venerdì 8 giugno 2012

L'EURO DEI NIBELUNGHI

Euro-in-fiammedi Giuseppe VulloL'altro giorno mio figlio che voleva ottenere un mutuo mi ha detto: papà se non mi fai da garante le banche non mi prestano i soldi. 
In conseguenza di questo aneddoto di economia familiare vorrei tentare di fare una riflessione generale, da comune cittadino, della difficile situazione dell'euro e la pericolosa involuzione dell'Europa!  Ma chi e che cosa ha provocato questo deterioramento economico-sociale? Noi che abbiamo pagato per entrare nell'euro? Sembrerebbe una domanda da 1 milione di dollari...si possono azzardare tante ipotesi...tante cause e concause.
Io conosco un po' i tedeschi perché ho lavorato e studiato in Germania. Posso dire..come tutti gli italiani di avere un rapporto di "amore-odio", di ammirazione e disprezzo, fiducia e nel contempo paura...questa è la storia che induce sentimenti ambivalenti nei confronti di questo popolo una volta barbaro e schiavo di Roma, oggi civile, moderno, orgoglioso e fiero della sua potenza economica. Ricordate che negli ultimi 140 anni l'esercito prima prussiano e poi tedesco 3 volte  ha conquistato Parigi e 3 volte se n’è tornato sulle rive del Reno bastonato, e circondato dall'ostilità e dall'odio degli europei e non solo.
Per cui oggi dopo la riunificazione la Germania (Spina dorsale d'Europa) è un gigante economico, ma nel contempo un nano politico (non essendogli permesso di riarmarsi)...per fortuna! Ho azzardato un paragone immaginifico tra "l'euro e l'oro dei nibelunghi" per il suono e l'assonanza delle parole e dalla storia. All'ingrosso si tratta di questo SIGFRIDO è figlio dei sovrani del "NIEDERLAND" (oggi Olanda) è un eroe coraggioso che lotta contro il "DRAGO", lo uccide e si impossessa del tesoro dei nibelunghi. Si immerge nel sangue del drago per diventare immortale ma sfortuna volle che una foglia gli cadde tra le scapole ed è li che si posizionò il suo tallone d'Achille...cosa che poi lo avrebbe portato a morte per mano del solito traditore. Nello stesso tempo libera la bellissima "BRUNILDE" che diventa la sua promessa sposa, promessa che poi non venne mantenuta (perché egli fu drogato e sposò un'altra)... infine BRUNILDE dopo varie vicissitudini diventò sposa di "ATTILA" re degli unni, poi anche lei fini ammazzata.
Ma cosa c'entrano i nibelunghi con l'euro voi direte? In vero è una verosimiglianza che esiste nella fantasia e realtà della mia immaginazione. Sigfrido in mezzo al tesoro scelse solo un anello d'oro rosso che gli consenti di possedere tutto l'oro del mondo ed un elmo che lo rendeva invisibile. L'euro per la MERKEL è ormai diventato come l'anello di SIGFRIDO, consente ai tedeschi (nibelunghi) di possedere tutto l'oro del mondo. In principio era il marco troppo forte per la lira e le altre monete europee, perciò i tedeschi non riuscivano ad esportare come adesso (30 per cento del pil, 60 per cento esportato in Europa). Certo ai tedeschi comunque bisogna riconoscere carattere e meriti propri. Hanno perso 3 guerre consecutive e per 3 volte sono resuscitati, tornando ad essere la locomotiva d'Europa. Nel 2005 hanno concluso il processo di riassorbimento dell'ex Germania est, 17 milioni di persone che avevano un tenore di vita a livello polonia, Cecoslovacchia, Ungheria, Romania...ora allo stesso livello della Germania federale.
I tedeschi dell'est prima si potevano permettere la "TRABANT", oggi si possono permettere BMV e MERCEDES. La stessa MERKEL (originaria dalla Germania comunista) non esisterebbe se non ci fosse stata la riunificazione. I BUND tedeschi (titoli di stato della Germania) sono diventati "bene rifugio". Mentre i titoli italiani a dieci anni viaggiano con uno spread di 450 punti corrispondente ad un interesse del 6 per cento, l'omologo tedesco a 10 anni da un interesse addirittura negativo di -0,27 per cento. Questo fatto può sembrare assurdo ma la dice lunga dell'opinione dei mercati sulla economia Italiana e quella tedesca. Si investono i soldi nei titoli teutonici anche a costo di rimetterci un po' del proprio capitale. Ma questa pacchia non può durare a lungo ovvero l'Italia senza la lira e senza le svalutazioni competitive è morta.
Se fallisce la Grecia che ha un pil corrispondente a quello della provincia di Treviso è un conto...ma se fallisce l'Italia? Saranno guai per tutti...si potrebbe rischiare anche una guerra. Perciò gli EUROBOND che rappresentano la garanzia dei tedeschi sui nostri debiti è l'unica soluzione per avere credito dai mercati. D'altronde se i miei figli che sono indebitati ed hanno una economia debole...quando hanno bisogno dei prestiti, io sono costretto a fare da garante con il mio patrimonio, altrimenti nessun credito.
Allo stesso modo Angela MERKEL e mamma GERMANIA facciano da garante per i propri figli fragili ed indebitati. Occorre al più presto l'unione politica e si consenta alla BCE di stampare moneta "AD LIBITUM", un po' di sana inflazione e svalutazione dell'euro ci farebbe bene. Capisco la fissazione e la paura dell'inflazione dei tedeschi, risalente ai tempi della repubblica di "WEIMAR" quando i soldi svalutati si portavano con le valige.   Altrimenti la situazione già incancrenita può diventare letale. Quindi e concludo "NO EUROBOND, NO  EURO, NO EUROPA!

