venerdì 7 agosto 2015

Perché sono contro il giovin Signore Fiorentino

lo-renzidi Mario Botteon – Il mio amico Franco Gentile, molto attivo su Facebook e su PoliticaPrima, più volte ormai, mi ha anticipato dicendo ciò che pensa di Renzi e del suo governo.


La penso esattamente come lui. Vorrei solo aggiungere, che visti gli ultimi provvedimenti governativi: la buona scuola, nomine Rai, ecc., Renzi si sta dimostrando, non un rottamatore come aveva promesso, ma la SGUALDRINA della politica Italiana: Il suo unico pensiero è stato fin dall'inizio, quello di far fuori la sinistra, che, già debole di suo, si sarebbe comunque suicidata in proprio. Con le nomine RAI, ha certificato, come se ne avessimo ancora bisogno, che la sua alleanza col vecchio ex cavalier Berlusconi non è mai cessata.

Silvio e RenziIl patto del nazzareno, stipulato tra due imbonitori piazzisti, era stato momentaneamente sospeso. Berlusconi ha fatto finta di non gradire l'elezione di Mattarella quale Presidente della Repubblica, ma era una finzione. Tutto lo sta a dimostrare. Quel che è più grave, è che Renzi, come tutti i falsi che si rispettino, in tutto il tempo in cui è stato al governo, ha colpito sempre i più deboli. Ora, con gli ulteriori tagli alla sanità, sta dimostrando definitivamente da che parte sta. Esultate vecchi, malati e anziani come me, i nuovi tagli alla sanità colpiscono noi, non certo i parlamentari che si fanno curare gratis (famigliari compresi) negli ambulatori del Senato. Noi dovremo pagare se vorremmo un esame del sangue in più. Ma di che prevenzione stiamo parlando. E' giusto che gli anziani ritornino al Creatore, oltretutto pesano sul bilancio dello Stato con le loro “corpose” pensioni.

E non ingannino gli 80 euro elargiti per vincere le elezioni europee. Quei soldi sono stati recuperati abbondantemente aumentando le tasse locali, pagati anche da coloro che ne hanno beneficiato. E comunque gli 80 euro sono stati dati perché la Confindustria, i padroni (vocabolo arcaico? E chi se ne importa?), hanno avuto in cambio lo “scalpo” di tutti i lavoratori. Infatti Renzi è riuscito là dove nemmeno l'ex cavaliere, ovvero lo statista mutualistico, c'era riuscito: Ha cassato l'art 18 che proteggeva i lavoratori dai licenziamenti indiscriminati. I padroni avevano già ottenute le loro vittorie nei confronti dei lavoratori, tanto è vero che con le “ristrutturazioni aziendali”, a “causa della crisi”, o con lo spostamento delle loro lavorazioni all'estero, i licenziamenti li facevano (e fanno) quando vogliono. A questi serviva una rivincita storica contro il movimento operaio. Renzi gliel'ha servita su un piatto d'argento. Come si spiegherebbe altrimenti l'entusiasmo di Marchionne, e l'appoggio di Confindustria ad una politica renziana, contrabbandata per una politica di sinistra?

GasparriSe la rottamazione di cui parlava è questa, meglio, molto meglio dare credito al M5S. Mi dispiace che per un attimo gli ho creduto, chiedo venia, mi sono sbagliato. Renzi è il passato che ritorna, è riuscito perfino nell'impresa ardua di dare un ruolo al fu Berlusconi politico. Perfino un taleintellettual Gasparri, a proposito della RAI, è riuscito a dire: avete visto che avevo ragione io? Cose da non credere. E mentre lui si serve della "poltiglia", sedicente di sinistra, che è rimasta nel PD, per fare una politica di destra, la sinistra vera, o meglio, tutti coloro che sarebbero di sinistra, marciano disuniti per colpire altrettanto sparpagliati e disuniti.

Monica Maggioni presidente RAIQuesti, facendo finta di opporsi a questa sgualdrina politica, pietiscono una seggiola per la prossima legislatura. Io li posso anche "capire"...... tengono famiglia, e per di più non hanno mai lavorato. D'altronde che mestiere farebbero se non i prostituti/e politici/che come da allenamento effettuato con Renzi? Pensavo che gli schifosi slurp-man e woman politici, fossero tutti berlusconiani. No, non è così! Ora hanno riunite le forze in una grande alleanza, preceduta prima dal patto del nazzareno, per costituire, senza alcuna vergogna, un "governo di larghe intese"...

Ma perché mi scaglio contro il giovin signore fiorentino? Semplicemente perché è un bugiardo, arrogante, e forse (ce ne vuole molto) anche peggio di Berlusconi. Finora ha governato a colpi di fiducia, molte volte questa fiducia è stata “estorta” a quei senza mestiere di cui ho detto sopra. Bisogna dirlo: Se il cavalier banana, che voleva il premio Nobel (io glielo avrei dato per la maniacalità sessuale), fosse ricorso a tutte le fiducie chieste da Renzi, ebbene, sarebbe scoppiata una rivoluzione. Attento Renzi, stai molto attento a giocare così sporco, c'è gente che sta sotto il livello dei battiscopa che potrebbe batterti facilmente... È vero, date le tue “qualità”, potresti sempre andare sotto il pavimento, e rispondere da lì...

