiscono. Cominciano a smascherare il malaffare del palazzo e non si fermano più. Molte delle inchieste in corso, partono dalle loro “scoperte” e segnalazioni. Gli ultimi sondaggi, li danno testa a testa con il PD, che vacilla, scosso anche da questioni interne, e Renzi comincia ad avere ormai tanti grilli per la testa.

Così, per contrastare in rete gli ultimi arrivati vengono creati dei “collaboratori addetti alla comunicazione”, più conosciuti come “Troll”. Addirittura cento in prima battuta. Inizia così la denigrazione sistematica su ogni parola o circostanza riguardanti i “grillini”. Parte l’offensiva Pd e degli altri partiti sui social network per frenarne l’ascesa. Nascono così le “notizie” dei deputati con padri fascisti, anche se i figli, votavano a sinistra, di quelli nulla facenti prima di diventare deputati, di quelli che amano i terroristi, che fanno solo casino, incompetenti, e inesperti. Che però scoprono magagne e cominciano a fare programmi di governo.

filippo-nogarin-6Il bersaglio preferito, però, sono i sindaci grillini. Facilmente attaccabili e sui quali inventare di tutto. Dapprima il Pizzarotti “pro inceneritore”, quando invece l’opera era stata già avviata dalla precedente amministrazione e che nulla il nuovo sindaco poteva fare per fermarla, se non giocare d’astuzia privilegiando la raccolta differenziata in modo da rendere sempre più inutile il “termovalorizzatore”, come piace chiamarli a chi li costruisce, al punto che potrebbe presto essere chiuso.

Poi è il turno di Nogarin, sindaco di Livorno, che “fa fallire la aziende, provoca licenziamenti di massa del personale e tiene sporca la sua città”. Altra bufala. Le ha semplicemente messo sotto tutela, con il concordato preventivo, smontato il carrozzone mangia soldi e tutto privilegi che ha trovato, salvato le aziende, garantito i posti di lavoro per tutti e la sua città è ormai pulita e cominciato a sanare i 42 milioni di debito lasciatigli in eredità dalla giunta del PD.

patrizio-cinque-sindacoPoi c’è Bagheria, il Sindaco Cinque assume parenti ed amici, salvo poi scoprire che erano già dipendenti della precedente amministrazione. Contro di lui persino una deputata disabile, l'onorevole Laura Coccia, che fa più effetto. Infatti pronuncia in parlamento: "Perché quando io sono andata a Bagheria non c'era neanche lo scivolo dentro il municipio, perché lo avevate fatto togliere... Vergognatevi!!" Si scoprirà poi che lo scivolo in realtà non è mai esistito, perché l’aula consiliare si trova a pian terreno e per raggiungere gli altri uffici esiste un ascensore perfettamente funzionante.

Pizzarotti sindaco di ParmaAltro sindaco sotto accusa sui social, quello di Ragusa: “Il sindaco grillino dice si alle trivellazioni” Anche qui la macchina del fango pesca nel torbido. Ovviamente è una bugia. Nei fatti, su questa tematica, le competenze sono della Regione e della Soprintendenza e non del comune. L’autorizzazione era stata infatti già rilasciata dal PD di Crocetta. Bufale su bufale, si arriva a quella appena sfornata sul sindaco di Porto Torres. Che si sarebbe accordato con Equitalia per riscuotere i crediti vantati dal comune. Anche qui, la menzogna sul nulla, visto che il comune attualmente procede alla riscossione diretta dei tributi, mentre le cartelle in questione riguardano debiti del 2006 di alcune aziende, non pagate e prossime alla prescrizione. Il dirigente degli affari finanziari del comune, (non del M5S), aveva incaricato Equitalia per la riscossione in extremis del credito, pena la segnalazione alla Corte dei Conti per danno erariale.

E che dire degli attacchi per l’espulsione del Sindaco di Gela? In questo caso sotto tiro c’è la coerenza del M5S. Il Sindaco infatti festeggiava la vittoria con un uomo della lista di Alfano, ed è venuto meno agli obblighi assunti con l’accettazione della candidatura, per non essersi mai ridotto lo stipendio, per aver avallato le attività di perforazione di nuovi pozzi e la riapertura dei vecchi, la riconversione degli impianti per la produzione di olio di palma. Insomma, un Sindaco, che persegue programmi totalmente avulsi dalle politiche energetiche e ambientali care al programma del M5S.

Ovviamente, invece, nessun accenno sui sindaci 5S, indicati nelle intercettazioni tra mafiosi, come incorruttibili. Insomma, per nascondere sotto la sabbia le nefandezze, i furti, la corruzione, la collusione, i reati di associazione a delinquere e mafiosa, gli arrestati, gli indagati e i condannati presenti nei propri partiti, si attacca l’avversario politico addebitandogli bufale di peccati veniali. Sinceramente non riesco a coglierne la proporzione. Ma gli “esperti in comunicazione”, in arte troll, sanno perfettamente che questo è un paese di boccaloni e qualcuno ogni tanto abbocca

Giovanni CaianielloGiovanni Caianiello
05 Gennaio 2016

45 commenti:

  1. Michele Maniscalco6 gennaio 2016 00:36

    Tutto quello che dicono i grillini sono verità inconfutabili. Quello che dicono gli altri sono tutte "BUFALE" .

    Mi piace · Rispondi · Adesso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ormai e' diventato un classico della vecchia mala politica itakiana che vede nel PD il massimo esponente nel dire balle emenzogne colossali

      Elimina
  2. Michele Maniscalco6 gennaio 2016 00:38

    Scusatemi ho dimenticato di chiudere il commento con un Interrogativo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Signor Maniscalco, io non credo che le cose stiano proprio così. Sul "sacro blog" certo gli avversari politici di sicuro non vengono santificati, ma è evidente che i grillini stanno subendo un attacco mediatico organizzato e ferocissimo e non siamo neppure entrati ancora in campagna elettorale. Io riporto solo i fatti provati per onor di giustizia.

