giovedì 18 giugno 2015

Ha perso la sinistra. Io che c’entro?

Venezia-ha-perso-la-sinistra

di Mario Botteon - A proposito della sconfitta elettorale di Venezia, che è passata all'estrema destra.

La Repubblica ha titolato: Renzi deluso: "Non è una sconfitta mia ma della sinistra"... finalmente una dichiarazione di Renzi oggettivamente vera. È giusto Renzi. Cosa c'entri tu con la sinistra? Quelli che sono andati a votare (meno del 50%) a Venezia, hanno preferito la destra del candidato Brugnaro, alla sinistra del candidato Casson.

Brugnaro neo sindaco VeneziaAnche se la destra dell'ex governatore Galan, e la sinistra dell'ex sindaco di Venezia Orsoni, sono accomunate nella vicenda del Mose, la gente non fa distinzioni su chi ha avuto un ruolo maggiore o minore. Galan sembra aver avuta una parte molto più importante nel ricevere "contributi" dalle cooperative, del dilettante ex sindaco Orsoni.

Casson ringraziaCaro Renzi la cosa è molto semplice, e si spiega benissimo così: Quando si tratta di scegliere tra te, che non sei di sinistra, e la destra originale, la gente sceglie quella originale. Sembra che tu questa cosa non l'abbia capita, per questo sei a metà del guado... dai salta definitivamente di là, come sostituto di Berlusconi sei adattissimo... e pure credibile. Non era solo per fare dell'ironia quando tu e Berlusconi, vi ho definiti due “cetti la qualunque”. Lo siete! La differenza sta nel fatto che Cetto I° (alias Berlusconi), sta rotolando inesorabilmente verso il fondo della china. Tu invece da quel buon Cetto II° che sei, hai preso la rincorsa per rotolare e siccome sei molto veloce, forse, arriverai anche prima di Berlusconi.

Ma “staisereno”. Tranquilloooo, nessuno ti spingerà verso il burrone. Sì, nel tuo PD ci sono tanti che godrebbero un mondo vederti ruzzolare, senza nessuna possibilità di riprenderti. Ma non devi temere questi, anzi, loro, al massimo ti porranno un altro penultimo ultimatum, ma ti aiuteranno a stare in piedi, sai, tengono famiglia, e quindi gli serve la “carega” per poter “svernare” al meglio, a nostre spese naturalmente.

Ti sei accorto caro Matteo, che hai potuto tirare avanti promettendo di rottamare i vari Bersani, D'Alema, Bindi e compagnia cantante? Ma quando hai tentato di far fuori altre “categorie”, il giochetto ti si è rivoltato contro? È così! infatti non lo potevi fare contro gli operai col tuo Jobs Act, eliminando l'art. 18. Non lo puoi fare contro gli insegnanti, i genitori degli studenti, e contro gli studenti stessi con la tua “buona scuola”. Non avresti dovuto nemmeno scimmiottare Cetto I°. Berlusconi ha tolto l’Ici dalla prima casa per vincere le elezioni. A causa di questo abbiamo pagato noi tutti un'altra tassa che si chiama TASI.

Matteo RenziCome hai potuto verificare, questi giochetti stupidi non rendono. Tu hai voluto emulare il tuo "maestro". Hai “donato” 80 euro per vincere le elezioni europee. Le hai vinte. Ma quegli ottanta euro chi li paga? Te lo dico io! Noi, li paghiamo tutti noi. Poi ti sei fatto prendere dalla voglia irrefrenabile di essere “l'uomo solo al commando”, ed qui che ti sei fregato da solo. Ti sei sopravvalutato, anzi, hai sottovalutato tutti gli altri. Ma il tuo errore più grosso l'hai commesso quando (te l'avevo detto, anche se io non conto nulla) non hai colto il messaggio che ti hanno inviato gli Emiliani/Romagnoli che sono andati a votare alle regionali in meno del 50 per cento. Era in quel momento che dovevi cambiare marcia. Quell'astensione dal voto della maggioranza degli elettori di sinistra, doveva farti riflettere.

Ma tu che di sinistra non sei, non hai capito. Ben ti sta! Malgrado tutto ciò che ho scritto su di te, è sconsolante dover prendere atto che le alternative attuali sono poco credibili. Gli Italiani, in maggioranza sono di destra, e dell'estrema destra del populista che parla alle pance come Salvini. Gli Italiani non amano l'estrema sinistra, quindi è inutile qualsiasi tentativo dei gruppetti che sono presenti in Italia, più per far vedere a se stessi che sono vivi, piuttosto che pensare al governo, ma nemmeno per fare una opposizione credibile nel Paese.