Mario BotteonMario Botteon
07 Agosto 2015

49 commenti:

  1. Non un solo passo verso i cittadini!
    Se chi vive in una macchina perché lo Stato gli ha portato via la casa,
    se chi si imbarca su barconi della morte perché non ha piu uno Stato a casa sua,
    Se tutti costoro non fossero uomini e donne
    MA
    istituti finanziari,
    se tutti costoro non fossero carne e sangue
    MA
    gruppi petroliferi che lo sostengono,
    se tutti costoro non si chiamassero persone
    MA
    banche
    LI AVREBBE GIA' SALVATI DA UN PEZZO!!!
    Presidente Renzi.....è tempo che se ne vada!
    che lasci fare a chi ha onestà e coraggio e non ha delinquenti in casa propria....!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ASSOLUTAMENTE LO DICO DA DOPO IL PATTO DEL NAZARENO CHE RENDEVA CHIARISSIMO IL PENSIERO DELL'ARROGANTE DUCETTO RENZI ..!!

      Elimina
  2. giangiuseppe, è solo un burattino asservito alle lobbies internazionali, soros docet. il deficiente non ha nessuna capacità, basta guardare il suo sguardo da ebete, cresciuto male. lui è solo un pagliaccio, messo lì per intortare una massa di decerebrati assuefatti al sistema mass mediatico, la propaganda ci propina la famiglia perfetta, similare alla famiglia del "mulino bianco"

    RispondiElimina
  3. alfano giacomo7 agosto 2015 12:08

    PURTROPPO abituati al NULLA il TROPPO fare sta dando alla testa ...sarebbe bello nel linguaggio rispettare le istituzioni anche quando sono a noi sgradite ...sarebbe bello parlare solo di un argomento alla volta e su di esso specificare bene il motivo per cui si ritiene sbagliato ...invece si preferisce fare elenchi di provvedimenti fatti dei quali a mio avviso si era perso troppo tempo a farli ...per il NULLA potete provvedere alle prossime elezioni del 2018 ...comunque non sono disponibile a questo inutile linciaggio mediatico e mi dispiace per l'amico Giangiuseppe ma non commenterò più articoli di questo tipo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissimo Giacomo,
      se ti può fare piacere, anch'io sono contrario ai linciaggi. Di ogni genere e mediatici. Non ne ho mai fatti, e non ne farò mai. Detto questo andiamo al merito di quanto scrivi.
      Il blog che curo e sul quale scrive tanta gente, te compreso e di cui sono onorato, è totalmente libero. Nel senso che chiunque può esprimere opinioni e giudizi senza alcuna limitazione e i commenti non hanno alcun controllo preventivo. È stata una scelta fin dalla prima ora, aprile 2011, e non è mai cambiata. E considerando il numero di articoli da quando PoliticaPrima è on line, 824, e di commenti, 12.429, mi sento di affermare che la scelta è stata giusta. In buona sostanza non abbiamo avuto alcuna protesta ufficiale, né, tantomeno, alcuna richiesta di cancellazione di articoli o commenti. I miei interventi di “moderazione” si possono contare sulle dita di una mano.
      Per questo, mi dispiace molto leggere la tua reazione, ma la comprendo. C’è, è vero, qualche eccesso nei confronti di Renzi ma credo niente di direttamente offensivo. Il termine “sgualdrina”, o “bugiardo”, o altro ancora, si riferiscono alla politica e non a questioni personali.
      Posso, però, affermare che quello che leggo sui social nei suoi confronti, anche da parte di suoi “amici” del PD, è molto ma molto peggio.
      Ti chiedo, pertanto, di continuare a seguire PoliticaPrima, a intervenire e a non fare mancare mai i tuoi preziosi commenti e, ancora meglio, i tuoi consigli. A presto, con stima.

      Elimina
    2. Giacomo alfano7 agosto 2015 22:38

      Giangiuseppe ritengo il tuo blog migliore dei social dove purtroppo si incontra di tutto e di più, tra l'altro non tanto tempo fa avevo elogiato questa pagina per la moderazione.
      Con il mio intervento astioso non volevo dire che abbandonerò il blog ma mi riservo di intervenire su temi specifici con l'augurio che l'odio lasci spazio al ragionamento, a mio avviso molto più utile.
      Non credo che qui sia il posto per fare delle campagne politiche,
      Ricambio la stima e mi "auguro" che in futuro possa continuare ad essere più presente!!!

      Elimina
    3. Signor Giacomo mi scusi se mi permetto di intromettermi, mi perdoni....ma una riflessione sorge spontanea.....c'è qualcosa di buono da dire sull'operato di Renzi? perché se c'è mi dev'essere sfuggito....

      Elimina
    4. ASSOLUTAMENTE e' il nulla assoluto a parte la cattiveria che si percepisce chiaramente ..dopo lo sfascio del precedente governo credevamo o meglio credevo di aver toccato il fondo e visto il peggio ....ma la peggio e' evidente non c'e' mai fine.....

      Elimina
  4. Michele Maniscalco7 agosto 2015 12:13

    Da parte mia ho risolto già da tempo il problema della mia militanza nel PD dopo che i 101 hanno bocciato prodi alla presidenza della Repubblica. Non sono andato più a votare.

    Mi si dirà che non votare equivale a lasciare agli altri la scelta dei nostri futuri governanti. Bene facciano pure.

    Io fino a questo momento non sono riuscito a trovare la mia collocazione a sinistra per la loro inconsistenza e la loro frammentazione. A destra non ci andrò. I grillini ancora non mi convincono. Aspetto di conoscere il loro programma sui grandi temi: permanenza in Europa, permanenza nell'area Euro, piano industriale pe attenuare la disoccupazione, lotta aperta e dichiarata in anticipo alla evasione fiscale. Il solo fatto che sono volenterosi, che rinunciano mensilmente a 2500 euro del loro stipendio e al finanziamento pubblico del partito non mi basta. Per quanto riguarda l'onestà individuale dovranno dimostrarla quando governeranno loro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sui grillini condivido in pieno.