      Elimina
    2. Peter Schmailzl6 gennaio 2016 13:16

      Io ho dovuo separarmi da persone che consideravo amici, ma che oggi mi disprezzano come "fascista" perché non ripetevo acriticamente le loro maniacali e menzoniere grillofobie, meglio così, gente bugiarda e fanatici di partito non voglio attorno a me. Mi dispiace dirlo, il PD si è trasformato in una macchina d'odio sistematico di triste e vecchia tradizione di destra estrema.

      Elimina
  3. Il comportamento dei grillini nei confronti di Bersani non mi è piaciuto. Oggi però riesco a capire di più e sono del parere che, nonostante Bersani sia una brava persona, è sempre, anche se indirettamente, legato al sistema. Per migliorare le condizioni di questo Paese bisogna avere molto coraggio e buttar fuori il marciume che l'ha inbrattato rendendolo invivibile e opprimente. L'unica forza politica anti-sistema che, a parer mio, incarna i valori della Sinistra, è il M5S. Ha fatto una scelta che mi riusciva difficile capire: andare da sola. Oggi riflettendo ed analizzando il panorama politico mi chiedo con chi avrebbe potuto fare un accordo; chi era immune da sporchi compromessi; chi non aveva commesso illeciti; chi non aveva commesso crimini in compagnia di corrotti e mafiosi. Andare da soli dunque è l'unica scelta. Ma questo implica inimicarsi tutti; ricevere gli strali da destra, da sinistra e dal centro. E su questo il lercio ambiente politico è insuperabile: i cosiddetti troll fanno il loro mestiere in modo impeccabile con illazioni e denigrazione. Talvolta la reazione dei grillini è caciarosa, inappropriata ed inopportuna, specialmente per quanto riguarda il blog e i fan più sfegatati. Non tutti i soggetti politici sono incriminabili....qualcuno si salva. In ogni caso ciò non succede con i rappresentanti parlamentari. Bisogna reagire e difendersi dagli insulti....ma con compostezza ed eleganza. Come al solito, ottimo articolo Giovanni.

    RispondiElimina
  4. Raffaella Schiavone6 gennaio 2016 06:39

    Le cose stanno proprio cosi',bravo Giovanni !!! Ormai è diventato un mantra del PD di gettare fango e infierire sui sindaci 5 stelle...ma hai dimenticato l'ultima cosa ...siamo una setta per aver espulso la Fuksia,parola di Andrea Romano ex SC ora nel PD,domani non si sa,addetto numero uno ,per il momento,alla denigrazione sistematica del M5S,cosa che fa in tv,in TUTTE le trasmissioni,approfittando dell'assenza di contraddittorio e con la compiacena dei conduttori...

    RispondiElimina
  5. Hai ragione Raffaella, ma non ho dimenticato. Se avessi voluto citare tutti i personaggi e le dichiarazioni in mala fede, di questi politicanti, non sarebbe bastato un libro formato enciclopedia, mentre lo spazio disponibile ed opportuno per un articolo è molto limitato. Il disOnorevole Andrea Romano, cambiacasacca a convenienza, è solo uno dei tanti mentitori seriali che hanno abbracciato il diktat di Renzi, di colpire duro per non soccombere. Il concetto è questo: Sei non sei più alto di un altro e sfiguri, la soluzione più facile è tentare di farlo apparire più basso di te.

    RispondiElimina
  6. Aldilà della condivisione o meno del suo articolo, mi chiedo come mai accanto alla foto di Renzi non ci sia quella Grillo?
    Dico questo non per polemizzare ma verrebbe più facile e logico dibattere su due protagonisti, ma di quell'altro in foto, oltre a riconoscere che è un bel ragazzo, io personalmente non so quasi chi sia ne cosa rappresenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cettina Alongi6 gennaio 2016 21:38

      A chi chiede la foto di Grillo accanto a quella di Renzi rispondo che sono i deputati l'opposizione e non Grillo ideatore e sponsor perché ognuno deve avere il proprio ruolo! I delfini come Alfano e Gelmini, oggi le Boschi e Madia appartengono a chi governa scegliendo burattini fidati, salvo defezioni! Il fatto poi che i parlamentari siano stati spogliati dal governo Berlusconi del potere di legiferare e poi da quello di Renzi per proseguire ad esautorare il parlamento e governare a colpi di fiducia, ha fatto sì che oggi la gente consideri qualcuno come Napolitano o Berlusconi o Renzi i soggetti che devono gestire la politica!
      È ora adesso che ci si abitui ad un metodo diverso e per questo bisognerebbe almeno conoscere il programma del m5s!
      Il parlamentare non deve essere il burattino e deve recuperare il proprio ruolo e questo può avvenire se va tutto il marcio, si comincerà proprio da lì!

      Elimina
  7. Il movimento Cinque Stelle ha evidenziato in modo plateale perche ' in Italia abbiamo la corruzione nei partiti ,,coruzione nella quale sono coinvolti tutti di destra di sinistra e di centro ..l'avvento di renzi ha segnato a partire dal patto del nazareno la morte della sinistra in modo netto e chiaro ..ma la gente continua a credere nella parola democratico ..che nel pd e' completamente priva di senso ...ma credo che gran parte dell'elettorato stanco delle balle colossali di renzi stia abbandonandolo ..ovvia la corrottissima casta politica non mollera' facilmente l'avvento del movimento al potere e' la morte di tutti i partiti...se non prima poi !!

