martedì 25 novembre 2014

Renzi e l'Italia in stallo? Colpa di Grillo, anzi Grullo!

Beppe Grillo M5Sdi Giuseppe Vullo - Chiarisco subito... nella politica ci sono tanti grulli. Ma il grullo più di tutti è sicuramente Grillo!
Quando il comico Genovese iniziò a Bologna con il suo vaffaday e poi venne in Sicilia, attraversando a nuoto lo stretto di Messina, lo accolsi come tanti, con simpatia ed entusiasmo. Sono andato a sentire i suoi comizi nella mia città, una volta anche con il direttore Gattuso.
Grillo a PalermoLa gente era entusiasta. Finalmente un comico che parlava di politica in modo effervescente, ma molto seriamente. La cosa che mi colpi più di tutti fu il progetto per il reddito di cittadinanza. Infatti l'Italia i Europa, assieme alla Grecia era ed è l'unica nazione a non averlo. Pensai finalmente è arrivato uno che sbloccherà questo sistema tutto sdraiato sul pregiudicato Berlusconi, e sul grigio Bersani.
Bersani RenziBindi-e-DAlema
A quel tempo Renzi era stato truffato alle primarie, dal PD di D’Alema, Bersani, Bindi. Pertanto, io, infervorato dall'apparire da queste 5 stelle luminose, nel firmamento politico italiano, andai a votare con convinzione alle comunali, regionali e nazionali, dove divisi il voto tra Grillo e Bersani.
Alle elezioni nazionali Grillo fu il primo partito con il 25% e 160 parlamentari, che ancora potrebbero condizionare le scelte politiche e l'elezione del Presidente della Repubblica. Ebbene dopo circa 2 anni da quel boom inaspettato del Movimento 5 Stelle, Grillo ne ha combinate di cotte e di crude. Ha umiliato Bersani, nessun dialogo con Letta, e fin qui niente da dire. Ma poi ha fatto lo smargiasso con Renzi in diretta televisiva, non lo ha fatto neanche parlare e qui ha sbagliato di grosso, perché il fiorentino non si è fatto impressionare e lo ha sputtanato davanti agli Italiani, nella sua pochezza progettuale e programmatica.
Cetto La QualunqueDa allora i parlamentari ‘grillini’ sono rimasti congelati sulle poltrone di camera e senato, con sterili proteste e teatrini senza sostanza. Se voi chiedereste ad un cittadino cosa vi ha dato Renzi, questi risponderebbe sicuramente 80 euro! Ma se chiedete cosa vi dato Grillo cosa rispondereste...? Una "beneamata minchia" (direbbe Cetto La Qualunque)! Renzi è vero ha promesso mari e monti... forse è stato troppo ottimista e fiducioso nel pensare di poter rimuovere la melma della palude politica.
Alessandro Di Battista e Luigi Di MaioMa nonostante i suoi peccati di gioventù, ancora ispira fiducia e speranza in oltre il 50% degli Italiani. Ma ha bisogno di fare le riforme economiche, fiscali, della burocrazia, di mettere in moto la fiducia e la crescita, di tagliare spesa pubblica parassitaria, tagliare privilegi... perciò ha bisogno di eleggere una nuova classe politica, con la riforma elettorale indispensabile, ed infine un nuovo Presidente della Repubblica.
Ma non ci sono i numeri per poter imporre le sue idee innovative, ed i nemici del cambiamento sono ormai agguerriti e numerosi. Infatti ci eravamo illusi che Grillo ed i ragazzi 5 Stelle avrebbero portato questo cambiamento con una alleanza temporanea con il giovane Renzi fautore della rottamazione e del cambiamento politico Italiano.
Beppe GrilloInvece il grullo Grillo ha combinato un disastro, il Movimento si sta squagliando come neve al sole, ha spinto il premier, obtorto collo, nelle braccia di Alfano e di Berlusconi, ed infine il capolavoro di far rinascere la lega, Salvini e la sua destra lepenista e razzista, sull'onda della delusione e della crisi atroce! Quindi se il paese è in stallo, per me è colpa di Grillo!
Pino Vullo foto da FacebookGiuseppe Vullo
25 Novembre 2014

64 commenti:

  1. analisi piuttosto superficiale. : ). Dopo le elezioni 2013 il regime ha reagito con i suoi mezzi ostentando l'immagine propria e avversando con il dileggio continuo e programmato... Perchè? Perchè sanno di poter influenzare psicologicamente la gente attraverso i loro SLOGAN: "ma il m5s cosa fa!?", "dovevano aprire il parlamento come una scatoletta!" (frasi slogan il cui compito è propri odi indurre il dubbio e sopire l'entusiasmo: guerra psicologica, ossia )... il resto è secondario. Ovviamente gettano discredito appunto per affievolire speranze, generare delusione, suggestionare e imporre la rassegnazione... perchè sanno che il popolo italiano come cmq altri popoli, lo si può ingannare e condizionare. purtroppo vi siete fatti fare fessi... dal consueto uso della propaganda come GUERRA PSICOLOGICA. (Persone consapevoli non sono condizionabili... ma sanno reagire agli inganni perpetrati dal regime con arguzia, contrapponendo agli SLOGAN, i FATTI. Se i fatti si ignorano... bisogna informarsi, anzi, informarsi è un DOVERE, perchè è uno scudo contro la PROPAGANDA delle menzogne).

    RispondiElimina
  2. Anonimo, al di là delle maiuscole, su cosa ci dovremmo informare? Quali fatti concreti, hanno realizzato? E soprattutto dove dovremmo cercare le fonti per trovare questi "fatti", su tze tze o il sito del Vostro signore? Indichi un solo fatto. E, a proposito, provi a mettere la faccia quando scrive... Sa, per una questione di credibilità e di rispetto per chi la faccia ce la mette quando esprime una opinione.

    RispondiElimina
  3. Il “fenomeno >Grillo” non lo hanno compreso fior di politologi, non penso saperlo fare io, però un paio di cose si possono evidenziare.
    Nasce come I il mandiamo tutti a casa, rivoltiamo il Parlamento, e amenità varie, .cresce impedendo ai suoi, una qualche mente un filo pensante anche tra loro c’è, di parlare ai e nei media,, certo, ha paura, il Comico genovese, di non riuscire a tener loro la briglia stretta, meglio non dare troppa autonomia. Senza pensare che, alla fine, quelli più preparati, meno disposti a farsi schiacciare, la libertà se la sarebbero presa!
    Inutili sono state le sue “purghe” di Staliniana memoria..i meno peggio se ne sono andati, lasciamo da parte la traversata, spero tutti si siano accorti che era attaccato ad una sorta di palloncino che lo trainava!!! (esistono video, anche su you tube, che lo dimostrano)
    Nel frattempo arriva l’altro genio della politica, il Duca di Rignano, dopo aver scippato la poltrona al suo compagno di partito, con il risultato di fare ogni cosa possibile e non, per affossare definitivamente il Paese.
    Resta il fatto che, mai potrò scordare, se i 5Stelle, avessero trattato con l’ex segretario del pd, dell’epoca, in quello streaming che li ha resi ridicoli al mondo, forse oggi, vivremmo una storia diversa, forse, molto migliore, almeno non avremmo un piccolo ometto mai votato, sebbene regolarmente incaricato, come PdC.

    RispondiElimina
  4. Caro Pino, come se non fosse già abbastanza il nostro amico e direttore, adesso ti ci metti anche tu?
    Ma di chi o di cosa stai parlando, comunque, contenti voi contenti tutti, tranne me ovviamente, quindi mi limito ad un definitivo no comment.
    Alla prossima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sergio io per educazione ti vorrei rispondere...ma non capisco il nesso, cioè qualè la contestazione. Mi scrivi "adesso ti ci metti pure tu" ? Forse ti riferisci al fatto che di Grillo è inutile parlare. Ma io spero sempre che lui rinsavisca ed almeno faccia due cose insieme a Renzi, legge elettorale e presidente della repubblica. Questo è l'unico modo di uscire dallo stallo e resettare il sistema.

      Elimina
    2. Forse non è ancora chiaro che Grillo non ha alcun interesse a schierarsi su alcuna questione, cerca di prendere da tutte le parti, e devo ammettere che è riuscito a farlo.
      Molti amici anche del blog, saldamente e storicamente ancorati a destra lo sostengono, forse qualcuno anche da sinistra, insomma ha preso per il culo tutti, e immagina che qualcuno ancora lo rincorre, sperando che faccia qualcosa di veramente di destra o di sinistra, dipende dal qualcuno.
      Scimmiotta con la CGIL, corteggia Casa Pound, è contro gli immigrati ma a volte anche a favore, è contro l'euro ma può essere anche a favore, in Europa si è schierato con la peggiore destra, ma guarda con interesse a sinistra, insomma un vero uomo di pensiero.
      Per quanto mi riguarda un vero cialtrone senza principi, capace però di trovare voti ovunque e comunque .
      Sazio di centinaia di milioni guadagnati ed investiti in tutti i paradisi fiscali, ha pensato di fare anche altro, e ci è anche riuscito.