      Elimina
    2. Tutti gli argomenti che lei ha citato sono leggibili sul blog anche ai non iscritti. La permanenza in europa e nell'area Euro, c'è il piano per combattere la disoccupazione e l'evasione fiscale. Basta leggere. Tutte proposte fatte in parlamento e puntualmente bocciate dal pd. Vorrei correggerla solo su un particolare, se tale si puo definire.....e ossia sul taglio degli stipendi. Cito solo Luigi Di Maio, vice presidente alla camera e deputato 5 stelle. Il suo stipendio è pari a 19 mila euro mensili ma lui ne prende 5 mila. Riguardo all'onestà individuale ha ragione lei, dovranno dimostrarla anche quando governeranno loro (perchè fin'ora di dimostrazioni ne sono state fatte molte e senza precedenti). Quindi diamogli questa possibilità che TUTTI gli altri hanno gia avuto....e fallito. Saluti, buona giornata a tutti

      Elimina
    3. http://www.beppegrillo.it/m/2015/07/referendum_sulleuro_in_italia_la_proposta_m5s_in_senato.html

      Elimina
    4. http://www.beppegrillo.it/2014/04/disoccupazione_1.html

      Elimina
    5. http://www.beppegrillo.it/2012/04/programma_a_5_stelle.html
      Queste le 3 risposte alle sue 3 domande

      Elimina
    6. Raffaella Schiavone7 agosto 2015 15:37

      Non votando lei non delega soltanto agli altri di decidere per lei,ma conferma quelli che l'hanno delusa(per usare un eufemismo),credo che lei segua poco o niente gli interventi e le proposte dei 5 stelle ,altrimenti si sarebbe già accorto di quanto stiano dalla parte dei cittadini...Ma si sa che per disintossicarsi dal pd ci vuole tempo.....

      Elimina
    7. esatto tutte le buone proposte dei cinque stelle sono state puntualmente RESPINTE non parliamo delle tagliole ghigliottine applicate da boldrini e grasso a nottate in bianco per far passare leggi vergognose tutte contro il POPOLO ITALIANO ..MA IL FATTO DELLA CLAMOROSA E GIUSTA ..SCONFITTA DEL PARTITO DEMOCRATICO A ROMA E TORINO ...NON CONTANO NIENTE ?? mi meraviglio veramente ..

      Elimina
  5. Prendersela con Renzi pare sia lo sport del momento. Renzi non è affatto un genio e si è pure circondato di persone che non possono fargli ombra. Detto questo il Toscanaccio ha carattere e le cose le fa. Certo in Italia per quanto si possa fare c'è sempre da fare di più. Veniamo da anni di merda. Il ventennio berlusconiano che per certi versi è stato peggio del ventennio fascista perché mancante anche delle visioni straccione imperialiste di quel ventennio. Poi Monti e Letta hanno fatto il resto. Vipiaccia o no, e temo non vi piaccia, Renzi, con tutti i suoi limiti ha imposto un'inversione di tendenza. Ed ha capito al contrario di altri che la cosa più importante è abbassare le tasse per ché sia possibile un aumento del PIL. Qualcuno fa della demagogia di bassissima lega e non trova di meglio che sparare a zero su Grillo. Poi ai miei amici e corregionali siciliani che proprio loro dopo il 61 a 0 del 2002 hanno pochissimo da recriminare.

    RispondiElimina
  6. Voglio citare le parole di un mio collega, che è il direttore del Corriere della Sera, Ferruccio de Bortoli, che riassumono in modo assolutamente illuminante il personaggio Renzi: "meschino, opportunista e maleducato di talento".....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non basta De bortoli e' stato ed e un signore aggiungo io il resto su renzi ...CAZZARO-AMPOSTORE -PRESUNTUOSO-ARROGANTE-MONTATO-RIDICOLO- MEGALOMANE -RINCOGLIONITO ..E SOPRATUTTO ALL'ENNESIMA POTENZA ..BUGIARDO LA SUA DOTE PRINCIPALE BUGIARDO !!

      Elimina
  7. Renzi?
    Il peggio che potesse capitare ad un popolo -diciamolo- di disattenti che si lascia trascinare da facili entusiasmi verso “il nuovo” che avanza!
    Quattro ragazzotti impreparati che detengono il potere in virtù della loro giovane età....e null'altro!
    D'altra parte tutta la pappa è preparata dalle cucine dell'Europa che conta. Loro, i pivelli, debbono solo riscaldarla un po' e poi servirla intiepidita alle mense di una precarietà che aumenta ogni giorno di più!
    Presto, tra l'accoglienza agli stranieri e la povertà, l'Italia diventerà tutta una mensa; il cui erogatore di pasti avariati -sorrisetto sulle labbra- sarà proprio lui: il riformatore gran “rottamatore” di balle!
    Squallore!
    Un governo di bulletti scamiciati e bamboline riccioli d'oro, dolcificati dalle caramelle di un imbonitore salito al governo senza essere stato eletto; e mantenendo con prepotenza la carica di segretario di un partito ridotto ad un'accozzaglia di questuanti da una parte, e di “resistenti” senza più forza dall'altra; Bersani in mezza-testa, senza il coraggio di mandarlo a casa....in attesa: lasciamolo fare, aspettiamo gli sviluppi; a tutto rischio della gente che non sa più come fare per campare.
    E lui, il bullo, lì ad annunciare riforme di cui neanche si rende conto e che nulla portano di costruttivo per ciò che conta davvero, in primis il rilancio dell'economia.
    Squallore!
    Ma che popolo siamo se accettiamo tutto questo senza ribellarci!
    I miei (ex?) compagni di partito mi vengono a rimproverare per le posizioni ostili a questa indegna politica! Pensa tu!
    D'altra parte c'è da dire che lui, il tosco, l'uomo “del nulla di suo”, è l'unico che sa fare il proprio mestiere: il mandante dell'Europa finanziaria, il cocco della Merkel!
    Siamo noi in difetto!
    Una massa di accodati, a guardare all'insù in attesa dell'apparizione della "madonna"!