    RispondiElimina
  8. Signor Volpe, lei ha perfettamente ragione. In effetti, all'impaginazione di questo articolo, manca di un personaggio chiave, rispetto all'argomento trattato. Ne faccio ammenda e farò le dovute rimostranze. Per quanto riguarda invece l'aspetto estetico del rappresentato accanto a Renzi, non ho per mia carenza, le cognizioni per stabilire se sia di aspetto apollonico o meno, ma credo che abbia ben altre qualità morali più che apprezzabili.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Approfitto della sua pazienza se le chiedo quali siano le qualità morali del signore nella foto?
      La prego di credermi se le dico che io non le conosco.
      Non ho niente contro e niente a favore, per il semplice fatto che non so chi sia.

      Elimina
    2. Signor Volpe, come lei saprà senz’altro, la pazienza è una qualità che si acquista principalmente con gli anni ed io avendo oltrepassato da tempo gli anta, rientro pienamente nella categoria dei clementi, per cui non non se ne faccia scrupolo. Il Signore a cui su riferisce e del quale ha già evidenziato le doti estetiche, come penso avrà sicuramente sentito da qualche parte, è vice presidente della Camera e pare che stia “studiando” da premier ed, almeno secondo quello che dicono in tv ed i giornali potrebbe essere il prossimo Presidente del Consiglio. Certo le mie informazioni non le sembreranno degli scoop, visto che sono di di pubblico dominio, ma non so se il suo Movimento politico riuscirà effettivamente nell’intento, ma considerando le idee che esprime e la serena modestia con la quale si presenta, mi viene di pensare che non possa fare peggio dell’attuale premier tutto slogan e che ad ora fa tutto il contrario di quello che promette.

      Elimina
    3. La ringrazio veramente per la sua cortesia.
      Il fatto che questo giovane stia anche studiando gli fa onore.
      Studiare ed approfondire è la cosa più bella e giusta che l'uomo dovrebbe fare.

      Elimina
  9. Ho la tessera del PD, con tutte le altre tessere che hanno preceduto, ma non consento a nessuno di portare la mia testa all'ammasso per obbligo di spirito di parte.
    La cattiva politica che Renzi sta portando avanti la vedono tutti; non parliamo poi della composizione del governo!
    In fondo il tosco fa il suo dovere rispondendo “rispettosamente” ai poteri forti che l'hanno messo “a proprio utile” al comando; quegli stessi ai quali del popolo non gliene importa un bel niente!
    Il nostro è un governo di apprendisti disinformati e incapaci.
    In realtà a volte mi sembra che stiano amministrando un paesello più che una nazione.
    La Cina sta occupando l'Africa passo dopo passo, il suo conflitto con l'America si fa ogni giorno più pericoloso anche per le isole artificiali che va impiantando nel Pacifico, la Corea -sembra- stia fabbricando una bomba all'idrogeno, il conflitto arabo-iraniano è una polveriera per l'intero medioriente, la Siria subisce pesanti bombardamenti, Israele la fa da padrone.
    E noi che facciamo? Ce la giochiamo sui matrimoni gay sì o no, sui cinquecento euro da dare ai ragazzi che votano per la prima volta, sull'Imu da togliere, sulle pensioni; insomma giocherelliamo per coinvolgere la gente in dibattiti di “condominio” e distrarla dai veri problemi, quale quello delle banche che rischiano di fallire una dietro l'altra per l'incapacità degli “addetti” di fare calcoli e scelte oculate sugli investimenti soprattutto esteri; vendendosi questi “referenti-gregari” ai grossi finanzieri, primi quelli cinesi che comprano tutto anche i nostri debiti.
    Porto il discorso sulle banche perché non è solo un problema dei risparmiatori, ma dell'intero sistema economico del paese.
    Che dire! Non siamo neanche Europa unita davvero!
    Il mercato domina, ogni cosa è in mano all'alta finanza che trova corrotti facili da reclutare. Figurarsi...!
    In tutto questo il Movimento Cinque Stelle dà esempio di onestà e propone un'alternativa di governo possibile per tentare di risanare le sorti di un paese al bordo del baratro.
    Ben vengano!
    Il fatto che si facciano loro tutti questi attacchi spulciati minuziosamente qua e là fa crescere la mia fiducia in questo movimento.
    Se non facessero sul serio nessuno li attaccherebbe in modo tanto “puntiglioso”; sarebbero anche loro compari di strada come bene o male tutti gli altri: quelli dei passaggi facili da partito a partito, quelli dei “in un qualche modo ci si possiamo sempre mettere d'accordo”.
    Il problema è: siamo ancora in tempo!?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fausta Fabri, lei ha ragione. La domanda principe che bisogna porsi è appunto, se siamo ancora in tempo. Siamo italiani illusi di vivere liberi ed in democrazia, una colonia inglese e poi anche americana fin dal 1860, ma continuiamo a sbandierare onnipotenza.