Vullo Pino  GIUSEPPE VULLO  08 giugno 2012

15 commenti:

  1. Caro e vulcanico Giuseppe, non attaccare la penna al chiodo, altrimenti siamo fregati. Continua a produrre articoli e argomenti di riflessione e magari un giorno vedremo di poter pubblicare un libro tutto tuo, dove ogni articolo diventerà un capitolo.
    Ad maiora.
    P. S. Ma,"no eurobond, no euro, no europa" non l'aveva detto anche Grillo? (Se sbaglio ti prego di correggermi).

    RispondiElimina
  2. Caro Nino io non so se in questo intervento mi vuoi fare un complimento ho una critica velata. CMQ per quel poco che ci conosciamo ti riconosco, onestà intellettuale, serietà, preparazione,(tu scrivi anche meglio di me). Hai sensibilità per i temi sociali e politici. Che poi le nostre posizioni politiche non collimino è un altro discorso...ma ciò nonostante hai da me il massimo rispetto. Su una cosa hai ragione sono"vulcanico e sincero". Ma sappi che per tanto tempo non ho aderito a questo blog e poi l'ho fatto per affetto nei confronti del mio amico Gianni Gattuso. Scrivere sul web non porta nessun guadagno...anzi...(l'archivio informatico conserva le nostre condraddizioni).Se hai notato che ogni tanto sono sopra le righe e prendo delle cantonate e perchè la mia generosità mi spinge a dare più del dovuto. Se al blog non si dà materiale, articoli e commenti...anche non condivisibili, questo salotto virtuale muore. Hai notato anche tu che argomenti serissimi come la "crescita e decrescita" hanno poco audience, mentre argomenti che scatenano il tifo, esempio totopresidente,sindaco, ballottaggi aumentano il chiacchiericcio.( Solo argomenti di religione potrebbero fare meglio).Io francamente non ho l'ottimismo da pensare che un sindaco o un presidente di regione possa risolvere i problemi della sicilia perchè la nostra isola ha un "PIL residuale" e dipende per pagare il nostro assistenzialismo moribondo, dai trasferimenti dello stato ed europa. Perciò per me è molto grave che gli eventi colpiscano una regione produttiva come l'emilia romagna dal cui reddito mangiamo anche noi.Io sono per uno stato centrale forte e quindi per l'abolizione degli statuti speciali(quello siciliano è stato una iattura) anzi sono per l'abolizione delle regioni. In questo momento di grave miseria ci permettiamo 6-7 livelli di amministrazione...quartieri,comunità montane, comuni, provincie, regioni, stato, europa e relative e pletoriche strutture di sottogoverno spesso cervellotiche ed inventate per dare la medaglietta e la bustarella ai propii galoppini.Il 50 per cento di queste inutili strutture sono da abolire al più presto! Infine se appendessi la "mia penna al chiodo" il mondo continuerebbe a girare lo stesso...ho già appeso il "camice al bisturi" ed i pazienti dopo un pò di lacrime di coccodrillo si sono trovati un altro medico. Perciò sono certissimo che il "PIANETA TERRA" continuerà a girare intorno al "SOLE" per altri 4 miliardi di anni(fino a che la nostra stella non si spegnerà)...nonostante la razza umana e le sue chiacchiere!!! P.S. su Grillo ed i grillini non sono cosi "NAIF" come puoi pensare ho le mie idee...nel marasma italiano sono l'unica novità...speriamo bene per le generazioni future...in questo momento quando nasce un bambino tremo...che sarà di lui? Con stima ti saluto e ti ringrazio per aver letto le mie sciocchezze.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Correzione "complimento o critica".