    RispondiElimina
  8. L'argomento Renzi "tira" sempre, basta leggere la quantità dei commenti che si rincorrono, quasi a voler fare a gara nel testimoniare la propria solidarietà e la propria condivisione sul pessimo giudizio espresso egregiamente, non da un estremista di sinistra, ma da una persona equilibrata come Mario Botteon che argomenta, senza pregiudizi e con dati di fatto, i motivi della sua netta critica nei confronti di questo patetico quanto ridicolo “personaggetto” pieno di arie e con la pretesa di impartire lezioni di vita quando (s)parla in pubblico. Ormai è superfluo, caro Mario, stare a domandarsi se sia ancora di sinistra. Renzi è un uomo di destra senza se e senza ma. Non è quel poco di rosso, ancora visibile nel simbolo del Pd che può creare dubbi. Ma devo subito correggermi in quanto essere di destra, in senso storico e culturale, vuol dire avere una propria identità, credere in alcuni valori del conservatorismo europeo, vuol dire avere una certa visione della società, magari conservatrice, ma sicuramente ben identificabile. Essere di destra (io non lo sono mai stato), presuppone anche di avere il senso dello Stato e il rispetto per le istituzioni. Renzi non ha nessuno di questi requisiti e quindi collocarlo a destra è troppo onore per lui.
    Il bischero è soltanto un arrivista che di destra ha solo il fascino per Berlusconi e per il suo stile di vita e di Governo. E’ una pernacchietta che agisce a colpi di fiducia e guardando agli interessi delle caste a lui vicino che continuano a finanziarlo e alle quali è chiamato a rispondere. Il suo consenso tra gli italiani è calato a picco, dopo che hanno capito di essere stati presi per il culo. Oggi il consenso di Renzi, secondo varie agenzie di sondaggi è uguale a quello che aveva il suo predecessore Enrico Letta, nel momento in cui se ne andato (proprio per mano dell’onest’uomo che siede al suo posto). Letta, si sa, non ha mai avuto velleità rottamatorie o idee rivoluzionarie, dunque il suo consenso non è mai stato da stadio. Dov’è dunque il valore aggiunto di Renzusconi?

    RispondiElimina
  9. Mi pare che Mario abbia detto tutto...Condivido ogni sua parola!

    RispondiElimina
  10. Lucia Di Marco7 agosto 2015 17:06

    Non se ne può più... io non lo sopporto e non l'ho mai sopportato: un megalomane senza limite. Adesso con le bande larghe è partita la corsa agli accaparramenti. Sta distruggendo tutto: diritti, lavoro, sanità e Costituzione. Nel Senato deve piazzare i suoi delinquenti amici e massoni. Renzi insabbia la verità su tutto, mafia capitale compresa. Nel documento occultato è dimostrato che il PD è un partito mafioso. Inoltre, aiuta i Grandi Evasori, banche e grandi imprese mentre il piccolo contribuente viene derubato dallo Stato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono assolutamente d'accordo se passa il SI allora non avremo piu' nessuna possibilita quindi votiamo NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!

      Elimina
  11. Rosalba Ferrara7 agosto 2015 20:21

    Ho sempre apprezzato Mario, per la sua bravura e coerenza nell'esporre in modo scorrevole i suoi articoli, oggi ha dato, politicamente parlando, il vero ruolo che riveste Renzi e il PD, nulla da aggiungere alla sua analisi. Condivido, aggiungo e confermo, la situazione drammatica che vediamo e attraversiamo, nulla è stato fatto per i Cittadini, se poi ci vogliamo nascondere dietro un dito, facciamolo. Se commenti ci sono, se insoddisfazioni ci sono, credo sia giusto dare la possibilità di esternare il malcontento, forse, ci sarà permesso, ancora per poco, considerando Ia proposta di legge sul Bavaglio. Per il bene di questo sgangherato paese, diamo al movimento 5 Stelle di dimostrare e continuare il cammino che hanno intrapreso. Che vadano tutti a casa, e chi ha problemi con la giustizia, si faccia giudicare da normale cittadino, senza salvagenti a mo di salvataggio.

    RispondiElimina
  12. Da persone con raziocinio è impossibile stare con lui!
    E' stato messo dove è dalla "Troika".per mano del vecchio Re che continua a farsi sentire nonostante sia .... pensionato.. Era necessario un burattino, chi meglio di lui ?Peccato ci abbia preso gusto e cio' che combina non sia certo fatto per il bene nostro e/o del Paese.
    Sono convinta che a breve ci sarà il nuovo partito della Sinistra, quella vera.e potremo giocarci la partita, senza pericoli grilleschi o leghisti.l Certo è che, nella attesa, sarebbe bene noi, popolo, ci si facesse sentire,,,,,, in modo urbano,ma un po' meno silente -----