      Elimina
  5. anche sulle fonti istituzionali Giorgio (sono a disposizione per tutti): compensazione crediti e debiti di impresa, 5x1000 edilizia scolastica, abolizione affitti d'oro con risparmio 24 milioni di euro, finanziamento fondo micro credi PMI.... sono solo alcune delle centinaia di attività svolte dal M5S (come opposizione, non come governanti), che non debbo RIFERIRE io... Avete il DOVERE DI INFORMARVI... Un popolo SOMARO sarà sempre dominato dalla tirannide attraverso PAURE indotte e il raggiro della menzogna tramite la propaganda. Non è questione di fonti è questione di VOLONTà (che a voi manca... la Verità è che non avete le palle di affrontare i tiranni e accampate pretesti per SCAPPARE... tzetze, grillo, etc... sono solo pretesti per RINUNCIARE. Voi in tutto questo tempo COME AVETE CONTRIBUITO!? Vi siete informati, avete informato, vi siete formati, avete partecipato!? Quanti articoli della Costituzione conoscete!? Cosa sapete degli organi che sovrintendono la Democrazia Rappresentativa, quali sono le loro funzioni precipue? Sapete ribattere alle provocazioni fatte dai media o CHINATE IL CAPO? Io non ho alcuna intenzione di SVEGLIARVI, preferisco che un popolo sottomesso dalla propria ignavia e dall'orgoglio con cui suole giustificare se stesso dalle proprie responsabilità, svanisca e perisca vedendo i propri figli morire disperati. Facile PRETENDERE, difficile IMPEGNARSI direttamente... esigendo da se stessi quanto preteso dagli altri. Iniziate a confrontarvi con le vostre responsabilità... poi chiedetevi se siete disposti a sacrificarvi per il Vs Paese, se è vero che lo Amate (perchè Amare esige Sacrificio promuovendo il bene, la Dignità e la purificazione delle Coscienze).
    Benjaminin.

    RispondiElimina
  6. L'informazione personalmente la prendo dai parlamentari 5 stelle!Di proposte ne fanno tante e tutte a favore dei cittadini....Ma trovano un muro di gomma!!E stanno all'opposizione,quella vera.....Di grazia ricordatemi quando Bersani era all'opposizione gli facevano passare qualcosa?????Noooooo e lui se ne lamentava in tv.....Per esempio Sig. Bisagna lei sa che grazie a Fraccaro (M5S) non si pagheranno piu' gli affitti d'oro di Palazzo Marini ?.......Il M5S certo fa degli errori,ma in confronto al marciume dei partiti è poca cosa.....Cresceranno e miglioreranno...Poi ripetere il mantra"è tutta colpa di Grillo" è veramente pazzesco.....Intanto Bersani appoggia "la ditta"per il job act...............Tanto gli italiani hanno la memoria corta........

    RispondiElimina
  7. Colpa di Grillo il Grullo?......No, non credo! Quando qualcuno si propone politicamente .......FA una OFFERTA POLITICA...più o meno convincente. Poi sta all'opinione pubblica valutare pro e contro, benefici e problematiche. Credo, invece, che gli elettori si accostino al voto con superficialità. Ed in fondo....la politica ormai fa politica in modo superficiale e poco produttivo per la collettività. Torniamo sempre allo stesso punto di partenza:" VALORI, MORALE..." Bene comune? O bene di pochi che vanno a sedersi nelle varie poltrone grazie al tanto blaterare senza concludere? Preferisco lasciare la domanda aperta........perchè, in effetti, se dovessi proprio essere sincera......

    RispondiElimina
  8. Leggere certi articoli mi da la nausea...ignoranza regna sovrana.
    Povera Italia! Siete quello che vi meritate di essere...immensa tristezza...

    RispondiElimina
  9. Mio caro anonimo è vero.... lo scritto se vuoi è frettoloso e superficiale, ci sono anche errori di forma che speravo la redazione correggesse. Però io definirei l'articolo popolare, divulgativo, elementare, perchè tutti capiscano la mia opinione personale, punto ! La tua è una difesa d' ufficio molto oscura, fragile, indecifrabile...ma di che parli...? Se l'articolo è superficiale il tuo commento è criptico, contorto...sembri un esponente dell P2, massoneria, beati paoli...tu ti nascondi nell'oscurità ed il tuo linguaggio è nero come la pece. Dimmi quali sono i risultati tangibili dei 160 grillini dopo 2 anni in parlamento ? Quale legge si possono intestare che i cittadini più semplici, possano facilmente ascrivere a merito di Grillo ? La verità dei fatti è che "forza italia si sta sgretolando e 5 stelle liquefacendosi" in direzione dei 2 Mattei, cioè Salvini e Renzi. Poichè questi due sono incompatibili, stante il fatto che Berlusconi è uno zompi, si è determinato di fatto uno stallo, che solo Grillo e 5 stelle potrebbero sbloccare, trovando un accordo con Renzi su legge elettorale e presidente della repubblica...altrimenti non restano che inutili elezioni dove nessuno raggiungerà il 51% ! Ti è chiaro perchè Grillo è responsabile dello stallo ? Se infatti volesse... potrebbe ancora essere in tempo a rientrare in gioco sulla legge elettorale e la presidenza della repubblica...ti sembra possibile ? Spero che Grillo rinsavisca invece di distruggere il mivimento. Chiaro ?

    RispondiElimina
  10. Grillo è un dilettante. Ha sbagliato totalmente i suoi calcoli. Ha puntato sullo sfascio del sistema sperando di raccoglierne i cocci. Invece i voti stanno prendendo la direzione di Salvini. concordo totalmente con l'autore dell'articolo.

    RispondiElimina
  11. Michele Maniscalco25 novembre 2014 21:59

    Lall'eanza temporanea poteva e doveva farla con Bersani.
    Con Renzi non aveva nessuna possibilità perchè aveva già in mente che il suo programma e le sue idee erano molto vicini a Berlusconi e distanti anni luce da Grillo.

    RispondiElimina
  12. antonella albertini25 novembre 2014 22:02

    Secondo me sia Grillo sia Renzi sono espressione di una interpretazione della politica superficiale e recitata, il primo è un comico e tuttora si comporta come un comico nelle sue esternazioni da palcoscenico;il secondo è un chiacchierone logorroico che improvvisa molto senza pensare ai danni che combina. Una situazione da incubo!!

    RispondiElimina
  13. Francesca Cottoni25 novembre 2014 22:05

    Grillo è stato votato perché il popolo era stufo di questi politici sia di destra e di sinistra. Anche Renzi è arrivato con tante promesse, fiume di parole, e ancora una volta il popolo ha voluto credere. Ma basta ascoltare la gente per capire cosa pensano di lui. È un bugiardo prepotente e ci sta prendendo per i fondelli. Lui esegue ciò che detta Bruxelles, la Merkel e i massoni, ci sta distruggendo, sta cambiando leggi e la costituzione ma solo per avere la libertà di agire liberamente. Fino ad ora non una legge a favore del popolo, e i suoi ministri nessuno di loro è stato votato dal popolo. Spero che Grillo sparisca al più presto con i suoi ragazzi dei quali pochi sono validi. Ma spero che il popolo italiano vada in piazza, incazzato, e li faccia scappare tutti, stiamo davanti ad un burrone e presto ci troveremo nella stessa situazione della Grecia grazie a Monti, Letta e Renzi, e Berlusca, che si vada a godere i sui soldi, la sua quarta età con le sue donzelle, non serve più.

    RispondiElimina
  14. Non nutro alcuna simpatia per Grillo,non ne ho mai subito il fascino,mai guardato a lui con simpatia.Il requisito della cittadinanza italiana per accedere,non ricordo bene se al movimento o ai meet-up me lo hanno sempre reso insopportabile.Non frequento luoghi in cui non possa anche portare i miei amici stranieri. Non mi piacciono le espulsioni, nè i divieti di comunicazione televisivi e tanto altro.....devo, cmq, dire che ad Alcamo, città in cui vivo, gli attivisti sono persone in gamba,alcuni li stimo seriamente.

    RispondiElimina
  15. Grillo continua a collezionare errori in quantità industriale. Le cazzate che spara hanno spesso nuociuto al suo movimento e utilizzate (giustamente) dalla stampa per bastonarlo. Spero che dopo questa batosta elettorale facciano un pò di autocritica. Però, per favore, smettiamo di dire che al povero Renzi non gli fanno fare le riforme. Come se lui fosse l'unto del Signore e gli altri ce l'hanno tutti contro di lui. Renzi fa gli accordi con Berlusconi e con Verdini (noti gigli di campo),e l'opposizione interna del suo partito ritiene che quelle riforme (compresa la legge elettorale) siano uno schifo e chiedono un radicale cambiamento. Continua ad essere il beniamino di banchieri, di industriali e dei poteri cosiddetti forti che gli finanziano le iniziative politiche con elegantissime e costosissime cene. Se proprio dovesi essere costretto a scegliere tra Grillo (con tutti i suoi limiti) e l'esasperazione del nulla incarnata dal piccolo dittatore fiorentino, non avrei dubbi. Meglio i 5 Stelle, che almeno ci fanno risparmiare sui loro stipendi.

    RispondiElimina
  16. A me pare che tutti abbiano le loro colpe. Grillo, è un buffone Renzi e tutti gli altri seguono a ruota. Vedo troppe parole e pochi fatti.
    Grazia.