Di Maio 1Il M5S potrebbe presentarsi come alternativa, ma dovrebbero strutturarsi meglio, soprattutto dovrebbero presentare un programma mondato da proposte populiste, non solo, ma dovrebbero perdere quella brutta abitudine di insultare gli avversari, e programmare interventi realizzabili per risolvere gli endemici problemi del Paese. Infine dovrebbero prendere atto che in Italia non esistono solo ed esclusivamente i grillini, ma ci sono altre presenze umane, e non sono tutte del Pd, o, peggio, dell'estrema destra.

So bene che questo articolo scatenerà le ire dei renziani, avveniva anche quando parlavo male di Berlusconi (lo ritenevo un dovere civico), e mi dispiace, ma bisogna dire pane al pane e vino al vino. In fondo, ho detto solo ciò che penso.

Mario BotteonMario Botteon
18 Giugno 2015

24 commenti:

  1. Francesca Cottoni18 giugno 2015 16:04

    Mario come hai ragione... in tutto... ma Renzi non ascolta nessuno, solo Obama e la Merkel. I massoni padroni. In quanto ai grillini.... hanno beccato il virus di Renzi... ne dicono una e ne fanno un'altra. Per me al momento c’è solo Salvini con le idee chiare.

    RispondiElimina
  2. Liliana Olivieri18 giugno 2015 16:43

    Bene ed esaustiva l'analisi di Botteon, non fa una virgola perché è anche troppo chiara la sua esposizione. Di Renzi Noe ho nessuna stima così come non ne ho di tutti i parolai in genere, lui a parte la prepotenza e l'albagia, non possiede nessuna dote politica, fa solo grandi proclami e fa asserzioni che sono frutto della sua voglia di comandare. Non ho fiducia neppure in 5s le varie fazioni di destra, di Salvini penso che le sue idee chiare siano frutto della sua voglia di passare in cima a questo fatiscente carrozzone che è la politica italiana. Cosa spero?! Io speriamo che me la cavo.

    RispondiElimina
  3. Armando Pupella18 giugno 2015 16:48

    Rottamare i colleghi di partito le cui idee non si condividono a torto o a ragione? Cosa sono automobili e frigoriferi vecchi? Mica male come bischerata alla fiorentina! Meglio una buona bistecca alla fiorentina con ottimo vino siculo.

    RispondiElimina
  4. Le idee "chiare” di Salvini (ammesso che la chiarezza riguardi le sue idee e non i suoi calcoli elettorali) diventano molto opache e grigie, se teniamo conto che ha già avviato importanti colloqui e accordi di programmi per tornare alla grande, insieme al condannato più noto d’Italia, del quale abbiamo già sperimentato gli esaltanti risultati per il nostro Paese. Come novità politica davvero non poteva essere più originale. Se questa è chiarezza delle idee… Dopo 20 anni di regime berlusconiano, si affaccia sulla scena politica un personaggio che ha la pretesa di incarnare il nuovo, alleandosi con Forza Italia, Casapound, ex fascisti, Alfaniani (più o meno pentiti), con i quali già governa la Regione Liguria, e riciclati raccattonati qua e là. Per carità, si può legittimamente apprezzare Salvini e le sue idee ma, per favore, non spacciamo per novità esperienze politiche impolverate e seppellite dagli elettori. Salvini è solo un bravissimo comunicatore che riesce, più di ogni altro, ad entrare in sintonia con la gente comune, a parlare lo stesso linguaggio che si sente al bar, ma che ci ha già fatto sapere chi saranno i suoi compagni d’avventura. Ed è qui che l’uomo “felpato” perde ogni credibilità e fa morire ogni aspettativa di rinnovamento. Salvini prenderà anche un sacco di voti, ma per governare il Paese non potrà fare a meno di allearsi con le sue vecchie fiamme. Rinnovare significa un'altra cosa. Significa trovare percorsi nuovi ed inesplorati che implicano la presenza di soggetti nuovi, non inquinati da vecchie esperienze e da risultati fallimentari già sperimentati. Tutto il resto sono chiacchiere e le chiacchiere, come si sa, stanno a zero.

    RispondiElimina
  5. Michele Maniscalco18 giugno 2015 17:22

    Ottimo Botteon. Condivido tutto quanto da te scritto ad eccezione il giudizio su Salvini. Trovo l'analisi fatta da Maurizio Alesi giusta quindi non commento questo punto.
    Per il resto solo due parole su Renzi. A Venezia dice che non ha perso lui, ma la sinistra. Per De luca ed Emiliano non ha detto io non c'entro. Ha sbandierato la vittoria 5 a 4 come merito suo. De Luca ed Emiliano non sono ne di Renzi ne di nessuno altro. Sono di se stessi.