    RispondiElimina
  13. Gloria Trizzino7 agosto 2015 21:43

    Ho letto l'articolo di Mario e sinceramente non cambierei una virgola al suo contenuto. Forse la rabbia che denuncia non fa che inorgoglire i pupazzi politicanti da 4 ( si fa per dire) soldi. Ci stanno abituando alla cicuta perché ancora non hanno il coraggio di eliminare donne, anziani e bambini che potrebbero risultare scomodi. Io non escludo che presto lo facciano. Sono una donna sola fortunatamente ancora viva per caso e adesso, non avendo più niente da perdere, posso permettermi di dire che sono una donna ancora intelligente che purtroppo non vuole scadere nel turpiloquio. Confesso che ho votato Renzi perché pensavo che avremmo cambiato rotta. Ma no, altro che cambiare: lui ed i suoi accoliti, soprattutto le belle donne continuano a insozzare questa povera Italia ridotta allo stelo di un ex stato. Uccelli e pesci non vivono senza acqua e c'è la stanno togliendo come stanno togliendoci l'aria. Sono una donna, ma difronte allo spettacolo che ci stanno fornendo, mi vergogno di esserlo. Essere signore non paga, meglio prostitute.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meglio essere DONNA e non prostituta. Tu sei DONNA ed anche intelligente, non vergognarti di esserlo. Anch'io l'ho votato, ma non per questo mi vergogno di essere un UOMO. E' Renzi il mentitore, l'incoerente, il parolaio, l'ipocrita, e mi ci vorrebbe un neologismo per dire della disistima che ho. Non noi. Ni siamo persone oneste perbene.

      Elimina
  14. Michele Maniscalco7 agosto 2015 22:13

    Signora Sardisco.


    Signora Sardisco.

    Sulla lotta all'evasione nessuno accenno in nessun punto dei 20 punti del programma.
    Di coperture per ridurre il debito pubblico quelle suggerite non farebbero neppure il solletico al nostro debito. Non parlate di patrimoniale straordinaria per ridurre consistentemente il debito.
    Tutto il programma economico mi sembra molto debole.

    Qui di seguito riporto cosa ho trovato sul vostro programma riguardante la disoccupazione. A me sembra più una denuncia che un programma.

    "C'è qualcosa che non torna nelle statistiche diffuse dall'Istat sull'occupazione!
    Come si legge nell'articolo il dato rilevato è il peggiore dal 1977, ma solo perché a partire da questo anno vengono fatte le rivelazioni trimestrali sull'occupazione! Niente, pertanto, si sa degli anni precedenti. Il sospetto è che bisogna risalire all'immediato dopoguerra per trovare dei dati così scioccanti.
    Per mia sfortuna, o fortuna questo non lo so, nel 1977 io c'ero e non mi risulta che la situazione Economica e Sociale dell'Italia - pur con i gravissimi problemi in cui si dibatteva (es. terrorismo, ecc ecc) - fosse così pesante da togliere qualsiasi speranza per il proprio futuro.
    Non discuto sul conteggio dei disoccupati, ma sul piano strettamente tecnico non torna il raffronto tra gli occupati del 1977 con quelli odierni! Nel 1977 infatti i contratti precari e a termine non esistevano. Ad un contratto a tempo determinato sicuramente fa riscontro un occupato in senso proprio, diversamente ad un contratto a tempo determinato non è detto che corrisponda un vero occupato. Se l'Istat ad esempio rilevasse come lavoratore occupato solo quelli che durante l'anno avessero lavorato Almeno per tre mesi, con un contratto a termine, i risultati emergenti sarebbero assai più drammatici di quelli diffusi! Il governo Monti ha avuto sull'occupazione del Paese gli stessi effetti devastanti di una bomba atomica. Per questo ritengo il Presidente della Repubblica il vero responsabile del disastro Italia.
    Per quanto riguarda l'attuale governo fantoccio, non è certo a suon di balle che si risolvono i problemi del Paese! La precarietà è il vero nemico per il lavoro, i lavoratori ed il Paese. Altro che disseminarla a piene mani e promettendo effetti miracolosi - quasi una moltiplicazione dei pani e dei pesci in salsa poletti - biascicando concetti come "maggiore flessibilità del lavoro". Se passasse il Job Acts renziano, credo il sindacato non avrebbe più ragion di esistere".
    Michele Barbieri, Empoli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Signor Michele, il debito pubblico ammonta a piu di 2500 miliardi! e ogni giorno cresce aggiungendo l'ammontare degli interessi sullo stesso. Impossibile estinguerlo se non si cambiano le norme europee (che chiamerei piu...tedesche che europee!). Il Movimento 5 Stelle ha le sue proposte, fatte anche in parlamento ovviamente, idee oneste e risolutive per un europa unita e non serva tedesca. ( http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/belvederemarittimo/7punti.pdf ) Questi sono solo 7 punti base, se le va approfondisca lei stesso. Le idee e le proposte ci sono e sono state fatte. Riguardo al job act.....stendo una lastra di cemento a presa rapida... Buona giornata

      Elimina
  15. Vorrei precisare (anche se l'ha già fatto il direttore che ringrazio) che le espressioni da me usate nei confronti di Renzi, sono tutte ed esclusivamente di natura POLITICA. Se lo si vuol notare, prima di un aggettivo politicamente spregiativo, o subito dopo, nei miei scritti c'è sempre la parola politica. Ho troppo rispetto per le persone per offenderle a livello personale. Politicamente Renzi è da me ritenuto un CAVALLO DI TROIA intrufolatosi "truffaldinamente" nell'area della sinistra. Ci sono cascato anch'io, per questo motivo, da uomo di sinistra, mi sento politicamente truffato da questo giovin signore.
    Sono d'accordo con Alesi quando afferma che "sbaglio" a definire Renzi di destra.
    E' vero, sono d'accordo. La destra vera ha una sua identità precisa, ed è stata ben descritta dallo stesso Alesi. Renzi e berlusconi non sono di quella destra, e tanto meno di sinistra. Renzi è figlio della "cultura" del berlusconismo, e come tale ne è la continuazione.
    La loro idea della politica è strumentale al loro potere personale. Berlusconi in questo senso ha fallito, Renzi finirà come berlusconi. E non saranno le promesse alla Cetto La Qualunque a salvarlo, anzi, queste promesse, che oggettivamente non potrà mantenere, saranno prodrome della sua fine.