    RispondiElimina
  17. L'intervento di Vullo è molto interessante. Finalmente anche in Sicilia si è compreso che non basta attraversare lo stretto a nuoto per dimostrare che si è in grado di governare l'Italia.
    Lo dico senza rinfacciare nulla, ma con un pò di sana polemica sì. Come posso non sottolineare il fatto che proprio dalla Sicilia è partito lo tsunami elettorale del "grullo" Grillo?
    Chi non ricorda il successo elettorale del M5S alle elezioni Regionali Siciliane?
    Sarà anche un modo nuovo di fare politica, ma le dimostrazioni natatorie del CAPO, gli insulti a tutti, assurti a programma elettorale, alcune promesse chiaramente irrealizzabili, sono stati gli elementi che non mi hanno mai fatto amare questo capo dei "Cittadini".
    Molti Siculi prima, e il 25% in tutta Italia, gli hanno creduto e l'hanno votato.
    Inutile "piangere sul latte versato"- Chiunque poteva accorgersi che l'elemento era privo di contenuti programmatici.
    E' vero, Grillo ha denunciato con forza tutto quello che gli Italiani già sapevano, ma nulla di più.
    Che molti politici fossero dei ladri, collusi con la mafia e la malavita in genere, che fossero superpagati e avessero dei privilegi che nessun altro Parlamentare al mondo ha, lo sapevamo.
    Era fin troppo facile per chiunque inserirsi nell'agone politico nel momento in cui questo era "abitato" da personaggi di cui ci si vergogna un po tutti.
    In quel momento, l'unico politico onesto, ma altrettanto modesto, che stava nell'agone era Bersani.
    Abbiamo visto tutti come l'ha trattatato. Se Grillo fosse stato un politico serio e capace, in quel momento doveva prendere la "palla al balzo", se aveva intenzione davvero di cambiare l'Italia. Non era così! Forse Grillo non aveva nessuna intenzione di cambiare il Paese, o forse non era bituato a trattare con persone oneste come Bersani.
    Io non condividevo la politica di Bersani, questo però non m'impedisce di definirlo una persona onesta.
    Grillo non ha solo umiliato Bersani, ma il suo rifiuto di allearsi con il pd, successivamente ha provocato tutto ciò che ora dobbiamo sopportare.
    Renzi non starebbe alla presidenza del Consiglio se Grillo avesse capito che aveva l'occasione della vita.
    Era fin troppo evidente che dopo quello strepitoso successo elettorale, peraltro ottenuto con fior d'insulti, ma con poco supporto politico e programmatico, il movimento dovesse regredire.
    E' giusto così. D'altra parte chi non capisce la lezione della storia, o è talmente presuntuoso da sottovalutare episodi già successi in nel nostro Paese, è chiaro che il loro intento è destinato al fallimento., così come lo è stato per tanti altri.
    E' evidente che mi riferisco a ciò che è successo subito dopo la guerra al movimento "dell'uomo qualunque" di Giannini.
    Un successo sulle ali dell'emotività e poi si è disciolto come neve al sole. E' la fine che farà il M5S.
    Che mi si creda o meno, a me "dispiace" che tanta gente che votava la Vanna Marchi della politica Italiana possa presto vedere quei voti "ritornare all'ovile".
    Ma purtroppo sarà così visto che Grillo e i suoi Parlamentari stanno perdendo tanta credibilità....... tutta direi.
    Il fatto preoccupante è che all'orizzonte non ci sono persone credibili, tanto meno partitti o movimenti che possono dare prospettive alla gente. Forse io sono troppo pessimista, ma non riesco a non esserlo, dopo che questa sera ho visto ancora una volta la Vanna Marchi (alias berlusconi) della politica Italiana affermare che il patto che ha fatto con Cetto La Qualunque II° (alias renzi) prevede il suo ritorno all'agibilità politica. Potete pensarla come volete, ma questa prospettiva non fa nemmeno più ridere..

    RispondiElimina
  18. Data l'ora tarda non ho nemmeno riletto il mio scritto, ma se lo rileggo rifarei i molti errori, quindi chiedo scusa per gli errori, badate al contenuto.
    Ah, vorrei aggiungere che anch'io come il nostro direttore vorrei sperare in Renzi, e per questo gli chiedo cortesemnet di scrivere di Renzi, per convincere non solo me, ma anche i molti Italiani che stanno perdendo la fiducia in lui. Grazie dell'attenzione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Mario, m'inviti a scrivere di Renzi per convincere te e i molti italiani che stanno perdendo la fiducia a cambiare idea. Vedi che paradosso. Diversi amici del blog ormai mi danno per 'grillino' e addirittura c'è pure chi nemmeno scrive sul blog per le mie posizioni 'anti-renziane'. E pensare che nell’ormai lontano ottobre 2011 scrivevo un articolo dal titolo “Matteo Renzi. Il PD che piace”. (Per leggerlo basta cliccare qui) . Sono le stranezze della vita. Per la verità, caro Mario, non riesco a fare il tifo per nessuno. Quando c’è da votare lo faccio e cerco di dare la mia fiducia a chi, credo, possa fare qualcosa di buono, e, principalmente, a favore di chi ha più bisogno. Per quanto riguarda Renzi mi astengo. Vorrei che altri scrivessero delle sue opere come capo del governo e del più grande partito della (ex?) sinistra italiana, e, in questi sei mesi, pure come guida dell’Europa.

      Elimina
  19. Non ci posso credere…stiamo ancora a parlare di Grillo…..si parla della sua inconsistenza politica,della scarsezza dei risultati ottenuti dai giovani deputati,eletti questi dalla volontà di cittadini come noi e non da nessuno se non il suo partito come Renzi….si parla di Grillo invece di parlare di questo fasullo presidente del Consiglio che occupa il posto di potere che ha per uno sgambetto traditore fatto a un compagno di partito e senza che si sia espressa a suo vantaggio una volontà popolare,segno di democrazia.Ma quale democrazia può esserci oggi,in un paese dove la gente non si sente rappresentata dalla vergognosa classe politica che continua a partecipare in tv a sipari e siparietti che non incantano più nessuno se non gli sprovvedtuti.Oggi,con le elezioni regionali in Emilia e Calabria,ha perso proprio la Democrazia perché la gente non è andata a votare…è rimasta a casa e proprio gli elettori del Pd ,non votando,hanno espresso il loro parere verso Renzi,il venditore di sogni,il rottamatore,il pifferaio magico,che pensava di comprarsi l’’Italia con 80 euro e invece,dopo fiumi di parole promesse è ancora lì a dire che riformerà lavoro,giustizia,legge elettorale e che cambierà l’Italia….oggi,i suoi paladini dicono che potrebbe fare di più ma non lo fanno lavorare,cosa già sentita per Berlusconi,silurato dalla sinistra,ogni volta che si cimentava a far passare una legge….ricordiamoci lo sputtanamento morale,quando non sono riusciti a seppellirlo politicamente..Mi viene da ridere pensando a quando,tutti insieme,gridavamo….fuori,fuori,tutti…mandiamoli a casa….e poi…?E poi è arrivato il M5S E Grullo….ben arrivato….raccoglie la rabbia e il disamore per la politica tradizionale.per questo schifo di politica attaccata solo alle poltroncine e ai privilegi….niente meritocrazia ma raccomandazioni,clientelismi,corruzioni,tangenti,truffe,latrocini e forse mafia,perché la mafia sappiamo essere entrata anche nello Stato e ancora non sappiamo nulla sulle famose trattative.Che cosa possono fare i cittadini indignati e stanchi di questa melma politica se non votare per Grillo e Salvini che sono il megafono di quello che veramente pensa la gente su vari argomenti delicati,compresa l’immigrazione,le unioni civili e tanti argomenti scottanti, di quello che veramente pensa e non ha il coraggio di dire,perché siamo non in democrazia ma in dittatura,la dittatura di un partito che si fa pure opposizione,un partito che insieme ad altre coalizioni,chiamiamole così,continua afare il bello e il cattivo tempo,emarginando la vera opposizione,boicottandola,non facendola parlare,emarginandola.Accuso il Pd di quello di cui si accusa il M5S…..I Grillini almeno si sono ridotto lo stipendio e urlano quando c’è da urlare e non sto ad elencare quante magagne hanno portato alla luce del sole e quanti risultati hanno già avuto,sia perché molti direbbero che non è vero,disconoscendo meriti e risultati degli avversari politici,in una smania di onnipotenza,arroganza e presunzione megagalattiche,sia perché,non avendo altri mezzi a disposizione,mi basta,anzi ci basta che ESISTANO.....la colpa è di Grillo....quale colpa ...il merito direi...quello di avere "sputtanato" un sistema corrotto e marcio fino all'osso

    RispondiElimina
  20. Qualcuno non vuole che si parli di Grillo, ma come si fa dato che gli indignati hanno votato per lui e le sue cazzate si riflettono su tutti noi ? Il comico genovese aveva iniziato bene, poi non avendo cultura politica ne classe dirigente, si incartato in mosse avventate ed in affermazioni cervellotiche. Poi ha commesso, l'errore più grosso, il non uso della televisione per fare il salto di qualità. Berlusconi è da 20 anni che manipola lo strumento televisivo infatti è ancora li, invece di stare in galera. Effettivamente se ci fosse stato l'accordo con Bersani e l'elezione di Prodi a prasidente della repubblica il sistema avrebbe preso un'altra strada. Ci saremmo risparmiati letta, renzi, napolitano, berlusconi e tutte le tor sapienza che stanno venendo a galla. Ma purtroppo essendo l'Italia un paese di destra, Salvini consigliato da menti raffinatissime, ha fatto dimenticare il cialtrone bossi e poi farà fuori berlusconi, prima si prenderà il nord e poi tutto il paese, sicurezza, nazionalismo, ordine, fuori i rom e gli immigrati, pulizia e pane per il popolo e ci porterà verso il fascismo. Essere diventato il primo partito della destra, ed avere vinto in emilia romagna, la dice lunga sulla piega che sta prendendo la situazione. Rivolte dei poveri italiani contro gli immigrati e rom, anarchia, attentati esplosine economica. Quindi il disordine spaventerà come al solito i benpensanti, i ricchi, la borghesia complice dei poteri forti, perciò violenza e tafferugli faranno intervenire l'esercito ed un governo autoritario ormai è dietro la porta. In fondo il cittadino italiano è profondamente FASCISTA!. Si salvi chi può. Avanti con Salvini la strada è tracciata basta che si allea con Fitto ed i gattopardi del sud ed il gioco è fatto !