    RispondiElimina
  6. Carissimo Mario, leggo sempre i tuoi servizi, e ti confesso che li leggo con piacere. Prima di esaminare e riflettere sulla figura politica di Renzi e delle sue dichiarazioni al proposito, sarebbe più giusto fare una preventiva considerazione: ma esiste ancora una politica di destra ed una di sinistra? Assistiamo ogni giorno agli scandali e ruberie della peggiore specie, alla tutela e difesa dei propri interessi, alla lotta per farsi eleggere al fine conseguire diritti vietati alla povera gente, alla possibilità di accedere ad una pensione privilegiata chiamata vitalizio,e potrei continuare all’infinito, ma mi fermo per rispetto del lettore. Dove dovremmo poter constatare che trattasi di politica di destra o di sinistra? …. Sono tutti coinvolti, nessuno escluso. Ognuno corre, caro Mario, per due motivi: per arrivare primi a conquistarsi posizioni di grande vantaggio rispetto agli altri, e per non farsi raggiungere da chi continua disperatamente a sovvenzionare le loro nefandezze e coprire uno Stato in ginocchio. Mai come oggi, la tradizionale distinzione del campo politico viene da più parti contestata, in quanto contrapposizione che avrebbe ormai fatto il suo tempo e che non avrebbe più alcun senso. E mai come oggi, d’altro canto, la scena politica di gran parte del mondo occidentale e quella italiana in particolare è dominata dall’idea di una polarizzazione dello scontro tra due schieramenti contrapposti, che lottano accanitamente l’uno contro l’altro per conquistare la supremazia. Allora caro Mario, possiamo ancora affermare se esiste una destra ed una sinistra? Renzi deve difendere il suo statu quo deve cambiare sistematicamente e periodicamente la sua posizione usando il sistema più semplice:il salto del canguro o ancora quella più redditizia, la teoria del pendolo dimostrata da Galileo Galilei. In sintesi, caro amico mio, quando non riusciamo ad entrare nel parcheggio, troviamo posto con un colpettino avanti ed uno dietro. Forse, ho commentato il tuo articolo, con troppa ilarità, ma il motivo e di farci coraggio mentre il teatrino della politica prosegue incontrastato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Franco, non sei stato per nulla ilare, condivido quanto da te sostenuto.

      Elimina
    2. Grazie Mario, sono soddisfatto quando qualcuno di voi condivide quanto io scrivo. Voi vi conoscete tutti su questo blog, perchè siciliani ed addirittura quasi tutti palermitani. Io scrivo dalla Puglia e sono felice di entrare a far parte di voi. Ringrazio Giangiuseppe Gattuso.

      Elimina
    3. Caro Franco, non sono siciliano, sono veneto di Conegliano. E' bello comunque scrivere su questo sito. Il confronto tra opinioni diverse è sempre stimolante. Io ringrazio il Direttore che me l'ha fatto conoscere ed ha accettato i miei interventi.

      Elimina
    4. Mario stamattina ti avevo inviato le mie scuse circa la tua regione di appartenenza per avermelo fatto notare Giangiuseppe. Avrò commesso qualche errore di impostazione e non è stato pubblicato. Mi scuso ancora con te almeno la "n" finale doveva suggerirmi la tua origine veneta.