      Elimina
  10. Il danno più grande che si possa fare ad un movimento, fondamentalmente sano ed eticamente irreprensibile come i 5Stelle, è quello di farne un feticcio da adorare e difendere sempre e comunque, qualsiasi cosa facciano. A scanso di equivoci dico subito che personalmente ritengono che questo movimento rappresenti, nel panorama politico, una vera e concreta speranza di cambiamento di stile e di comportamento istituzionale, con cui tutti gli altri dovranno fare i conti. La loro forza sono tre elementi fondamentali, spesso sconosciuti tra le altre forze politiche: la moralità, la coerenza, il rigore delle scelte. I punti di debolezza, secondo me, vanno riscontrati nei meccanismi di reclutamento dei candidati alle varie cariche istituzionali: sindaci, amministratori, parlamentari. Credo infatti che il mito della “rete” come strumento infallibile che seleziona i migliori sia da correggere o, almeno da integrare trovando modalità più concrete e meno virtuali. Se invece di una sparuta minoranza di iscritti che decidono con un click sindaci e deputati, si cercassero anche nel territorio persone impegnate, che hanno consenso popolare tra i loro concittadini, con curriculum rispettabili, con esperienza politiche specchiate e cristalline, forse si ridurrebbero i casi di amministratori finiti sotto la lente di ingrandimento per varie vicende. La cosa non è di poco conto poiché i flop verificati nelle città amministrate dai “grillini”, rischiano fortemente di compromettere la loro credibilità anche sul piano nazionale. I sindaci e gli amministratori che finiscono nel tritacarne dei loro nemici sono un’occasione ghiotta per dimostrare che amministrare non è come fare opposizione. Il caso Gela o, peggio ancora, del sindaco di Quarto sospettato di rapporti con la camorra, dimostrano come la rete non sia garanzia di qualità. Trovo che uno dei limiti del movimento sia la loro autoreferenzialità che rischia di essere il loro fianco debole. Quando infatti si enfatizzano troppo i valori della legalità, della rettitudine e della moralità si deve stare doppiamente attenti a tenere la barra dritta. Se nel PD e in F.I. ci sta gente inquisita, pregiudicata o cambiacasacca nessuno si scandalizza. Ma se nel movimento non si giustifica uno scontrino, diventa motivo di scandalo e perdita di consenso. Se così non fosse non vi sarebbe questo enorme scarto tra il consenso ottenuto nelle realtà locali, e quello a livello nazionale. Sulle città conto molto il candidato, la sua faccia, la sua esperienza e non sempre la rete tiene conto di questi fattori. A Palermo, per esempio, il candidato che sfidò Orlano, non aveva nessun carisma, nessuna esperienza e fece la fine che sappiamo. Penso che sia venuta l’ora di abbandonare un certo snobbismo e la puzza sotto il naso e la si smetta di ritenere infetti, coloro che hanno avuto pregresse e irreprensibili esperienze in politica. A mio avviso questo salto di qualità non potrà che essere salutare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quasi perfetto come analisi, non condivido la questione dei candidati grillini...: cioe' , semmai Grillo accettasse quanto tu descrivi perderebbe da subito il controllo del movimento, una mente pensante contrasterebbe tutto il movimento ed i capi in testa. Questo e' quanto ho sempre pensato, semmai non ci fossero quei capitani, con le loro lobby alle spalle, il movimento sarebbe perfetto, purtroppo perfetto non e', e sinceramente lo temo, per il paese e per gl'Italiani ......

      Elimina
  11. Assoggettare i mas media alla propria avidita' di potere e' una di quelle pratiche che abbiamo imparato bene. L'unico modo per combattere questo fenomeno e' la cultura, quando questa non esiste, e' sufficiente cercare delle fonti pulite dove potersi alimentare, questo termine e' importante, perche' non si vive di solo pane. Persa che sia stata, la governabilita', e divenuti schiavi dell'Europa, non mi sembra giusto essere anche schiavi di un governo e de suoi governanti che ci hanno creato ad hoc un mondo delle fiabe che di fiabe non sono. Personalmente, pure esponendomi piu' del dovuto, dico....: Renzino, prima te ne vai e' meglio sara' per il paese. Dopodicche' qualcuno obiettera'...., e poi daremo il paese nelle mani dei grillini....? E si , visto che non siamo stati capaci di creare un'opposizione con un minimo di dignita'...., dopo sara' come adesso, una lobby muore e ne nasce una alternativa......Loro i grillini mi fanno intrigo : non mi piace Casaleggio e non piace Grillo, per il resto, sono giovani, chissa' domani.......????

    RispondiElimina
  12. Claudia Anna Bianco6 gennaio 2016 13:53

    Nessuno ha la bacchetta magica. .....spero non si creda che Di Battista al posto di Marino avrebbe fatto meglio. I problemi di una amministrazione (grande o piccola che sia) sono altro rispetto alle buone intenzioni degli slogan e dei programmi elettorali.

    RispondiElimina
  13. Grazie a Caianiello per informarci, ma già conoscevamo i fatti, del malaffare che c'è nei Comuni , per fortuna pochi, a guida grillina.

    RispondiElimina
  14. manca l'esperienza...meglio della corruzione e le persone che sbagliano,in odore di mafia o corruzione vengono allontanate,tra critiche ipocrite,come se questa fosse una cosa negativa e come se questo non avvenisse anche negli altri partiti e solo per opportunismo politico..