    RispondiElimina
  21. Maria Emilia Baldizzi26 novembre 2014 09:11

    Molte volte su questo blog ho espresso il mio parere, se volete di parte, dato che sono una convinta attivista del Movimento. Saltellando un pò tra i commenti all'articolo continuo a notare una totale ignoranza su ciò che la presenza dei parlamentari 5Stelle ha portato in Parlamento. Al di là degli slogan il Movimento ha il compito di operare un cambiamento all'interno del palazzo attraverso azioni concrete. E lo sta facendo malgrado l'evidente boicottaggio dei mass media sulle loro attività.. Sapete perchè Salvini sta sulla cresta dell'onda adesso? perchè è l'avversario ideale di Renzi e del "suo" PD. Renzi non vuole l'opposizione alla Di Maio(come vedete non cito Grillo) perchè lo massacra(avete visto quando si sono incontrati per fare la legge elettorale in diretta streaming?) vuole il becero Salvini così lo può tenere sott'occhio e in futuro ritornare pappa e ciccia con la lega...Tutti insieme appassionatamente!!. Così mentre noi ci perdiamo a contare gli sbagli di Grillo e quanti capelli ha in testa questi fanno passare leggi capestro che strozzano l'Italia(lo strozza Italia io lo chiamerei) e mandano a f in c...i lavoratori che vanno in piazza. Già già...è proprio colpa di Grillo il grullo ragazzi. Ma i ...grulli in realtà siamo noi.

    RispondiElimina
  22. Premetto che non sono un Grillino ma che mi sforzo di guardare la politica con obiettività, senza difendere posizioni precostituite. Credo che farebbe bene a tutti trattare gli argomenti politici con un approccio un po più laico e meno partigiano.
    A leggere molti commenti sembra che tutti i mali del nostro Paese siano stati causati dal movimento 5 Stelle e da Grillo, dimenticando che questi stanno in politica solo da qualche mese e lottano contro un sistema di marpioni che manteniamo da 30 anni. Si lanciano accuse feroci nei confronti di un movimento, dimenticando che non ha responsabilità di Governo ma si trova all'opposizione (che è indiscutibilmente coerente e inflessibile). Sugli errori di Grillo abbiamo già parlato e nessuno può nasconderli. Ma gli errori di Grillo non implicano alcun effetto per le sorti del nostro Paese, proprio perché non sta al Governo. Di solito le critiche si fanno a chi Governa o, almeno, non si attribuiscono all'opposizione colpe che andrebbero indirizzate a chi ha in mano le sorti e il futuro del nostro Paese. Semmai si può giudicare il loro modo di fare opposizione, le scelte comunicative. Ma è gente che passa la giornata in Parlamento a lavorare, che si è dimezzato lo stipendio, che non prende i soldi per il finanziamento dei partiti. Ho l'impressione che, per qualcuno, Grillo sia diventato un paravento per nascondere il grande bluff e le responsabilità di chi ci governa. E' a lui che dobbiamo chiedere che cosa ha fatto fino ad ora, non a Grillo. E Renzi che, oltre ad essere presidente del Consiglio è a capo di un partito che ha il 40% dei consensi. Ognuno di noi, guardando onestamente alla propria situazione, può dire di stare meglio da quando c'è Renzi?

    RispondiElimina
  23. Gabriele Marolda26 novembre 2014 09:56

    Grillo non è mai sceso dal palcoscenico: la politica per lui non è altro che un mezzo per accrescere l'attenzione sulle sue capacità di guitto, che peraltro sono notevoli. Io eri ragazzi 5S sono delle comparse, o marionette, se volete, di cui lui insieme al guru Casaleggio, è uno spregiudicato manovratore.

    RispondiElimina
  24. La penso come Tony La Manna. Analisi lucida, perfetta. La maggioranza degli Italiani hanno un dna fascista. Vale anche per coloro che si dicono di sinistra, ma alla prova dei fatti (vedi immigrazione, rom, clochard, ecc.) mostrano la loro anima di destra. Salvini ha capito tutto questo, e approfittando del rimbambimento di Cetto La Qualunque I°, con una conversione ad U, rispetto alla politica del "volemo la Padania libera", si è lanciato verso il nazionalismo fascista.
    L'ungherese Orban, la Le Pein, e altri fascisti che ora sono sottotraccia, saranno i suoi prossimi alleati. E' diventato perfino amico e difensore dell'ex comunista capo del kgb russo, per recuperare credibilità a destra. Poveri noi, come siamo presi male. Sic transeat res mundi (così vanno le cose del mondo).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie sig Botteon condivido con lei che la svolta autoritaria è gia tracciata prima mandano avanti quella pochezza di Salvini e convogliano tutti i voti del nord su di lui. Dopo fanno alzare lo spread, poi per stato di necessità, fanno intervenire un gattopardo tipo Draghi, Monti, Marchini, Montezemolo, Fitto, Amato, Mastella, Cesa, Casini, i salotti buoni, finanza, i palazzinari, un pò di mafia moderata, un pò di servizi ed un pò di cardinali conservatori , Francesco lo liquidano ed il gioco è fatto.

      Elimina
  25. Ho sempre pensato e sostenuto, e continuo a pensarlo e a sostenerlo, che il M5S rappresenta una novità assoluta e che la maggior parte delle sue concezioni sono condivisibili ed è un peccato che vengano pressoché ignorate e il disprezzo con il quale le si gratifica dovrebbe far pensare che, forse, un po' di paura la fanno. ma è anche vero che, purtroppo, certamente a causa del suo fondatore, si è spinti ad andar cauti nell'accordare quella piena fiducia che bisognerebbe dare alle novità e farne una forza dirompente per un vero cambiamento della situazione politica italiana.
    Non sono d'accordo col Dr. Vullo sul fatto che Renzi sia la via giusta per l'Italia e bisognerebbe, almeno mi par di capire che intende dir questo, accordargli più fiducia per un rinnovamento della società.
    Renzi non è che il “nuovo” esecutore delle volontà, di Berlusconi, e della sua politica si può ben dire che è una politica liberale quasi al parallelo con la vecchia tesi smithiana del “lasciate fare lasciate passare” e, le riforme costituzionali che si intende portare avanti a me pare siano la tangibile conferma di tale assunto.
    La sua foga rottamatrice ha fatto perdere, con la piega che hanno preso gli eventi succeduti all'esito elettorale del 2013, una occasione di un giusto, equo, civile rinnovamento della società italiana senza dover ricorrere ad alleanze del tutto ibride, direi anche disastrose sotto il profilo etico-sociale e politico per la società italiana.
    Si è aperta una via dì accesso ad un assetto sociale che tende ad un autoritarismo negativo e antistorico.
    Ma tornando al M5S direi che purtroppo è stato negativo sotto ogni aspetto l'atteggiamento presuntuoso di Grillo, quella sua mania (quasi berlusconiana ma meno fine) di spettacolarizzare un programma che poteva essere positivo ma si è fermato alla volgarità dell'espressione facendo perdere valore a quanto di serio e costruttivo in esso contenuto.
    A questo punto, se io fossi un "penta stellato", mi farei un attento esame di coscienza e mi farei scrupolo di dire, con tatto o meno, al “guru”: ragioniamo e guardiamo se non sia il caso di assumere un atteggiamento un po’ più concreto della semplice invettiva e del rifiuto a priori e cerchiamo di far prevalere il buonsenso, senz'altro contenuto in ciò che andiamo predicando, tentando di trarne un frutto, anche se parziale visto che in politica il compromesso è d'obbligo, e dimostriamo che abbiamo davvero l'intenzione di portare avanti una riforma coerente, socialmente ed eticamente utile, nella società italiana.

    RispondiElimina
  26. Da premettere che Grillo sa solo fare il comico, tutti siamo bravi a salire su un palco ed elencare con toni alti ciò che non va, non sono di sinistra ma ho sempre pensato che lui avrebbe dovuto governare con Bersani, appoggiarlo e proporre e non offendere e rifiutare, solo così avremmo forse visto un po' di luce. A causa di ciò ci siamo sorbiti due governi, se pur fi sinistra, non eletti dal popolo. Renzi l' ho sempre visto come un rappresentante, il fratello Grimm mancante. Schierato con i poteri forti ma facendo credere il contrario. Per quanto riguarda le 80 €, io sono una beneficiaria, avrei preferito non prenderli perché io ho già un reddito, se pur basso, avrei preferito che fossero destinati a chi non ha nulla. La povertà e la disperazione aumentano nella più grande e mai vista copertura di occhi, orecchie e bocca di tutta la classe politica di qualsiasi colore essa si tinge!