      Elimina
  7. Giuseppe Vullo18 giugno 2015 21:42

    Non mi piace il gioco al massacro che ogni giorno si fa contro il giovane con le mani pulite, Matteo Renzi. Se cade lui ci sarà il caos, la sindr. Greca e la guerra civile. Le sinistre populiste e radical scic, in gioventù ho conosciuto e infatuato, di questi gruppuscoli minoritari, che non fanno altro che consegnare il paese nelle mani della vera, ottusa, egoista, e retriva destra ! Mi dispiace che Botteon si adopera per denigrare il giovane e pulito Renzi ( fino a prova contraria, altri sono i ladri) e questo lo affermo con cognizioni di causa...basta fare la lista di chi lo ha preceduto...letta, monti, berlusconi, prodi, d'alema, amato, craxi, andreotti...! Infine essendo Renzi nelle mani della troika, con il mostruoso debito pubblico, lasciato da altri...che deve fare uscire dall'euro...? Credo che molti non hanno l'idea che significa uscire dall'euro...diventeremmo degli straccioni...! Infine ho fatto questo commento per rendere giustizia a quella maggioranza silenziosa che vota Renzi...!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giovane forse si. Che Renzi fosse anche pulito è molto opinabile caro Vullo (che seguo sempre con grande interesse). Essere pulito non significa solo essere incensurato ma presuppone anche avere una condotta onesta e coerente con ciò che si promette di fare nei confronti dei cittadini che si amministrano. Pulizia è anche sinonimo di moralità pubblica, onestà intellettuale, comportamenti dignitosi e trasparenti. La pulizia di Renzi ha lasciato molti dubbi fin dal suo (auto)insediamento a Palazzo Chigi. Solo per citare qualche esempio. Si può definire "pulito" aver detto a Letta: stai sereno e subito dopo averlo pugnalato prendendo il suo posto? È pulito il comportamento di chi si fa votare dicendo di voler praticare la rottamazione e invece diventa lo sponsor ufficiale di vecchiume politica e di inquisiti come De Luca in Campania? E’ pulizia andare a patti con la controparte politica sottoscrivendo il patto del Nazareno i cui contenuti sono tutt’ora sconosciuti al suo stesso partito? E’ comportamento pulito preferire il dialogo sulle riforme costituzionali, con gente come Verdini e Berlusconi e massacrare gli esponenti di sinistra del proprio partito? Si può definire pulito chi utilizza gli aerei di Stato per andare in vacanza con tutta la famiglia mentre il capo dello Stato viaggia con voli di linea? Che pulizia è farsi finanziare le campagne elettorali da persone la cui identità non viene ancora rivelata? Sul merito della sua azione di Governo, su cui ognuno potrà farsi le sue opinioni, preferisco astenermi per problemi di spazio. Gli elettori delle recenti amministrative, comunque, hanno espresso inequivocabilmente il loro orientamento. Caro Vullo, non si tratta di fare il gioco al massacro contro “il giovane con le mani pulite” come tu lo definisci. Si tratta di guardare in faccia la realtà e cercare, col massimo dell’obiettività, di giudicare una condotta politica che si presenta limpida davanti agli occhi degli italiani. E questa realtà, caro Vullo, mi fa dire che Renzi non è un politico giovane e pulito. Ma solo un politico giovane.

      Elimina
    2. Mi scuso per gli errori di ortografia e grammatica

      Elimina
    3. Michele Maniscalco19 giugno 2015 21:56

      Finalmente qualche voce in dissenzo. Speriamo che aumentino. Infondo Renzi e il suo Pd, stando a gli ultimi sondaggi, godono ancora del 33% dei consenso degli italiani. Purtroppo sambra che si vergognino a venire alla scoperto.

      Vi dico sinceramente che non ne posso più di commenti contro renzi col dibattito a senso unico. I grillini hanno invaso FB come se fossero già al 51% voluto da Grillo. Al momento l'unico grillino che apprezzo è Di Maio per la sua pacatezza nell'esporre i suoi argomenti.

      Elimina
  8. Caro Alesi rispetto la tua opinione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io ho profondo rispetto di ciò che scrivi. Essere in disaccordo può accadere senza intaccare la legittimità delle altrui opinioni.

      Elimina
    2. Caro Vullo, premesso che ho votato Renzi alle Europee, ma non alle primarie, ti informo che in Veneto c'è un detto che suona così (in dialetto nostro): "Pi che un al va su, pi 'l mostra 'l cul" - traduco: Più che uno sale, più mostra il culo. Vedi, ciò che tu affermi nei confronti di Renzi è sostanzialmente vero. Ma chi glielo ha fatto fare di promettere ciò che oggettivamente non poteva mantenere? Chi glielo ha fatto fare di "abbracciarsi" a marchionne, anzichè con la "Camusso". Non poteva stare equidistante da tutte e due? Perde spettatori a Porta a Porta? Questo, secondo me è un bene. Magari quella trasmissione li perdesse tutti. Quello che è più grave è che perde gli elettori........ e non per colpa di Botteon che gli scrive ciò che pensa. Lui si era preso il governo in condizioni pietose dopo quelli che tu hai evocato. E' proprio per questo che doveva stare cauto, non fare lo smargiasso, l'arogante, il prepotente, e, sopratutto non fare ciò che nemmeno cetto la qualunque I° era riuscito a fare nei confronti dei Lavoratori e dei pensionati. Malgrado tutto, io spero che le critiche e le "botte" elettorali prese torni in sè e rimedi ad una situazione veramente desolante. Non te la prendere, ma io devo dire sempre ciò che penso.Mi scuso anch'io per i parecchi errori che, con "passione" continuo ad inserire nei miei scritti.

