lunedì 21 agosto 2017

TERRORISMO. LA MORTE FA SPETTACOLO!!!

Barcellona1di Silvio Barbata - I fatti di Barcellona, 15 morti... è iniziata la fase celebrativa: triste biografia dei morti ammazzati,
ripetuta in tutte le salse, i giornalisti fanno a gara a chi è più bravo a renderla emotivamente incisiva attraverso i media.

Interviste, dibattiti, di personaggi che non si capisce quale autorevolezza hanno per essere invitati a esprimere la loro opinione con astruserie mentali incredibili di fronte a una realtà chiarissima: il fanatismo religioso dottrinale islamico.

furgone-sulla-folla-nel-centro-di-barcellonatredici-vittime-nellattentato_01c9f042-8372-11e7-9a35-d27b6c457398_998_397_big_story_detailLa televisione come un "digestore" per l'organico "composta" tutto; fino far apparire i morti il "giusto prezzo" per l'incapacità dell'Occidente a far integrare questi giovanissimi terroristi - l'aggettivo "giovanissimi" è stato ripetuto come un mantra continuamente per far passare, nell'inconscio collettivo, un malsano sentimento giustificativo. "Ragazzini" (ultra maggiorenni; si fa finta, ipocritamente, di dimenticare che a 18 anni ti puoi arruolare nell'esercito e se ti capita nelle missione in zone di guerra andare a sparare e ammazzare persone in quel caso non sono ragazzini?) quasi da commiserare, emarginati e plagiati... poveretti, complici il filoislamismo della sinistra demagogica che non guarda in faccia nessuno pur di creare serbatoi futuri di voti.

papa-francesco-e islamTutti continuano ad affermare, sia cattolici, sia mussulmani che la religione non c'entra niente: sarebbe come dire che la "caduta libera dei corpi" non ha nulla a che fare con la gravità! Islàm essere religione di pace! Continuano a ripeterlo i vari responsabili delle comunità ufficiali in Europa, cercando di negare che i terroristi al di la di ogni considerazione sono mussulmani e come tali si presentano, si sforzano di convincere l'opinione pubblica che siano come dei corpi estranei che non hanno nulla a che fare con il mondo islamico, assumendo un irritante atteggiamento infantile e cocciuto deresponsabilizzato nel tentativo di scaricare sempre e comunque la colpa all'Occidente che non fa abbastanza per "cullare" e proteggere questi poveri ragazzini terroristi.

Intanto la "morte fa spettacolo"... una manna per i media il "celebratismo" crea la ritualità mediatica fino ad anestetizzare le coscienze... quei morti rientrano nella "normalità della vita"; come se fossero un dato statistico, tipo i casi di quelli che rimangono folgorati dai fulmini nel mondo?!... ha detto alla vita in diretta una "esperta" afro-islamica.

papa-francesco"La religione non c'entra nulla", continuano a ripetere dal papa, al pretino di campagna con la grancassa della sinistra italiana; sarebbe come dire che le frane e le alluvioni non c'entrano nulla con il disboscamento selvaggio! Si depongono corone di fiori... si accendono candeline: "chi diede la vita ebbe in cambio una croce"... cantava il grande De André, nella "guerra di Piero".

Julian 7 anniI morti son morti... perfetti, non rispondono più, si può dire su di loro tutto quello che si vuole, onorandoli falsamente quando non si dice la verità... che sono vittime innocenti, tra loro il piccolo Julian Cadman 7 anni, del terrore terroristico fondamentalista che religiosamente fa della violenza il culmine dell'oscenità... un esibizionismo depravato, in un crescendo senza fine... perché ciò corrisponde al vuoto dottrinale di quella religione, a un atavico infantile complesso d'inferiorità verso l'Occidente.
Un odio viscerale rispetto al quale solo un elemento ha una forza superiore: IL DENARO... di fronte a quello non ci sono "regole" che tengano... dove li prendono i soldi... dai più ricchi e sappiamo i più ricchi sopra a cosa sono seduti con i loro deretani: sul petrolio, dove un tempo allevavano cammelli fino a non più di cento anni fa!

Silvio Barbata fotoSilvio Barbata
21 Agosto 20’17




6 commenti:

  1. Il problema non sono le religioni ma la loro strumentalizzazione. Da sempre si è ucciso in nome di dio e con la benedizione dei suoi rappresentanti.
    Ciò premesso l'informazione ha smesso da tempo di fare il suo mestiere e riportare i fatti in sé, in modo obiettivo...ora svolge la funzione di eco, conscia che sono in pochi che analizzano criticamente quanto viene diffuso.