    RispondiElimina
  15. Egr Sig. Caianiello Buongiorno
    Faccio una premessa al mio commento Non sono di sinistra non lo sono per DNA . Inoltre per molti sul WEB sono anche io considerato un TROLL ma non perché attacco i sindaci ma perché il movimento in se e quello che esprime e le assicuro che fino ad oggi oltre essere chiamato TROLL nessuno ha mai confutato quello che ho detto .
    Il suo commento è tipico di chi scrive pro M5S Pensate di essere gli unici ad essere i tenutari della verità assoluta, e questo è il vs errore sin dalla nascita-che io chiamo “ peccato originale “
    Vero che il ns sistema parlamentare di questo paese è corrotto e marcio ma non dimentichiamo che è così perché è stato voluto così da una costituzione “volemose bene “ che oggi mostra tutti i suoi limiti e danni Tutti ne erano e ne sono al corrente, bastava informarsi e leggere. Quello che hanno scoperchiato il M5S in parlamento era già stato detto a chiare lettere su giornali riviste libri, forse oggi il WEB ha ampliato la piattaforma degli informati che poi come dice giustamente lei in questo paese di boccaloni ce ne sono e qualcuno abbocca.
    Voi sbandierate la parola “ onesta “ e ne avete fatto il vs cavallo di battaglia, ma è bene sottolineare che onestà non è sinonimo di conoscenze e capacità, qualità che i componenti o buona parte di essi ancora oggi dimostrano di non sapere, specialmente in economia e finanza e internazionale. Lei mi dirè, come tutti voi, che la componente principale e fatta da laureati. Vero ma tutti disoccupati o quasi con esperienze lavorative non esaltanti, che tuttavia il buon stipendio giustifica qualunque cosa.
    Grandi errori ne avete fatti Volete governare soli Perfino io so che questo è impossibile anche maggioranze assolute salvo dittature debbono confrontarsi con l’opposizione dialogare e mediare ma voi non ne siete capaci. Tuttavia avete proposto sin dall’inizio una legge elettorale stile svizzera ( aggettivo) che ci avrebbe fatto tornare indietro di almeno trent’anni . Visto che arrivavate freschi in parlamento mi sarei aspettato una proposta di legge con elezione diretta vedi GB o Francia Abbiamo già un buon sistema in regioni e province Avete criticato la costituzionalità dell’Italicum ora che i sondaggi vi danno come secondo partito cominciate a pensare che non sarebbe male Avete considerato un buon 45% di astensioni ??? A sentire i commenti dei vs supporters no Sorvolo sulla vs votazione contro la legge bossi-fini le vs astensioni sulle votazioni sulla responsabilità dei magistrati ed altre cose. Vi vantate che alcune vs proposte sono state approvate in parlamento. Ma per me oltre la legge elettorale è indicativo della vs non conoscenza la proposta del reddito di cittadinanza Se aveste un pochino di conoscenza di economia vi sareste battuti per una riduzione, seria, delle tasse sulle imprese e sul costo del lavoro Sulla riduzione dei costi della PA ma non con la riduzione delle auto blu. Riduzione del personale per esempio Se non rilanciamo il lavoro in questa nazione non si risolverà mai nulla Infatti alla domanda ma alla fine dei tre anni se non c’è lavoro cosa succederà La inevitabile risposta è CI SARA’ MAH
    Economia e finanza scarsetti assai Fate la battaglia per l’uscita dall’euro senza sapere cosa succederà Una vs esperta in economia ha previsto una svalutazione solo del 10% mentre il vs uomo di punta che a me inizialmente confesso piaceva, il Di Maio ha assicurato i cittadini che chi possiede conti in euro potrà continuare a tenerli Non commento mai il ridicolo.
    Sulla scena internazionale stendiamo un velo pietoso Il DIBBA ha rifatto la storia del M.O. e della Nigeria Anche li non commento.
    Ce ne sono molte altre perché le ho raccolte tutte in un file per dimostrare che vi seguo Sono un TROLL ma conosco.
    Infine mi permetta di stendere un altro velo pietoso sull’ultima uscita di Grillo per l’intervista del FT onesti si ma alquanto improvvidi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Michele Maniscalco6 gennaio 2016 17:56

      Signor Magrini, io sono di sinistra, per il momento disoccupato. La sinistra è nel mio DNA, ma condivido il suo commento.

      Elimina
    2. Signor Magrini, ho letto adesso il suo commento. Lei non è ovviamente un troll, ma non si affanna molto a smentire le voci accusatrici, anche se quello che scrive sembra rientrarne pienamente mello stile. La devo però deludere, io non sono né un attivista 5 Stelle e neppure un semplice iscritto al Movimento, ma mi rendo conto che per molti, non scrivere contro, significa automaticamente essere rappresentante dei pentastellati, figurarsi raccontare delle verità che ad altri non piacciono, sia perché affezionati ad altri beniamini o ad altre idee. Il mio unico interesse è una visione obiettiva dei fatti, sempre più frequentemente distorta a vantaggio dei soliti noti. Il caso di Quarto, di Ragusa, di Livorno, Parma etc lo dimostrano pienamente. Vorrei rispondere a tutti i suoi interrogativi, cominciare dalla sua accusa a chi ha avversato la Bossi-Fini , una legge idiota che andrebbe immediatamente cancellata, grazie alla quale continuiamo a riempire i centri di accoglienza ed a detenere per anni i clandestini in questo paese, per la gioia delle coop, ma sarebbe lunghissimo farlo in questa sede. Mi sarebbe anche piaciuto disquisire di sovranità monetaria e dell'euro, moneta criminale privata, prestata ad interessi agli stati per assoggettati politicamente, fino a sottometterli al gioco di privati uomini d'affari. Progetto messo in atto, grazie a criminali politici ed istituzionali nostrani che vedrei volentieri in una Norimberga italiana. Ma seguendo il suo ragionamento, mi sto chiedendo se lei ha realmente una conoscenza piena dei personaggi che affollano la vita politica di questo paese, ha letto, accertato tutto quel che c'è da sapere su ognuno di loro, dal premier all'occupante dell'ultimo scranno del parlamento? Conosce realmente la storia personale e formazione politica di Renzi, della Boschi, della Madia, oppure Salvini, Verdini, o di Di Maio, Di Battista, Sibilia etc.. oltre a quello che si legge in giro? Da quello che scrive pare proprio di no, quindi come fa a sostenere che alcuni di loro sono "scarsetti" in finanza, o politica internazionale, dalle pagine denigratorie dei giornali pro governo che erano tutti disoccupati. Affermazioni forti ed assolutamente non veritiere, sicuramente prelevate dalla rete e frutto di becera propaganda avversa. Io credo, che prima di esprimere giudici così netti, sarebbe saggio armarsi di sana pazienza e verificare l'esattezza di, fatti, notizie e circostanze che ci vengono presentate come sacre verità, qualunque ne sia la fonte. Personalmente, è una abitudine che mi accompagna da molto tempo e che mi piacerebbe cogliere anche negli altri. Poiché alla fine di ogni cosa, i fatti sono fatti e rimangono tali, il resto, inutili tentativi di distorsioni della realtà.