      Elimina
  9. Mario abbracciarsi la Camusso e Marchionne...?..che schifo ! Io al posto di Renzi mi abbraccerei fortemente la Elena Boschi. Elena amore mio...io dalla Boschi...mi farei riformare tutto...senato, regione, provincia, paese e pure la parrocchia ! Vale più la Elena Boschi che tutto il parlamento ! Pensa quando pagherebbe berlusconi per potersela portare al milan ! Qui in Sicilia purtroppo c'è Crocetta che ha altri gusti...ma mi piacerebbe averla come presidentessa della Sicilia, sarebbe votata da tutti altro che Finocchiaro o Borsellino ! Vabbè...Mario TVB.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quanto al posto di quando...che rottura !

      Elimina
    2. Sei un UOMO che ha gusti buoni.

      Elimina
  10. E già, che c'entri tu con la sinistra?
    Il problema vero è che non sappiamo come fare per mandarti a casa! E sai perché? Semplice, perché non appartieni alla sinistra, e sei appoggiato da poteri che sono ben al di fuori della sinistra, con i quali la lotta è impari in partenza!
    Un giullare in-utile, quello al quale l'Europa può anche ridere dietro, tanto non conta niente in sé; una forma, una presenza vuota che si atteggia ad essere grande, ma che poi si rivela infantile anche nelle posture che assume: poggiando il mento sul dorso della mano, restando con la bocca aperta e fronte alta allocchito, muovendo le braccia in continuazione, salutando un qualcuno che non c'è agitando la mano, passo spavaldo, incedere snodato, sempre dinoccolato, confidenziale con tutti, pacche sulle spalle sorrisi a dentini in fuori a profusione!
    In continua contraddizione con quello che dici, affermi e poi rinneghi o cambi, sai prendere bene per i fondelli gli italiani, fai credere che tutto vada bene e siamo alla catastrofe.
    Questo sei tu, non so se tu ne abbia coscienza, sicuramente ne hai l'incoscienza; comunque rappresenti un pericolo grande perché rispondi a quel modello di caporale di giornata che già rovinò l'Italia nel ventennio!
    Ha perso la sinistra, non tu!
    Vergognati!

    RispondiElimina
  11. Faccio una premessa per meglio chiarire la mia posizione Non ho mai votato a sinistra e mai la voterei
    Detto quanto sopra direi che dopo 70 anni d’immobilismo, grazie anche ad una costituzione oramai obsoleta, a nessuno piace chi decide. La ns è una repubblica partitocratica che non ha assolutamente idea di cosa sia “ democrazia “ nessuno deve decidere qualcosa. La ns scuola è solo ultima in Europa non ancora nel mondo, quindi perché cercare di fare qualcosa, si rischia di migliorare, mentre il ns obbiettivo è cercare di essere ultimi anche nel mondo. Giusto la lotta contro il Job’s Act Da circa 35 anni esistono solo diritti, scusate perché ora che va tutto a rotoli ci debbano essere dei doveri che magari aiuterebbero a migliorare la produzione. Si penso che veramente Renzi non abbia capito nulla della ns sinistra La ns sinistra non ama chi prende decisioni e quindi la democrazia, ama solo navigare senza obbiettivi non ne ha.
    Circa il M5S concordo con Botteon dovrebbe strutturarsi meglio e capire che nella ns democrazia nessuno ha il potere decisionale salvo i magistrati e la consulta
    Direi che finchè non avremo chiaro cosa sia la democrazia non faremo mai un passo avanti.

    RispondiElimina
  12. Faccio una premessa per meglio chiarire la mia posizione Non ho mai votato a sinistra e mai la voterei
    Detto quanto sopra direi che dopo 70 anni d’immobilismo, grazie anche ad una costituzione oramai obsoleta, a nessuno piace chi decide. La ns è una repubblica partitocratica che non ha assolutamente idea di cosa sia “ democrazia “ nessuno deve decidere qualcosa. La ns scuola è solo ultima in Europa non ancora nel mondo, quindi perché cercare di fare qualcosa, si rischia di migliorare, mentre il ns obbiettivo è cercare di essere ultimi anche nel mondo. Giusto la lotta contro il Job’s Act Da circa 35 anni esistono solo diritti, scusate perché ora che va tutto a rotoli ci debbano essere dei doveri che magari aiuterebbero a migliorare la produzione. Si penso che veramente Renzi non abbia capito nulla della ns sinistra La ns sinistra non ama chi prende decisioni e quindi la democrazia, ama solo navigare senza obbiettivi non ne ha.
    Circa il M5S concordo con Botteon dovrebbe strutturarsi meglio e capire che nella ns democrazia nessuno ha il potere decisionale salvo i magistrati e la consulta
    Direi che finchè non avremo chiaro cosa sia la democrazia non faremo mai un passo avanti.

    RispondiElimina