    RispondiElimina
  27. Rosalba Ferrara26 novembre 2014 12:59

    Sicuramente Grillo ha perso quello smalto che lo ha contraddistinto agli inizi, i motivi di questo indebolimento, e questa mancanza di grinta sono strani e ingiustificati, come l'assenza di quei comizi che riempiva le piazze. Ma lo stallo italiano di cui si parla è colpa del Grillo o del Grullo fiorentino!! E comunque, dobbiamo a lui (il Grillo) il merito di aver portato in parlamento dei ragazzi che in pochissimo tempo si sono preparati per dare un contributo onesto, a favore dei cittadini, in un contesto disonesto. Mi auguro che continuino e si rafforzino nel fare opposizione, e facciano capire il loro valore di gufi a chi cerca in tutti i modi di distruggerli oscurandoli, tramite la crisi di Grillo. L'italiano, in genere ha un grave problema, è pigro e disattento politicamente, crede ai venditori di fumo portandoli in alto, è superficiale e incoerente, e non riesce a percepire l'onesto. Quindi inconsapevolmente diventa complice, e merita tutto ciò che ha... Grillo, Renzi, Berlusconi...

    RispondiElimina
  28. Asia Lucia Cricchio26 novembre 2014 13:24

    Colpa di Grillo? no colpa dell'ignoranza italiana!! Quando Grillo attraversò lo stretto a nuoto,dissi fra me e me poteva risparmiarselo però,oggi mi accorgo che quell'estremizzazione è ricordata. Cosi come è facile ricordare la misera ottantina! Concorderà con me che gli tanti italiani guardano alla forma e non alla sostanza? Dopo questa breve parentesi ne apro un'altra. La rottamazione di Renzi, concetto che non tiene conto che la gente non si rottama ma semmai la si accompagna fuori dalle istituzioni. Rottami una cosa,un oggetto non un individuo.Da qui già una retorica renziana fatta di forma consistente nella mancanza di rispetto dell'individuo.E fosse solo quella! I rottamati sono stati spostati e premiati con incarichi non elettivi. Ritornando a noi si tratta di Retorica che nei fatti non è MAI avvenuta poiché è il primo che campa di politica,senza mai ridursi lo "stipendio", o meglio la tariffa sua e quella degli altri capocci. E lei pensa che agli attivisti ciò possa stare bene? I veri elettori del 5 stelle non vogliono il dialogo con i fautori di questa crisi sistemica. Il m5s fu il primo partito. Vero! Tra i votanti sicuramente c'era gente a cui questo sistema stava bene e anzi si aspettava un rafforzamento del privilegio. Da qui si spiega l'ondata carsica. Apriamo un altro versante. Come si può dialogare con un premier che non parla di evasione fiscale e lotta all'evasione fiscale, quando in Italia si evade su tutto,penalizzando chi per onestà non lo fa?Grillo ne ha combinate di cotte e di crude ma fortunatamente la sostanza non è mai cambiata e cioè il messaggio del "tutti a casa" fra gli attivisti diventa un incentivo per trascurare i propri hobby e la propria vita. DEVONO andare tutti a casa. Hanno rovinato l'Italia e il futuro della mia generazione. Continuo sviluppando il terzo punto. E' vero che alcuni italiani si ricordano di aver ricevuto 80 euro ma la gran parte dei disoccupati si ricorda anche che sono i primi a cercare nei cassonetti. Chi campa con 800 euro al mese si ricorda della cena a partire da 1000 euro (cena che serviva a recuperare risorse per evitare di mandare a casa i seguaci di un sistema profondamente iniquo e ingiusto). Potrei fare tanti esempi ma la sostanza non cambierebbe. Se per Vullo lo stallo italiano è attribuibile a Grillo, per me è attribuibile ANCORA UNA VOLTA ALLA LOGICA DELLA VECCHIA POLITICA, ove si conservano i privilegi e si rifiuta di riconoscere la dignità "agli immondizari" (quelli che rovistano nei cassonetti per mangiare) quando mediante l'istituzione del reddito di cittadinanza si tamponerebbe la nuova emergenza sociale. Si badi bene reddito di cittadinanza non significa regalare denaro pubblico bensi far lavorare la gente.

    RispondiElimina
  29. Purtroppo dalle sciocchezze che leggo, mi rendo sempre più conto che Gustav Le Bon e Edward L. Bernays avevano ragione.
    Qui, attraverso una serie dotta e documentata di commenti, avevo ampiamente dato dimostrazione della inconsistenza della politica renziana:
    http://www.politicaprima.com/2014/10/bravissimo-renzi-meglio-di-berlusconi.html.
    Ma non c’è niente da fare per chi vuol credere solo a ciò che gli piace credere, quando si agisce sotto l’influenza degli impulsi emotivi, non c’è ragione che tenga, si fanno e si dicono le banalità più grossolane.
    Sotto questo ultimo profilo, ad esempio, è una patetica insulsaggine dire che Grillo avrebbe umiliato Bersani quando, invece, è lo stesso Bersani che ha preso per il culo gli italini, facendo credere loro di voler fare un’alleanza con i grillini.
    La prova? Eccola qui https://www.youtube.com/watch?v=z2PvIX2s8Qo, andatevela a sentire prima di sparare corbellerie da scolaretti irreggimentati.
    Quasi quasi, da alcuni commenti basati sul nulla che ho finora letto, sembra che essere grillino sia paragonato a quello che, per l’immaginario collettivo, è essere fascista. Nell’accezione che tale termine oggi assume per la belante massa e capronesca (alla Le Bon).
    Cosa hanno fatto i grillini finora?
    Quello che l’opposizione consente loro di fare: hanno messo in luce le porcate della casta, hanno svelato le furberie della cricca, hanno fatto opposizione al regalo che i renziani hanno elargito alle banche con la ricapitalizzazione della Banca d’Italia, e se non fosse stato per i grillini nessuno ne avrebbe mai saputo nulla; si sono dimezzati lo stipendio e hanno rinunciato al finanziamento pubblico, proposta quest’ultima che fu fatta anche al “povero” Bersani quale condizione per un’alleanza (e che nessuno ricorda o vuole ricordare o non fa comodo ricordare), hanno consentito i procedimenti giudiziari contro Berlusconi e Dell’Utri attraverso il voto palese (vi ricordate) ed altro ancora.
    Tutto questo basta? No! E perché? Ah già, dimenticavo, che me frega? Tanto mia figlia prende il bonus bebè(!)
    Oggi chi non si accorge di tali mostruose inconciliabilità logiche della politica italica o è in mala fede oppure ha seri problemi cognitivi.
    Abbiate l’umiltà di documentarvi prima di belare insulsaggini.
    Per chi vuole conto e ragione dell’attività del Movimento, si vada a documentare su tutto quello che fanno i suoi parlamentari qui: http://www.beppegrillo.it/movimento/
    Sempre in questo sito, andate a vedere tutti i disegni di legge presentati e vedete se ne trovate solo uno in contrasto col loro programma, prima di parlare ad minchiam.
    Quanti sono i partiti che lo fanno? Che pubblicano tutta la loro attività in parlamento? Ve lo dico io, zero!
    Invece di usare internet per atteggiarvi a grandi e dotti opinionisti, dal momento che non ne avete la qualità per evidente carenza di strumenti, usate internet per istruirvi ed informarvi, anziché scrivere cose prive di logica e incensarvi vicendevolmente o, peggio, atteggiarvi vittime e dire che vi provocano quando, invece, vi mettono in evidente difficoltà per avere smascherato l’assoluta carenza di significato e fondatezza di ciò che dite.
    Comunque, spero che Renzi vada avanti fino in fondo, solo quando vi troverete affogati nel letame capirete di averlo meritato.

    RispondiElimina
  30. Sig. Iltafano, lei è un GRANDE...... grillino, insultatore coerente.
    E' nel suo diritto difendere i grillini.
    Essere coerente è una qualità.
    Gli insulti li tenga per lei.
    Per quanto mi riguarda, penso che le "insulsaggini" le dicano gli insulsi. Bene, io ritengo che lei abbia detto, cercando inutilmente di contrabbandarsi da quell'intellettuale che non è, un sacco di corbellerie (non le chiamo insulsaggini, la ritengo un'offesa gratuita), mi limito solo a definirle: DIFESA DEI GRILLINI. Mi creda, non c'è tanta differenza tra le "insulsaggini" da me, e da altri dette, e le sue "corbellerie".
    Io mi sarei limitato solo a definirle delle opinioni diverse, senza offendere nessuno, e, sopratutto, senza citare personaggi le cui storie, e le loro affermazioni famose, si trovano con una semplice ricerca su internet. Oltretutto lei, con poca modestia, fa capire che le "sue certezze" sono il risultato di una preparazione culturale e politica che altri non hanno acquisito.
    Come vede uso il suo stesso metodo, usando il suo stesso linguaggio per dirle ciò che penso del suo scritto. Di più. Magari internet non serve solo a noi per "studiare ed informarci", ma potrebbe essere anche usato da Lei per imparare l'educazione ed il rispetto delle opinioni altrui.
    E' la mia opinione su quanto Lei ha scritto, così com'è la sua sulle insulsaggini, che che io e altri avremmo a nostra volta scritto. E' ciò che ho pensato dopo averla letta, è ciò che le scrivo con tanta sincerità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sig. Boetton attacchi le argomentazioni non la persona, solo così, forse, riuscirà a comprendere la differenza tra critica e offesa.