    RispondiElimina
  2. Pasquale Palumbo22 agosto 2017 18:56

    Perché non si mettono d'accordo che cristo e maometto sono stati creati dalla stessa mente e sono la stessa cosa.

    RispondiElimina
  3. Giuseppe Centinaro22 agosto 2017 19:07

    Quando muore qualcuno hanno sempre pronti un "coccodrillo" di necrologio, ma stavolta è tutto il coccodrillo che ostenta la Sua potenza mediatica!!! Le vittime vengono scambiate per "normalità" di questo momento e i poveri assassini sono solo ragazzini "incompresi" Quando la smetteremo di ottenebrare la Coscienza Umana e dire pane al pane e vino al vino ???

    RispondiElimina
  4. SE NON ORA ....QUANDO ? fAMOSO LIBRO DI pRIMO lEVI ..il prossimo attentato in Italia ? Ci hanno lasciato per ultimi oppure siamo un paese poco colonialista (mussolini ci provo fallendo brillantemente ) oppure nel nostro paese i teroristi vengono accolti e protetti ..senzo gente ineggiare alla forza ..non facciamoci intimidire .ma come si puo' contro un terrorismo che vilmente e vigliaccamente uccide la FOLLA INERME !!!QUALI ARMI sipossono utilizzare quali ??

    RispondiElimina
  5. Rosalba Ferrara23 agosto 2017 16:02

    L'ipocrisia dei cortei fasulli, per nascondere i veri motivi, di questi attacchi, di queste stragi, sempre confusi e mai chiari.Smettiamo di giustificare la 2° e la 3° generazione, hanno avuto la possibilità di integrarsi in paesi civili, la religione usata e strumentalizzata. Il terrorismo è integralismo, teocrazia,tra politica e religione, inneggiando una guerra santa...

    RispondiElimina
  6. Ho letto l’articolo di Silvio Barbata rispetto la sua opinione ma non condivido i principi basilari, dove si evincono una lunga serie di parallelismi che non hanno nessun nesso tra loro. Non capisco l’autore che cosa intende per “astruserie mentali incredibili” come se l’interloquire è proprietà esclusiva di pochi. Caro Silvio non ti pare che è un’offesa all’altrui intelligenza? Non ti pare piuttosto azzardata l’equazione: islam = fanatismo? Sicuramente il fanatismo religioso esiste, ma stiamo attenti a non fare, come si dice, “tutt’erbe un fascio”. Non penso affatto di definire fanatici 1,7 miliardi di musulmani nel mondo. Esistono certamente giovani che si lasciano plagiare da certi ideali, ma non per questo bisogna additare come colpevoli le religioni ufficiali. Evidentemente non sei al corrente che in Italia esistono 137 gruppi pseudo religiosi, messianici esoterici, occultisti e satanisti. Le statistiche ufficiali ne annoverano circa 80.000 adepti. Il Viminale, oltre agli stragisti di matrice islamica, a lanciato l’allarme anche su questi movimenti, che ugualmente chiedono obbedienza cieca. Perciò lascia perdere le leggi della cinematica e le teorie galileiane. Cosa intendi per :” La religione non c'entra nulla", continuano a ripetere dal papa, al pretino di campagna con la grancassa della sinistra italiana?” Oltre a questi “soggetti” da te citati, tutti gli altri condividono la tua opinione? A me sinceramente non risulta realistico, bada che non sono di sinistra. Ecco! Caro Silvio, la chiusura del tuo articolo, è l’unica condivisibile: IL DENARO. Quest’ultimo sostantivo dovrebbe farti riflettere, altro che fanatismo islamico. Hai forse dimenticato l’occidente cosa ha perpetrato e combinato in quei luoghi ? Solo bombe e distruzione. Perciò ripeto la frase retorica e largamente diffusa: NON BUTTIAMO IL BAMBINO CON L’ACQUA SPORCA. Abbiamo sbagliato la prima guerra, quando abbiamo portato aerei ed uomini su quelle terre, ora non sbagliamo la seconda, non è ammesso sbagliare due volte: BIS PECCARE IN BELLO NON LICET Ciao Silvio.

    RispondiElimina