    RispondiElimina
  16. Antonella Albertini8 agosto 2015 21:28

    Sulle scelte programmatiche del governo Renzi ci sarebbe da discutere molto, ma è una sua prerogativa farle. L'aspetto che vorrei mettere in evidenza e che io non condivido assolutamente é il metodo che Renzi usa sia come capo del governo, sia come segretario del PD. Innanzitutto questo dualismo di cariche non è opportuno sia per una questione di democrazia sia per una opportunità organizzativa; il ruolo di presidente del consiglio dei ministri é già molto impegnativo e non permette di fare contemporaneamente bene anche il segretario. Non condivido la totale indisposizione verso il confronto civile con le persone, i partiti o i movimenti che non condividono le sue idee. Ha chiuso il dialogo con i sindacati, con la minoranza del PD, con i movimenti di vario tipo. Non si governa così, ha posto la fiducia su tutte le leggi e riforme presentate in parlamento. Senza commentare la trasformazione conservatrice che ha avuto il PD da quando Renzi ricopre il ruolo di segretario. Insomma.....per quanto mi riguarda non sono per niente soddisfatta e mi auguro che prenda corpo presto una nuova formazione politica di vera sinistra.

    RispondiElimina
  17. Armando Pupella8 agosto 2015 21:33

    Perché son contrario al giovinezza Signor Fiorentino. Può un Presidente del Consiglio, con un Parlamento eletto con il poco democratico e incostituzionale porcellum, stravolgere l'assetto costituzionale del Parlamento svilendo il Senato in bivacco di consiglieri regionali in vacanza a Roma in alberghi di lusso ed auto blu? Mi sembra una bischerata alla fiorentina. Il giovin Signor fiorentino, dal porcellum ci ha fatto passare all'italicum quasi un porcellum bis, anzi un cacatellum. Mi pare un'altra bischerata fiorentina. E a proposito degli 80 euro sono contento per coloro che li ricevono; ma non servono a realizzare posti di lavoro e a fronteggiare la globalizzazione, servono per qualche pizza in più e per comprare prodotti esteri, made in Cina soprattutto. Urge reindustrializzare l'Italia e far rimpatriata le aziende che sono state costrette ad emigrare all'estero. Ma c'è di più: sugli 80 euro ci sono dubbi di costituzionalità perché sono uno sconto fiscale di cui godono i soli lavoratori dipendenti. L'art. 53 della Costituzione recita: "Tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva". Ergo, a parità contributiva con i lavoratori dipendenti, i lavoratori autonomi e i pensionati non usufruiscono dello sconto fiscale di 80 euro. Mi sembra un'altra bischerata fiorentina. Ah! dimenticavo che al giovin Signor fiorentino, che vuole "rottamare" i Parlamentari più anziani, i Senatori, (da senior, più vecchio), la Costituzione non piace! Costituzionalmente ineccepibile la sua nomina a Presidente del Consiglio, carica per la quale non è necessario essere deputato o senatore (art. 92, secondo comma della Costituzione), ma, in base ad una prassi consolidata sin dal Regno d'Italia secondo la quale il Capo del Governo veniva nominato dopo essersi candidato a deputato almeno in un collegio elettorale, l'arrivo a Palazzo Chigi del giovin Signor fiorentino rottamare è alquanto strano. Mi par un'altra bischerata fiorentina, anzi UNA MARCETTA SU ROMA.

    RispondiElimina
  18. Grazie direttore per pubblicato ancora questo mio scritto. E' attualissimo. Grazie ancora.

    RispondiElimina
  19. Il mio commento non puo' che essere positivo ..non credevo che su renzi ci fosse tanto da dire e ne sono contento ..io dal patto del nazareno ho smesso completamente di essere di SINISTRA lo sono stato per anni anche quando la gente ..IDOLATRAVA ..SILVIO BERLUSCONI !!!??.SPERO soltanto una cosa che dopo ROMA E TORINO a ottobre o quando sara' vincera' il NO ..altrimente saro ' io a dire NO all'Italia governata da renzi ..