      Elimina
    2. Il mio era un complimento. Oltretutto la tua ricostruzione della vicenda dei Nibelunghi è esatta, con i rischi che un sunto così drastico possa lasciar fuori delle cose importanti, per cui niente critiche velate.
      D'altronde, quando faccio qualche critica sono sempre chiaro, proprio per non creare fraintendimenti con necessità di ulteriori spiegazioni.
      Auf Wiedersehen

      Elimina
    3. Grazie Nino sulla tua onestà non avevo dubbi. La vicenda dei nibelunghi naturalmente è un artefatto letterario molto grossolano e tu da persona praparata hai notato che mancano molti personaggi. Ho dovuto essere molto stringato e superficiale anche perchè il mio obbiettivo non era "l'oro dei nibelunghi, ma l'euro della Merkel". AUF WIEDERSEHEN.

      Elimina
  3. Quante volte ci siamo chiesti perché la Germania è così forte e con una solida economia, al punto che in Europa detta Legge?
    Ma non erano gli Italiani le menti eccelse nell’arte, nell’economia, nella scienza, nella letteratura, etc…, che dettavano legge in tutto il mondo?
    Oggi le cose sono cambiate, non stanno più così, abbiamo serie difficoltà ad inseguire l’andamento economico e finanziario delle altre nazioni europee.
    Giuseppe Vullo ha illustrato, in maniera eccelsa, i dati economici e finanziari delle nazioni europee, in particolare tra la Germania e l’Italia, ed è evidente la differenza che ci penalizza.
    Personalmente tutto questo mi fa rabbia, mi chiedo perché e da chi possa dipendere, e con tutta onestà non me la sento di dare la colpa totalmente ai nostri politici, perché sono convinto che sia anche colpa dei nostri imprenditori.
    Da quasi un’anno ho cambiato la macchina, avevo una fiat palio alla quale a poco più di 50.000 KM avevo già fatto sostituire una volta la frizione e due volte la guarnizione della testata, e stanco di spese continue decisi di cambiarla, mi allettò una pubblicità su una volkswagen golf che costava 14.500 euro, arrivato in concessionaria chiesi com’era possibile avere una golf a questo prezzo e soprattutto con 7 air bag, 4 vetri elettrici, abs, esp, etc, il venditore mi disse che era una questione legata al risparmio di tempi e manod’opera, la volkswagen ha attuato una politica di vendite che eliminando la possibilità di scegliere ed ordinare macchine personalizzate si poteva risparmiare quasi 5 mila euro, infatti potevo scegliere tra bianca o nera, gli optional, tipo autoradio, antifurto, cerchi in lega, potevo scegliere quelli che potevano essere montati dalla concessionaria, quindi risparmiavano nei tempi, perché una cosa era creare una macchina personalizzata, un’altra costruire in serie 10.000 autovetture tutte uguali con stesse motorizzazioni, stessi accessori e stesso colore.
    Questa è la differenza tra l’Italia e la Germania, in Italia la fiat risparmia sui materiali, e ci guadagna l’azienda, in Germania risparmiano sui tempi e la manod’opera e ci guadagnano gli acquirenti, risultato, la fiat riduce le vendite, la volkswagen le aumenta.