      Elimina
  16. Giuseppe Vullo6 gennaio 2016 16:17

    IL PROFETA ED I MARTIRI 5 STELLE MESSI AL MURO DAL DITTATORE RENZOLINI..C'era un uomo prodigioso, con la barba bianca i capelli brizzolati, lo sguardo luciferino, la parlantina tagliente... si aggira sulle colline genovesi di Sant'Ilario. Ogni giorno annuncia la "lieta novella". In principio era un comico e frequentava la patrie televisioni, raccontava barzellette, frizzi...lazzi...cazzi e mazzi...
    Ma un giorno offese il divino CRAXI dicendo che i socialisti rubavano. Poiché al tempo della "Milano da bere" era in vigore la legge dell'ipocrisia e della tangente, egli parlando con le parole della verità (il PSI rubava) trasgredì la legge ed offese il capo e fu esiliato in piccoli teatri di periferia. Ogni giorno mandava vaffa...quasi tutti. Ma poi ebbe una visione: una voce gli disse che se avesse usato la sua vis comica e fatto comizi e mandato i ricchi ed i potenti a vaffa... fondato la chiesa cinque stelle, per la resurrezione degli Italiani, un giorno (nel 2016) avrebbe conquistato il parlamento italiano, avrebbe scacciato i mercanti, i ladri, i disonesti e i parassiti, fuori dal tempio. Avrebbe guarito i portatori sani di RABBIA, dato la vista agli elettori, compreso i galoppini, da mangiare agli affamati, salvato i poveri dal rigore... Angela Merkel ci avrebbe dato l'eurobond. Angelino sarebbe diventato seguace e sacrestano della chiesa cinque stelle. SALVINI a fare il pastore lombardo e pascere le pecore sicule-campane, sull'etna e vesuvio...Berlusconi a cantarsela, suonarsela e col trio " besame "! Perciò spinto da questa forza soprannaturale incominciò a predicare e fustigare gli orribili uomini della politica, della finanza, della burocrazia. Dice di essere venuto non per cambiare i partiti... ma per abolirli. Dice che ormai siamo fuori dall'euro, ma abbiate fede perché nel suo regno non ci sarà più la moneta, ma ci sarà reddito minimo e "pelo per tutti", e sarà abolito il ticket sanitario e distribuito il "cialis" ai bisognosi, tolto ai potenti e dato agli impotenti.
    Egli vive in un tempio di fronte al mare della Liguria circondato dagli ulivi e dai vigneti, ara la terra ed i ragazzi di cinque stelle, tutti laureati, informatizzati ed incensurati... raccoglieranno i frutti. I pescatori di pesci diventeranno... pescatori di voti. Presto ci libererà da Renzi, Boschi, Alfano ,salvini, Berlusconi,Meloni , Razzi e Mattarella ... scaccerà i nani e le "bagasce" dal parlamento. Guarirà gli utili "italioti e sicilioti". Egli dice: chi crede in me vota cinque stelle. E' più facile che una casalinga o un giovane disoccupato ed incensurato entri in parlamento, che un inquisito e riciclato in cinque stelle. Ho sentito il profeta in piazza e sono rimasto folgorato. Le sue parole non hanno aumentato lo stipendio e la pensione, ma hanno risanato le nostre ferite interiori, ammansito la nostra rabbia, ci hanno dato la speranza che i ricchi vadano a lavorare, che i ladri restituiscano il maltolto, che le bagasce si convertano, imparino l'uncinetto e vadano a casa oppure in chiesa. A chi ti da uno schiaffo sulla guancia, dagli un calcio negli stinchi o sulle palle. Chi cerca la pagliuzza nell'occhio dei nostri militanti ha una trave nel culo... Queste parole ho letto e sentito del profeta.
    Poi ci ha invitato a pregare... Grillo nostro che sei a sant’Ilario, sulle colline genovesi, dacci oggi un'invettiva ed un'imprecazione quotidiana, contro i ladroni e lazzaroni che stanno in Italia, rimetti a noi i nostri debiti, dacci anche un lavoro ed un reddito minimo... per i nostri figli, non ci indurre in tentazione...ma liberaci dal male (cioè dai partiti) e da Renzi... infine anche il pane quotidiano....e noi ti voteremo, amen. Si accettano nuovi fedeli nella comunità politica-religiosa a cinque stelle, per la grandezza del profeta, la salvezza del corpo, l'anima ed il portafoglio dei fratelli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giuseppe Vullo7 gennaio 2016 13:47

      Complimenti a Caianello lasciamo lo scherzo e prendiamo il serio i 5 stelle ormai sono l'unica opposizione credibile ! Rendo merito anche a Grillo che dalla satira è passato al serio ! Fermo restando che la satira politic è un ottimo metodo per fustigare i potenti...facendo attenzione a che i musulmani non ci tolgano pure questa !

      Elimina
    2. Giuseppe Vullo è sempre un piacere leggerla.