      Elimina
  31. iltafano è un cofano di minchiate ha ragione Botteon !

    RispondiElimina
  32. l'unico problema di noi italioti è che dobbiamo trovare sempre un capro espiatorio a tutto in questo momento essendo imbavagliati da questo governo-casta-merda l'unica soluzione è il M5S e Beppe quindi è facile attaccarlo (anche perché la perfezione non è di questa Terra) ma intanto ci avete pensato se una cosa piccola come il dimezzamento degli stipendi l'avessero adottati tutti? se avessero approvato il Reddito di Cittadinanza? se non avessero condonato le lobbies delle slot? se non avessero regalato 7,5 miliardi di € alle banche ? riflettete un attimo in modo semplicistico senza complicarvi la vita con paroloni, leggi e art. vari, talk-show di minkia, scioperi fiom-cgil-uil-cisl x poi andare a finire in un tavolo di trattativa senza risolvere un beata minkia, prendere bastoni come dice quell'altro assenteista e propagandista di violenza che di nome fa (tanto x cambiare) matteo 2, per me non ESISTE altra soluzione ORTODOSSIA 5 STELLE, fino alla fine, chi vivrà v edrà
    ciao

    RispondiElimina
  33. Peppe Barbaccia27 novembre 2014 17:21

    Purtroppo noi italioti siamo abituati a trovare sempre un capro espiatorio x tutto, cercando di accollare le colpe sempre ad altri, ma cosa vogliamo veramente? ci sono cittadini che ci propongono una vita migliore abbassandosi lo stipendio, cercando energie alternative, proponendo qualcosa x non far rimanere nessuno indietro, scoperchiando le pentole dalle stanze dei bottoni e noi che facciamo cerchiamo il capro espiatorio x dare le colpe agli altri, ma perchè non andiamo tutti affanculo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Condivido pienamente il giudizio di Peppe Barbaccia

      Elimina
  34. Vorrei fare un commento conclusivo, almeno da parte mia, ringraziando i partecipanti al dibattito su questo mio scritto. Al di là della supeficialità dell'articolo, come rinfacciatami dal primo commentatore "anonimo", io pongo un quesito chiaro e forte, ovvero che l'italia è in fortissimo "STALLO" !! Ho usato come capro espiatorio o come artefatto dialettico, per stimolare la polemica e quindi i pronunciamenti pro e contro la mia tesi. In questo momento il sistema politico Italiano è tripolare e tripartito. I 3 espononti di queste aree politiche sono:Grillo, Berlusconi, Renzi. Il primo non vuole partecipare a nessun governo e vuole raggiungere il 51% per decidere da solo. Ma nel frattempo perde voti, espelle i suoi eletti non ortodossi, ed il movimento gli si squaglia tra le mani. Il secondo è disponibilissimo ad aiutare Renzi ma in cambio dell'impunità e favori per le proprie aziende. Ma anche questi prende una botta elettorale ed il partito gli si rivolta contro ! Il premier d'accordo con Napolitano accetterebbe aiuti da chicchessia pur di fare le riforme di cui l'italia ha bisogno. Ma anche a lui il partito gli si rivolta contro !. Ma allora come si fa ad uscire dallo stallo politico, ma soprattutto, sociale ed economico ? Nessuno ha risposto al quesito che mi stava a cuore..."LO STALLO". In questo blog ci sono gente che odiano Renzi, quelli che odiano Berlusconi e quelli che odiano Grillo. Poi ci sono commentatori che fanno i saputelli, iltafano, quelli che si dutturiano, quelli che cazzeggiano, quelli che non importa un fico secco, e quelli che non capiscono una "beata minchia" e blaterano tutti i santi giorni, i cosidetti "ruminanti della politica" ! Ed io ? Perdo solo del tempo..! Sarebbe meglio se andassi a zappare e farmi l'orto !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quanto detto a Botteon vale anche per lei sig. Vullo, che gioca a fare il professorino esaminatore.
      Quanto allo stallo, v'è perché la crisi è sistemica e non contingente.
      Anche tale riflessione l'ho sviluppata in altri commenti di questo blog.
      Poi, sotto il profilo squisitamente politico, l'(i)talia è stata sempre in stallo tranne quando v'era il sistema proporzionale. L'unico possibile, in considerazione della stratificazione etnica del popolo italico.

      Elimina
    2. Sig tafano ovvero "mosca cavallina", come le mosche lei a volte, con il suo peregrinare da posto all'altro mi risulta fastidioso, soprattutto se si posa sul mio naso. Ma sappia che le mosche possono essere eliminate con l'insetticida...eheheh...hahaha. Anche il buon Botteon si è offeso con "ella", perchè fastidiosa e saccente ! Sembra che sappia tutto lei...di chiacchiericcio politico su Grillo e Renzi. Dato che lei si sente cosi preparata, le scrivo al femminile dato che lei si sente la "mosca cavallina che punge e rompe, dato che lei e cosi saccente invece di pettegolezzi, parli di cose serie...per esempio parli di economia ! Come si fa ad uscire dal ricatto europeo per il nostro debito pubblico...e poi il prezzo del petrolio ! Mi dica... perchè nonostante il petrolio sia sceso, a 70 dollari, cioè ha perso il 30-40 per cento del prezzo, le borse non sono contente e le economie dei paesi, come il nostro invece di festeggiare, per il minore esborso energetico, invece arrancano ? Mi risponda perchè l'opec con in testa l'arabia saudita, tengono il prezzo giù ? Lei che sa tutto mi risponda ! Dietro ci sono gli americani con lo shale gas ? è una manovra contro i russi per far fallire il rublo e Putin ? è una manovra contro l'iran ? e perchè la nostra economia non si riprende nonostante il prezzo del petrolio cosi basso ? Ecco ora vada a studiare e mi risponda in modo serio su chi è che manovra i nostri destini, invece di stare li a blaterare di Grillo, e dell'uomo qualunque che è già fallito!

      Elimina
    3. Vullo,
      come per Botteon, sono ancora in attesa delle sue repliche alle mie argomentazioni.
      Vedo però che lei, anziché focalizzarsi sugli argomenti si incentra sulla mia persona, con patetiche espressioni onomatopeiche che fanno poco onore all'età che ella reca seco così come, parimenti, dette repliche non arridono a questo sito, dal momento che la loro banalità lo trasformano in una agorà mediatica stile “novella 2000”.
      Così come poco serio è proporsi con una ignoratio elenchi di argomenti buttati a casaccio, di cui dubito fortemente Ella ne conosca la portata ed il significato, e ciò fatto al puerile scopo di sviare l’attenzione dall'argomento principale, peraltro da lei stesso proposto.
      Qualora non le ritenga accettabili, replichi prima alle mie argomentazioni, che sono pur sempre connesse all'economia (come la chiama lei).
      Dubito, tuttavia, che Ella ne abbia le capacità dal momento che, quando si attacca la persona anziché i suoi argomenti, significa che si è perso (almeno sul piano intellettivo).
      Nonostante la sua disperata digressione spiritosa sul mio nick, quanto a questo debbo dirle che mi pacerebbe averne quell’effetto che lei mi attribuisce (il fastidio tipico dell’insetto), ne sarei onorato; come lo fu Socrate, che si vantava di definirsi “il tafano”.
      Solo che lui ebbe un certo effetto sugli Ateniesi io, purtroppo, pur affermando il vero e dimostrandolo, non riesco a smontare la volgare quanto banale presunzione di molti di voi.
      Credo a questo punto, che non valga la pena dedicarvi ulteriori attenzioni.

      Elimina
    4. Sigr "tafano" la smetta di molestarmi per favore... va bene! Altrimenti mi rivolgo all'autorità...al direttore Gattuso o al presidente Geraci o al proboviro Pepe o al comitato dei saggi: Nevone, Volpe, La Mensa, Gallo Mazzeo o la denuncio all'opinione pubblica dei bloggers di questo blog ! Come testimone chiamo il sigr Botteon, come avvocati Varisco e Volpe il giovane...ok. Capo d'accusa ? Lei è permaloso privo di umorismo e non sa cazzeggiare ! Basta da ora in poi con lei non ci parlo più perchè lei è troppo serio ! E poi io a lei non la conosco ed ho paura degli sconosciuti ! Non so se lei ha dei vizi...se è un maniaco...un gay...un musulmano...un travestito...un pedofilo...non mi disturbi più, sigra "mosca cavallina" o tafano...a proposito ma lei è femmina, maschio o transgenter ? Hihihihhihihahahahahaha

      Elimina
  35. Il capro espiatorio chiaramente è Grillo.

    RispondiElimina
  36. "ci sono gente" leggasi "ci sono persone". A proposito di grillo oggi ne ha espulsi altri 2. Una forma di rottamazione all'incontrario. che peccato una illusione di purezza che sta finendo in un manicomio. una gabbia di matti. La perdita d'immagine e la sfiducia ormai sembra irrecuperabile. Le lodevoli iniziative come la restituzione di meta stipendio, vengono sovrastate e sommerse dalla mancanza di guida politica chiara e coerente. Pazienza si è persa una grande occasione ! Chiaramente con dilettanti allo sbaraglio e personaggi come Rocco del grande fratello. Una classe dirigente non si inventa con un blog !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'espulsione potrebbe anche essere segno di grande coerenza e serietà.
      In ordine alle lodevoli iniziative si vada a ricercare cosa, grazie ai grillini, è cambiato nel disastroso progetto di legge di stabilità portato avanti da Renzi.