    RispondiElimina
  20. L'amico Mario ha voluto citarmi in apertura dell'articolo e lo ringrazio anche se, conoscendomi, avrebbe fatto meglio a citare, prima di me, quelli che su Politica Prima, con molta più capacità, dall'inizio hanno giudicato il Governo Renzi per quello che è: una emanazione, molto mal costruita, del berlusconismo con l'aggravante di essersi servito del PD per ridurre l'Italia ad una repubblica delle banane al servizio della Germania, della Francia e della grande finanza internazionale, e in più, essendo un "parvenu" non ha neppure lo "stile" di quello "statista" che pretende di essere. Sia chiaro che il mio giudizio si riferisce al "politico" e non alla persona fisica e morale privata della quale non sono amico al punto di poter esprimere un giudizio serio. Da ciò che si vede a me pare che, senza intaccare ancora una volta la persona, c'è una vera e propria mania di "protagonismo", di "vanità", e una mancanza totale di "educazione diplomatica" e, alla fine, una foia matta di approfittare della carica per soddisfare esigenze personali il che, con tutto il rispetto, non mi pare che siano doti positive, sempre come personaggio "politico", utili a rappresentare l'Italia all'estero e anche all'interno. Detto questo sia chiaro il perché del mio costante e pervicace giudizio negativo sul personaggio pubblico e sulla corte dei miracoli che lo circonda a cominciare da quella cosiddetta "sinistra" del PD che ci assorda di chiacchiere ma non fa un solo atto concreto per dimostrare di essere una "minoranza" credibile.
    Una precisazione credo di doverla fare: non riesco a stimare il politico Renzi al di sopra di tutto per star tentando di trasformare l'Italia da Repubblica Democratica in Repubblica autoritaria dando poteri al "potere esecutivo" al di là della funzione di "applicare le leggi" formulate dal Parlamento composto da elementi "eletti" e non "nominati": Per chiarire meglio: non penso che sia assolutamente necessaria la sua riforma della Costituzione. Certo: la funzione e la composizione del Senato vanno cambiate ma non con la "riforma Boschi" ( o di chi è veramente)ma non deve in alcun modo messa in discussione la "sovranità popolare" unico giudice competente a designare i propri "amministratori" e non "governatori"!
    In quanto al M5S al momento è l'unica forza politica che parla un linguaggio accettabile ed è per questo che mi sono simpatici...certo avrebbero bisogno di essere messi alla prova...ma se mai si rischia di farlo, mai saremo in grado di esprimere un vero, positivo, giudizio su di essi e, vista la situazione, con in mente il motto: "La fortuna aiuta gli audaci" direi che sarebbe il momento di accordare loro un po' più di fiducia. Tanto.. peggio di come va non potrebbe andare. Io la penso così!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. concordo come sempre sulle tue saggie parole la fortuna aiuta gli audaci e certo l'audacia 1 Coraggio, ardimento di chi osa sfidare il pericolo: l'a. di un combattente..e i cinque stelle in questi anni veramente bui hanno lottato in parlamento contro tutti i partiti con tagliole ghigliottine espulsioni credo che da decenni l'Italia non avesse un VERO PARTITO DI OPPOSIZIONE ed i cinque stelle lo sono ecco perche' stanno sulle palle a tutti non erano piu' abituati ad averla una OPPOSIZIONE !

      Elimina
  21. A distanza di un anno i risultati hanno dato pienamente ragione alla mancanza di fiducia nei confronti di chi, interpretando il ruolo di un copione scritto da altri, si è reso colpevole di aver ucciso la "passione" senza la quale non può sopravvivere la politica

    RispondiElimina
  22. Premesso non sono di SX per DNA
    Il commento del signor Botteon esprime evidentemente tutto il suo rancore per la delusione subita Lo capisco personalmente ritengo ingiusto tale astio perché in passato gli stessi vergognosi comportamenti dei ns precedenti politici sono stati accettati o passati sotto silenzio Io ritengo che la politica di oggi non sia altro che la figlia della politica dei passati 70 anni la costituzione deve essere cambiata profondamente ma non avverrà mai perché a tutti conviene così nessuno è responsabile 940 nullafacenti 154 partiti 8000 enti inutili fanno comodo a tutti La scuola è almeno dal 68’ ma sicuramente negli ultimi 20 anni la peggiore in Europa e tra le peggiori nel mondo quindi perché cambiarla anzi la rottamazione finchè esiste questo sistema politico sarà impossibile Vedere la DX Tutto questo a portato acqua al mulino del M5S I disastri di Roma e Torino sono sotto gli occhi di tutti Quindi o si cambia o per i prossimi 70 anni staremo sempre a ripetere le stesse cose

    RispondiElimina
  23. Lorenzo Romano7 agosto 2016 16:06

    E' interessante rileggere questo articolo ad un anno dalla sua pubblicazione, per me è la prima volta. Condivido quanto scritto da Mario Botteon. Alle situazioni negative di allora se ne sono aggiunte altre ancora più negative: la più grave, e per certi aspetti pericolosa è la revisione costituzionale. Ho scritto diverse volte, e qui lo ripeto, che al posto di Renzi avrei voluto il galantuomo Bersani. Non intendo rammentare le cause, che a mio parere, hanno impedito a Bersani di formare un governo. Se da un lato è inutile piangere sul latte versato, vista la negativa situazione attuale del Paese, gli attori del rifiuto e dell'impedimento dovrebbero, con onestà politica, ammettere gli errori del passato. Dell'attuale situazione, direttamente o indirettamente, la responsabilità è di tutti. Detto questo affermo che non ho mai simpatizzato per l'attuale capo del governo. La sua presunzione e arroganza non fanno parte del mio modo di concepire la politica, il medesimo sentimento lo nutro per i suoi avversari che lo contrastano con le medesime modalità. Non sopporto la parola rottamazione in particolare se viene pronunciata da un rampante e dai suoi seguaci che non sono degni di nominare illustri personaggi che intendono rottamare. Avrebbero dovuto rottamare la connivenza del malaffare con la politica, i vergognosi privilegi delle rendite e delle pensioni di lusso, le ingiustizie e le disparità nell'applicazione dei diritti civili. L'elenco è lungo e noto a tutti. Che cosa è stato effettivamente rottamato!? Per quel che mi riguarda, gli ideali della sinistra. E' stato rivoluzionato il diritto dei lavoratoti e l'accesso ai servizi sanitari per le categorie prive di risorse economiche. La fascia sociale della povertà si è allargata. Si sta effettuando la più vergognosa epurazione di regime nel mondo dell'informazione con le nomine Rai. La più grave rottamazione è quella architettata ai danni della Costituzione, non è scontato che la maggioranza dei cittadini riesca, prima del referendum, a comprenderne la gravità. Io non starò a guardare, e pur rimanendo fedele ai miei ideali, continuerò a lottare con l'unica arma democratica che tutti possediamo: IL VOTO. Alle forze politiche che vedono, in questa caotica situazione, aumentare il loro consenso va ricordato che il loro successo elettorale non è dovuto al loro merito ma al demerito degli altri. Saranno giudicate, nel tempo, per quello che effettivamente riusciranno a fare. Nessun giudizio preconcetto ma auguri di buon lavoro.