      Elimina
  17. che bell'articolo...lo condivido in pieno....è la realtà dei fatti.L'unica opposizione oggi al governo è il M5S...SENZA SE E SENZA MA..Disconoscere questa realtà è disonestà intellettuale.Come si può non riconoscere che questo movimento ha scoperchiato la pentola del malaffare e che le inchieste sul marciume politico sono partite grazie alle segnalazioni e alle denunce dei grillini.Certo,ci sono le persone perbene negli altri partiti ma niente queste possono fare contro una casta politica che appartiene all'unico partito del MAGNA MAGNA,DEL CLIENTELISMO,DELL'OPPORTUNISMO...un sistema che è sistema perchè"sistema"figli,amici dei figli,nipoti,amici e parenti...e io non ci sto.Le Brigate rosse ammazzavano in maniera brutale e lo facevano perchè erano contro il sistema.....oggi in Italia i grillini sono le uniche brigate senza un colore preciso ma contro questo sistema e non ammazzano nessuno...solo a parole e a colpi di denunce...meno male che esistono...sono una spina al fianco di un governo che antidemocraticamente fa quello che vuole,osannato solo da chi sta già bene di suo e da chi,dato che già sta bene di suo,non gliene può fregare niente di cambiamenti a favore dei disgraziati che non arrivano alla fine del mese

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per trent'anni e piu i governi che si sono avvincedati in italia non erano abituati a d avere una FORZA DI OPPOSIZIONE ...hanno governato insieme ed a braccetto spartendosi il potere tra di loro ..oggi per loro sfortuna l'OPPOSIZIONE ESISTE ..PER NOSTRA fortuna e la politica grillina e' rivolta solo ed esclusivamente per i cittadini ..per la casta che ha capito perfettamente l'antifona non mollera' un potere che si trova in mano e sa benissimo con gli ultimi scandali che la gente si e' rotta le scatole del malaffare ...ed ha paura ..e noi tutti ce lo auguriamo i grillini hanno fatto esperienza in parlamento e sono ora pronti per governare ..sempre meglio del malaffare dimostrato ampia,emnte da tutte le sigle politiche !!

      Elimina
  18. Alessandro Della Mea6 gennaio 2016 21:45

    Non è che stiano brillando nella gestione dei comuni vedasi Gela, Ragusa, Quarto commissariato per infiltrazioni camorristiche nel M5s a Parma il sindaco è allo scontro aperto, francamente non vedo tutta questa superiorità politica che si attribuiscono

    RispondiElimina
  19. Vincenzo Lopriore6 gennaio 2016 21:49

    Quella a cui assistiamo da anni e che nell'articolo viene chiamata coalizione, io la definirei ammucchiata, serve per vincere le elezioni e contrastare chi non è d'accordo, destra e sinistra sono la stessa cosa , chi NN vede o è miope o è colluso con questo sistema e ci vive bene ( anche perché ci guadagna) la democrazia da anni è un optional e i diritti dei cittadini onesti vengono calpestati quotidianamente, burocrazia e inefficienza in Sicilia la fanno da padrone ormai da decenni , adesso è ora di svegliarsi o saremo perduti..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo Priore, non si limiti a criticare, proponga un''alternativa realistica. Quest'alternativa non può essere M5S che non accetta di governare con altri e che non sarà mai maggioranza.

      Elimina
    2. Vincenzo Lopriore6 gennaio 2016 22:13

      La mia non è una critica ma una constatazione , si guardi un po in giro , e si accorgerà che siamo alla deriva , Se non proviamo a cambiare non lo sapremo mai, il panorama politico offre veramente il nulla, le cittadini normali non possono continuare a votare chi fa accordi con lobby e potenti, non è quello il futuro...

      Elimina
  20. Ma davvero riusciranno prima o poi a guidare questo paese? Mi pongo questa domanda per un motivo di cui ho già detto ma che le sottopongo...:io sono ligure...ultime amministrative ...come ben saprà abbiamo un governo regionale di centro destra...(aggiungo purtroppo )...il centro sinistra si e' disintegrato mandando al sacrificio la Lella....e i 5s? Invece di presentarsi con un nome 'pesante' presenta una ragazza sicuramente in gambissima ma....sconosciuta ai più ...è questo che non riesco a mandar giù...vogliono davvero vincere o la montagna partorisce un topolino?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giovanni Caianiello6 gennaio 2016 22:09

      Secondo la visione del M5S, loro non amano privilegiare il nome, ma il programma da attuare. Credo che a breve anche a Roma, città determinante faranno la stessa cosa. A Gela, hanno espulso il sindaco perché, tra l'altro, aveva messo in atto un programma diverso da quello che per il quale era stato eletto. Per loro è questa una coerenza imprescindibile.

      Elimina
    2. Ho capito ma si vince anche con leader ben visibili....siamo in Italia...qui prima si guarda la 'facciata' e poi...forse...ma forse si leggono i programmi...un minimo di real politik bisogna pur averla....

      Elimina
    3. Innocenzo Nuccio Puccio6 gennaio 2016 22:22

      Signora Nicora la "real politik" non porta a nulla anzi porta allo sfascio totale , quindi i leader di facciata non servono , serve solo gente che sappia amministrare senza rubare e con programmi che tutelino il nostro paese e i cittadini.

      Elimina
  21. Domenico Biondo6 gennaio 2016 22:54

    Sono contento e molto speranzoso di un futuro dignitoso per le nuove generazioni. Si comincia ad essere consapevoli che i parlamentari del mov. 5 Stelle hanno credito di prossimo governo dell'Italia, mentre già ora, all'opposizione, sta rendendo un servizio straordinario alla Nazione, lavorando assiduamente e scoprendo, e annullando, e denunciando, marchingegni criminali che malfattori di governo provano a infilare fra righe di leggi ingannatrici. Un sincero " grazie ", da cittadino, a tutti i parlamentari del mov. 5 Stelle, per tutto quanto e per come stanno servendo i cittadini italiani.