      Elimina
  37. Marisa Bignardelli27 novembre 2014 20:26

    L'italia è in stallo.Colpa del Grullo Grillo!!!Renzi si trova contro una rinascente lega con Salvini. Sempre colpa del Grullo Grillo!!! Il Grullo Grillo, da molti salutato come l'autentico rottamatore, ora è colui al quale possiamo rivolgere tutta la nostra rabbia!!!abbiamo finalmente un colpevole.Non ho mai votato per il movimento a 5 stelle,e troppe cose del comico politico non mi hanno convinto.lo striminzito programma politico;le critiche distruttive contro tutto e tutti;non accettere nessuna voce fuori del coro all'interno del partito stesso;una comunicazione urlante e piena di sproloqui. Grillo ha fatto danni sicuramente,ma al movimento 5 stelle. Non possiamo accusarlo di tutto. malgrado non mi piaccia questo movimento,mi sono augurata che Renzi qualcosa recepisse.Fa del suo meglio,aspettiamolo. Ma se avesse iniziato il suo cammino politico levando un pò di privilegi,forse non dovrebbe temere niente e avrebbe riconciliato politica e cittadini.

    RispondiElimina
  38. Caro Vullo, ovvero "Professorino esaminatore", nota che ci sono anche mosche che sono denominate tze tze. Di solito sono quelle che ti portano la malaria, diversamente dai tafani, che col loro ronzio rompono i coglioni e basta. Ecco, penso che Iltafano sia un tafano che invece di emettere il solito ronzio, PARLA DEL NIENTE, perchè è l'unica cosa di cui sa TUTTO.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sig. Botteon,
      “parlare del niente” significa non sapere rispondere con pertinenza alle argomentazioni altrui, ed è ciò che ha fatto finora lei.
      Sull’espressione circa gli organi maschili non posso pronunciarmi, essendo a me estraneo un certo tipo di linguaggio.
      Per lei questo è sufficiente, ora vado a rispondere al suo amico Vullo.

      Elimina
  39. Grazie Mario per il tuo sostegno ! Appena passi dalla trinacria ti offro un caffè o un cannolo o cassata ! Però ora siamo in due contro il tafano, che si sente "Socrate", mi sembra troppo ! Sai che ti dico ? A me il tafano fa tenerezza...e sospetto anche che sia un mio amico che si crede intelligente...invece è un rompicoglioni ! Ma io lo perdono ! Hai capito tafano ? Ti perdono ! Certo qualcuno si sganascerà dalle risate...ehehehe. Infine tafano, se da ora in poi ti vergognerai di firmarti "iltafano", ti puoi firmare "anonimo", tanto il regolamento lo consente. Spero non ti sentirai offeso od umiliato per la lezione di bon ton ! A presto...anzi a mai più...! Cambia nome...mi piacerebbe mosca cavallina...che ne dici ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sig. Vullo,
      in relazione ai suoi commenti nn. 34.4 e 39, dal momento che espressamente mi chiama in causa, quantomeno per educazione, ho l’obbligo risponderle seppure brevemente e nonostante il mio intendimento di evitare per il futuro questo blog.
      Intendimento quest’ultimo che, vista la sua caduta di stile, non può che essere la scelta più opportuna.
      E’ assai singolare, poi, che lei dichiari di voler denunciare ad organi e professionisti terzi il mio comportamento, asserendo che io sia troppo serio. Non pensavo che tale modo di porsi fosse deprecabile, anzi, tutt’altro, mi sembrava meritorio.
      I miei commenti sono tutti riportati sopra e chiunque può constatare se rechino offesa o molestia.
      La ringrazio, ma non ho bisogno del suo perdono, ritenendo piuttosto che sia lei a doversi scusare con chi ha diverse tendenze sessuali e credenze religiose (vedasi il suo commento n. 34.4).
      Non credo di conoscerla al di fuori di questo contesto non essendo abituato a frequentare abitualmente taverne e non avendo amici adusi al suo linguaggio.
      Non ho nulla di cui vergognarmi ad usare il nick “iltafano”, ho cercato di farle comprendere il significato sotteso al nomignolo ma invano, pertanto mi vergognerei di più a comportarmi come lei che a scrivere sotto questo pseudonimo.
      Del pari singolare è la sua posizione, ovverosia di chi scrive su un blog pubblico e indica come molestatore chi la pensa diversamente, solo perchè espone argomentazioni che si è incapaci di controbattere.
      Qui chiudo perchè non vale la pena sprecare altre energie.
      Ora vado a ringraziare il direttore Gattuso, dal quale le consiglio di prendere esempio per stile e cortesia.

      Elimina
  40. Gentili Autori e Commentatori tutti,
    intendo ringraziarvi per la vostra intensa partecipazione. Vuol dire che c'è attenzione e suscitiamo interesse. Significa che c'è voglia di confronto, e c'è voglia di dire e dare qualcosa. Ognuno per quello che può o che vuole. Dal mio punto di vista, tutto questo è meraviglioso. Anche le banalità, i pensieri più fantasiosi e le tesi più ardite vanno rispettate. Sempre.
    È nello spirito di PoliticaPrima.
    Mi preme però, ancora una volta, ribadire il principio fondamentale del rispetto assoluto delle ‘persone’. Siano esse ‘certificate’ con nome e cognome, e siano anche quelle che, per ragioni diverse, utilizzano pseudonimi vari.
    La linea di questo blog è sempre stata, e continuerà ad esserlo, quella della libertà di espressione senza vincoli e senza pregiudizi. E per questo, finora, la scrittura dei commenti è esente da controllo preventivo. Così come la possibilità di utilizzare financo l’anonimato. Un’opportunità che, nonostante non condivisa dal sottoscritto e nemmeno da altri amici del blog, viene offerta nella speranza di sempre possibili ravvedimenti.
    Buona e proficua PoliticaPrima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gentile sig. Gattuso,
      la ringrazio per avermi ospitato.
      Purtroppo alcuni articolisti di questo blog non li ritengo all’altezza del compito che il sito si propone per la pochezza delle loro tesi oltre, ovviamente, che per il loro stile.
      Trovo assai stravagante, ad esempio, la posizione di chi, avendo scritto un articolo contro la discriminazione sui gay poi, con vanitosa rivalità tenti di rimediare alla frustrazione di essere stato soccombente in un passato confronto col sottoscritto, appoggia le volgarità espresse dal sig. Vullo proprio sui gay e sui musulmani (vedasi commento n. 34.4). Il contesto nel quale tali categorie di persone sono state chiamate in causa, infatti, a mio avviso non può che essere offensivo ( ad esempio la frase: “E poi io a lei non la conosco ed ho paura degli sconosciuti ! Non so se lei ha dei vizi...se è un maniaco...un gay...un musulmano...un travestito...un pedofilo...non mi disturbi più...”). Si ha forse paura degli sconosciuti solo perchè gay o musulmani? Ma che stile è questo sig. Gattuso?
      Ritengo che una tesi è valida solo quando trova riscontro nella realtà.
      Trovo che un blog debba essere un luogo di confronto, anche aspro e con duro attacco alle argomentazioni, ma alla fine deve prevalere la verità. La maieutica insegna questo.
      Qui, purtroppo, qualche articolista, più che alla verità tende all’autocelebrazione della propria vacua vanità.
      Cordialità a tutti, e saluti d’uso ai sigg. Vullo e Botteon, il fatto che io non li stimi, non significa che non debba rispettarli.

      Elimina
  41. Gianni carissimo tu sai che io amo...lo scherzo e lo sberleffo e chiarissimo nel tono canzonatorio che uso con "iltafano", la cui serietà posticcia ed i rimbrotti e me ed a Botteon, mi fanno sbellicare dalle risate. A me non interessa sapere che sia costui, che provoca e pontifica, "non me pò fregar de meno", se lui o lei si diverte come "iltafano o mosca cavallina"...faccia pure. Chiusa questa risibile "questio tafanica", ti volevo chiedere di Grillo del flop ormai irreversibile, questa mattina c'è un interessante articolo di Giannantonio Stella sul corriere, della slavina, ormai valanga e crollo irreversibile di 5 stelle. Il giornalista fa una analisi inoppugnabile della minchionagine di Grillo che ha dilapidato il biglietto della lotteria vinto alle politiche di 2 anni fa e che ormai è sulla strada, di Giannini e l'uomo qualunque, Mario Segni, e Antonio Di Pietro. In calabria dove aveva preso 233 mila voti, ne ha persi 200 mila come farà a recuperare questi voti ? Io in precedenza, 8-10 agosto san Lorenzo, avevo scritto un articolo "speranze perdute e stelle cadenti" ! Dove alludevo ad un valzer anzi una mazurka, nostalgica, struggente e malinconica. Infatti quando penso cosa poteva fare Grillo, con 160 parlamentari, mi viene una tristezza struggente e rabbia furente ! Ancor di più quando leggo quel pregiudicato di Berlusconi, che vuole come presidente Amato quel farabutto, che mi rubò dal conto corrente nel 1992, i soldi non solo miei, ma pure quelli del mutuo. Se Renzi acconsentisse l'elezione di quel figlio di troika in combutta con il delinquente sarà un suicidio. Pertanto voglio sperare che Grillo prima di fare karakiri almeno eviti l'elezione di amato, il cittadino non dimentica e non perdona ! Buon wikend !