    RispondiElimina
  4. E’ il rapporto amore-odio con la Germania il nodo principale per una convivenza armonica delle nazioni europee.
    I tedeschi non si piangono mai addosso, ma si rimboccano le maniche e lavorano per rinascere dalle loro ceneri. Un popolo così non si può non ammirarlo, ma amarlo è impossibile.
    Non si può vivere solo per il lavoro ed il dovere. I tedeschi stanno con una chiave inglese in una mano, un salvadanaio nell’altra e con un fucile in spalla per difenderli. Non accettano che il lavoro è solo il mezzo per procurarsi il pane quotidiano, ma poi c’è la vita da “colorare” come l’arcobaleno e non solo di grigio-verde. .
    Un popolo fatto così non può e non deve essere la locomotiva dell’Europa e del Mondo. Non capiscono che una “locomotiva” non è un “ideale”, ma solo una macchina per raggiungere una nuova e migliore umanità .
    Lasciamo la Germania a se stessa. Tutti gli altri facciano gli Stati Uniti d’Europa. Subito! Ora o mai più!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. COMPLIMENTI PSQUALE! Mi è piaciuta la similitudine della chiave inglese, il salvadanaio ed il fucile. Nel contempo volevo chiedere a chi ci legge se sapete in caso di fallimento o insolvenza e ritorno alla lira con svalutazione di circa il 40-50 per cento dove mettere eventuali piccoli risparmi, non avendo la possibilità di comprare oro, gioielli, paradisi fiscali...dove li mettiamo? IO sono ancora fermo al mattone e materasso. Se qualcuno ha un'idea la metta in comune...grazie.

      Elimina
  5. Siamo molto arrabbiati con la Germania che non ci aiuta , una germania che non vuole essere genenosa e solidale con noi italiani , notoriamente '' Brava Gente ''.
    La nostra generosita', invece , e' nota nel mondo e per questo godiamo di grande stima internazionale .

    Il nord dell' italia , ricco e leghista e' infatti generoso e solidale nei confronti del meridione sudicio , povero e maleodorante .
    Parole queste , anche musicate , di Matteo Salvini .

    Siamo molto generosi e solidali con i migranti a qualsiasi titolo arrivati , anche solo di passaggio in italia .

    Abbiamo infatti approntato per quelli che non annegando prima , arrivano in italia , dei moderni ''Lager '',che pero' non possiamo descrivere in quanto e' impedito l' accesso a tutto ed a tutti .

    I ricchi , i potenti ed i lobbysti italiani , sono molto solidali nei confronti dei fratelli meno fortunati .
    Infatti il peso della crisi , lo stanno pagando i ricchi in italia .
    Ai meno fortunati nessuna pressione fiscale , tutto pagato attraverso patrimoniali di ogni tipo , dai paperoni nostrani.

    Dell' equita' e della giustizia sociale ne abbiamo fatto un modello di vita .

    Ora mi chiedo , come possano i nostri vicini teutonici , a non avere stima e solidarieta' verso un popolo come il nostro .

    Non sarebbe il caso visto che disponiamo di circa 150 nuovi cacciambombardieri , che l'ex ministro La Russa , ha comprato, costati 20 ml di euro ,di pensare ad una giusta guerra alla germania , visto che non vuole pagare i nostri debiti ?