    RispondiElimina
  22. Liliana Olivieri6 gennaio 2016 22:56

    Quante menate sul movimento 5 s. Dal momento che sono parlamentari di questo governo che non evitano mai il peggio che sta portando tante persone allo sfacelo, sono uguale agli altri. Fanno i santini per mostrare una facciata di buonismo per i tanto allocchi semoliciotti che si bevono le menate di questo movimento che attraverso questo comportamento mirano unicamente al potere assoluto. Io credero' soltanto se al parlamento a governare sarà eletto un onesto ed integerrimo operaio. Tutti gli altri, falsi falsi falsi!!!

    RispondiElimina
  23. Antonella Albertini6 gennaio 2016 22:58

    Questo movimento ha raccolto voti di protesta, essendo una nuova formazione politica; tuttavia a livello politico hanno concretizzato ben poco e a livello amministrativo, dove stanno governando, sono catastrofici perché i fatti parlano. Molto umoristico il commento di Caianiello che sostiene che la stampa racconterebbe versioni inesistenti sulle scelte scellerate dei 5 stelle nei vari comuni dove sono al comando.

    RispondiElimina
  24. Lorenzo Romano6 gennaio 2016 23:00

    Fra i miei amici ce ne sono due con idee politiche opposte. Uno stravede per il M5S e l'altro per Renzi. Quando parliamo di politica difficilmente riusciamo a trovare una sintesi comune. Loro si accusano a vicenda, io li contesto entrambi in quanto critico del modo di far politica del M5S e del modo di governare di Renzi. Malgrado il confronto sia animato, non abbandoniamo mai abbandonato il binario del reciproco rispetto. Ed è proprio questo rispetto che spesso viene a mancare nel comportamento dei simpatizzanti del M5S. Difendere le proprie idee è legittimo, offendere chi la pensa diversamente non credo sia un comportamento civile. Un senatore siciliano del movimento esaltando l'onestà di alcuni militanti definì mafisi tutti gli altri. Io, in un commento, congratulandomi con i loro ideali di onestà lo invitai a riconoscere che le persone pulite sono presente in tutte le forze politiche e i cittadini che li avevano eletti erano persone corrette. Non ebbi risposta. Mi rivolgo ai simpatizzanti del M5S che scrivono su questa pagina: è corretto dare del mafioso a chi non vota o non simpatizza per il movimento? So bene che la carenza di onestà nei politici e nei funzionari pubblici danneggia il decoro e la dignità del paese. La corruzione e l'illegalità frenano il progresso creando incertezze in particolare sul futuro dei giovani. Per curare questi mali è indispensabile il contributo della parte più sana di tutte le forze politiche e sociali. La questione morale è un tema vecchio. Nel 1981 fu sollevata da Enrico Berlinguer con l'intervista di Eugenio Scalfari su la Repubblica del 28 luglio. L'intervista si concluse con questa frase: < Quando si chiedono sacrifici alla gente che lavora ci vuole un grande consenso, una grande credibilità politica e la capacità di colpire esosi e intollerabili privilegi. Se questi elementi non ci sono, l'operazione non può riuscire >. Se nell'orizzonte si affacceranno delle forze politiche capaci di dare risposte a queste esigenze, che ben venga. Se questa capacità sarà dimostrata dal M5S, il paese sarà riconoscente. In questo momento tutto è basato sulle ipotesi e, a ciascuno è concesso esprimere le proprie perplessità senza essere incriminato. Il metodo di delegittimare l'avversario, da qualsiasi parte venga, non è espressione di buona politica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...io potrei fare le sue considerazioni,guardando dalla prospettiva del M5S....continuamente offeso e deriso....il cui capo è un delinquente e un malfattore,i cui adepti sono fascisti,ignoranti e violenti...dopo tutto è chiaro che l'articolo ne parlava bene quindi lo scontro verbale è avvenuto in maniera così accesa perchè qualcuno ha provocato con parole poco edificanti...e questo succede sempre quando un simpatizzante parli bene del movimento...le critiche se fatte con rispetto ed educazione sono sempre costruttive.Non parlo solo del suo amico...ma in generale...c'è un odio un'intolleranza giustificati
      solo dalla paura che questo movimento possa governare...e allora si é mossa quella macchina del fango di cui lei parla e che io vedo nella direzione opposta alla sua...io posso solo dire in questo senso che le persone sono tantissime.....è un movimento nato in rete e allora ci sono anche qui mele marce ma sono subito allontanate,senza aspettare che nasca prima il caso,come succede ad esempio nel Pd,dove le persone sono allontanate per opportunismo politico.....posso dire che molte di queste persone sono state allontanaye perchè non avevano osservato le regole principali di questo movimento.. come il dimezzamento dello stipendio,il rendiconto delle spese e le attività contrarie alla sua etica....quindi i giudizi cambiano secondo le prospettive da cui si guardano...

      Elimina
  25. ivo morosinotto10 febbraio 2016 10:46

    E la chiamavano antipolitica!!!Io rivedo il metodo Berlusconiano che gridava " al lupo ,al lupo" per vincere contro i "comunisti";e pure il metodo del vecchio "centrosinistra"che demonizzava il partito-azienda di Berlusconi.Non vedo differenza!!!Ed allora non è cambiato nulla?Sul come presentarsi per vincere le elezioni,no.Su come svolgere il ruolo di primo ministro,si.Grazie a Renzi, governo e parlamento cominciano ad avere un risultato produttivo (decreti e leggi)degno del paese Italia.Finora,ci volevano anni per poter cambiare qualcosa,il decisionismo di Renzi ha dato un'accelerata.E mi piace perchè saranno i cittadini a dirgli se ha fatto bene o male,col voto referendario prossimo o alla scadenza del mandato.

    RispondiElimina