    RispondiElimina
  42. Botteon e Vullo mizzica che figurone che ci avete fatto!!!

    RispondiElimina
  43. Mi dispiace. Torno ora e trovo questa brutta notizia. Iltafano ci lascia per la "pocchezza delle nostre argomentazioni". Male ostrega!! Ora che incominciavo a conoscere grandi filosofi per merito di Iltafano, questo signore se ne va. Mi dispiace, davvero mi dispiace. Ora chi mi citerà: Gustav Le Bon, Socrate, Edward L. Bernaays, ecc. ecc. Mi toccherà contentarmi della "Maria orbetta", "filosofa per necessità" del mio Paesello. Qualsiasi commento facciano gli anonimi, con questi non parlo più. Non esistono, quindi perchè dovrei commentare ciò che dicono? Sig. Iltafano la saluto, la ringrazio per la "lectio magistralis". Colgo l'occasione per ricambiare di cuore la disistima. Come direbbe Fortebraccio: "Toc, toc, bussano alla porta, non entra nessuno. Era Iltafano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Botteon io sono una persona perbene. Non mi provochi,però, con le sue banalità da scolaretto.
      Lei non ha gli strumenti per fare quel che questo sito le consente, con benevolenza, di fare: cioè scrivere futilità. Le ha prese di santa ragione, non le basta? Chiudiamo la qui come ho fatto io e si taccia, guardando un po' dentro se stesso, che ne ha veramente bisogno.

      Elimina
  44. Ma se questo è "prenderle di santa ragione", ne vorrei prendere di più. Basta leggere quì sopra quanti sono con me e Vullo, e quanti con lei. E se la matematica non è un'opinione....... faccia lei, ammesso e non concesso che sappia far di conto. D'altra parte,come può sentirsi adirato da "provocazioni" di un "scolaretto. senza strumenti per fare ciò che questo sito gli consentirebbe, con benevolenza, di fare. cioè scrivere futilita?" La deve chiudere lei, è lei che si è permesso di giudicare, di offendermi con espressioni come "scolaretto", "futilità" e altre amenità di questo tipo più sopra descritte, NON IO. Al massimo io posso ripetere nei suoi confronti la metafora di Mario Melloni. Lei è un signor nessuno che non ha nemmeno il coraggio di sostenere le proprie opinioni rendendo noti il nome e cognome.
    E siccome lei non e' NESSUNO, la finisco per non tediare i lettori, certo non perchè lo dice lei. Direttore chiedo cortesemente il tuo intervento per far finire questa diatriba, sono stufo delle offese (di offese si tratta) di questo "signore". Se non interverrai te, io sarò l'ultimo a farla finita. Siccome non ho mai offeso nessuno, ne mi sono permesso di affermare che altri dicono "futilità", o sono dei "scolaretti", oppure dicono "insulsaggini", ecco, dicevo: O intervieni te o sono costretto a raccomndarti di non fare più la raccolta dei punti dash.

    RispondiElimina
  45. Non è che la validità di un ragionamento è data dal numero delle persone che concordano con essa, bensì dalla correttezza delle premesse sulle quali si basa.
    La forza persuasiva dei ragionamenti non segue le regole dello stadio.
    Io ho fornito ragioni opposte alle sue considerazioni visionarie sulla giustezza dell'adozione da parte delle coppie gay, ed a quelle opinioni apodittiche sull'operato dei M5S.
    A nessuna delle ragioni esposte lei è stato in grado di controbattere validamente, se non sviando la discussione sul piano personale.
    Se io poi dico che un'argomentazione è insulsa, non ho detto che lo è anche il suo autore, poiché tutti siamo nella condizione di dire cazzate. Solo che le cazzate però, vanno dimostrate.
    Nella specie, io ho dimostrato che su certi argomenti sono state dette sciocchezze, dimostrandolo.
    Lei stesso ha ammesso di non sapere rispondere sul perché è giusta l'adozione da parte di coppie gay e ciò, in relazione alla sua stessa affermazione che la libertà è il diritto di fare ciò che si vuole senza ledere gli altri.
    Io, sul punto, le dimostrai che gli altri sono anche i neonati adottati da una potenziale coppia gay. E poiché il neonato è anche l'”altro” nell’accezione da lei adoperata, la domanda era: chi ci dice che questo altro non subisca un danno? Chi o che cosa deve stabilire ciò che è giusto per un neonato? Chi ci dice che fa bene ad un neonato essere adottato da due uomini o due donne? E non è certo la circostanza che anche neonati adottate da coppie etero subiscano danni, per potere affermare che è giusto che ad adottare siano anche i gay. Non è sul piano statistico che si verifica la bontà del concetto di adozione.
    Così facendo le feci rendere conto che lei stesso era entrato in contraddizione.
    La stessa cosa per il M5S, ho portato fatti e links dove trovare i documenti del loro operato, facendo anche le comparazioni con le scempiaggini finora adottate da questa compagine governativa.
    Nessuno, dico nessuno, al di là di mettere la discussione sulla bagarre, è stato in grado di controbattere con i fatti ed i documenti.
    Ma lei è troppo accecato dalla sua presunzione e ignoranza, per ammettere tutto questo che, inevitabilmente, le si spiaccica in faccia, e anziché avere l'umiltà per ravvedersi dalle insulsaggini che ha detto, prosegue asserendo che io l'ho offesa.
    E che cosa fa, poi? Pateticamente, pone la discussione su toni tifoseschi e chiama a sua difesa il direttore di questo blog.
    Ecco dove e perchè le ha prese (e continua a buscarle) di santa ragione, sul piano argomentativo ovviamente.
    Ma dubito fortemente, che anche questo lei possa capirlo.
    A proposito, Gustav Le Bon, Edward L. Bernaays, non sono filosofi.
    Vada a studiare che le fa bene all'animo.

    RispondiElimina
  46. Caro signor nessuno, o iltafano che dir si voglia, siccome malgrado tutte le sue offese non riesco a volerle male. Le auguro di rimanere così com'è, di stare in salute, e di vivere la sua supponenza, e la sicurezza di non essere ignorante, in perfetta salute. Cerchi di non recuperare la lucidità mentale, rimanga così, perchè se eventualmente, e per caso, la colpisse un attimo di lucidità, diventerebbe molto pericoloso per sè, prima ancora che per gli altri.
    Come può constatare io non le dico che lei è accecato dalla sua supponenza, e tanto meno che non conosce l'educazione ed il rispetto delle opinioni altrui. Sarebbe tutto inutile. Quindi, per questa sera preferisco finirla quì. Vede, io ho chiamato in causa il direttore, per evitare di rispondere ai suoi insulti con altri insulti, non certo per farmi difendere da lui. Non ne ho bisogno signor nessuno, il mio intento era quello di raccomandargli di non fare più la raccolta dei punti star e dash, questo sì. Nei fustini, potrebbe trovarsi in regalo degli opinionisti che non "dubitano di se stessi, che è il primo segno dell'intelligenza" (Ugo Ojetti). Non mi pare che lei dubiti di essere intelligente. Ed io felicemente "continuo a prenderle"..... ah ah ah ah ah ah ah.....

    RispondiElimina
  47. Ero già intervenuto con un auspicio e un ringraziamento. Ma credo che dopo tutti questi batti e ribatti, secondo il mio modesto avviso, eccessivi, chiedo a Mario Botteon, a Pino Vullo e, infine, al signor Tafano, di porre le armi nel cassetto. Non ci sono e non devono esserci vinti e vincitori, ma credo ci sia sempre la voglia di esprimere idee e trasmettere impressioni e stati d'animo su quanto accade. E tutto questo va benissimo. Cominciate ad affilare le armi per i prossimi articoli. Buon lavoro e sempre buona e proficua PoliticaPrima!

    RispondiElimina
  48. L'Italia frana, le famiglie arrancano, i Grillini si sgretolano. Oggi altri tre, 5 stelle, vanno via, ed altri ancora seguiranno in totale in 26 hanno abbandonato il movimento. Nel frattempo in parlamento che fanno ? Caos e bagarre...sembrano dei ragazzini che fanno bordello in classe ed il preside( presidente) li espelle dall'aula. Ma questo inutile agitarsi in parlamento senza costrutto non ci porta alcun risultato concreto. Nel frattempo il furbo Renzi, si organizza le vere e concrete strategie di potere, per l'elezione del presidente della repubblica. Anche Berlusconi si siede al tavolo del comitato degli affari, dichiara che lui è anche disponibile a votare anche uno, del PD...! Quindi Renzi ha l'elezione in tasca del suo presidente, con i 460 voti del suo partito, un centinaio tra berlusconi, alfano, casini, monti ed il gioco è fatto. E Grillo...? Vendola gli aveva fatto l'assist Prodi, ma per grillo non va più bene. Cosi si è messo fuori un'altra volta dalla possibilità di ottenere un risultato concreto importantissimo....il presidente della repubblica, lasciando via libera a berlusconi...grande risultato...! Ma vaffa....Grillo....uomo qualunque....

    RispondiElimina
  49. Se Grillo non riesce ad inserirsi ed essere determinante e visibile per l'elezione del prossimo presidente della repubblica...se non scende dalle stelle, sul pianeta terra...avra fallito su tutta la linea !

    RispondiElimina