    RispondiElimina
  24. Il Sig.Magrini, in polemica come al solito, parla dei "disastri" di Roma e Torino. Sarei davvero curioso di sapere come avrebbe fatto lui, in particolare a Roma,. a risolvere quaranta anni di malgoverno in un mese e mezzo. Trovo certe polemiche, con tutto il rispetto, assolutamente pleonastiche, fuori misura e poco meditate. In quanto alle riforme delle Costituzione credo che si sia tutti d'accordo nel dover cambiare e perfezionare certi punti, primo fra tutti quello del Senato, ma non certamente nel senso voluto da Renzi o chi attraverso la sua disponibilità ad esporsi in prima persona creda di poterlo fare. Dovremmo sentire l'orgoglio di essere cittadini di un Paese, non lo definisco nazione perché si sta anche dimostrando che non lo siamo, che ha una Costituzione di base con invidiabili principi democratici come la nostra ma fino a che non ci si sarà liberati dalla "mafia" che è stata portata al governo negli ultimi cinquanta anni sarà un po' difficile farlo. Dovremmo sentire tutti il dovere di impegnarci innanzi tutto a far questo ma fino a che si sosterranno governi come l'attuale il tutto resta solo una ambizione e un sogno. Non ci riusciremo mai se continueremo a sostenere coloro che ci rappresentano oggi e che sono arrivati dove sono per l'ignavia, il pressapochismo e la incultura politica, tenuta con precisi fini all'attuale livello per l'interesse degli "amichetti della parrocchietta", e ce ne libereremo solo quando avremo capito che l'intera classe politica va rinnovata con forze, giovani, preparate e con spiccato senso di solidarietà e stato. Oggi queste promesse le sta esprimendo il M5S sarebbe un delitto non secondarle perché, per male che vada, saranno certamente migliori di quelle attuali.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cONCORDO CON LE TUE SAGGIE PAROLE ANCH'IO LA PENSO UGUALE MA SEMBRA CHE DIRE DISASTRO ROMA E TORINO E' VERAMENTE AVERE PROSCIUTTO SUGLI OCCHI SONO STATI VOTATI DAL POPOLO ITALIANO E RAPPRESENTANO LO SPARTIACQUE PER IL PD CHE LO PORTERA' ALLA PERDITA ANCHE DEL POTERE ..LA GENTE HA APERTO GLI OCCHI ..

      Elimina
  25. Speriamo che la ruota della fortuna se lo porti via e con Lui tutto il suo cast perché si va solo di male in peggio, riesco pure a dimenticare quale mese di stipendio devo percepire tanti sono gli arretrati.Non è una battuta ma la triste realtà di migliaia di precari in Sicilia non stabilizzati a cui il governo Renzi aveva fatto mille promesse ma è solo riuscito a rubare sempre più diritti, lavoratori in nero dello Stato sfruttati politicamente, qualche mese fa il Sig. Renzi assieme al suo caro amico e nostro conterraneo Faraone ci avevano dato una speranza ma così come quelle di pinocchio le bugie hanno il naso lungo e sono svanite nel nulla!! Adesso spero proprio che ci sia una ventata che ci ridia una dignità di lavoratori mi auguro e spero di non sbagliare che questo vento possa arrivare dal M5S.

    RispondiElimina
  26. Renzi ha fatto girare le scatole del signor Botteon. Era ora e la spumeggiante critica ben spiega come il giovanotto abbia fregato con la retorica e la finta rottamazione, gli italiani. Non c'è dubbio che Renzi sia peggio di Berlusconi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tranquilla con l'eventuale vittoria del No al referendum alla riforma C. Cambia tutto.....si torna come prima!

      Elimina
  27. .........condivido quanto scritto dal sig Giacomo Alfano.......questo articolo mi sembra solo di carattere " ideologico" non entra in merito alle cose fatte dal governo quindi una discussione in merito.....mi permetto di elencarne : eliminato il segreto di stato dalle stragi, disattivate le dimissioni in bianco, riformare la Costituzione, legiferato sugli ecoreati, sul riciclaggio, sul falso in bilancio, sulle unioni civili, sul divorzio breve, un nuovo codice per appalti, nuove norme anticorruzione, sostegno dei lavoratori dipendenti e sulle povertà estreme, sulla stabilità dei docenti e sull'edilizia scolastica, sulla tutela dei disabili dopo la morte dei genitori, sull'inversione di tendenza del fenomeno drammatico del lavoro precario e della disoccupazione giovanile, del sostegno per i nuovi nati; iniziata una reale riforma della pubblica amministrazione, iniziato a stabilire nuove regole di efficienza nei musei e nell'uso dei beni archeologici, nuova importanza all'agricoltura, velocità alla giustizia civile, migliorato il livello di tassazione a cominciare da quello sul lavoro, un ruolo più importante nel panorama della politica estera.......

    RispondiElimina