    RispondiElimina
  6. Sarcasmo sacrosanto e da condividere in toto. L'Italia evidentemente non è la Germania e il popolo italiano non è quello tedesco.
    In Germania la wolkswagen decide e realizza, in Italia non si può, abbiamo la camusso e la fiom; in Germania un manager come Marchionne avrebbe la considerazione e il rispetto che merita, in Italia abbiamo sempre la camusso e la fiom.
    Mi chiedo cosa abbiamo fatto di male per meritarci queste sciagure che sono anche peggio del terremoto, con tutto il rispetto per le vittime.
    In Germania c'è un governo di coalizione che in Italia non potremmo mai avere perchè, da noi, ogni partecipante pretende di avere il diritto di escludere sempre qualcuno, e allora abbiamo il governo Monti, di cui non dico niente per non sprecare il mio tempo.
    In Italia abbiamo l'eccellenza nel campo delle arti e della cultura, ma non sappiamo trarne vantaggi economici, fermi sempre alla famosa frase di Orazio secondo la quale "litterae non dant panem", mentre in Germania e non solo, fanno sgorgare i miliardi dalla cultura e dalle arti. Noi non sappiamo gestire nemmeno un sito archeologico come Pompei, e lasciamo che cadano e franino case e mura millenari, con la scusa di non avere i soldi per la manutenzione. Ma stiamo scherzando?, come mai non ci si accorge del terribile circolo vizioso in cui siamo caduti? Pompei frana perchè non ci sono i soldi e i soldi non ci sono perchè Pompei frana e il turismo si allontana.
    Duole dirlo, ma l'Italia NON merita di avere nel proprio territorio tutte questi tesori di arte, tutti i preziosi e spettacolari monumenti e tutti i siti archeologici, vere testimonianze di una civiltà che NON abbiamo più.
    E allora, che ci lamentiamo a fare?, non possiamo arrabbiarci perchè i tedeschi dimostrano di essere superiori a noi in tante cose.
    Ci sarebbe da rimboccarsi le maniche, ma in Italia si parla, si straparla e NON si agisce.

    Ora basta con le geremiadi, adesso ci sono gli europei di calcio; vediamo come se la cava la nostra nazionale.

    RispondiElimina
  7. Innanzitutto, ci tengo a ringraziare l'autore del testo. Alla mia età leggere tali contenuti può soltanto arricchirmi.
    Passando ad altro...è vero la Germania è l'unica che beneficia dell'attuale situazione economica europea.
    Non ha alcun interesse a modificare l'attuale situazione...concedere agli altri Stati membri Eurobond e stampa di carta moneta, significa indirettamente indebolire la sua supremazia in Europa.
    Ma forse i tedeschi dimenticano che tale supremazia la possiedono proprio perchè esiste la stessa Unione Europea...quindi se non si sbrigano ad adottare le opportune decisioni, l'UE rischia di scomparire! ... E scomparendo diverrebbero leader di che....!? Il 60% di export verso l'UE, dove lo dirotterebbe?

    RispondiElimina
  8. Ignazio Mazzara11 giugno 2012 13:48

    Caro Sergio
    Ho saputo che si sono resi disponibili a prezzi stracciati, dalla ex Unione Sovietica, 5 sommergibili nucleari completi di armamenti, potrebbe essere una ghiotta occasione da non farci scappare; per adesso li mettiamo nei nostri mari in attesa di dichiarare guerra a quella Germania che ci fa sfregi.
    Noi che siamno stati sempre vicini a loro vedi che fine ci vogliono far fare.
    Noi che li abbiamo sempre aiutati, come un terzo fratello, sono proprio freddi calcotatori e senza cuore.

    RispondiElimina
  9. ACHTUNG! Spread 470, borsa -2,80. Merkel tentenna su eurobond. mercato attacca l'italia. Parlamento respinge arresto De gregorio. Lusi ruba 15 milioni di euro. PDL parla d'altro(presidenzialismo). terremoto 10 milioni con sms 45500(cittadini). Pd confuso. Fra poco banche bloccano i conti correnti per evitare fuga capitali. Monti non sa che fare. Situazione da fine impero. Cosa fare per sopravvivere? Per Chi ha fede non resta che pregare.

    RispondiElimina
  10. Christine Lagarde presidente fmi 3 mesi per salvare euro. Come si fa ad uscire fuori dalla trappola?

    RispondiElimina
  11. Povera la virtuosa Germania, cui tutti chiedono aiuto...è però anche vero che la Germania ha usufruito di un euro costruito prendendo le misure al marco, e della mancata previsione di governance monetaria al riguardo. Detto questo, se l'europa deve esistere come comunità, allora anche ciò che si sta cercando di imporre alla grecia è insopportabile...in caso contrario, a mio parere, l'europa non ha ragione di esistere.
    P.S. Il Futuro è il microcredito solidale

    RispondiElimina